Premio Brian alla mostra di Venezia 2011

Anche quest’anno, alla mostra del Cinema di Venezia, l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti ha assegnato il premio Brian, (dal titolo del film satirico dei Monty Python Brian di Nazareth), attribuito a “un film che evidenzi ed esalti i valori dal laicismo, cioè la razionalità, il rispetto dei diritti umani, la democrazia, il pluralismo, la valorizzazione delle individualità, le libertà di coscienza, di espressione e di ricerca, il principio di pari opportunità nelle istituzioni pubbliche per tutti i cittadini, senza le frequenti distinzioni basate sul sesso, sull’identità di genere, sull’orientamento sessuale, sulle concezioni filosofiche o religiose”.

Giunto alla sua sesta edizione, il premio è stato attribuito al film The Ides of March di George Clooney.

La pellicola, scrive la giuria, “mostra con coraggioso realismo gli scambi, i ricatti, i giochi della “casta” politica che finiscono col vanificare istanze progressiste come il pacifismo, la tolleranza, il sostegno dei diritti civili. La nostra associazione conosce assai bene questi meccanismi perversi che mortificano le battaglie civili, privano di rappresentanza politica i cittadini democraticamente più impegnati, scavano un baratro incolmabile tra le promesse elettorali e l’effettiva gestione del potere. Premiamo perciò questa lucida analisi, affidata a un linguaggio cinematografico magistrale sotto ogni aspetto”.

Assegnazione del premio: comunicato stampa (comunicato del 9 settembre)