Giornata della famiglia? Piuttosto delle bugie

Chi è certo della bontà delle proprie tesi non ha generalmente nessun bisogno di ricorrere ad argomentazioni pretestuose o falsità per sostenerle. È anzi vero il contrario: il ricorso a simili mezzi è indicativo proprio della mancanza di argomenti validi, e se tanto mi dà tanto la manifestazione di sabato scorso nota come “Family Day” di argomenti non ne aveva nessuno, a parte chiaramente il fanatismo intollerante e dogmatico. Molte erano invece le falsità, al punto che sarebbe stato molto più corretto chiamarlo “Lies Day”.

Partiamo dalle premesse. “Il ddl Cirinnà introduce l’utero in affitto”, dicono, ma in realtà niente del genere è presente nello schema del decreto. Esiste la possibilità di adottare il figlio del partner, ma da qui a dire che la conseguenza sarebbe l’incentivazione del ricorso a forme di gestazione per altri ce ne corre, primo perché questa pratica è al momento illegale in Italia, secondo perché chi volesse andare all’estero per usufruirne non lo farebbe certo grazie alla stepchild adoption, terzo perché quelle poche coppie interessate da questo tipo di adozione sarebbero in larghissima parte formate da una madre con figlio biologico più partner.

“No all’adozione per i gay”, aggiungono. Non si capisce perché, visti i risultati degli studi condotti all’estero che non evidenziano alcun problema specifico per i figli cresciuti in famiglie arcobaleno, ma non è questo il punto. Il punto è che allo stato attuale non esiste alcuna proposta per consentire agli omosessuali di adottare. Affermare il contrario significa mentire. Permettere l’adozione del figlio del partner non significa dare genericamente un bimbo a una coppia omosessuale, significa fare in modo che un minore possa essere adottato dal compagno o dalla compagna del suo attuale genitore, e sempre a patto che non abbia già un secondo genitore perché non è possibile avere più di due genitori.

Il nome del comitato organizzatore dell’evento è “Difendiamo i nostri figli”. Questa dichiarazione/slogan è una menzogna addirittura duplice, come minimo, intanto perché a essere in discussione non sono affatto i loro figli ma quelli degli altri, e poi perché loro, quei bambini degli altri, non li stanno affatto difendendo. Li stanno usando ideologicamente e li stanno privando del diritto di avere due genitori. Secondo la loro stravagante visione del mondo, i bambini hanno il diritto di avere una madre e un padre ma se manca uno dei due devono rassegnarsi. Rassegnarsi a cosa? A non avere diritto a essere cresciuti e mantenuti in caso di mancanza del genitore, per esempio, ma anche a essere eredi legittimi di una persona che hanno sempre considerato genitore, checché ne dicano i moralisti.

family-day-16

Dicevano anche di non essere contro nessuno, di non essere animati dall’astio. Dicevano, appunto, perché in realtà non solo gli slogan “contro” si sono sprecati, il che sarebbe anche comprensibile visto che provenivano dalla folla — in cui comunque c’erano diversi politici che trasudavano amore da tutti i pori, qualcuno in particolare per i tovaglioli — ma perfino dal palco fioccavano minacce contro il governo. Gandolfini diceva: «Al momento delle elezioni ci ricorderemo chi si è messo dalla parte della famiglia e dei bambini e chi no». Non ne dubito. Anzi, penso che questi calcoli siano già stati fatti a suo tempo, che gli elettori abbiano già tenuto conto nelle ultime elezioni della posizione di ognuno in tema di diritti civili. E penso anche che quando si sceglie chi votare non si tiene in genere conto di un singolo argomento. Ma anche quando così fosse, guadagnare un voto da una parte significherebbe almeno perderne uno dall’altra parte, verosimilmente di più, quindi non è che il gioco valga poi tanto la candela. Riuscirà il governo a non farsi incantare da simili anatemi? Chissà. Certo le parole di Zanda non sono rassicuranti, magari il Pd sta studiando come fare un ulteriore passetto verso destra.

Sono perfino riusciti a riciclare un vecchio messaggio del rabbino Di Segni, nel tentativo di smarcarsi dalla matrice schiettamente cattolicista dell’evento. Qui siamo addirittura oltre la menzogna, siamo alla mistificazione. Il problema, per loro, è che Di Segni se n’è accorto, com’era logico aspettarsi, e ha subito smentito l’organizzazione chiarendo, oltretutto, che quelle parole erano con tutta probabilità contenute in una risposta alla precedente manifestazione, ma sono state adesso decontestualizzate e reinterpretate per far dire loro una cosa diversa da quella che era nelle intenzioni originali.

Ma la bugia più grande in assoluto, quella più evidente, quella che più che bugia è una vera e propria bufala, riportata da tutti gli organi d’informazione, è la stima in ben due milioni del numero dei partecipanti. Va bene che una cresta al rialzo la farebbe chiunque, ormai siamo abituati da tempo alla differenza tra i numeri degli organizzatori e quelli della questura in qualunque manifestazione, ma qui siamo proprio al chi la spara più grossa. Anche qualora il Circo Massimo fosse interamente fruibile, cosa che non è visti i lavori in corso in una parte, e anche qualora si contasse il massimo possibile di quattro persone per metro quadro, cosa che a giudicare dalle foto non si direbbe proprio, in quell’area potrebbero entrarci poco più trecentomila persone. A conti fatti ce n’erano molte meno. Non più di settantamila secondo stime attendibili, compresi i tanti gay presenti che probabilmente approfittavano del contributo messo a disposizione dalla parrocchia (“Con l’Otto per Mille alla Chiesa cattolica avete fatto tanto”) e dello sconto praticato da Italo per ragioni di marketing.

Insomma, viste le forze messe in campo, che in quanto a potenza di fuoco non avevano niente a che vedere con quelle che solo sette giorni prima avevano organizzato #SvegliatItalia, il risultato sembra tutt’altro che eccezionale. E questo nonostante le numerose bugie, che evidentemente non sono riuscite a fare presa su chi non era già schierato a priori. Il bello è che quei manifestanti non serviranno nemmeno a risollevare le sorti del giubileo, visto che pochissimi si sono fermati per più giorni come dimostrano le ordinarie (a voler essere generosi) presenze all’Angelus del giorno dopo. Sì, il giubileo. Avete presente quell’evento di cui tanto si parlava l’anno scorso, per cui il governo ha stanziato un mucchio di quattrini?

Massimo Maiurana

Archiviato in: Generale, Notizie

75 commenti

gmd85

Chissà perché ora i tg non fanno più riferimento ai numeri millantati…

Angelo

Fare riferimento ai numeri della questura e’ un vecchio modo di far cronaca che e’ andato fuori moda dal giubileo del 2000 (conosciuto anche come il salto dello squalo). Fino a quel momento si aevano i numeri degli organizzatori (ordine di grandezza 10^6) e quello della questura (10^4). Con il giubileo dei giovani si decise di dare una visione piu’ ottimistica e da allora si ignorano i dati della questura. Se proprio si volesse ci sono software di riconoscimento visivo che con un drone sono in grado di calcorare il numero di partecipanti in modo molto preciso. Questi software e droni sono attualmente n uso in Spagna.

Frank

“Giornata della famiglia? Piuttosto delle bugie”

E’ inutile, nessuno vuole credere che la Meloni sia veramente incinta.

mafalda

Uomo di poca fede. L’arcangelo l’ha visitata e le ha recato la buona novella. A presto avremo un nuovo messia.

Frank

Ipotesi già ventilata in un mio commento all’articolo precedente. :)

Tiziana

Anche per il giubileo i numeri si moltiplicano come i pani e i pesci. A Roma non c e stata mai cosi poca gente, lo scorso mercoledì, giorno di udienza papale, l autobus 23 sfrecciavano per piazza del Risorgimento come non accadeva da tempo. Ora si spera nelle reliquie di padrepio che arriva dopodomani.
Sul family day manderei a palla l intervento di Miriano ( che disonora il mio genere).
Su rav Di Segni aggiungo che nella nota emessa si chiarisce che mai avrebbe inviato un messaggio, pur generico, ad una manifestazione omofona e con aderenti fascisti e xenofobi (casa Pound)

FSMosconi

E non dimenticare i noti frequentatori di sentine di FN… :(

Frank

Family Day? Due Meloni….
…. e se c’era il padre pure tre.

Tiziana

Frank

Trovo impresentabile politicamente Meloni e il suo partito, ridicolo l annuncio fatto in quel contesto, ma appunto politicamente. Smetterei le battute e resterei sul post di Maiurana

Frank

Ah, ah… Ma allora sei una meloniana. (ovviamente scherzo)
Lo sai che quando la Meloni ha detto di essere incinta le hanno fatto le angurie?

Frank

L’ho scritto che scherzavo, comunque se avessero pudore non farebbero certe cose come partecipare al family day.

Angelo

Speriamo che il nascituto prenda l’intelligenza dal padre.

benjamin l'@sino

Numeri a parte, che sappiamo che tanto non sono affidabili (chi mente una volta…), io resto dell’idea che quello a cui stiamo assistendo è la predisposizione di un Cavallo di Troia per legalizzare (in un secondo tempo) la poligamia a beneficio di quella massa di persone che proviene da aree ove è già vigente. Il tempo dirà se avevo ragione o torto. Di solito ci prendo.

Stefano™

@ benjamin

E quale sarebbe il passaggio logico che farebbe discendere l’introduzione della poligamia da quella delle unioni omosessuali ? Mi sfugge completamente.
Può darsi che qualche pazzo desideri essere poligamo :-) : in un paese dove è possibile separarsi o divorziare gli passa immediatamente la voglia.

florasol

cioè… qualcuno vuole due o più suocere? Ma state scherzando?

Gérard

Stai facendo uno scherzo o parli sul serio ????
Ma anche nella stragrande maggioranza dei paesi musulmani, questo sta per sparire ??? E poi non c’ è una sola donna musulmana ( e ne ho incontrato tante in vita mia… ) che è favorevole …!! Nessun paese dove esiste una legge tipo quella che viene discussa adesso non ha mai preso in considerazione una cosa del genere che, rifletti bene, manderebbe in aria tutto il sistema sociale in vigore nei paesi europei …!!!

Sumadart Son

@Gerard:
.
Esatto dici bene.
Tanto e` vero (forse ricordo male) che ad esempio in Algeria il numero di figli per donna e` inferiore a 2 (quindi meno della Francia) e questo valore e` in paesi del nord-africa tipo su 2.4 (in calo costante anno dopo anno).
.
Unico pensiero che mi sembra di dire in difesa della linea di benjamin e` che questo discorso della poligamia da accettare manderebbe in “orgasmo elettorale” qualche comunistoide estremista che vedrebbe in una specie di trip allucinogeno da peyote nei suoi piani futuri una moltiplicazione di musulmani E conseguente moltiplicazione dei voti per un suo partito.
.
.
firmato: Mago Sumadart Son (colui che ha messo la sveglia 15minuti prima per potersi domani mattina svegliarsi con calma e radersi bene la barba).

Mix

Questo commento contiene una fallacia logia (“logica del piano inclinato”: un ragionamento con cui, partendo da una tesi, si trae una sequenza di conseguenze presentate come inevitabili ma, in realtà, del tutto arbitrarie) e un’affermazine non verificabile ( “di solito ci prendo”). Dire che in un blog di razionalisti siffatte argomentazioni non fanno presa.

https://it.wikipedia.org/wiki/Fallacia_della_brutta_china

Sumadart Son

@benjamin_asino:
.
Guarda io ho proposto in modo scherzoso ad una mia amica di chat (lei e` parte di un gruppo di quattro amiche tutte graziose e carine come lei) che avrei smesso del tutto con il dating-on-line se mi avrebbero preso come loro marito ed avrei garantito loro il mio supporto con almeno due figli ciascuna…ha detto che ci ripensava, informava e mi faceva sapere :-) .
.
Per la cronaca con questa ci parlo e la prendo in giro da un anno…è una del tipo ZERO incontri (quindi mai perdere tempo piu` del previsto se dopo tre..sei ore di chat complessiva non ti da un numero di telefono) perchè sono una brava bimba…31anni suonati vive con i genitori alla italiota e vive in un paesello in provincia di una ridente cittadina lombarda e lavora (da un amico di un suo zio pino ho capito) a 6km da casa sua.
.
.
Bene io spero passi anche la poligamia cosi` le posso sposare tutte e quattro, mi hanno detto che sono battezzate ma di chiesa importa poco assai E pure ai loro genitori frega di meno.
In questo modo garantisco la nascita di otto lombardi DOCG (beh diciamo al 90% :-) ) E pure anche non battezzati … va meglio così :-) :-) :-) ? ? ?
.
Come vedi una legge sulla poligamia permetterebbe loro (purtroppo come il sottoscritto non hanno assimilato i principi base del marchese del Grillo {CE_01}) di camminare nel paesello paesano di 10.000abitanti a testa alta in quanto conformi ad una legge dello stato che se applicata in modo intelligente potrebbe essere un vantaggio per i laici e gli anti-italioti.
.
Ah cosa importante ho detto loro che il matrimonio aperto anche ad altri tre partner maschili…se anche loro vogliono due figli a testa la moltiplicazione degli anti-italioti e` assicurata :-) :-) :-) … e tempo tre generazioni saremo noi a cacciare da questa terra denominata Italia tutti gli italioti !!!
.
.
Dai per favore…non puoi dire che il matrimonio omosessuale serve per aprire all`invasione dei barbitti e barbuti multietnici …ma per me sei tu quello infiltrato dalla loggia degli illuminati :-) :-) :-)
.
.
firmato: Mago Sumadart Son (principiante, perche` c`e` sempre da imparare, conoscitore dell`universo femminile)
.
.
P.S.: Io pero` un`unione del genere la accetterei e parlavo seriamente.
.
.
CE_01: https://www.youtube.com/watch?v=uahU5m6Hvj4

parolaio

“avrei smesso del tutto con il dating-on-line se mi avrebbero preso come loro marito “.
Il congiuntivo, questo sconosciuto.

Sumadart Son

@parolaio:
.
wow…quale onore…un professore ha corretto il mio temino in risposta a benjamin asino …e non sapendo come “controbattere” ha individuato l`errorino di grammatica :-).
.
Cosa dirti … il SE indica una condizione anche possibile … per cui se c`e` una condizione si usa il condizionale…giusto ?
.
.
firmato: Mago Sumadart Son (grande studioso di italiottologia)
.
.
P.S.: Quando entro qui scrivo libero senza tanti problemi e con una veloce revisione finale. Mail serie e di lavoro rivedo grammatica e punteggiatura qui io entro per rilassarmi e divertirmi…bene pero` che leggi con attenzione le mie perle di saggezza anti-italiota :-) :-) :-)

benjamin l'@sino

Che vi devo dire? Graze per avermi risposto, ma resto della mia idea e mi ripeto: il tempo dirà se avevo torto o ragione — ricordatevi le mie parole per una paio di decine d’anni. Gli asini hanno la vita lunga (cit.).

Stefano ™

@ benjamin

resto della mia idea e mi ripeto: il tempo dirà se avevo torto o ragione

Ok, come vuoi, ma se non espliciti la connessione tra una cosa e l’altra se dovesse accadere quanto prevedi non potresti ascrivertene il merito, non più di quanto potresti fare per aver indovinato, per esempio, un terno al lotto. E il terno, anche lui, non dipende dalle unioni omosessuali.

Sumadart Son

@benjamin:
.
Se avrai ragione ti invitero` come testimone al mio pluri-matrimonio.
Sei contento ? :-)
.
.
firmato: Mago Sumadart Son (grande studioso di italiottologia)

benjamin l'@sino

La ragione è palese. Apri una fessura apparentemente insignificante, ci infili la punta d’un cacciavite fine fine, fai leva e l’allarghi un po’. Dopo di che prendi un cacciavite un poco più grande, ne infili la punta nella fessura, fai nuovamente leva e l’allarghi un altro po’. Passi quindi al piede di porco e dai una bella serie di strattoni. A quel punto basta una bella spinta, la porta va giù e fai passare quel che vuoi. Se non basta la metafora posso essere più preciso, ma credo d’essere tra persone capaci di pensiero autonomamente creativo quanto basta per intuire.

Stefano ™

@ benjamin

Un po’ come dire che se fai un figlio necessariamente ne fai cinque o sei…
O se introduci il divorzio ti sposi e ti lasci di continuo.
O se permetti l’aborto ne fai uno dopo l’altro.
E se permetti l’eutanasia fai delle stragi, e via di questo passo.
In Danimarca è sato istituito dal 1989, in Belgio il matrimonio tra omosessuali esiste dal 2003(*): non mi pare che nel frattempo siano passati alla poligamia. O forse per usare il piede di porco stanno aspettando che in Italia si cominci col cacciavite.

(*) ricordatevi le mie parole per un paio di decine d’anni

firestarter

@ Stefano

tu ci scherzi, ma guarda che l’arguto somaro ha gia’ avanzato diversi argomenti nella tua lista, non ultimo eutanasia==>strage di anziani.

benjamin l'@sino

Un tale cade da un palazzo di cento piani. Mentre precipita, arrivato al quinto piano commenta tra se e se: “Be’, fin qui tutto bene”.

gmd85

@benjamin

Andiamo, questa battuta, per quanto ironica, non è adatta allo scopo.

Engy

… e il tempo è galantuomo giusto benjamin? :)
Ma secondo me non si avvererà quanto dici sulla poligamia, troppe pensioni di reversibilità da pagare…. ma chissà …. forse si avvereranno le tue privisioni se ha ragione chi ora dice che tanto, riconoscere diritti individuali mentre si smantellano via via quelli sociali nella desolante indifferenza di piazze vuote, costa poco in definitiva, e prevede che ad esempio la pensione di reversibilità, già a serio rischio, sarà solo un lontano ricordo, per tutti.
Della serie, per dirla un po’ come Lucio Dalla: “e si farà l’amore (e ci si sposerà) ognuno come gli va”, poi se non c’è lavoro o c’è a condizioni schiavizzanti, se i salari saranno sempre più da fame, se la salute diventerà sempre più cara e roba da ricchi, pazienza!

RobertoV

L’esempio della fessura sottintende il classico retropensiero conservatore che il mondo fosse migliore in passato e che progressivamente per i cambiamenti si sia degradato nel tempo a causa dell’uomo e che il matrimonio omosessuale sia una degradazione della società perchè si concede a dei “depravati” a dei “pervertiti” (non a caso si fanno anche collegamenti con pedofilia, incesto, matrimoni con animali, ecc.) di sposarsi: non c’è più religione …….e non si fa altro che peggiorare la nostra “bella società”.
In realtà l’istituzione del matrimonio non è nata perfetta, così come tante altre cose umane, e si è dovuto intervenire per migliorarla nel tempo. Dal matrimonio come compravendita, dai matrimoni combinati, con minorenni o addirittura bambine, dai matrimoni solo religiosi, dai matrimoni indissolubili anche se in agonia, dai matrimoni con obbligo di conversione, dalla proibizione dei matrimoni misti, ecc. si è progressivamente passati alle versioni più recenti in evoluzione (la stepchild adoption per i matrimoni etero è solo del 1983, cioè 13 anni dopo l’introduzione del divorzio ed oggi non verrebbe messa in discussione perchè un dato di fatto). Quindi il paragone più corretto sarebbe con un muro costruito male, pieno di fessure, sul quale dobbiamo continuamente intervenire per migliorarlo grazie al miglioramento delle nostre conoscenze (e della nostra democrazia e sensibilità umana). I convincimenti del passato portavano a mettere in carcere gli omosessuali, in certi paesi mussulmani arretrati ancora oggi rischiano anche la morte.
Assurdo collegare i matrimoni omosessuali con la poligamia a causa di immigrazione di mussulmani, cioè di una cultura che li criminalizza.
La poligamia è, inoltre, una “scelta”, mentre gli omosessuali lo sono di fatto, non per scelta: quindi le unioni civili sanano semplicemente una discriminazione verso una minoranza umana.
La poligamia è, inoltre, propria di società arretrate ed è stata progressivamente abbandonata: assurdo pensare di reintrodurla in società evolute. Ed è, visti i numeri, più legata al mondo eterosessuale che omosessuale, quindi pretestuoso collegarle alle unioni civili.
Nel mondo islamico la poligamia oggi è in netto regresso e resiste ancora sopratutto nell’area del golfo arabico, in Malesia ed in Medio oriente. E’ pesantemente limitata in diverse nazioni mussulmane, in alcune proibita (Turchia, Tunisia, ecc.). Ho visto stime in cui si parla al massimo di un 2 % delle coppie. Ed in genere quando c’è è più bigamia. La stessa religione mussulmana non dice che bisogna avere più mogli, ma che si possono avere più mogli, tutte trattate allo stesso livello, ponendo delle limitazioni.

Engy

Roberto V,
dici “Assurdo collegare i matrimoni omosessuali con la poligamia a causa di immigrazione di mussulmani, cioè di una cultura che li criminalizza”, e infatti è proprio assurdo, ma io credo che banjamin non si riferisca agli omosessuali e personalmente non intravedo la fobia nei loro confronti, ma che si riallacci invece a quell’idea di fondo, sempre più in voga, secondo cui ogni nostro desiderio individuale deve diventare diritto, lo stato mi deve consentire di fare quel che mi pare; perciò il ricorso all’iperbole.
Poi magari ho capito male io.

Stefano ™

@ Engy

No, benjamin dice ” legalizzare (in un secondo tempo) la poligamia a beneficio di quella massa di persone che proviene da aree ove è già vigente”.

In altri termini la legalizzazione dei matrimoni omosessuali aprirebbe una breccia nella diga del matrimonio tradizionale che implicherebbe l’introduzione anche della poligamia. A parte le considerazioni in merito fatte sia da me sia da altri (scherzose ma non troppo), la risposta è che in Danimarca, dove le unioni omosessuali esistono da 26 anni non mi pare si stia discutendo dell’introduzione della poligamia, né per i danesi né per i musulmani. Quindi la previsione di benjamin, al momento, è del tutto arbitraria.

firestarter

@ somaro

A supporto della tua lucida tesi posso aggiungere che quando mi hanno rapito i rettiliani li ho sentiti parlare dell’idea di introdurre la poligamia attraverso i voti dei loro politici infiltrati in combutta con bildebe’.

Frank

Anche tu rapito dai rettiliani? Come ti andata il ritorno? Io ho atteso delle ore in un pianeta sconosciuto ad aspettare la coincidenza spaziale che non arrivava, all’arrivo sulla terra ho scoperto che mi avevano pure mandato i bagagli in un altro pianta e ho dovuto aspettare settimane per averli, quando mi sono lamentato, lo sai cosa mi hanno i risposto i rettiliani? Che non è colpa loro ma che i questi disagi sono dovuti al fatto che i loro governi sono manipolati e controllati da noi umani.

Frank

Per una volta che Gasparri ha detto una cosa giusta lo si critica? I tovaglioli servono per pulirsi la bocca, quindi ne suo caso….

Serse

La incongruenza di questa gente,che dice voler difendere la famiglia,nega a un bimbo la possibilità di avere 2 genitori anche se dello stesso sesso.

Gérard

Vedi Serse, l’ incongruenza di questa gente è che sanno bene che nessun bambino non viene affidato ad una famiglia se i requisiti per una vita degna non sono riuniti . Dunque, quelli che su certi giornali hanno pubblicato una foto di due gays con le mele fuori ad un gay-pride con la scritta ” Daresti in adozione un bambino a due cosi ?? ” dovrebbero ( ma forse lo sanno ma lo scoppo dell’ immagine di è rinforzare un cliché negativo ) sapere che …
Per primo, due esibizionisti, omo o eterosessuali,non chiederebbero mai un bambino in adozione .
Secondo, nessun giudice darebbe in adozione un bambino a tale copia ..
Inoltre che cosa sarebbe la cosa giusta affinche un bambino sia davvero felice ? Finalmente uscire da un orfanotrofio e avere due persone che lo amano e che lui ama ! ( personalmente affiderei anche un bambino ad una persona sola se tutte le condizione per una vita felice del bambino fossero riunite… -Non dimentichiamo che oggi in paesi come la Francia piu della metà dei bambini nasce da una famiglia monoparentale ! -) .
Dunque il loro amore del bambino è soltanto una bugia che serve soltanto a mascherare la loro omofobia .
Ma i bambini rifugiati che muoiono a centinaie sulle spiaggie del nostro continente, che effetto fa a queste persone ???Non sarebbe una cosa piu urgente alla quale rispondere … se l’ amore per i bambini è cosi grande ??!!!

RobertoV

In Italia le adozioni sono solo un migliaio all’anno e questo nonostante si continui a dire che le persone se non riescono ad avere figli possono adottare e che vi siano tante persone che vorrebbero farlo.
Evidentemente non è vero che vi siano così tante persone disposte ad adottare e che la cosa sia facile: vi sono delle limitazioni e delle regole restrittive che ne limitano l’applicabilità.
E’ quindi assurdo nel caso degli omosessuali che rappresentano solo una minoranza di qualche percento della popolazione continuare ad agitare lo spauracchio delle adozioni: anche nel loro caso sarebbero sempre poche.
Non so quante siano le famiglie monoparentali in Italia, ma parecchi bambini sono cresciuti e crescono in famiglie con un solo genitore e diversi non hanno mai conosciuto uno dei loro genitori.
Come si concilia poi il loro amore per i figli e l’affermazione che ci vogliono un padre ed una madre con l’esaltarsi per quelle madri che si sono sacrificate, non curandosi e morendo al parto, per dare alla luce un figlio orfano della madre?

Diocleziano

Ho sentito parlare di 8000 famiglie omosessuali, in Italia, con un totale di 500 bambini; dati non aggiornati ma che non dovrebbero discostarsi molto dalla realtà.

Se la legge passerà, nel volgere di pochi mesi i cattoisterici svaniranno senza lasciare tracce. Forse è per questo che il Banale si è tirato prudentemente indietro, ha capito che ci avrebbe perso la faccia; comunque è sempre in tempo a prenderne il merito se le cose andassero male per quelli che vogliono la legge.

Marjo

In quanto a bugie la Chiesa cattolica è abituata a raccontarle! In effetti sta in piedi proprio
con le balle! O no?

Beatrice

«La Stampa» ha pubblicato un simpatico articolo dove cerca di stimare il vero numero dei partecipanti:
http://www.lastampa.it/2016/01/30/italia/cronache/il-family-day-e-la-bufala-dei-due-milioni-J9ILXInTkGDgvqypu6cmiJ/pagina.html

A parte il numero dei partecipanti, mentre questi signori fanno casino contando delle storie su quanti sono e su quali appoggi godano, il sinodo della Chiesa Evangelica della Renania (Düsseldorf) annuncia che celebraranno funzioni religiose per coppie omosessuali e li registreranno nei loro registri:
http://www.ekir.de/www/service/kirchliche-trauung-kuenftig-auch-fuer-eingetragene-19762.php

Altre chiese evangeliche storiche danno esplicitamente il benvenuto agli omosessuali, esempio in Baden:
http://www.ekiba.de/html/aktuell/aktuell_u.html?&cataktuell=&m=11918&artikel=5310&stichwort_aktuell=&default=true

Ogni tanto in Italia si sentiva dire «facciamo come fanno in Germania» e veniva proposta qualche tipo di unione civile; mi sembra, da una lato, che in Italia si faccia tanto casino per perdere tempo e poi vedremo se finalmente ne uscirà qualcosa; dall’altro lato finirà che prima o poi, se continua così, potrebbero arrivare anche i matrimoni per tutti anche in Germania; basta vedere i programmi dei partiti FDP, Grüne, SPD (disponibili in internet), e adesso che anche alcune chiese evangeliche cominciano a parlare di matrimoni, finira in un futuro non troppo distante che arriverà il matrimonio per tutti anche in Germania.

E allora quelli che in Italia dicevano «matrimonio no, ma facciamo qualche unione civile come fanno in Germania» che scusa cercheranno per continuare a non fare niente ?

https://www.spd.de/standpunkte/wir-machen-familien-stark/
https://www.gruene.de/en/themen/soziale-gerechtigkeit/lesben-schwule-sexuelle-identitaet.html?type=l%2Fdproc%2Fself%20und52525252Thu%2CDi%2C
http://www.liberale.de/content/freie-demokraten-fuer-ehe-fuer-alle

(Mi scuso per i link in tedesco, che ho messo per completezza)

saluti, Beatrice

bruno gualerzi

Ma cosa cambiava se fossero stati 1-2-3 milioni? Sarà perchè quando sento parlare di piazze stracolme, di folla strabocchevole, ecc., per associazione di idee mi vengono subito in mente le ‘adunate oceaniche’ di mussoliniana memoria… ma trovo sempre abbastanza poco indicativi questi dati, e abbastanza puerile la controversia sui numeri. Una sorta di verifica … di chi “ce l’ha più lungo”.
Non credo che in casi come questi il primato della quantità sulla qualità sia indice di democrazia.

Tiziana

Gualerzi
Ho scritto qualcosa alla inizio ma dice moderazione sui numeri

Sono d accordo sulla sciocchezza, ma siccome dal palco e stato detto che si doveva tener conto dei due milioni….

Engy

bravo Bruno Gualerzi.
Tantopiù che da tempo quasi immemore i numeri sono sempre gonfiati a dismisura: anche il buon Cofferati, nello stesso Circo Massimo, parlò di 3 milioni di persone, e molti ci credono ancora (oltre a credere ancora alla bontà di quella iniziativa che, a mio parere, fu solo fumo negli occhi, per un sacco di buoni motivi, il primo di sicuro l’entrata in vigore anni prima del lavoro precario, dei lavoratori in affitto tramite l’interinale, nel silenzio generale).

Sumadart Son

Due milioni in piazza scesi a manifestare sara` anche una bufala.
Venti milioni di italioti pronti a dire no alle unioni civili perche` lo vuole il papoCCio e perche` la parola diddio e` sacra…vorrei tanto sbagliarmi ma non penso proprio di dire una bufala.
.
.
firmato: Mago Sumadart Son (grande studioso di italiottologia)

Engy

o mio caro e simpatico sumadart son,
non puoi neanche concepire lontanamente che a volte, soprattutto su questi temi, le persone possano ragionanare con la propria testa e se ne freghino bellamente del papoCCio o del papaCCio o di Silviaccio o di Matteuccio o di non so chi?
:-)

Sumadart Son

@Engy:
.
Infatti quelli che se ne fregano rientrano nei restanti quaranta milioni di abitanti la nazione (ancora per poco) identificabile come Italia.
.
Invece io stimo in venti milioni i popolani italioti pronti a votare un SI abrogativo qualora ci fosse un referendum (come minacciato…anzi no minaCCiato :-) dal signor alfano…politico italiota DOCG che occupa la sua poltrona di ministro dell`interno beneficiando alla italiota della completa assenza del vincolo di mandato…io vengo eletto e poi alla italiota mi schiero come e dove voglio).
.
.
firmato: Mago Sumadart Son (grande studioso di italiottologia)
.
.
P.S.: anche tu mi sei cara e simpatica :-)

stefano

in Germania e Italia durante il ventennio le piazze erano stracolme di idioti che inneggiavano due criminali, quindi quanto contano i numeri? niente, ancora meno quando sono inventati in quanto in quell’area un paio di anni per il concerto degli Stones erano stipati circa 100mila spettatori praticamente come sardine in scatola quindi come potevano starcene due milioni belli larghi come si vede dalle immagini? siamo di fronte all’ennesima presa in giro che stavolta credo non andrà a buon fine, anche sela Cirinnà per essere approvata dovrà essere “adattata” alle esigenze di una minoranza di fascisti.

mafalda

Il giubileo è un flop totale, almeno questa notizia mette di buon umore. Molta colpa del fallimento viene attribuita al terrorismo, ma è davvero così? Se invece del giubileo ci fossero stati i mondiali di calcio, non credo che le disdette sarebbero state così numerose. Ah, quei bravi pellegrini che facevano chilometri a piedi verso la città eterna…ora i cattolici temono gli attentati, non sembrano più così sicuri che il loro dio li proteggerà, e piuttosto che rischiare si tengono i peccati.

FSMosconi

Facciam pure 31 a questo punto e ricordiamoci del chiagnifottismo di quando sui social si elemosinavano donazioni per la manifestazione mentre dall’altra (con una certa imbarazzante disinvoltura) si tirava per la giacchetta la CEI.
😉 :)

Pier

http://www.corriere.it/politica/16_febbraio_03/vacca-intervista-family-day-non-reazionario-b2415284-c9e8-11e5-83af-3e75cf16ed0a.shtml
Da quanto si legge in quest’intervista, Vacca sembra non essere d’accordo col fatto che al family day si dicessero solo bugie. Ovviamente direte che non ci si può fidare di uno che ha osato esprimere il suo essere d’accordo con papa Benedetto XVI. Mi pare che in questo blog sia piuttosto diffuso il pregiudizio secondo il quale tutto ciò che dice la Chiesa Cattolica, o in generale i cattolici, sia sbagliato, semplicemente per il fatto che lo dice la Chiesa o chi per lei. Non mi pare un principio esattamente razionale.

myself

“Mi pare che in questo blog sia piuttosto diffuso il pregiudizio secondo il quale tutto ciò che dice la Chiesa Cattolica, o in generale i cattolici, sia sbagliato, semplicemente per il fatto che lo dice la Chiesa o chi per lei. Non mi pare un principio esattamente razionale.”

Infatti non lo è, ma se hai letto l’articolo di Massimo Maiurana allora avrai visto che non vi è scritto “Lo ha detto la Chiesa, quindi sono tutte bugie!”, piuttosto ogni affermazione è stata argomentata con esempi e/o riferimenti.

Pier

gentile myself:
Ho letto Maiurana che dice:
“l ddl Cirinnà introduce l’utero in affitto”, dicono, ma in realtà niente del genere è presente nello schema del decreto. ”
Mentre Vacca dice:
“Ma si deve risolvere il nodo della stepchild adoption: trovo fondate le osservazioni di chi dice che può essere un modo surrettizio per introdurre la maternità surrogata, l’utero in affitto».”
Maiorana non dice espressamente “lo ha detto la chiesa quindi sono tutte bugie” ma si limita a osservare:
“la manifestazione di sabato scorso nota come “Family Day” di argomenti non ne aveva nessuno, a parte chiaramente il fanatismo intollerante e dogmatico.”
Ma a quanto pare Vacca sembra essere d’accordo con più di uno degli argomenti della gente in piazza bollata come fanatica intollerante e dogmatica.

Stefano™

@ Pier

a quanto pare Vacca sembra essere d’accordo con più di uno degli argomenti della gente in piazza bollata come fanatica intollerante e dogmatica

Il tuo alfiere, cito da l link che posti, nel 2012 (…) firma un documento sulla “emergenza antropologica”: si sostiene che esistono “valori non negoziabili” e si apprezza l’impegno della Chiesa(…) per difenderli

Dunque per sviare l’accusa che in piazza ci fossero intolleranti e dogmatici porti l’opinione di uno che sostiene che esistano valori non negoziabili e apprezza il fatto che siano difesi dalla chiesa? Ricordo a te e a lui che ogni passo avanti verso la laicità è stato esattamente nel senso dello smantellamento di valori non negoziabili della chiesa di turno. Anche perché chi stabilisce l’esistenza di valori non negoziabili li definisce tali per pretesa autorità divina (o umana) e per mancanza di migliori argomenti.
Sulla stepchild adoption: non voglio pronunciarmi in merito per non complicare l’intervento, ma mi pare usata come pretesto per non fare niente. Forse il fatto che ci siano coppie in cui uno dei coniugi è sterile e quindi esista la remota possibilità che ricorrano a maternità surrogata ha fatto venire in mente a qualcuno che si dovesse proibire il matrimonio tra i due? E come mai invece si agita questo argomento da parte di chi considera l’unione tra omosessuali un valore non negoziabile?
Questo, Pier, è un postgiudizio , uno di una lunga serie, che giustifica i pregiudizi nei confronti di chi pretende di sapere cosa vuole una pretesa divinità e pretende di estendere le sue fisime anche a chi ha il buon senso di ritenerle tali.
Prova con altro.

RobertoV

Pier
Affermare di trovare fondate le osservazioni che collegano stepchild adoption con utero in affitto non è la stessa cosa che dimostrarlo. Non è perchè uno pensa una cosa per fisime sue che questa sia una dimostrazione. L’idea del piano inclinato non è una dimostrazione, ma è un argomento classico reazionario. L’ipse dixit non è una dimostrazione.
La stepchild adoption è un passo obbligato basato sull’esperienza del divorzio, cioè dell’ovvio problema che si porrà come visto precedentemente.
Il tirare in ballo l’utero in affitto è semplicemente un pretesto per cercare di bloccare la legge. La stepchild adoption esiste per gli etero dal 1983 senza che questo abbia portato all’utero in affitto.
Riguardo al solito argomento sui pregiudizi esiste anche il pregiudizio verso le critiche e di chi ritiene che il capo abbia sempre ragione. In Italia è un po’ difficile non conoscere la chiesa cattolica visto che la maggioranza degli italiani è cattolica o è stata cattolica, la religione cattolica è stata religione di stato fino a solo 30 anni fa e di fatto continua ad esserlo, è regolarmente presente sui media e a livello politico, e come diceva Ratzinger è capillarmente presente nella nostra società italiana.

Engy

Roberto V,
ogni volta che si discute una legge, soprattutto su certi temi come ho già detto, si interpreta, si cerca di andare oltre e di vedere magari le implicazioni future di una eventuale nuova cultura che si verrebbe a creare, come obiettivamente successo dopo tutte le leggi “etiche”.
Certe argomentazioni contrarie sulla stepchil adoption , da qualsiasi punto di vista le si valuti, non sono affatto peregrine (e direi anche che, visti sempre i temi, sarebbe buona norma smetterla con questi tiri incrociati e accuse/patenti o di reazionari o di debosciati) e il tirare in ballo una legge come la 40 sull a procreazione medicalmente assistita (che a oggi vieta l’utero in affitto) che è stata super smantellata negli anni e potrebbe essere di nuovo oggetto di ulteriore smantellamento di fronte a eventuali nuove sollecitazioni, mi pare un po’ debole come argomentazione.

Stefano ™

@ Engy

ogni volta che si discute una legge, soprattutto su certi temi come ho già detto, si interpreta, si cerca di andare oltre e di vedere magari le implicazioni future di una eventuale nuova cultura che si verrebbe a creare, come obiettivamente successo dopo tutte le leggi “etiche”.

Ci mancherebbe altro, quel che dici è totalmente condivisibile. Il punto, come ti ho già detto altre volte, è che se si discute lo si fa per arrivare ad un punto di incontro. E non lo puoi fare con chi ha “valori non negoziabili”, supportati divinamente.
Non è questione di epiteti, piuttosto di princìpi.

Diocleziano

Nella razionalità è anche compreso il noto enunciato che recita ”Conosco i miei polli”: conoscendo la chiesa, o chi per lei, come bugiarda abituale sarebbe quindi poco razionale dargli fiducia a priori.

Pier

Caro Diocleziano:
Non credo che uno che si professa ateo possa considerare i Cattolici come i “suoi polli” del famoso proverbio, al contrario direi che i Cattolici sono totalmente al di fuori dal suo recinto. Io credo che molti di quelli che leggono e scrivono qui abbiano questo pregiudizio verso la Chiesa perché la conoscono poco o niente, e si preoccupano soltanto dei soldi, o del potere, o dell’ottoxmille, o di tutti i luoghi comuni che tanto spesso vengono citati.
Non è che non c’è fiducia a priori, quello potrebbe essere comprensibile, ma non mi pare si faccia nemmeno lo sforzo di dargliela a posteriori quella fiducia.

Stefano™

@ Pier

Di solito a posteriori ci sono le richieste di perdono della chiesa, cosa che ingenera ancor meno fiducia.
Pier, considerata la razionalità dei principi su cui basate le vostre credenze non c’è molto da fidarsi. Non diamo fiducia per fede, che sia questa la differenza?

Stefano™

@ Pier

molti di quelli che leggono e scrivono qui abbiano questo pregiudizio verso la Chiesa perché la conoscono poco o niente, e si preoccupano soltanto dei soldi, o del potere, o dell’ottoxmille, o di tutti i luoghi comuni che tanto spesso vengono citati

Molti qui la conoscono bene, sicuramente meglio di molti cattolici, e proprio per questo si preoccupano anche di “luoghi comuni” che costano miliardi di euro e del potere che pretende di esercitare, imponendo i suoi “valori” a volenti o nolenti.

Gérard

@ Pier
molti di quelli che leggono e scrivono qui abbiano questo pregiudizio verso la Chiesa perché la conoscono poco o niente, e si preoccupano soltanto dei soldi, o del potere, o dell’ottoxmille, o di tutti i luoghi comuni che tanto spesso vengono citati

Lo stesso discorso, lo fanno anche i musulmani a chi critica l’ Islam .
Una persona che sta fuori di una religione è in una posizione molto migliore per poter giudicare in modo piu imparziale sia i contenuti di suoi cosidetti testi sacri sia la religione nel suo assieme ( amesso e concesso che ci sia almeno a studiarla in modo abbastanza profondo ) visto che non viene condizionato dei suoi dogmi .

RobertoV

In quella piazza c’erano certi cattolici, i soliti, non tutti i cattolici. La stessa indagine di due anni fa fatta fare dall’attuale papa aveva evidenziato come almeno la metà in italia, ma la maggioranza nelle altre nazioni, dei cattolici italiani fosse favorevole alle unioni civili.
Quelli che manifestavano al family day erano quindi la parte conservatrice del cattolicesimo, quella più vicina alle posizioni della gerarchia. E vedendo personaggi come la Meloni, Gasparri, Giovanardi o che sono sostenuti da personaggi come Alfano non c’è dubbio sulla caratterizzazione. Sentendo poi gli argomenti, da chi sostiene la bufala che le pensioni di reversibilità per le unioni civili costeranno 40 miliardi (Alfano), chi cita la pecora Dolly (un vescovo), chi l’aumento dei terremoti, ecc. Da quella piazza una cosa si è capito: il problema non è la stepchild adoption perchè sono contrari propri alle unioni civili, cataclisma per l’umanità, quindi devono trovare pretesti (scuse) per cercare di bloccare tutto.

Diocleziano

‘Caro’ Pier
Dal momento che, obtorto collo, la chiesa la pago, posso a buon diritto dire che quei polli sono miei, no? :-)

ANTONIO

FORZA ITALIANI ADESSO E’ IL MOMENTO DI CAMBIARE DA QUESTO OSCURANTISMO PRODOTTO DALLA PRETAGLIA CHE ABBIAMO IN QUESTO PAESE SFORTUNATO

Commenti chiusi.