Settimana AntiConcordataria

 

In concomitanza con l’anniversario dei due concordati (quello firmato l’11 febbraio 1929 tra Mussolini e Gasparri e quello stipulato tra Craxi e Casaroli il 18 febbraio 1984), l’UAAR, a partire dal 2001, organizza a Roma la Settimana AntiConcordataria.

Fin dalla sua prima edizione, la Settimana AntiConcordataria (più brevemente SAC) è stata l’occasione per dibattiti, conferenze, spettacoli, incontri di vario genere nei quali si è parlato di tutti i temi legati alla concezione atea e agnostica del mondo: dall’istruzione, alla vita di tutti i giorni, alle questioni di principio sollevate nelle principali sedi giudiziarie, alle celebrazioni laiche dei passaggi cruciali della nostra vita, al dolore, alla sofferenza, al lutto, alla morale laica. E inoltre, la raccolta di firme per l’abolizione del Concordato Stato - Chiesa Cattolica, la richiesta di spazî cimiteriali dove tenere un commiato in forma dignitosa. Insomma, un’occasione per riflettere su tutti gli aspetti della vita concreta di coloro che hanno una concezione non confessionale del mondo.

Tra il 2001 e il 2012 la Settimana AntiConcordataria a Roma, dal 2011 si svolge a Venezia.