Fast food contro i matrimoni gay: offendono Dio

Da un paio di settimane la catena di ristoranti Chick-fil-A è al centro di una sollevazione popolare che ha coinvolto anche personaggi di spicco e politici.

Tutto inizia quando il proprietario dei fast food a base di pollo, Dan Cathy, afferma di sostenere la definizione “biblica” di matrimonio, di considerare la presente generazione americana “orgogliosa e arrogante” per l’appoggio ai matrimoni gay, e che infine “il giudizio di Dio” si abbatterà sulla nazione.

chick-fil-a / homophobia

Sono seguiti boicottaggi contro Chick-fil-A, fino alle dichiarazioni a sostegno dei diritti LGBT dei sindaci di Chicago Rahm Emanuel e di Boston Thomas Menino, che hanno apertamente invitato Cathy ad aprire i suoi ristoranti altrove. La compagnia che amministra il merchandising dei personaggi Muppets ha deciso di interrompere ogni collaborazione con Chick-fil-A e di devolvere al GLAAD i passati ricavi. Gli studenti di alcuni college hanno lanciato petizioni per escludere i ristoranti di Cathy dai campus. Anche il fronte conservatore ha attirato sostenitori celebri come i due ex candidati presidenziali repubblicani Rick Santorum e Mike Huckabee che si sono schierati per Chick-fil-A proclamandone una “giornata di apprezzamento” esortando gli oppositori ai matrimoni gay a pranzare alla catena; in migliaia si sono messi in fila mercoledì per mangiare panini al pollo: non è sfuggita l’ironia di una protesta che consiste nel riempirsi la pancia di fast food. La comunità LGBT ha risposto con un “kiss-in”: migliaia di coppie gay e lesbiche si sono baciate venerdì di fronte alle filiali Chick-fil-A.

Il problema non sono tanto le opinioni di Cathy, quanto il fatto che abbia apertamente insultato i gay e chi sostiene i loro diritti, alienandosi molti clienti e creando un disagio per i propri dipendenti. A peggiorare la situazione il silenzio dell’amministrazione dell’azienda, che ha solo scritto sul proprio account Facebook di voler “lasciare il dibattito alla politica”. Se qualcuno ha dei dubbi che le affermazioni fossero oltre la libera espressione e avessero sconfinato nell’omofobia, basta vedere il tono dei tweet anti-gay che hanno provocato.

Questo articolo è stato pubblicato sabato, 4 agosto 2012 alle 14:05 e classificato in Generale, Notizie. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

78 commenti a “Fast food contro i matrimoni gay: offendono Dio”

  1. FSMosconi scrive:

    “Dan Cathy, afferma di sostenere la definizione “biblica” di matrimonio, di considerare la presente generazione americana “orgogliosa e arrogante” per l’appoggio ai matrimoni gay, e che infine “il giudizio di Dio” si abbatterà sulla nazione.”

    Perché ho la netta impressione che costui verrà lodato dai nostrani PontifeSSi, a magior ragione del fatto che è stato appoggiato dal reazionario cattolico Santorum? :|

    • alle scrive:

      @ FS
      Se il giudizio di dio, nonostante tutto, non si è ancora abbattuto sulla nazione, non credo che proprio il matrimonio tra gay provocherà il temuto accadimento.
      Fast food but slow brain.

    • diego scrive:

      il matrimonio biblico?? cioè diverse mogli e ancor più concubine?? credevo che i cattolici fossero contrari a questo…

      • Nathan scrive:

        Questi sono fondamentalisti protestanti, bible &rifle.
        Checchè ne dica Spapicchio, tra i protestanti, sopratutto in USA, c’è di meglio, ovviamente da un punto di vista laico-umanistico, rispetto alla Chiesa Cattolica, ma c’è pure di peggio e di molto peggio.
        Quanto alla Chiesa cattolica stessa, riesce a parlare molte lingue e mettersi in tante scarpe, a seconda dei bisogni e del vento che tira; e non sto parlando dei soliti pretini progressisti foglie-di-fico.In ogni caso non si può identificare la CCAR con le posizioni del Babbini di Pontifess o del ciellino ultrà Negri.

    • Luigi N. scrive:

      Per completezza:
      il problema non sta tanto nelle opinioni personali (per quanto ottuse) di Dan Cathy, proprietario dei fast food a base di pollo Chick-fil-A, quanto nei milioni di dollari versati dalla sua catena di fast food a gruppi e cause contro i gay.

      “The fast-food chain’s commitment has included millions of dollars donated to anti-gay groups and causes”
      http://www.huffingtonpost.com/steven-kurlander/homophobic-chickfila-dese_b_1696035.html

      Chick-fil-A works with and supports groups fighting to ban marriage for same-sex couples and some advocating to “cure” homosexuality
      http://www.huffingtonpost.com/warren-j-blumenfeld/chick-fil-a-ceo-makes-no-bones-about-biblical-marriage_b_1720074.html

  2. Federico Tonizzo scrive:

    “definizione “biblica” di matrimonio”??? :shock:
    Veramente, senza rileggermi tutta la Bibbia, così sul momento non saprei nemmeno elencare tutte le forme di “matrimonio” descritte nella Bibbia… Comunque ecco le prime che mi vengono in mente:
    - Adamo ed Eva non ebbero nemmeno scelta;
    - Sara spinse Abramo ad accoppiarsi con la propria (di sara) schiava Agar per poter avere (Sara) un figlio (che fu Ismaele), salvo poi chiedere ad Abramo di scacciare nel deserto Agar e il figlio Ismaele quando a Sara nacque un figlio (Isacco), quel figlio che poi YHWH ordinò ad Abramo di sacrificargli e che Abramo si accinse a sacrificare, ecc.;
    - Una legge biblica obbliga il fratello di uno che è morto a sposarne la vedova per darGLI discendenza (e se il fratello vivo è già sposato???);
    - Genesi 6,1-8: 1 “Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero loro figlie, 2 i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per MOGLI quante ne vollero. (…) 4 C’erano sulla terra i giganti a quei tempi – e anche dopo – quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: sono questi gli eroi dell’antichità, uomini famosi.”
    - La “sacra famiglia”: Gesù, oltre che di Maria, era figlio di Giuseppe o di YHWH o di un N.N.?
    - …ecc. …

    • faber scrive:

      Eheheh mi ha sempre sorpreso quanto fossero “libertini” i costumi biblici in confronto a quanto proclamato dai bigotti nostrani. Ovviamente libertini in un’unica direzione (la donna sempre sottomessa, sia mai che si risvegliasse la sua coscienza!!!) ma pur sempre molto più…ehm…fantasiosi rispetto alla “classica” famiglia cattolica: padre, madre e qualche decina di figli.
      Enriiiiiiico, pariiiiide, Floooooooo, che ne pensate voi? E’ giusto sposare più mogli? E’ giusto accoppiarsi con la propria schiava? E’ giusto sposare la vedova del proprio fratello?

    • Kaworu scrive:

      dimentichi gli edificanti accoppiamenti di Lot con le due figlie dopo la trasformazione (by god, ovviamente. buono e misericordioso, oltre che perfettamente equilibrato) della moglie in sale.

      tanto per dire ;)

      o la di lui offerta delle stesse figlie alla folla come appetizer per evitare di toccare gli ospiti.

      • faber scrive:

        Già queste erano sfuggite pure a me :-)

      • Paul Manoni scrive:

        Ospiti “angeli” peraltro…Ma penso che in mezzo a tutte le astruse corbelleria contenute in quel testo, sia irrilevante… ;)

      • Laverdure scrive:

        @kavoru

        “o la di lui offerta delle stesse figlie alla folla come appetizer per evitare di toccare gli ospiti.”
        Attenta,kavoru.
        Si trattava ovviamente di membri della gente di Sodoma,che da allora e’ rimasta il simbolo di un certo orientamento sessuale,e che pretendevano di “conoscere ” i due ospiti.
        Quindi si potrebbe concludere che anche Lot disapprovava certi orientamenti e che offrednogli le figlie sperava di ricondurli sulla retta via.

      • diego scrive:

        potrebbe essere un’idea per i riparatori: offrire le loro figlie ai gay!!

      • Federico Tonizzo scrive:

        Gìà, Lot e le sue figlie…
        In teoria le figlie avrebbero dovuto essere molto incavolate col padre che le avrebbe date alla folla perchè “abusasse” di loro, ma poi le figlie, una volta rimaste sole col padre e volendo avere figli, in assenza di altri uomini (che impazienza…) ubriacarono il padre ed ebbero rapporti sessuali con lui mentre era ubriaco… generando poi due figli, dai quali discesero i popoli dei Moabiti e degli Ammoniti, i quali successivamente combatterono contro gli Ebrei…
        Riassumendo:
        Il padre: PADRE SNATURATO CHE OFFRE LE FIGLIE (VERGINI) ALLA FOLLA.
        Le figlie: INCESTO, RAPPORTI SESSUALI CON NON CONSENZIENTE MA STORDITO ALL’UOPO.
        Tutto molto “edificante”!!!
        Oggi i tribunali civili condannerebbero tutti costoro!!!!
        “Parola del Signore”, direbbero i preti a messa??? :shock:

    • Federico Tonizzo scrive:

      Aggiungo qualche considerazione su Adamo ed Eva.
      Volendo dar retta al racconto secondo cui Eva fu “plasmata” a partire da una costola tolta ad Adamo (il quale – notando, non so come, la loro consanguineità – quando la vide disse: “Questa volta essa è CARNE DELLA MIA CARNE E OSSO DELLE MIE OSSA. La si chiamerà donna perché dall’uomo è stata tolta”), il …”facimento” di Eva costituirebbe una singolare QUASI-CLONAZIONE (ma con cambio di sesso) DI ADAMO, quindi i due sarebbero una singolare coppia di “MARITO E MOGLIE CONSANGUINEI OMOZIGOTI”, che quindi COSTITUIRONO IL PROTOTIPO DI COPPIA INCESTUOSA.
      La “plasmazione” di Eva costituirebbe peraltro un caso estrememente particolare di “riproduzione assisitita (di Adamo) mediante clonazione sui generis, con aggiunta di cambio di sesso del clone”, cosa che la chiesa oggi condannerebbe con parole di fuoco.
      Poi, è del tutto evidente che i figli e le figlie di Adamo ed Eva fecero INCESTI VARI fra di loro e/o con i genitori, altrimenti non si sarebbe andati avanti nella storia.
      Anche qui, tutto molto “edificante”!!!
      “Parola del Signore”, direbbero i preti a messa??? :shock:

      Mi permetto a questo punto una digressione più seria: secondo me, presso i popoli antichissimi e antichi, ma anche non troppo antichi, direi quasi anche moderni, l’incesto doveva essere una pratica estremamente comune…

      • Laverdure scrive:

        @tonizzo
        Io credo che il tabu dell’incesto, a differenza di altri, si basa su motivi solidissimi:l’unione tra consanguinei produce una elevata percentuale di prole affetta da gravi tare fisiche e mentali.
        Ed e’ un cosa talmente evidente che doveva essere perfettamente nota gia agli uomini delle caverne,e per lo stesso motivo tale tabu e’ comune a tutte le culture.
        Per questo forse l’incesto non era poi praticato tantissimo.

      • Fri scrive:

        @laverdure

        Sono d’accordo sul fatto che l’unione fra consanguinei aumenti le probabilita’ di avere prole con tare mentali, ma che sia stata poco praticata su questo non ci giurerei. Solo per fare un esempio le case regnanti europee si sono per secoli accoppiate fra di loro (cugini, zii, nipoti, ecc).

      • Federico Tonizzo scrive:

        @ Laverdure
        L’argomento è estremamente interessante e penso che andrebbe affrontato da punti di vista storici, etnologici, psicologici, ecc.
        I faraoni si sposavano spesso tra consangiunei, ed infatti qualche tara compariva… Ma in realtà nel mio post precedente mi riferivo soprattutto a quelle comunità umane ancora “piccole” e distanti dalle altre, molto probabilmente frequentissime nella preistoria e nella protostoria, nelle quali, volenti o nolenti, gli individui si accoppiavano anche fra consanguinei (e intendo: anche al di fuori dal “matrimonio”) per motivi …contingenti ;-). Oppure mi riferivo anche ai paesini (antichi e recenti) di pastori-agricoltori con case in cui abitava la “famiglia patriarcale estesa”, in cui qualche rapporto per esempio fra cugini o altro parente poteva spesso “accadere”, favorito dalla vicinanza fisica; e …mah? non so “quanto” si accorgessero delle “tare”, se tutte le “famiglie patriarcali estese” si comportavano allo stesso modo…
        Poi, hai presente l’antico proverbio “moglie e buoi dai paesi tuoi”?
        Ah, un’altra cosa… Diversi anni fa ho visitato l’isola di Ustica: mi era “parso” di vedere più malformazioni di quante mi sarei aspettato in un posto meno “isolato” (ma mi premuro subito di chiedere umilmente scusa agli usticesi se la mia impressione fu errata).
        Al “tabù” dell’incesto Freud dà peraltro una spiegazione completamente diversa da quella riguardante le “tare”, e anche tutte le scuole psicanalitiche o psichiatriche attuali non mi pare dicano che il tabù dell’incesto sia da attribuirsi alle “tare”…
        Tengo comunque a precisare che non sono proprio convintissimo di quanto ho detto all’inizio, e anzi mi farebbe molto piacere leggere l’opinione di chiunque voglia dire la sua :-)

      • Reiuky scrive:

        Questo perché nella nostra genesi mancano dei pezzi…

        Eva non fu la prima moglie di Adamo, ma la seconda. La prima fu una certa Lilith, plasmata allo stesso modo di Adamo, qua pari quindi. Poi ripudiata da Adamo (forse proprio perché sua pari).

        Adamo ed Eva ebbero solo tre figli, tutti e tre maschi. Il terzo sposò una donna che non mi ricordo da dove viene, ma che già esisteva.

        Infatti pare che Adamo ed Eva non furono i primi uomini sulla terra (dio -o, meglio, gli dei- creò gli uomini in due tornate, prima il sesto giorno (uomo e donna LI creò… fa pensare a una popolazione iniziale) poi Adamo ed Eva nel suo giardino privato.

        Dio non fu il padre di TUTTA l’umanità per un bel pezzo. Solo di recente Adamo ed Eva sono diventati i primi di tutta l’umanità e, di conseguenza, tutta l’umanità è figlia di dio.

      • Federico Tonizzo scrive:

        @ Reiuky
        Hai ragione, avevo dimenticato la povera Lilith (che fu ripudiata e cacciata via perché si rifiutò di obbedire al marito, secondo Wikipedia!).
        Quando YHWH “consegnò” Eva ad Adamo, questi comunque la accettò perchè si “accorse” che era sua consangiunea… :-|

  3. Paul Manoni scrive:

    Definire “spostati” mentalmente, coloro che argomentano la loro opposizione ai matrimoni gay, con frasi tipo, “L’armageddon ci colpirà!” oppure, “Dio non lo vuole”, mi pare un eufemismo. Direi che si tratta di persone da ricoverare al più presto, altro che pollo fritto e cibo spazzatura…! :shock:

    • Kaworu scrive:

      il pollo fritto e il cibo spazzatura non fanno bene alle arterie, questa è cosa nota.

      e se le arterie cerebrali a poco a poco si occludono…

  4. francesco s. scrive:

    Boicottare i fast food fa sempre bene, una ragione in più per gli americani per farlo.

    • Gérard scrive:

      Hmm … Se giri la campagna americana, non c’è gran scelta oltre i fast-food ….

      • Nathan scrive:

        E non c’è neppure gran scelta di posizioni religiose o filosofiche, oltre ai fondamentalisti protestanti di questo tipo.

    • Laverdure scrive:

      Ricordate la piccola diatriba sorta anni fa quando Benetton,che da tempo con la scusa di farsi pubblicita combatteva per il progresso,imposto’ una linea pubblicitaria ,con foto di Oliviero Toscani ,contro la pena di morte ?
      In USA le reazioni non furono molto benevole,e molte catene di negozi minacciarono unn boicottaggio dei suoi prodotti.
      Se ricordo bene Benetton,nella sua grande larghezza di vedute ,ritiro tale campagna pubblicitaria ,
      e in segno di buona volonta annullo la sua collaborazione con Toscani.
      Chissa come finira la diatriba di cui sopra, se dovessero prevalere le critiche contro
      mr. Cathy ?

      • Laverdure scrive:

        @Laverdure
        Per i duri di comprendonio : l’espressione all’inizio dell’intervento e’ ironica.
        Mi scuso con tutti gli altri che (beati loro)certe cose le capiscono al volo.

      • MassimoP scrive:

        …Al di là della “furbizia pelosa” di Toscani (che a volte, da miliardario qual è, si lascia andare a dichiarazioni che definirebbe “radical chic” anche chi non abusa dell’espressione) resta solo da vedere se il boicottaggio funziona anche dietro l’impulso di reazioni non retrive (come è quella di contrastare una discriminazione rispetto al gusto macabro di conservare la pena di morte).

  5. Federico Tonizzo scrive:

    Ecco una risposta alla catena di fast food Chick-fil-A :
    http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-mondo/giornata-bacio-omosessuale-contro-chic-fil-a-1316987/ ;-)

  6. Batrakos scrive:

    Sono i fast food ad essere offensivi…Ramen! ;)

  7. Murdega scrive:

    La bibbia quella edita e corretta dalla ccar.
    Una domanda ai vari troll,quante bibbie conoscete.
    Ai vari troll, datemi una data da cui cominciare ad elencare malefatte della ccar.

    • Enrico scrive:

      Durante la passione di Cristo quando una donna chiese a Pietro se conoscesse quel tizio appena arrestato.

      • FSMosconi scrive:

        Oh, io avrei elencato quel tal santo discepolo del dio in terra che taglia andando contro la legge ebraica e romana indebitamente un’orecchio ad uno schiavo, o quando il sedicente dio in terra cade nel reato di “distribuzione” con la vicenda dei pani e dei pesci, e perché non parlare del doppiogiochismo di tal Paolo, fedele al Sinedrio a tratti alterni (ricordo peraltro il suo antisemitismo neanche tanto latente)…
        O vogliamo parlare di periodi meno certi secondo cui le fonti son ben più concordanti e parlare degli aggiustamenti che nel corso dei secoli subirono i testi sacri, al punto che la cosa non sfuggì nemmeno a Trifone ed a Celso?

      • FSMosconi scrive:

        Oh, io avrei elencato quel tal santo discepolo del dio in terra che taglia andando contro la legge ebraica e romana indebitamente un’orecchio ad uno schiavo, o quando il sedicente dio in terra cade nel reato di “distribuzione” con la vicenda dei pani e dei pesci, e perché non parlare del doppiogiochismo di tal Paolo, fedele al Sinedrio a tratti alterni (ricordo peraltro il suo antisemitismo neanche tanto latente)…
        O vogliamo parlare di periodi meno certi secondo cui le fonti son ben più concordanti e parlare degli aggiustamenti che nel corso dei secoli subirono i testi sacri, al punto che la cosa non sfuggì nemmeno a Trifone ed a Celso?

      • Enrico scrive:

        *FSMosconi

        Non siamo perfetti comunque secondo lei non esiste la violenza fisica giusta?

        Il cristianesimo da scandalo da sempre, quindi è ovvio che il caso Paolo di Tarso la scandalizzi.

        Il resto elucubrazioni.

      • fab scrive:

        Il cristianesimo dà trappola (questo significa skandalos, il che mostra come capite i vostri testi) perché è un’infilata di scemenze.
        Le elucubrazioni le fate voi per essere accettati dalle persone perbene.

      • Enrico scrive:

        *fab

        No sovverte anche il nostro modo di pensare.

      • FSMosconi scrive:

        @Enrico

        “Non siamo perfetti”

        Giustamente, appunto la tua coerenza è tale che su questo assunto eviti quando puoi di difendere a spada tratta chiunque porti a pretesto la religione per le proprie malefatte. Dico bene?

        “comunque secondo lei non esiste la violenza fisica giusta?”

        Mi dica allora cosa aveva fatto quello schiavo perché gli si tagliasse l’orecchio.
        Contrariamente dedurrei che questa è una ritrattazione della precedente frase, come se un assassino dicesse “non sono perfetto, ma comunque costui non meritava di morire?”. O l’una o l’altra.

        “Il cristianesimo da scandalo da sempre, quindi è ovvio che il caso Paolo di Tarso la scandalizzi.”

        Come darti torto. Peccato che se si degnasse di leggere le ragioni dei Romani noterà motivazioni ben più ampie di quelle che credi.
        Ma soprattutto vedo che di contro non ti scandalizzi tu per le frasi ben poco lusinghiere di 1-Tessalonicesi 2,15 e di Gv 8,4.

        “Il resto elucubrazioni.”

        La classica risposta di quando non sai che rispondere.

        “No sovverte anche il nostro modo di pensare.”

        Da quel che scrivi dubito ci sia molto da sovvertire.

      • Enrico scrive:

        *FSMosconi

        Ho mai detto di essere perfetto?Qualche giorno fà l’ho scadalizzata dicendo che Regina Coeli è casa del padre ed ora mi dice che io giudico senza appello gli altri?Qui chi si mette sul pulpito sono altri.

        Cosa hanno fatto personalmente quelli del battaglione Bozen in via Rasella?

        Comunque attacca anche lei la persona.

      • FSMosconi scrive:

        @Enrico

        “Ho mai detto di essere perfetto?”

        Non hai letto tutta la risposta attentamente: dico bene?

        “Qualche giorno fà l’ho scadalizzata dicendo che Regina Coeli è casa del padre “

        Non mi scandalizza lei di persona ma il tuo viscidume, se permetti. C’è una certa differenza. Nel caso specifico mi chiedo se anche Guantanamo sia anch’essa casa del padre (ovviamente buono e misericordioso) e non, invece, una delle più dure prigioni al mondo, per non dire altro.

        “ed ora mi dice che io giudico senza appello gli altri?”

        Ho mai detto che NON avrei giudicato? Non ho per caso anch’io la libertà di rispondere a ciò che personalmente mi schifa?
        Ma guarda tu che spocchioso.

        “Cosa hanno fatto personalmente quelli del battaglione Bozen in via Rasella?”

        E ti pare un esempio da portare addirittura come giustificazione?!!! Ti rendi conto dello schifo che stai dicendo?

        Non che un soldato non sia un essere umano, ciò non toglie che ciò non giustifica quel che venne dopo. Di contro sarebbe stato giustificato se le SS, ma quando mai, avessero condotto delle indagini seguendo procedure legali e senza abusare del loro status. Non è giustificabile un rastrellamento con un attentato, e questo tu lo sai!

        “Comunque attacca anche lei la persona.”

        Che posso dire? Inviti praticamente tutti a nozze, quindi i casi son due: o ci sei e non ti rendi conto delle atrocità che scrivi o ci fai, il che è ancor più grave.

      • Enrico scrive:

        mi riferivo alle SS morte nell’attentato che colpe personali avevano?

      • FSMosconi scrive:

        @Enrico

        Poco cambia: ho scritto che son comunque umani, tanto basta a giustificare il compianto come umani. Ma non come SS o nazisti, oltre che per quel che fecero prima e poi.
        Ma d’altro canto ho anche scritto che un’atrocità, sia pur essa di guerra, non ne giustifica un’altra,
        TU hai scritto che esiste un male fisico moralmente lecito, ed IO t’ho risposto che l’esempio non è dei più brillanti, perché?
        Perché stai parlando a sproposito di un episodio di rastrellamento di civili passato alla storia come quello dei più inumani e tu stai tentando di giustificarlo.
        Per questo poi ho aggiunto quelle lecitissime parole di risposta a tanto schifo, perché ti qualifichi come un mostro di inumanità.

      • fab scrive:

        Enrico, il cristianesimo sovverte qualunque modo di pensare. Infatti va evitato da chiunque pensi.

      • Murdega scrive:

        sedutasi sulle ginocchia di Zeus, chiese al padre: di rimanere sempre vergine e di avere molti nomi, come suo fratello Apollo.

      • manimal scrive:

        l’idiozia istituzionalizzata dà scandalo. anzi no, dovrebbe darlo…

      • Enrico scrive:

        Mi sà dire che colpe avessero quelli del Bozen quando percorsero via Rasella a ranghi compatti da giustificare la’tto di guerra contro di loro?

      • fab scrive:

        Forse il fatto che, appunto, erano in guerra e in guerra ci si ammazza? E’ soltanto un’idea, eh…

      • moltostanco scrive:

        Quindi i cattolici possono discriminare i gay perchè durante la seconda guerra mondiale dei partigiani comunisti commisero un attentato contro un inerme contingente di SS ?

      • Alex scrive:

        @Enrico

        Mi sà dire che colpe avessero quelli del Bozen quando percorsero via Rasella a ranghi compatti da giustificare la’tto di guerra contro di loro?

        Si è trattato di un attacco diretto contro dei MILITARI durante la guerra, non mi sembra sia così difficile da capire. Per dei soldati la possibilità di restare uccisi in un attentato durante la guerra purtroppo fa parte dei “rischi del mestiere”.
        La rappresaglia che ne è seguita ha avuto come vittime dei CIVILI inermi. Non riesci proprio a vedere la differenza?

      • fab scrive:

        Sempre facendo finta che le SS fossero militari come gli altri e non tagliagole da linciaggio immediato, ovviamente.

  8. Francesco scrive:

    Ma dio non dovrebbe essere inoffendibile? :)

  9. Federico Tonizzo scrive:

    Questi, invece, non sono americani ma svedesi:
    http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQTbwb5EWJX2QU_7GYFL2vE7ws6_xcJrYLZJX-_tYGiSCWxckZa2EHsF827DA
    (sì, vabbè: è solo pubblicità, poi và a vedere… Ma anche quella della Chick-fil-A forse è solo pubblicità…)

  10. cesares scrive:

    …quanto il fatto che abbia apertamente insultato i gay…

    Se tra gli slogan del pollivendolo, come sembra, c’è anche “dio odia i gay” allora egli ha anche insultato il suo dio, che dovrebbe essere esente da odio come da altre passioni umane. Questo almeno in teoria, ma la bibbia suona ben altra musica, come è stato detto in precedenti interventi.
    Questo pollivendolo fa ridere i polli.

  11. faidate scrive:

    Come ottenere pubblicità gratuita per il proprio prodotto utlizzando un nome che non è brevettato ma che tira sempre!

  12. Francesco non da Assisi scrive:

    Chiudere i fast food offendono la vera religione: quella del lampredotto!

  13. Francesco scrive:

    Chi non bestemmia offende Dio. :lol:

  14. alessandro pendesini scrive:

    Pur non essendo omosessuale, devo riconoscere che l’homosessualità (contenuta e discreta) non è solo inoffensiva ma puo’ anche avere degli effetti benefici ! Infatti in molti casi viene associata a delle predisposizioni artistiche accertate. Non riesco a capire come certi illuminati e/o fanatici, possano ritenerla negativa a tutti i punti di vista senza nessuna giustificazione razionale !! Queste persone oneste e « eterosessuali » arrivano certe volte (come capitato ultimamente a Liegi) in nome della loro tremenda ideologia, ad uccidere l’omosessuale sensa alcun motivo che possa spiegare o giustificare questa barbaria ! NB. Da uno studio recente è stato confermato che gli omofobi -i più accaniti, e sovente con delle grinte angeliche- sono oltre il 90% di stampo religioso monoteista… Sic ! E la barca va…..

    • Federico Tonizzo scrive:

      Se ben ricordo, presso alcune tribù dei nativi nordamericani l’omosessualità era vista come un segno distintivo di un’apprezzata particolare inclinazione intellettuale/spirituale, per cui si riteneva che gli omosessuali fossero per esempio predisposti allo studio della medicina (la loro particolare medicina tradizionale, s’intende).

  15. Mapo scrive:

    Il fatto è che l’omosessualità(contenuta e discreta appunto, quindi deve pur essere almeno un pochino repressa!) porta i gay ad esprimersi bene nell’arte proprio perchè la repressione delle pulsioni e della libido porta ad una sorta di sublimazione delle pulsioni stesse che finiscono per esprimersi in modo più intelligente, moralmente elevato e meno degradante. Ovviamente la repressione dell’omosessualità deve permanere altrimenti addio sublimazione! In una società dall’omosessualità troppo diffusa e troppo disinibita la stessa produzione intellettuale ed artistica tenderebbe a decadere.

    • FSMosconi scrive:

      Emh: mi chiederò, lo stesso varrà per un eterosessuale? Voglio dire: io sono eterosessuale e quindi per me rivoltare il ragionamento a specchio mi risulta più facile.
      Il punto è:
      ritieni degradante l’omosessualità in sé o l’atto del sesso passivo omosessuale (visto che è sempre quello che viene comunemente portato in causa)?
      Poi però penso: ma anche alcuni eterosessuale fanno sesso passivo con le stesse modalità di un omosessuale, la stessa cosa varrà per loro? *Di contro ricordo l’esistenza di omosessuali a cui non piace il sesso passivo*
      Nel primo caso ti qualifichi come omofobo, nel secondo caso hai una certa, più innocua, avversione verso una pratica che, di norma, non fa male a nessuno ed ergo si qualifica come affari altrui.
      Rispondi a queste domande per cortesia.

    • Simone scrive:

      E’ interessante quanto sforzo che mettono alcuni atei nel dimostare le assurdita’ degli integralisti (siamo gentili va..) cristiani Bibbia alla mano.
      Rimanendo in Italia, ma se nella Bibbia fosse prescritto l’esatto matrimonio normato dal nostro codice civile farebbe qualche differenza?? Io capisco la tentazione di rispondere alla assurdita’ storiche-scritturali degli integralisti ma 2000 anni di storia avrebbero dovuto insegnarci che non si puo´compattere una battaglia sull´interpretazione con dei credenti! Lutero e Zwingli si sono scannanti per interpretare il significato di ” e’ ” con il concilio di Trento che ne ha data un’altra ancora! Capisco che il motto “conosci il tuo nemico” possa essere utile ma sinceramente per combattere l´omofobia ignobile di questa gente mi pare ci sia qualcosa di piu’ forte che non l’argomento per cui nella Bibbia il matrimonio e’ tutto e il suo contrario!

  16. Mapo scrive:

    Se veramente voi volete la libertà individuale senza limiti perchè non vi battete anche a favore del matrimonio civile tra consanguinei adulti e consenzienti? Se per voi atei col consenso altrui si può fare di tutto allora perchè non ammettere ufficialmente anche i matrimoni tra fratello e fratello, fratello e sorella, madre con figlio già maggiorenne ecc.?

    • FSMosconi scrive:

      L’arte di ottenere ragione, stratagemmi n.1, 2, 8, 19, (velato) 23, 35.
      Le fallacie da te utilizzate, con una bella profusione di pendio scivoloso sottaciuto ed Hate Speech su presunto comun sentire verso la categoria in questione.

      Tirando le somme: per la tua dignità era meglio fare quel che sopra dichiaravi: astenersi, chissà se avessi mai avuto ragione e avresti prodotto qualcosa di intellettualmente fine…

    • Fri scrive:

      A parte quello che ha scritto Laverdure sopra, cioe’ che i matrimoni fra consanguinei aumentano la probabilita’ di propagare eventuali mutazioni e quindi di procreare prole affetta da gravi tare fisiche e mentali, non vedo proprio perche’ non si possano permettere matrimoni fra consanguinei maggiorenni e consenzienti.

  17. Gérard scrive:

    Intanto in Viet-Nam si sta discutendo dell’ introduzione del matrimonio gay nelle leggi di questo bellissimo stato ..
    ( notizia tv France 24 oggi domenica )

  18. Otto Permille scrive:

    I matrimoni gay, per la città di New York, si sono rivelati un enorme business, un successone proprio dal punto di vista economico. Alla fine dell’anno, tirate le somme, si è calcolato che tra gli introiti legati alle cerimonie e il relativo indotto turistico, pare sia piovuto sulla città qualcosa come 300 milioni di dollari. Se questi sono i dati, è quasi impossibile che il Vaticano, le cui scelte nella storia sono sempre e totalmente ispirate a fare “danéé, danéé e solo danéé a palate” non scenda presto in campo offrendo alle coppie gay di sposarsi addirittura … in Vaticano. Pensateci bene! Un business del genere non può sfuggire alle grinfie del Vaticano. Io sono convinto che fra pochissimi anni la Chiesa cattolica autorizzerà le nozze gay, esattamente come ha autorizzato lo scioglimento del matrimonio (ovviamente a pagamento). Anche lo scioglimento del matrimonio sarebbe un reato gravissimo, che offende Dio e i suoi comandamenti. Ma la chiesa cattolica, ogni volta che fiuta un affare si fa pernacchie dei voleri e dio e dei comandamenti. Quindi fra pochi anni la CCR autorizzerà i matrimoni gay, ovviamente previa nulla osta del vescovo. Il costo del nulla osta potrebbe essere. .. facciamo una ipotesi: 30.000 euro! Potrebbe bastare?

    • ser joe scrive:

      Per le prime spese, si. Poi c’è il costo dell’olio santo per ungere la sacra rota, le spese burocratiche per la cancellazione dal registro nella chiesa dell’avvenuta cerimonia, la registrazione dell’avvenuta cancellazione nel libro delle anime ecc.

  19. alessandro pendesini scrive:

    @Federico Tonizzo
    Possiamo ottenere delle generazioni di topi identici incrociando fratelli e sorelle ad ogni generazione, ma QUESTA E’ UN’ECCEZIONE ! Infatti nella maggior parte delle altre specie, la razza diventa rapidamente sterile. Forse il tabù dell’incesto, quasi universale nelle diverse etnie umane, risulterebbe (oltre che alla fragilizzazione della specie dovuta alla consanguineità) da un veto biologico percepito (o intuito) da molti millenni dalla specie umana ?
    NB Un padre o madre, fratello, sorella non ristentono « visceralmente » un’attrazione sessuale verso familiari di primo grado ; e comunque se dovesse essere risentita rimmarrebbe (quasi sempre) platonica. L’incesto, o stupro, è sovente motivato da fattori psicologici abnormi. L’alcolismo, droga, pochezza mentale o immaturità, perversione sessuale ecc.. sono generalmente elementi determinanti.