La clericalata della settimana, 5: i politici anti-gay

Ogni settimana pubblichiamo una cartolina dedicata all’affermazione o all’atto più clericale della settimana compiuto da rappresentanti di istituzioni o di funzioni pubbliche. La redazione è cosciente che il compito di trovare la clericalata che merita il riconoscimento sarà una impresa ardua, visto l’alto numero di candidati, ma si impegna a fornire anche in questo caso un servizio all’altezza delle aspettative dei suoi lettori. Ringraziamo in anticipo chi ci segnalerà eventuali “perle”.

La clericalata della settimana è dei politici che

hanno aderito e partecipato al “Family Day”

family-day

Hanno partecipato alla manifestazione anti-gay del Circo Massimo il capogruppo di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta e il governatore della Liguria Giovanni Toti, entrambi di Forza Italia, nonché il ministro dell’ambiente Gianluca Galletti (Ncd).

Carlo Giovanardi (PpI) ha chiesto di “togliere al bambino la Madonna e metterci accanto una coppia gay”.

Giorgia Meloni (FdI), benché non sposata, ha colto l’occasione per annunciare di essere incinta.

Numerosi politici hanno inoltre preso posizione nei giorni scorsi con accenti iper-clericali: L’Espresso ha pubblicato una rassegna densa, ma comunque parziale. Degne di nota le dichiarazioni di Maurizio Gasparri (FI), che ha definito Elton John “uno schifo umano” e ha chiesto di togliere il figlio al sen. Sergio Lo Giudice.

Il ministero degli interni Angelino Alfano (Ncd), dopo aver dichiarato di non poter partecipare “per ragioni istituzionali” legate all’incarico ricoperto, ha dato comunque piena adesione alla manifestazione e ha ricevuto il leader del Family Day Massimo Gandolfini.

 

A seguire gli altri episodi raccolti questa settimana.

Il governo ha attribuito la delega alla famiglia a Enrico Costa (Ncd): il suo primo atto è stato di presenziare all’incontro tra Alfano e Gandolfini.

Andrea Recaldin, capo del gabinetto del sindaco Massimo Bitonci (Lega Nord), ha scritto una circolare per ordinare una ricognizione di tutti gli uffici pubblici in cui è assente il crocifisso.

Il consiglio comunale di Torino ha deciso di continuare a riunirsi in una sala contrassegnata dal simbolo cattolico.

Il Comune di Roma non ha fatto pagare l’occupazione del suolo pubblico del Circo Massimo agli organizzatori del Family Day.

Il governo italiano, mentre non fa nulla contro la piaga dell’obiezione di coscienza nei reparti di ginecologia, ha inasprito le multe contro le donne che ricorrono all’aborto clandestino.

Il Comune e la Provincia di Bolzano hanno stanziato 14 milioni per ristrutturare l’istituto scolastico delle suore Marcelline.

Il capo dello Stato Sergio Mattarella ha accettato le richieste del presidente iraniano Rouhani, con cui ha cenato senza vino a tavola.

Il governo italiano ha stabilito i criteri per la ripartizione della quota 2016, ma non ha ancora deciso come destinare l’Otto per Mille statale del 2014 e del 2015.

La giunta comunale di Perugia ha stanziato 25 mila euro per gli oratori e le scuole materne cattoliche.

Il Comune di Casalmaggiore (CR) ha stanziato 8.600 euro per un progetto di educazione all’affettività “anti-gender” a scuola.

Il Consiglio comunale della Spezia ha respinto una mozione che voleva modificare la destinazione (religiosa) di una quota degli oneri di urbanizzazione secondaria.

La rivista ufficiale dei Vigili del fuoco ha dedicato la copertina al giubileo e diverse pagine interne a rassegne di santi e preti.

La Regione Lombardia ha ospitato la presentazione del libro Il diritto di Apprendere. Nuove linee di investimento per un sistema integrato. Hanno partecipato Valentina Aprea (FI), assessore all’Istruzione Formazione e Lavoro, e Massimo Garavaglia (Lega Nord), assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione. Il volume propone tagli alla spesa pubblica del 40% e il dirottamento di almeno 4 miliardi di euro alle scuole private (per due terzi cattoliche).

La redazione

30 commenti

Sumadart Son

E questa settimana (una volta ogni tanto) a dominare lo scenario delle clericalate e` la destra italiota.
Segnalo che il personaggio nella foto accanto a Gasparri e` il signor Maroni (vedo non compare nel testo di articolo) governatore italiota della lombardietta votato dai lombardioti.
.
Di fronte a questa enorme massa umana di italioti (popolo pronto a scendere in piazza oltre che per la nazionale di calcio anche per i “valori della famiglia”) sono proprio curioso di vedere come reagira` il governo del giovine rottamatore matteo renzi che ha portato con se nella sua allegra brigata (sempre per rottamare ed essere il nuovo che avanza) anche verdini e soci vari ex di forza italietta…che dire proprio il nuovo che avanza.
.
.
firmato: Mago Sumadart Son (grande studioso di italiottologia)

dissection

Mago: certo che avanza. No, non nel senso che viene avanti, ma nel senso di avanzo, cioè che rimane. Infatti rimangono lì belli fissi e immutabili nelle loro posizioni di retroguardia, pur essendo nuovi (solo di facciata, naturalmente…) 😉

Sumadart Son

@dissection:
.
Qui all`istituto di italiottologia siamo preoccupati di una “grande avanzata” di tale cultura.
.
Giusto oggi al consiglio di amministrazione devo deliberare la costruzione di una rete segretissima di bunker sotterranei laddove rifugiare gli italiani superstiti qualora la malattia (o fenomeno “culturale”) denominata italiottite diventi dilagante.
.
.
firmato: Mago Sumadart Son (grande studioso di italiottologia)

Tiziana

Parecchie schifezze pure questa settimana. Comunque più che i politici antìigay mi danno fastidio i politici (perfino don Camillo Ruini intervistato dal Corsera) che hanno amici gay. Un pò come quei politici che durante la retorica della Giornata della memoria sostengono di aver salvato una famiglia di ebrei!
Quanto ad Alfano il fatto che abbia ricevuto al Viminale il manifestante Gandolfini è gravissimo , considerato che non ha mai ricevuto altri manifestanti.
Ovviamente questa settimana non si parla di inforazione rai perchè è sottinteso come tutte le settimane.

dissection

Concordo: una montagna purulenta di assurdità rivoltanti & ributtanti. A me personalmente quella che trovo più repellente & vomitevole (sto cercando di trovare le descrizioni più peggiorative possibili) è quella delle multe alle donne per aborto clandestino. Come dire che lo stato è padrone del tuo corpo di cui può disporre a suo piacimento e tuo discapito. Si elimini il discorso obiettori, please: certe cose andranno a scemare naturalmente, anche se non del tutto. Così è come dire che si vuole far cassetta ma con la più vergognosa e iniqua delle scuse.

Francesco S.

Per quanto trovi eticamente inaccettabile pagare per ottenere un bambino, trovo aberrante ciò che propone Gasparri: privare un bambino dell’affetto dei genitori con cui è vissuto. Non smette di superarsi da novello inquisitore.

bruno gualerzi

E’ evidente che Gasparri cerca e trova sempre il modo per essere quotidianamente presente sui media nazionali. Non gli importa, anzi, uscire puntualmente con dichiarazioni insule (del resto la maggior parte gli escono spontaneamente, ma se necessario se la inventa pure) purchè trovi un giornalista che le riferisca. L’unico vero pericolo per lui è Giovanardi, col quale sta ingaggiando una lotta all’ultima corbelleria… e non è detto che la spunti.
(E così lo sto citando anche qui… ma non scrivo su un quotidiano nazionale :) )

Gianluca

“Non gli importa, anzi, uscire puntualmente con dichiarazioni insule… ”

Al di là delle dichiarazioni insulse, io mi chiedo con quale leggerezza si permetta di offendere una persona definendola “uno schifo umano”, e non perchè sia Elton John. Ma dato che si tratta di Elton John che è pieno di soldi, gli consiglio di ingaggiare uno stuolo di avvocati e ridurre sul lastrico Gasparri, così impara, lui e i suoi compari, a rispettare le persone.

dio di picche

ai tempi di ratzinger lessi una vignetta satirica sul fatto quotidiano, che diceva: “papa: giusto in alcuni casi l’uso del profilattico. Se ne è convinto dopo un colloquio con gasparri”. Il minuscolo non è un refuso.

Tiziana

Eticamente aberrante vuol dire che lo vieteresti anche a me che non ne vedo l abiezione?

Francesco s.

@Tiziana
“Eticamente inaccettabile”, aberranti sono le parole di La Russa. Se trovasse una donna amica, conoscente o estranea che volesse aiutarla altruisticamente a portare avanti una gravidanza per lei e viceversa non avrei nulla in contrario, così come avviene per tutte le donazioni di tessuti e organi. Di certo non toglierei mai il bambino a chi lo ha ottenuto per via commerciale, perché sarebbe contro l’interesse dello stesso bambino a meno che non ci siano dimostrati forme di sfruttamento della povertà come avviene in certi paesi economicamente svantaggiati. Ma metterei un multa per disincentivare il fenomeno commerciale, mai nei confronti della “affittuaria” ma verso i “clienti”.

G.B.

Non vorrei sembrare troppo condizionato dalla mia posizione di ex docente della scuola pubblica, ma il settore nel quale temo maggiormente la rivincita clericale è proprio quello dell’istruzione. In altri campi è infatti evidente che stanno combattendo battaglie di retroguardia, che potranno certo rallentare il processo di secolarizazione della società, non certo fermarlo o invertirlo, almeno nel breve e medio periodo (anche se è pur vero he la CCAR conta la storia a secoli e non ad anni e nemmeno a decenni). Nella scuola però il discorso è diverso, le loro prese di posizione a favore dell’istruzione privata e della privatizzazione dela scuola pubblica (questa è la filosofia sottesa, anche se non esplicitamente dichiarata, all’autonomia scolastica e alla “buona” scuola di Renzi) vengono contrabbandate come battaglie di libertà e possono vantare esempi stranieri. Pertanto sarebbe necessaria da parte dei laici una risposta chiara e dura su questo tema.

Giorgio Pozzo

Pertanto sarebbe necessaria da parte dei laici una risposta chiara e dura su questo tema

D’accordo al 108%, ma…. dove sono i laici?
Tra quelli che contano e comandano, non ne vedo.
Ce ne sono parecchi nell’UAAR, e la posizione ufficiale dell’UAAR è quella di far valere i diritti certi ed acquisiti: l’ora alternativa. Come tattica, devo essere d’accordo, in quanto si tratta di una richiesta basata su un diritto esistente, e, come tale, di ottime potenzialità.
Strategicamente, io sono per l’abolizione totale di qualunque ora di qualunque insegnamento di qualunque religione in qualunque scuola.

Tiziana

Sono stata quasi tutto ieri a discutere con Antonio Polito che è il vice del Corriere della Sera che pur dichiarandosi (in un suo articolo) non appartenente a nessuna confessione auspica un maggior intervento sui temi etici che gli competono (tutti secondo lui) dei religiosi cattolici. Incalzato ha detto di tutte le religioni. Cosa peraltro già proposta da Scola (una festa islamica a scuola) e favorita dalla promozione dissennata dell’ora alternativa alla facoltativa di religione.
E’ la resa alle religioni mi sembra

Diocleziano

«… Il Comune di Casalmaggiore ha stanziato 8.600 euro per un progetto di educazione all’affettività “anti-gender” a scuola… »

Non capisco cosa hanno intenzione di fare:
insegnare ai bambini ad amare quelli che odiano i gay? :-)

Sumadart Son

@Diocleziano:
.
Invece spendere 8600 EUR in 860 ore per una baby-sitter part-time (4 ore al giorno) avrebbero potuto garantire un servizio asilo nido (di aiuto alle mamme) pari a 215giornate.
.
Considerando che in media uno lavora in un anno 220giorni, visto che fanno tanto nei paeselli italioti i “moralisti” sui valori della famiglia magari con tale iniziativa avrebbero dato più supporto a chi ha dei bimbi piccoli ed incentivato magari qualche coppia ad avere un bimbo.
.
Ma come dire meglio fare le cose alla italiota:
* * * * * *
Si fanno pochi figli pero` si lotta fino all`estremo per difendere la famiglia dalla potentissima e rettiliana lobby dei gay (che ha il supporto dei poteri forti e degli illuminati).
* * * * * *
.
.
Bravi popolani italioti continuate cosi`….
E mi raccomando scendete in piazza “incazzati” con il gasparro, il marone, il comunista padano sulla ruspa per i valori della famiglia E per la nazionale di calcio italiota.
.
Ed ad ogni nuova tornata elettorale…votate sempre i democristiani e loro derivati e inflitrati.
.
.
firmato: Mago Sumadart Son (grande studioso di italiottologia)

Frank

Giorgia Meloni incinta? Anche i più scettici, stavolta, sono disposti a credere che sia stato lo spirito santo.

Frank

“….ordinare una ricognizione di tutti gli uffici pubblici in cui è assente il crocifisso”

Anche Gesù fa parte dei furbetti del cartellino? E soprattutto perché in ufficio sta tutto il tempo sulla croce senza fare niente e pure in mutande?

RobertoV

La ristrutturazione dell’istituto scolastico delle suore marcelline è un vero regalo ed un vero affronto all’edilizia pubblica ed agli studenti pubblici. Dove è finita la spending review e la parsimonia richiesta dallo stesso papa?
Qui si costruisce un centro di eccellenza, di lusso, della chiesa per solo 500 studenti da ben 20 milioni di Euro, con il comune che regala ben 14 milioni coi quali avrebbe potuto cotruire scuole per almeno il doppio degli studenti pubblici o ristrutturare molte delle scuole che ne avrebbero bisogno. Cioè si finanzia un centro per l’elite.
Per fortuna che il privato fa spendere meno ……..a loro. Certo se sono gli altri a pagare e regalare soldi.

RobertoV

Per confronto alcune scuole elementari pubbliche di nuova costruzione di cui ho visto la realizzazione per 540 alunni sarebbero costate sui 7 milioni di Euro: costruite secondo le nuove normative e a risparmio energetico.

Diocleziano

Bisogna pur dare una giustificazione all’esborso di denaro; poi quali strade prenderanno quei soldi e per quali fini… Forse lo sapremo fra alcuni anni in una puntata della Gabanelli.

VHEMT

Mi pare che il grande poeta omosessuale Marlowe, abbia scritto: “Chi soffre trova conforto nella sofferenza altrui”.
Io credo infatti che colui il quale vive, o “trascina”, un’esistenza da cattolico, a meno che non abbia una fede granitica (più rara di quel che si crede) soffre e stenta a condurre una vita simile, ed è costretto a mille ipocrisie e infingimenti, per sostenere le contraddizioni che tale “stato” comporta.
Ecco dunque perchè costoro non possono tollerare che altri vivano la loro sessualità liberamente, e, che altri possono esperire le loro “trasgressioni” altrettanto liberamente.
Bisogna quindi capire i politici cattolici, i quali sono chiamati a dare voce a quei sospiri e a quelle angosce, ed è ovvio che, per opportunismo e/o per condivisione di quello stato d’animo, siano scesi in piazza.
Perchè è chiaro, cari amici, che chi combatte contro la felicità degli altri, non può che essere molto infelice.
Oltretutto sono anche poco avveduti questi “cattolicisti”, poichè, a mio modesto avviso, concedere ai gay, il matrimonio e l’adozione, significa, nel lungo periodo, assicurargli parecchi dispiaceri; ma questa è un’altra storia………..
Ma quando appare il post della R? Non gli sarà mica successo qualcosa? Questo silenzio mi fa stare in pensiero.

VHEMT

Io credo che i politici cattolici debbano essere capiti, infatti essi devono dar voce e corpo alla sofferenza del loro elettorato, e, per opportunismo e/o condivisione di quello stato d’animo, non possono esimersi dal farlo.
Come diceva Marlowe: “Chi soffre, trova conforto nella sofferenza altrui”, e la maggior parte dei cattolici, che vivono e trascinano a fatica la loro esistenza con mille ipocrisie, infingimenti e contraddizioni vissute ma non superate, non può tollerare che altri cerchino di essere felici, esprimendo liberamente la loro sessualità “trasgressiva” e valicando le strettoie della sessualità “tradizionale”.
A meno di avere una fede granitica (rara, in verità) il cattolico non solo è costretto a continui compromessi, ma deve continuamente reprimere le sue più segrete pulsioni (quando non le mette in pratica, in segreto); una tale situazione non può non ingenerare malessere ed ecco perchè non vogliono che i gay sfuggano alla generale sofferenza.
Anche in questo, però, i “cattolicisti” dimostrano di essere poco avveduti, poichè, a mio modesto avviso, concedere agli omosessuali il matrimonio e l’adozione, significherebbe, nel lungo periodo, assicurargli parecchi dispiaceri………….ma questa è un’altra storia……..

dissection

@ Vhemt: è l’unica cosa, secondo me, che non riescono a imparare dalla CCAR: la lungimiranza. Questi proprio non riescono a vedere più in là del loro naso, e bisogna dire che purtroppo ciò si ripercuote nella vita quotidiana di tutti noi, a livello sia di scelte politiche che di normale amministrazione, pubblica o meno che sia.

VHEMT

Mi scuso con l’admin e con gli utenti del blog per aver inviato due post con eguale contenuto, ma avevo avuto l’impressione che il primo, per qualche problema tecnico, non fosse arrivato. Non sono un informatico, ma solo uno che usa il pc.

dissection

Molte volte succede a molti di noi, la prossima volta prova ad aver pazienza e aspettare un paio d’ore…

RobertoV

Riguardo al Consiglio Comunale di Torino che non ha voluto rimuovere il crocifisso nell’aula, ecco la posizione dei valdesi a riguardo che sono favorevoli alla rimozione:

http://www.chiesavaldese.org/aria_articles.php?ref=334
“È necessario sostenere e promuovere la laicità come terreno comune per la costruzione della società civile. Il crocifisso rappresenta la devozione di una parte soltanto del popolo italiano, quella cattolica, e non dei cristiani tutti, che a loro volta sono soltanto una delle componenti del Paese. ”
Giusto per controbattere a chi pretende che il crocifisso rappresenti tutti e la laicità.

Francesco S.

Trovo una strana correlazione tra essere stati oggetto di serie persecuzioni e la laicizzazione o ammansimento di certe religioni, basta guardare gli ebrei ei valdesi. Allo stesso tempo credo dipenda anche dal numero, basta andare in Israele per trovare fanatici tipo i talebami come gli Haredim, in costante crescita demografica.

Commenti chiusi.