Progetto ora alternativa Mailing list

PREMESSA

«oraalternativa» è la mailing list di supporto al “progetto ora alternativa” avviato dall’UAAR.

Scopo della lista è creare le condizioni per un’effettiva parità tra gli studenti che si avvalgono dell’insegnamento della religione cattolica (IRC) e gli studenti che non frequentano l’ora di religione.

La lista è aperta a tutti, credenti e non credenti.

La mailing list è ospitata da Yahoo! Gruppi ed è accessibile, per gli utenti registrati a Yahoo!, all’URL it.groups.yahoo.com/group/oraalternativa. In alternativa, se non si è utenti registrati a Yahoo!, è possibile iscriversi inviando un’e-mail vuota all’indirizzo oraalternativa-subscribe@yahoogroups.com. Nota bene: l’indirizzo dal quale si invia l’e-mail è anche quello con il quale si verrà iscritti alla mailing-list e al quale arriveranno i messaggi della stessa.

Per disiscriversi dalla mailing-list, non inviare alcuna richiesta in tal senso al moderatore. È sufficiente inviare un’e-mail vuota, dallo stesso indirizzo con il quale ci si è iscritti, all’indirizzo oraalternativa-unsubscribe@yahoogroups.com. Il servizio di iscrizione / disiscrizione dalle mailing list non è gestito da operatore, ma automatico, quindi Yahoo! Gruppi riconosce solo l’indirizzo e-mail con il quale ci si presenta.

MANIFESTO

Tra i temi di discussione rientrano:

  • Scambio di informazioni, documentazione, materiale di studio e supporto didattico sulle attività formative attivate.
  • Segnalazione di situazioni, avvenimenti, abusi concernenti sia l’ora di religione, sia le attività alternative, lo studio individuale e l’assenza di attività.
  • Proposta di miglioramenti della piattaforma pubblicata su internet.
  • Elaborazione di materiale di supporto all’iniziativa.

Non rientrano:

  • Ateismo, agnosticismo e critica alle religioni. Per questi argomenti si rimanda ad altri luoghi di discussione quali, ad esempio, la lista «ateismo».
  • L’attività dell’UAAR.
  • Problemi generici del mondo scolastico, senza specifica attinenza con le tematiche dell’ora di religione.

Le regole e i temi della lista potranno essere sottoposti a revisioni e cambiamenti da parte del responsabile del progetto, nominato dal Comitato di coordinamento dell’UAAR.

Ogni variazione sarà tempestivamente comunicata in lista.

Le proposte più interessanti che verranno da parte dei partecipanti alla lista saranno prese in considerazione in tal senso.

MODERAZIONE

La lista è moderata dal responsabile del progetto.

Il moderatore può nominare eventuali co-moderatori.

COMPORTAMENTI SANZIONATI

  • Non sono ammessi attacchi personali, volgarità e insulti, di fronte ai quali il moderatore o i co-moderatori si riservano di intervenire, nel rispetto della libertà di espressione e delle opinioni altrui. In casi estremi di provocazione insistente, di ingiurie pesanti e, in generale, di palese mancato rispetto delle regole sottoscritte, i provvedimenti possono giungere alla sospensione ed all’espulsione dalla lista.
  • Parimenti, non è ammesso inviare in lista, da parte di membri “non moderati”, messaggi per conto di membri “moderati”: l’infrazione di questa regola comporterà l’immediato passaggio in “moderato” di questi ultimi.

Il moderatore e i co-moderatori monitoreranno il rispetto del manifesto. Essi richiameranno privatamente (quando possibile) o pubblicamente chi, a loro parere, non avrà rispettato le regole espresse nel manifesto e attueranno gli eventuali provvedimenti di moderazione, sospensione temporanea o espulsione definitiva dalla lista.

È vietato rispondere in lista agli interventi del moderatore o dei co-moderatori.

NORME DI CIVILE CONVIVENZA

Nei casi previsti dai seguenti punti il moderatore valuterà caso per caso se intervenire.

  • Quando si fa il primo intervento in una nuova lista è buona educazione fare una piccola (!) presentazione di sé stessi. È sempre meglio aspettare un po’ per capire come si svolgono le discussioni e chi saranno gli interlocutori, prima di partire con i proprî messaggi. Meglio ancora: dare un’occhiata all’archivio per vedere i temi già trattati e sviscerati.
  • Evitare di postare messaggi in formato HTML, MIME, con allegati o biglietti da visita. Meglio il solo testo.
  • È buona norma riportare, prima del proprio commento, le frasi della persona alla quale si sta rispondendo (quote preceduto dal segno >) per dare continuità alla discussione.
  • È invece estremamente non educato, in termini di netiquette, riportare l’intero messaggio al quale si sta rispondendo, soprattutto se molto lungo e se si ha poco da dire a proposito.
  • Non inoltrare email private se non ne avete avuto il permesso dall’autore.
  • Ben vengano le discussioni purché mantenute su di un piano di pacatezza; eventuali scambi di insulti (per quanto velati…) è meglio farli in privato.
  • Se avete il timore di essere stati fraintesi, chiarite con l’interlocutore in privato e non in pubblico ed eventualmente postate la conclusione in lista.
  • Evitare di ripetere concetti o riprendere thread a cui non avete ricevuto risposta… i messaggi li hanno già ricevuti tutti.
  • Non prendetevela se dopo aver postato un messaggio nessuno vi risponde esprimendo assenso; se tutti gli iscritti alla lista dovessero farlo ogni volta che sono d’accordo…
  • Qualsiasi appunto abbiate da fare sul comportamento di un componente della lista ditelo, in privato, esclusivamente al moderatore.
  • Ricordate che in lista vi state rivolgendo a tutti, non solo a chi state rispondendo.
  • Nel caso si affronti un argomento di genere particolare (notizie tratte dalla stampa, o altro) sarà MOLTO gradito far precedere il messaggio da una tag, cioè un pre-titolo fra parentesi quadre che specifichi l’argomento: [news] ecc. Ciò faciliterà il filtro dei messaggi. Questo vale anche per gli OT. Se sentite il forte bisogno di rendere partecipe la lista di qualche argomento od osservazione non del tutto in tema, ma ritenete che possa comunque interessare gli iscritti, almeno usate la sigla OT all’inizio dell’oggetto. Nel caso ne scaturisca una discussione sempre OT, spostatela prontamente IN PRIVATO, tra gli interessati, o in sedi più opportune (esistono una moltitudine di newsgroup accessibili a tutti, praticamente su ogni argomento immaginabile).
  • È buona norma cambiare l’oggetto del messaggio se lo sviluppo della discussione ha preso una “nuova piega”.
  • È considerato legittimo l’uso di pseudonimi in lista: ci sono persone che, per motivi personali, possono desiderare non firmarsi col proprio nome e cognome. I loro messaggi non vanno considerati come “lettere anonime”.