Articoli nella Categoria: Notizie

Passata la festa gabbato lo popolo

Esistono due modi, per uno Stato, per non riconoscere un diritto ai propri cittadini. Il primo è banalmente quello di negarlo loro senza tanti giri di parole, ma in un’epoca in cui i diritti costituiscono le fondamenta di qualsiasi società voglia dirsi civile – non a caso si parla specificamente di “Stato di diritto” – va da sé che questa soluzione non è di facile attuazione, almeno nel mondo occidentale. Non che non vi si ricorra comunque; basti pensare alla… Leggi tutto »

Due Stati, una sola posizione in classifica

Reporters-2016

L’Italia perde ben quattro posizioni nell’annuale classifica di “Reporters sans frontières” (Rsf) sulla “libertà di stampa”. Nell’indagine condotta dalla Ong francese il nostro paese sprofonda al 77° posto, parecchio dietro alcune discutibili autarchie, alcuni paesi africani tra i più poveri e divisi del mondo e qualche nazione balcanica dal pluralismo piuttosto difettoso. Due le principali motivazioni di questo triste primato: le minacce e le violenze contro i cronisti che con il loro lavoro denunciano le mafie, il malaffare e la… Leggi tutto »

La clericalata della settimana, 17: l’Istituto Comprensivo di Brentonico (TN)

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è del dirigente scolastico dell’Istituto… Leggi tutto »

Il reale valore del numero dodici

migranti-lesbo

C’è un luogo comune che ci ripetiamo spesso in varie occasioni, come quando si tratta di minimizzare una perdita o comunque di far prevalere una positiva visione ottimistica su un punto di vista negativo, magari pur sapendo che quest’ultimo è proprio quello più realistico. «È sempre meglio che niente», ci diciamo. È un modo per autoconsolarci delle avversità, la logica del bicchiere mezzo pieno che ci fa comunque stare un po’ meglio. Capita anche che a dirci la stessa cosa… Leggi tutto »

La clericalata della settimana, 16: il ministro Lorenzin

lorenzin16

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”. La clericalata della settimana è del ministro della Salute… Leggi tutto »

Si fa presto a parlare di trasparenza

padoan-gallagher

Il concetto di trasparenza applicato al contesto politico sociale di un Paese, cioè quando riguarda l’amministrazione della cosiddetta res publica, impone in modo imprescindibile un atteggiamento di apertura, informazione, comunicazione e responsabilità a chi governa. Quello della trasparenza è quindi un vero e proprio dovere delle istituzioni nei riguardi dei propri cittadini. Va da sé che denunciare tutte le occasioni in cui di questa trasparenza se ne dà una pessima declinazione, nella sostanza della vita quotidiana sociale, diventa a nostro… Leggi tutto »

Cinque per mille 2014 all’UAAR: grazie a tutti voi!

uaar-5x1000-16w

L’Agenzia delle Entrate ha diffuso l’elenco della distribuzione delle scelte per il Cinque per Mille relativo al 2014. L’Uaar è risultata destinataria di 3.458 sottoscrizioni, equivalenti a un importo di 161.884,19 euro. L’associazione ringrazia tutti coloro che l’hanno sostenuta e ricorda che è possibile fare altrettanto nella attuale dichiarazione dei redditi.

Legge 194/78: un Ministro della Salute raramente in forma

lorenzin

Eccolo lì. Ancora un altro richiamo del Consiglio d’Europa si è aggiunto di recente alla già lunga lista, e ancora una volta arriva sull’applicazione della legge 194/78 in materia di interruzione volontaria di gravidanza (Ivg). Una prima sberla all’Italia su questo delicato tema era già arrivata circa due anni fa, su ricorso della Laiga. L’8 Marzo 2014, infatti, il Comitato Europeo dei Diritti Sociali del Consiglio d’Europa aveva sancito che l’Italia violava i diritti delle donne a causa dell’elevato (e… Leggi tutto »