Premio Brian alla Mostra di Venezia

Dal 2006 l’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti assegna un premio per il miglior film presentato alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Il “Premio Brian”, dal nome del film satirico dei Monty Python Brian di Nazareth, è conferito a «un film che evidenzi ed esalti i valori dal laicismo, cioè la razionalità, il rispetto dei diritti umani, la democrazia, il pluralismo, la valorizzazione delle individualità, le libertà di coscienza, di espressione e di ricerca, il principio di pari opportunità nelle istituzioni pubbliche per tutti i cittadini, senza le frequenti distinzioni basate sul sesso, sull’identità di genere, sull’orientamento sessuale, sulle concezioni filosofiche o religiose».

I film vincitori

Edizione 2006   Azul oscuro casi negro di Daniel Sanchez Arevalo

Edizione 2007   Le ragioni dell’aragosta di Sabina Guzzanti

Edizione 2008   Khastegi di Barman Motamedian

Edizione 2009   Lourdes di Jessica Hausner

Edizione 2010   I baci mai dati di Roberta Torre

Edizione 2011   The Ides of March di George Clooney

Edizione 2012   Bella addormentata di Marco Bellocchio

Edizione 2013   Philomena di Stephen Frears

Edizione 2014   Mita Tova di Tal Granit e Sharon Maymon

Edizione 2015   Spotlight di Tom McCarthy - Foto della consegna

Edizione 2016   La ragazza nel mondo di Marco Danieli - Foto della consegna

Edizione 2017   Les bienheureux di Sofia Djama - Foto della consegna