Progetto ora alternativa

È un progetto avviato dall’UAAR per ottenere una reale parità tra chi si avvale dell’insegnamento della religione cattolica (IRC) nella scuola pubblica e chi decide di non frequentarlo.

Questo progetto è rivolto a chi (genitore, studente, insegnante), interessato alle attività formative alternative previste dalla legge, incontra difficoltà normative, finanziarie e organizzative che ne impediscono l’attuazione.

L’obiettivo a lungo termine, più ambizioso e sostanziale, è il superamento dell’attuale sistema educativo che discrimina gli scolari in base alle scelte religiose dei genitori, per arrivare a proposte formative rivolte a tutti e che studino una pluralità di concezioni del mondo, religiose o meno, la loro storia, le loro differenze e i loro punti comuni.

Nel frattempo, l’Uaar è già riuscita a veder sancito, dal Tribunale di Padova, il principio che l’attivazione dell’ora alternativa «è un obbligo» in capo alle scuole. Lavorando insieme, realizzare un sistema educativo che non discrimini più tra cattolici e non cattolici potrebbe finalmente diventare qualcosa di più di un semplice desiderio.

Responsabile del progetto: prof. Fabio Milito Pagliara, info@oraalternativa.it

Presentazione del progetto

Le FAQ dell’ora alternativa: chiarimenti e soluzioni per superare i più frequenti ostacoli all’attivazione dell’ora alternativa.

Facsimile di diffida a disposizione delle famiglie, da inoltrare ai dirigenti scolastici che ostacolino il diritto all’alternativa alla religione cattolica

Spot Ora alternativa ≠ Ora di religione cattolica episodi 1, 2, 3 e 4.

Ultime novità

Risorse

Il materiale originale pubblicato in questa sezione è protetto da licenza Creative Commons.