Articoli nella Categoria: Generale

Buone novelle laiche

La buona novella laica del mese di gennaio è il crescente sostegno al disegno di legge sulle unioni civili, la cui discussione in aula comincia oggi al Senato.

Giornata della famiglia? Piuttosto delle bugie

Chi è certo della bontà delle proprie tesi non ha generalmente nessun bisogno di ricorrere ad argomentazioni pretestuose o falsità per sostenerle. È anzi vero il contrario: il ricorso a simili mezzi è indicativo proprio della mancanza di argomenti validi, e se tanto mi dà tanto la manifestazione di sabato scorso nota come “Family Day” di argomenti non ne aveva nessuno, a parte chiaramente il fanatismo intollerante e dogmatico. Molte erano invece le falsità, al punto che sarebbe stato molto… Leggi tutto »

Annual Report UAAR 2015

Il nuovo annual report Uaar è sul nostro sito e allegato al numero 104 della rivista L’Ateo. Qui sotto l’editoriale del segretario Raffaele Carcano che apre il resoconto delle attività associative. Buona lettura!

Nuovo numero de L’Ateo: “Gender: la grande bufala”

È in distribuzione il numero 104 della rivista L’Ateo, il bimestrale dell’Uaar. I soci possono leggerlo da subito sul sito nell’area riservata, da questo numero anche come ebook! Questo numero è intitolato Gender: la grande bufala e presenta contributi di D’Alpa, Marullo, Rota, Marzano, Priulla, Lanfranco, Merenda, Turchetto, Bigliardi, Giacometti, Mognato, Carcano, Lacriola, Caporale, Conti, Marazzani.

Il grande equivoco del cattolicesimo inteso come tradizione popolare

Si è parlato molto in questi giorni dei funerali per le vittime della palazzina crollata ad Arnasco (SV) a seguito di una fuga di gas. Cinque vittime in tutto, tra cui i coniugi Dino Andrei e Aicha Bellamoudden le cui esequie sono state celebrate nella chiesa di Nostra Signora Assunta. Funerali cattolici quindi, ma pare che solo Andrei fosse cattolico mentre Bellamoudden fosse di religione islamica ma in procinto di convertirsi al cattolicesimo. Tanto è bastato al parroco Chizzolini per… Leggi tutto »

Statue coperte? È tempo di mostrare con orgoglio i valori laici

«Ora Sovrintendenza e Governo fanno a gara a rimpallarsi le responsabilità ma sette mesi fa, quando per la visita del papa a Torino furono rimossi i cartelloni della mostra su Tamara de Lempicka, non ci fu nessun rimpallo: come se in quel caso fosse tutto normale». Si inserisce così il segretario dell’Uaar Raffaele Carcano nella polemica sulla scelta di coprire le statue di nudo dei Musei Capitolini in occasione della visita del presidente iraniano Hassan Rouhani.

L’anno della civiltà

Si sta mobilitando seriamente, il mondo cattolico. Con toni che talvolta ricordano le vecchie battaglie referendarie contro il divorzio e l’aborto. Accanto alle sentinelle in piedi che hanno chiamato alla veglia ininterrotta, c’è anche il parroco che dedica l’ora di adorazione del santissimo sacramento alle preghiere contro il riconoscimento dell’adozione alle coppie gay, un’eventualità che “intimorisce” lui e i suoi fedeli. Non manca nemmeno chi invita a marciare su Roma contro “gli atti impuri” e i “peccati che gridano vendetta… Leggi tutto »