Social network e community

Facebook

La nostra pagina ha più di 130.000 «mi piace». L’Uaar promuove inoltre un gruppo UAAR e la pagina Ora di religione, ora basta.

I forum UAAR

Il forum dell’UAAR è aperto a tutti e suddiviso in aree tematiche. E` necessario registrarsi al primo accesso per poter entrare.
I soci hanno poi accesso a DiscUaar, un ulteriore forum web riservato che può essere usato anche in modalità mailing list.

Twitter

I cinguettii dell’UAAR sulla nota piattaforma di microblogging.

Google Plus

Notizie e curiosità da commentare nella pagina UAAR presente sul nuovo social network di Google. Sempre sullo stesso network è presente anche una community Uaar aperta a tutti.

La mailing list oraalternativa

[oraalternativa]: mailing list di supporto al progetto ora alternativa avviato dall’UAAR, aperta a tutti (homepage)

YouTube

L’UAAR ha creato un suo canale dove si possono caricare, vedere e discutere i video legati all’associazione e ai suoi scopi sociali.

Vimeo

I video dell’UAAR sono disponibili anche sul servizio di hosting video di Vimeo.

Anobii

Un gruppo di lettori UAAR è stato creato all’interno di questa comunità di amanti dei libri.

LinkedIn

Creato un gruppo di soci anche nel network professionale LinkedIn.

 

 

Disclaimer

Gli unici spazi web riconducibili alla Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti e alle sue articolazioni periferiche sono il sito internet www.uaar.it, da essa gestito, i siti web e i canali elencati in questa pagina e quelli elencati nelle pagine dei rispettivi circoli/referenti raggiungibili dalla mappa su questo sito.

L’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, ribadito che quanto riportato negli spazi web diversi da quelli sopracitati non è in alcun modo ad essa riferibile, dichiara che non risponderà ad alcun titolo, né direttamente né indirettamente, per le opinioni espresse nelle pagine web in cui compaiano, o siano comunque riportati o citati, il nome e/o l’acronimo e/o il logo della UAAR e, anzi, si riserva di agire in caso di necessità, a tutela del nome e dell’immagine della Associazione stessa, e ciò anche qualora la persona che ha aperto la pagina web si dichiari o sia socia dell’UAAR.