Biblioteca

La Biblioteca UAAR si trova presso la sede nazionale. La biblioteca, come la sede, al momento non è aperta al pubblico. Rimane attivo il servizio di prestito interbibliotecario.

È nata all’inizio del 2010, ed è la prima biblioteca italiana a contenuti laico-razionalisti. Il patrimonio librario si è formato con le donazione di libri da parte di Raffaele Carcano, Giorgio Villella, Germano Petronzio e altri soci e simpatizzanti, con i  volumi donati dagli eredi di Emilio Rosini, Gianluigi Ponti e Licia Ponti Mainx, con il lascito ereditario di Leonardo Tosi, con l’acquisizione di volumi da parte dell’associazione. Nel 2012 è entrata a far parte del Sistema Bibliotecario Nazionale, facendo capo al Polo degli Istituti Culturali di Roma.

La biblioteca dispone, al momento, di oltre 4.000 volumi: L’elenco sintetico (autore - titolo) è periodicamente aggiornato online. I volumi vengono inseriti nel sistema OPAC SBN con il quale si posso effettuare ricerche dettagliate. Si tratta di una raccolta altamente specializzata di opere afferenti all’ateismo, al libero pensiero, alla laicità, nonché di testi religiosi o concernenti le più diverse espressioni religiose; numerose anche le pubblicazioni di argomenti storici, antropologici, etnografici, filosofici, giuridici, politici e scientifici; non mancano, infine, i grandi classici e alcune opere di narrativa particolarmente significative.

La biblioteca dispone altresì di una sezione di consultazione, con dizionari, enciclopedie, annuari; di una raccolta miscellanea composta da estratti o piccoli testi spesso di difficile reperibilità; di una sezione DVD; di periodici e fascicoli di testate spente o incompleti.

Regolamento del prestito

 

Le acquisizioni della Biblioteca sono in parte finanziate dall’UAAR, in parte da donazioni di soci e simpatizzanti. Sul sito pubblichiamo anche una lista di desiderata, invitando chi ne fosse in possesso a farne dono alla Biblioteca, se non più interessati all’opera.

L’UAAR invita comunque tutti coloro che sono in possesso di libri a contenuto laico-razionalista di cui non fanno più uso a donarli alla Biblioteca. Occorre inviare a biblioteca@uaar.it l’elenco dei libri che si vuole donare (indicando nome e cognome dell’autore + titolo preciso) e attendere conferma per l’accettazione e il ritiro del materiale.

Ovviamente, è altresì possibile comprare i libri che si vogliono donare. Le modalità sono le stesse di cui sopra.

È anche possibile contribuire alla  creazione della Biblioteca facendo un’erogazione liberale all’associazione, che tra l’altro è deducibile fiscalmente. Tutti i dettagli sono pubblicati alla pagina Sostegno. È importante indicare come causale «Erogazione liberale per biblioteca».

L’UAAR accetta inoltre lasciti ereditari. Se non si hanno eredi con gli stessi interessi culturali, si può decidere di lasciare i libri alla Biblioteca, redigendo già ora un documento con cui chiedere che i libri siano destinati alla Biblioteca e informando via mail biblioteca@uaar.it.

Sono accolti anche classici del pensiero o della letteratura non riconducibili direttamente agli scopi della Biblioteca (ad es. Lo spirito delle leggi di Montesquieu, o La divina commedia), DVD e Blu-Ray, dizionari e testi di autori religiosi.