Germania, sentenza paragona circoncisione religiosa maschile ad “aggressione”

Il tribunale di Colonia si è recentemente pronunciato sul tema della circoncisione imposta ai bambini per motivi religiosi. La pratica, attuata da ebrei e musulmani, è stata giudicata una vera e propria forma di mutilazione, che crea danni ed è paragonabile ad un’aggressione. La decisione è arrivata sul caso di un bambino di quattro anni, che era stato circonciso da un medico islamico, ma che poi ha avuto necessità di cure al pronto soccorso perché aveva ricominciato a sanguinare dopo un paio di giorni dall’intervento. Il procuratore ha aperto un fascicolo e il medico è stato denunciato. Prima assolto, il dottore è stato condannato in appello.

Sarebbero migliaia in Germania i minori che subiscono la circoncisione per motivi religiosi e non per necessità mediche. Secondo Holm Putzke dell’Università di Passau, la corte prendendo questa importante decisione “al contrario di molti politici non si è fatta spaventare dal timore di essere criticata come anti-semita o come ostile alla religione”. Tema spinoso visto che si parla proprio della Germania, dove è consistente la minoranza islamica e vivo il ricordo delle persecuzioni anti-ebraiche da parte dei nazisti.

È probabile che la battaglia legale sarà portata fino alla Corte Costituzionale Federale. Le confessioni religiose sono tornate infatti sul piede di guerra e parlano di attacco alla “libertà di religione”, chiedendo di fatto un trattamento riservato che dia tutela legale a pratiche che in altri contesti sarebbero giudicate non lecite.

Archiviato in: Generale, Notizie

216 commenti

Priapus

Con la libertà di religione si riesce a giustificare tutto. A Norimberga, gli ideologhi del nazismo era
no già morti, se no, magari, si sarebbero potuti inventare un imperativo religioso per giusticare la
shoah.

myself

Ma infatti lo hanno fatto, cerca un po’ “Misticismo nazista”.

Comunque questa della sentenza è un’ottima notizia.

gemini

Hai pienamente ragione. L’ateismo di Stato: Cina, ex-Urss, Laos…
*è o no una religione sì o no? L’ateismo militante combatte i diritti religiosi (chiamandoli privilegi, quando invece sono garanzie per la libertà) e poi li vuole?
Ateismo…. essere o non essere….

faber

Ogni volta riesco a sorprendermi di quanto inconcludenti e campati per aria siano i tuoi interventi. Qualcuno gioca cuori e tu rispondi quadri! O, per usare un’espressione calabrese, unu te dicia sazizza e tu rispunni vruccuali i rapa (qualcuno ti dice salsiccia e tu rispondi broccoli di rapa).

Reiuky

L’ateismo di stato viene unanimamente condannato anche su questi lidi.

Comunque, non capisco come voi cattolici possiate avere la faccia tosta di chiamare “diritti religiosi” delle vere e proprie discriminazioni. Ce ne vuole di coraggio.

faber

Reiuky qualcuno dovrebbe spiegargli che non si può parlare di discriminazione se viene limitato il “diritto” di discriminare…

gemini

Discriminare significa odiare o compiere atti ostili.
Oggi “i radical chic”( post-comunisti, che hanno sostituito la lotta di classe in lotta per “i diritti”) credono che se dici A discrimini B.
E’ un circolo vizioso che ci porterà alla catastrofe.
Ci vorrebbe un governo duro, che facesse smettere queste pagliacciate, dovrebbe prevalere il buon senso.
Oggi giorni tutti vogliono diritti e nessuno vuole i doveri.

gemini

Discriminare significa odiare o compiere atti ostili.
Oggi “i radical chic”( post-comunisti, che hanno sostituito la lotta di classe in lotta per “i diritti”) credono che se dici A discrimini B.
E’ un circolo vizioso che ci porterà alla catastrofe.
Ci vorrebbe un governo duro, che facesse smettere queste pagliacciate, dovrebbe prevalere il buon senso.
Oggi giorni tutti vogliono diritti e nessuno vuole i doveri.

nightshade90

l’ateismo di stato fu sempre solo il paravento dietro il quale si nascose la matrice religiosa del culto del partito in tali paesi. in tutti i paesi da te citati si sostituì le forme religiose precedenti non con l’ateismo, ma con un culto del partito con funzione identica, con tanto di infallibilità “divina” del partito e persecuzione degli “eretici”.

e la prova schiacciante di tutto questo, cioè del fatto che l’atesimo di tali dittature fu solo un PARAVENTO MARGINALE, è che MAI in tali paesi persone subirono persecuzioni perchè NON ATEE, ma sempre perchè NON COMUNISTE (anche i preti furono perseguitati solo in quanto oppositori del partito, e MAI in nome della loro credenza).

non per nulla l’URSS era *così* dittatorialmente atea e antireligiosa che non solo non fu mai illegale essere credenti (purchè comunisti), ma essere atei non era NEMMENO UNO DEI REQUISITI NECESSARI PER PARTECIPARE AL LAVORO PUBBLICO E/O POLITICO (mentre lo era essere membri del partito comunista): a capo del paese poteva benissimo arrivare un induista come un animista od un cristiano, purchè fosse fiero membro del partito comunista.

il che significa che persino una dittatura come l’URSS riesce a dar punti al vaticano nel campo della libertà religiosa, visto che in vaticano se non sei battezzato non puoi essere assunto per lavori pubblici, se non sei cattolico certificato non puoi nemmeno far parte del corpo di polizia (le guardie svizzere) e se non sei addirittura un membro del clero cattolico (e maschio) di accedere all’ambito politico te lo sogni col binocolo.

fab

gemini, è una gran fortuna che voi eterni adolescenti del “governo forte, che lui si che capisce tutto” non contiate più una cippa di niente.
Cresci, va’.

gemini

Film già visto, il solito antiteista che tanta di rivoltare la Storia a tavolino.
Ma lo sai che in URRS c’era un apposito esame da dare all’Università sull’ateismo?
L’indottrinamento ateista nelle scuole…. La propaganda religiosa vietata, se non quella ateista dello Stato…. ecc…

gemini

Per governo forte intendo un governo che non si lasci imporre l’etica dai salotti internazionali e che non dia una cippa di niente a organizzazioni non-religiose (perché non sono religiose), che limiti l’aborto e consacri la vita e dia soldi a persone veramente bisognose.
Abbattimento della mercificazione del sesso.
Abbattimento delle logiche eutanasiache…

fab

Come no, infatti non era mica Stalin quello che ha rimesso in piedi la chiesa ortodossa per avere un collante in più contro il nazismo (un’altra delle colpe del nazismo, fra l’altro).
E quand’anche, la situazione sarebbe semplicemente speculare a quella italiana odierna, che anzi è molto più pervasiva. Con per giunta la differenza che almeno l’ateismo ha senso.

fab

Ho capito, per governo forte intendi il franchismo, Lo sapevo già, era inutile ripeterlo.

gemini

No fab un governo liberale, quello che tu rifiuti.
Sono finiti i tempi in cui metà mondo era dalla vostra parte!
Siamo nel 2012, sveglia!
Stalin non c’è più!

faber

Un governo liberale…che limiti l’aborto…che dia soldi soltanto alle organizzazioni religiose (scommetto solo a quelle cattoliche vero? o anche valdesi e musulmani?)…che limiti i dirtti del malato…che consacri la vita (questa poi me la spieghi nei dettagli…)…penso tu confonda il significato del termine liberale con quello di cattolico…non sono sinonimi sai?

fab

Che cosa credi, che io pianga perché Stalin non c’è più? Fossi stato vivo alla sua morte, avrei stappato lo spumante.
Tu piuttosto dovresti renderti conto che Stalin e Franco sono lo stesso genere di oscenità.

gemini

Il tuo stato è totalitario “sotto mentite spoglie”: uccisione di essere umani (aborto, la loro libertà?), mercificazione del sesso (quanto meno psicologica: dipendenza dal sesso, limitazione della libertà!), dipendenza da stati emotivi che portano alla morte (come la depressione, limitazione della mia lucidità e quindi limitazione della mia libertà!).
I diritti di distruggere la libertà naturale dell’essere umano, quelli volete!

nightshade90

gemini

esame sull’argomento “ateismo” (al pari del “tema sul papa” che al liceo mi davano ogni settimana, concedendomi la scelta tra un ventaglio di tre opzioni) o sull’atesimo del candidato?

perchè non mi risulta che in nessuna scuola sovietica sia mai stato richiesto che gli studenti fossero atei per essere promossi, mentre i temi d’esame religiosamente oreientati in italia non si contato (addirittura c’è un intero corso, religione (cattolica, di default), a cui quasi tutti sono obbligati a partecipare, poichè per anni si è fatto ostruzionismo contro l’attivazione delle attività alternative, e i cui insegnanti sono solo membri del clero scelti unicamente dalla CCAR senza uno straccio di concorso).

fab

Strepitoso: finché qualcosa è embrione, protezione assoluta; quando diventa bambino, lo si può fare a pezzi.
Il resto è delirio.
In ogni caso, tengo a ribadire che l’aborto non è cosa che riguardi voi che credete nella vita eterna. Quando vi stracciate le vesti per la morte, che per voi deve essere irrilevante, mostrate tutto il disagio della vostra fede insensata, fatta soltanto per mettere una pezza sulla vostra fifa.

gemini

NON HO MAI DETTO CHE IL BAMBINO LO SI PUO’ FARE A PEZZI. Moderati.
Ho detto di non imporre al genitore i vostri dettami (deliri laicisti) da Stato Assoluto.
Non dobbiamo portare la democrazia.

fab

Veramente, hai proprio scritto che si può fare a pezzi: prepuzio da una parte, il resto del corpo dall’altra. Trattasi di 2 (due) pezzi.

bardhi

una piccola precisazione, c’è forse una “insignificante differenza” fra i stati teocratici, cattolici o islamici e i stati con ateismo di stato:
in una qualsiasi teocrazia, la dichiarazione pubblica di apostasia o ateismo ti portava e ti porta in gallerà o alla morte, nella peggiore “dittatura ateista” del mondo(secondo WIKI – L’unico stato ateo per legge fu l’Albania dove Enver Hoxha nel 1967 dichiarò l’ateismo di stato introducendo una legge che vietava la creazione di associazioni religiose) nessuno è mai stato condannato perchè ha dichiarato pubblicamente che credeva in dio.

diego

pensa te, nei siti cattolici si combattono i diritti umani (chiamandoli privilegi) per volerli solo che loro!!

Mario

Lo stato non può essere che ateo fino a prova contraria.
Altrimenti quale di questi importantissimi veri dii si sceglie?
Yahweh
Īśvara
Dio Trino (il vostro)
Krishna
Gullveig
Anubi (il famoso dio cane)
Kunapipi
Odino (sarebbe forse il più appropriato di questi tempi)
Ashtart (sinceramente quello che mi piace di più)

gmd85

@gemini

Ma dai… ancora con l’ateismo di stato? Ancora dobbiamo spiegarti che, negli stati in questione è stato un elemento e non la causa scatenante? per la stessa logica contorta potrei dire che il vaticano promuove la pedofilia. Ma non lo penso, perché ricadrei nell’argumentum ad hitlerum, come tu fai con mirabile maestria. O ignoranza, fai tu.

nightshade90

gemini

ripeto: l’atesimo di stato cuminista fu solo una facciata, dietro al quale si trasformo l’ideologia comunista in un vero e proprio culto. certo, legalmente si trattava di atesimo di stato (in quanto basta dichiarare che l’atesimo è l’unico orientamento religioso ufficiale dello stato e non supportare altre religioni PRPRIAMENTE DETTE per esserlo, dal punto di vista formale), ma DI FATTO si trattò di sostituire una religione con una forma religiosa (non atea, visto che il nuovo culto fu quello della persona del leader, del partito e dell’ideologia comunista, non l’ateismo). e DI FATTO non vi fu nessuna vera e propria persecuzione religiosa nelle dittature comuniste: si perseguitò la CHIESA in quanto oppositrice politica, ma mai gli ortodossi/cattolici/islamici/ecc. in quanto non atei. nell’unione sovietica ogniuno fu sempre libero di professare la religione che voleva (purchè fosse sostenitore del partito comunista) e nessuno fu mai perseguitato o svantaggiato per il semplice fatto di essere credente.

in compenso, secondo le tue stesse definizioni, il vaticano è di fatto una dittatura totalitaria teocratica che impone il cattolicesimo di stato, e quindi per il tuo ragionamento è anche peggio dell’URSS, visto che almeno nell’URSS non si facevano distinzioni su basi religiose per determinare chi poteva avere accesso a cariche pubbliche e politiche.

Mario

gmd85
Me sembra talmente evidente che lo stato deve essere ateo che mi pare inutile argomentare. La logica lasciala a chi è capace di usarla (e pure il latino).
Mirabile maestria, grazie.

Mario

NON HO MAI DETTO CHE IL BAMBINO LO SI PUO’ FARE A PEZZI.
Invece si, perchè dall’asportazione del prepuzio risultano due pezzi.

Stefano

@ gemini

Mi scuso con tutti ma tocca di nuovo.

Il contrario di ateo è credente.
Ai cosiddetti crimini atei si contrappongono perciò quelli di TUTTI i credenti.
Qui si potrebbe chiudere il discorso per vittoria a tavolino dei credenti.
Ma andiamo avanti.
Facciamo distinzioni, sia in un campo sia nell’altro.
Tra gli atei ci sono i comunisti stalinisti e quelli che non lo sono.
Tra gli atei ci sono i razionalisti (provato a dare un’occhiata alla denominazione del sito?). I razionalisti, tra i principi, hanno quello di negazione del principio di autorità, nel senso che non ritengono una cosa buona se detta da un signor QUALCUNO senza prove.
Qui siamo atei razionalisti.
Andiamo tra i credenti. Tra questi ci sono i cattolici.
Quindi, volendo scendere nelle distinzioni dei crimini si può arrivare a identificare quelli degli atei razionalisti e quelli dei credenti cattolici.
Per i secondi vuoi che ti porti un’enciclopedia? Per gli atei razionalisti aspetto te…
Se fai fatica a capire e se sai cosa sono puoi provare ad utilizzare i diagrammi di Venn.

Se poi vuoi continuare a fare brutta figura puoi proseguire con i crimini stalinisti, l’ateismo di stato e queste amenità.

Avete pure il coraggio di prendervela se vi si fa notare in dettaglio come siete versatissimi alla scemenza.

Southsun

Gemini, fosse per voi credenti tutto il mondo sarebbe lo specchio dell’orrore musulmano (leggiti le Ultimissime).

A voi cattolicastri, invece, il potere di massacrare ed emettere ‘fatwe’ ve l’hanno tolto nel 1870. Peccato non abbiano processato Pio IX per crimini contro l’umanità.

Uno Stato AUTENTICAMENTE LIBERALE – quello che VOI odiate – non deve permettere ad associazioni religiose (cioè che credono in un dio farlocco inventato e sanguinario, e nei suoi schifosi sacerdoti sterili e celibi) di occupare tutto lo spazio vitale.

Deve proteggere i DIRITTI delle persone e la loro libertà, ovviamente NON cattolicamente declinata (che significa schiavitù papista).

Il vostro culto E’ una facciata, dietro la quale si nasconde il FASCISMO e il NAZISMO, di cui siete i naturali precursori. Hitler non inventò nulla: si limitò a copiare da Papa Innocenzo III e passare all’azione.

Ma tutti e due i regimi sono CROLLATI: svegliati tu, e dai la sveglia a quel fantoccio ottuagenario vestito da donna.

Mario

“L’ateismo di Stato è il rifiuto ufficiale da parte di uno Stato di qualsiasi tipo di religione in favore dell’ateismo.”
Al solito su wiki gli autori hanno grossi problemi di sintassi e significato … :-)
@Reiuky
L’ateismo di stato viene unanimamente condannato anche su questi lidi.
Ah. Allora si avvalla il teismo di stato?
Sono quanto mai circonfuso.

Federico Tonizzo

E meno male!
Sarebbe stata pazzesca una sentenza che giustificasse la circoncisione!

Mi sembra che ultimamente stiano molto aumentando nel mondo, p. es. rispetto a prima dell’11settembre 2001, le “discussioni” sui “diritti delle religioni” VS “civiltà e laicità dello stato”: penso che ci sarà una lunghissima e feroce battaglia, prima di far accettare a tutti la civiltà e la laicità.

gmd85

Concordo. Ma spero che fatti come questo della sentenza siano un buon punto di partenza.

Federico Tonizzo

Beh, di punti di partenza buoni ce n’è già stati un po’: v. per esempio la Gran Bretagna e la Spagna di Zapatero che, dopo le visite del papa, avevano approvato leggi sui temi “sensibili” (allargamento del diritto di matrimonio a coppie “non convenzionali”, ecc.) in senso contrario a come aveva raccomandato loro Ratzinger.
Per contro, la Grande Chambre si è praticamente lavata le mani della questione “crocifisso sì”/”crocifisso no” sulle pareti degli edifici pubblici in Italia.
Inoltre, ancora troppi stati danno alle religioni finanziamenti pubblici, cioè a spese di tutti i cittadini.
Inoltre, per il momento alcuni paesi permettono e alcuni vietano alle donne musulmane di coprirsi il volto in pubblico.

Qualcosa di buono c’è già quindi, ma secondo me la “battaglia campale” deve ancora venire; con questo non intendo l’ennesima scaramuccia locale o a livello ONU su questo o quel tema: intendo proprio il riconoscimento completo, da parte dell’opinione pubblica mondiale, della falsità di tutte le religioni e dei danni che hanno fatto le religioni nella storia, fino a far aborrire a chiunque (cleri o ex-cleri compresi) la frequentazione dei riti religiosi e l’abitudine alle “preghiere” e il finanziare le religioni, via via fino a far desiderare a tutte le popolazioni di vivere in stati unicamente laici e che abbiano come unico scopo il benessere dei cittadini e non delle religioni.

Francesco S.

Non se la prendano a male gli ebrei (i fedeli osservanti, non gli appartenenti al gruppo etnico, vabbè non so neppure se esista un gruppo etnico “ebreo” come gli italiani sono un misto di popolazioni), ma spero che verrà fatta una cosa del genere anche in Italia, tutte le pratiche che inducono lesioni fisiche a una persona non ancora in grado di decidere dovrebbero essere vietate a partire dalla circoncisione maschile del neonato fino alla mutilazioni ai genitali femminili.

Nessuna eccezione per motivi religiosi.

Giuliano

@Francesco, occorre ricordare che quando l’Imperatore Adriano Vietò tutti i tipi di mutilazioni imposte a minorenni, questo non comportò nessuna discriminazione nei confronti delle comunità ebraiche che risolsero il problema mediante la circoncisione solo degli adulti (è comunque prevista nella Bibbia). Per quel che concerne l’Islam si deve notare che in realtà Non esiste nessun obbligo alla circoncisione tranne che nella corrente Salafita, la quale è però molto contestata.

Elefantino.82

Non è prevista dalla Bibbia, (la Bibbia prevede anche di lapidare le donne, di tenerle velate(anche l’ebraismo), sottomesse, trattarle peggio degli animali, picchiare i bambini, discriminare, uccidere i gay, fare genocidi di intere razze o culture, di non far ricorso alla scienza medica/ai medici perchè proibita come magia e opera del Male, rispettiamo anche questi usi scusate?)questa è una credenza scritta da falsi profeti, da sette, dai seguaci di Caino, e portata avanti da tempo, lasciamo stare che la parola prepuzio neppure esisteva ma è stata abilmente immessa nei testi sacri di ebraismo e cristianesimo nell’ultimo secolo, besti pensare a Abramo, sino al 1800 risultava non circonciso, cosi come Davide(Re di Israele) x esempio sta scritto ke quando Saul gli chiese di circoncidersi lui rifiuto e fece circoncidere degli schiavi, o Mosè, secondo cui, fu circonciso alla nascita, si autocirconcise a 40 anni, no a 50, 60 o 70 anni secondo altri testi, fu circonciso da una donna (Zipporah), secondo altri testi non si circoncise il prepuzio ma il Glande, ma basta prendere le persone per il fondo… Basta inganni e Menzogne, l’unica alleanza è quella con Noè. scritto nella Genesi, Disse Dio a Noè: “Questo è il segno dell’alleanza eterna che io ho stabilito tra me e ogni carne che è sulla terra, tra me e ogni generazione in eterno. Non ci sarà mai più alleanza tra me e l’uomo o ogni altra carne della Terra…. “.
Inoltre mettiamoci bene in testa che I testi sacri di qualunque religione subiscono tante di quelle correzioni, manipolazioni, tagli, censure, che in 2000 anni(Cattolicesimo) o 7000 x l’ebraismo, sai quante cose hanno aggiunto o si sono inventate?
La circoncisione è vietata dai 10 comandamenti, dal Deuteronomio, dalla legge di Dio, non si puo’ spargere sangue, per questo esiste “il rituale dell’Agnello, per non versare neppure una goccia di sangue del figlio di ‘israele”.

Luigi Tosti

Finalmente un giudice ha il “coraggio”, in mezzo alla generale vigliaccheria, opportunismo e indifferenza, di affermare un principio giuridico che è anche un banale segno di civiltà e di logica. Così come non è più possibile manifestare la libertà religiosa sgozzando bambini e/o animali in lode all’UFO di turno, chiamato dio, Giove o Javè o in altro nome di fantasia, alla stessa stregua è squisitamente inconcepibile che si possa giustificare che dei maggiorenni procurino ad un minorenne, incapace e non consensiente, delle lesioni personali -tra l’altro mutilanti- fondate su superstizioni tribali indegne anche della civiltà di un neanderthaliano. Questi religiosi dovrebbero vergognarsi.

Federico Tonizzo

Concordo.
Sfortunatamente, però, non ho mai conosciuto qualcuno che si vergogni di alcuna delle proprie convinzioni religiose. Finchè può scaricare su una religione (o su “altro”, in generale) la responsabilità di un proprio atto, la cosiddetta “coscienza” si sente “pulita”. Esempio tragico: Abramo, che non si sarebbe fatto scrupoli ad uccidere suo figlio Isacco perchè “una voce” glielo comandò; Abramo, che in precedenza non si era fatto scrupoli nemmeno a cacciare nel deserto Agar e il loro figlio Ismaele per volere di Sara.

faber

Facciamo un piccolo esempio che aiuta a comprendere la questione: se un genitore, in maniera del tutto arbitraria e per proprio vezzo personale, porta un neonato dal medico e gli fa recidere un pezzo d’orecchio le conseguenze sono due: il genitore è denunciato e il medico radiato. Se invece un genitore in maniera del tutto arbitraria e per proprio vezzo personale (ma motivandolo come religioso) porta un neonato dal medico e gli fa recidere una pezzo di pelle dall’organo genitale non dovrebbe succedere nulla…

gemini

Giustamente. Io non sono Ebreo, ma rispetto gli Ebrei (e chiunque pratichi) questa tradizione religiose. La Società è fatta da individui che hanno le loro scelte e privarli di queste scelte mi sembra da stato totalitario. Rispetto, solo il rispetto potrà colmare le differenze.

gano

peccato che la scelta non e’ del circonciso, ma di suo padre.
L’avessero fatto a me, mi sarebbero girati e parecchio.

gemini

Non mi interessa è mio figlio, lo Stato non può intervenire, sarebbe un illecita intromissione… La coercizione dello Stato si ferma davanti alla scelta dei cittadini e della loro prole,… Altrimenti facciamo uno stato totalitario e assoluto… Ti piace????

fab

gemini, primo: anche se voi adolescenti non lo capite, fra tutto bianco e tutto nero ci sono infiniti toni di grigio; secondo: se la scelta è fra genitori signori assoluti dei figli o stato signore assoluto dei figli, meglio la seconda: almeno tutti sono trattati allo stesso modo.
Ma guarda se è possibile privilegiare la patria potestà all’integrità fisica. Ma roba da manicomio.

gemini

Il comunista fab dimentica che siamo in una Repubblica liberale, LIBERALE.
Le imposizioni da ex-fanatico URSS le fai in Cina! Non negli Stati liberali e democratici.
Non esiste proprio che lo Stato invada la sfera “sacra” del privato, roba da manicomio,

fab

Il comunista fab sa perfettamente che siamo in un’oligarchia che si maschera da repubblica e che di liberale non c’è niente se non la parola sulla penna di qualche editorialista prezzolato.
Fanatico URSS te lo rimando, perché la mentalità del governo forte è la tua e tutti i governi forti sono della stessa orrida pasta.
La sfera sacra del privato è con tutta evidenza quella del figlio, che non va nemmeno sfiorato, non le paturnie da malato di mente di un fanatico religioso, che vanno invece curate con TSO. Gli istinti da macellaio si sfogano in macelleria.

faber

Rispondi con un si o con un no: sarebbe quindi giusto consentire ad un genitore di far recidere un pezzo di orecchio ad un neonato?

gemini

Liberale non vuol dire libertino. Sei un fanatico poiché vuoi uno Stato totalitario, che distrugga la sfera privata, è una tendenza anti-democratica la tua!
Seguendo il tuo ragionamento i figli non si educano, si violerebbe la loro libertà!
Questo è un concetto sbagliato!
Da indottrinamento dei peggiori gula!

faber

“La Società è fatta da individui che hanno le loro scelte e privarli di queste scelte mi sembra da stato totalitario”
Per quanto mi riguarda di fronte a certe affermazioni mi viene la tentazione di fare la scelta di prenderti a calci nel sedere…che dici, se me ne privo è da stato totalitario?

gemini

Che c’entra, sei tu che devi rispettare la mia libertà….
I figli devono essere educati secondo i valori dei genitori, se poi da grande li rifiutano peggio per loro, ma io il mio dovere l’ho fatto… La libertà è consapevolezza, senza la consapevolezza manca questo dato oggettivo e crolla il castello…

faber

Educare i figli? Tagliare via la pelle del pisello sarebbe educare i figli? L’infibulazione sarebbe educare i figli? Costringere le ragazzine a mettere il velo sarebbe educare i figli? La circoncisione avrebbero dovuto fartela in testa!

faber

Mi costringi ad insistere: Rispondi con un si o con un no: sarebbe quindi giusto consentire ad un genitore di far recidere un pezzo di orecchio ad un neonato?

fab

gemini, andiamo per punti.

Primo, “tu sei per lo stato totalitario” è confutato da quanto scritto sopra.

Secondo, lo stato totalitario non va bene, ma il genitore totalitario sì. Risultato: un totalitarismo ancora peggiore, perché privo di controllo sociale e discriminatorio. Ma niente, questo è un concetto troppo raffinato.

Terzo: dall’impedire una lesione fisica passi all’eliminazione della patria potestà. Non sequitur (te lo scrivo nella lingua del mondo in cui stai ancora vivendo, così ti è più chiaro).

Sentiamo un po’: anche l’infibulazione va bene, perché tanto sono gli insindacabili genitori che decidono? Anche educare i figli a furto e truffa va bene? Così, tanto per sapere.

gemini

MA CHE NE SAI? Per loro ha un valore diverso dal tuo “senso laico”…
La tua è una democrazia totalitaria (simil Bush) in cui si obbligano le persone a spogliarsi della loro identità per servirsi della finta libertà occidentale (ormai decadente, fatta solo di vizi!!!!)!

Gaglia

@ gemini: ma per curiosità, te che parli tanto di figli, sei sposato? Hai mai fatto l’amore? Parli con cognizione di causa?

Vedi, mi consola il fatto che, fortunatamente, nel mondo liberale che elogi tanto, è sempre più difficile per quelli come te trovare una donna tanto idiota da permettervi di procreare ed avere figli.

Vuoi vedere che tra qualche anno sarete voi cattotroll a dover ricorrere alla procreazione assistita o all’adozione perché non vi riesce di farlo “alla vecchia maniera”?

P.S.: perché non rispondi a faber? Diciamo che la mia religione prescrive il taglio dell’orecchio destro a tutti i neonati “perché sta scritto nel mio libro sacro”. Lo stato dovrebbe tutelare la mia “libertà religiosa” vero?

fab

No, gemini: rinunciare alla ragione è un vizio. Rinunciare alla responsabilità è un vizio, Fare i servi volontari è un vizio. Discriminare è un vizio. Essere ignoranti e non far nulla per conoscere è un vizio.
L’Occidente è proprio la mancanza di questi vizi. Infatti, l’Occidente è il posto in cui si sta meglio e che domina tutti gli altri.

gemini

fab parli a sbafo perché sei protetto in una nazione cristiana?
Invece di parlare seduto in qualche divanetto comodo, perché non vai in Corea del Nord, staresti a tuo agio….
Non ho figli, il tuo liberismo fatto da mercificazione!

fab

gemini, sono protetto da uno stato di diritto, che esiste perché esiste la laicità, e dall’anonimato della rete, che esiste perché chi voleva internet non si è messo a pregare per ottenerlo, ma ha lavorato sulla materia usando la ragione. Se dovessi protetto essere da una “nazione cristiana”, starei fresco.
Ma comunque la tua “obiezione” non c’entra niente con i fatti.

gemini

Sei una nazione composta dall’88% di Cristiani che ti rispettano, ti danno i tuoi santi diritti e tu in cambio gli rompi .-………

fab

Ma per favore… i cristiani sono intorno al 20-30%, gli altri se ne fregano. E i diritti non li danno certo loro, se no campa cavallo.
Il contrario funziona meglio: siete voi in una nazione in maggioranza laica, che riesce incredibilmente a tollerarvi, e in cambio cercate di imporvi in ogni circostanza.

gemini

88% sono cristiano-cattolici.
Atei 1,3 %.
Siamo molto tolleranti.

faber

No gemini guarda che hai sbagliato. Le ultime statistiche dicono che i cattolici sono il millemila % mentre gli atei oscillano tra un misero settordici e il diciannotto %.

fab

Ormai è alla ripetizione mantrica del già scritto. Benzina finita (non che ne avesse tanta fin dal principio).

gmd85

@gemini

Che sia tuo figlio non ha importanza. Non puoi decidere arbitrariamnte di affiliarlo alla tua religione. Strano come prima vi battiate per i diritti dell’embrione quando ancora non ne ha e poi, all’uopo, il figlio è vostro e decidete voi. Dalle mie parti, questa si chiama incoerenza.

Stefano

@ gemini

Non esiste proprio che lo Stato invada la sfera “sacra” del privato, roba da manicomio,

Immagino quindi tu non abbia niente da dire sulla possibilità di eutanasia.
E nemmeno sull’aborto, visto che il genitore decide di quale pezzo di figlio possa disfarsi.
E neanche sul divorzio visto che riguarda la sfera privatissima di due cittadini.

Mi aspetto, visto i tuoi principi liberali e l’assoluta potestà genitoriale una chiara e rotonda approvazione in ciascuno dei casi.
Non vorrei ritenerti un incoerente liberale a senso unico.

Farò particolarmente attenzione ai “ma…” seguiti da un’improvvisa intromissione dello Stato non più liberale in queste sfere.

Stefano

@ gemini

88% sono cristiano-cattolici.
Atei 1,3 %.
Siamo molto tolleranti.

Avverti tu in Vaticano che i progetti di nuova evangelizzazione sono inutili?
Possono accantonare Missione Metropolis e rilassarsi, gemini docet

FSMosconi

@gemini

Tant’è vero che solo un misero 10-20% in calo annuo del 2% va regolarmente a messa, tant’è vero ch’è solo da questa parte della popolazione che arrivano i proventi dell’8×1000 (ma forse tu ignori il meccanismo di tale gettito volontario, dico bene?)…

@Stefano

Ma soprattutto: è del tutto inutile che i suoi superiori sbraitino tanto, come del resto che lui stia qui.
Come dissi una volta: saran pure quattro gatti, ma allora perché vengono fuori dalle f*****e pareti? ;)

Priapus

Ed i puoi papi che sono arrivati a sottrarre i figli infanti a genitori ebrei, per affidarli a famiglie
cristiane, cosa erano? Sii onesto, e per una volta rispondi a tono,

gemini

Cercate di mischiare le carte.
Errori nel passato se ne sono fatti, come tutte le associazioni/organizzazioni…

faber

Gemini insisto: rispondi con un si o con un no: sarebbe quindi giusto consentire ad un genitore di far recidere un pezzo di orecchio ad un neonato?

gemini

Non c’è un motivo valido. Tu parti in malafede, credendo che tutto quello che fa la religione sia una sciocchezza, quando invece ha una grande importanza.
Bisogna distinguere.

myself

Quindi quale sarebbe il valido motivo della circoncisione rituale? La circoncisione rituale per te ha una grande importanza?

gemini

Non ha una grande importanza per me, ma per quei popoli che si sentono discriminati dal laicismo occidentale…

fab

Come no, la religione ha una grande importanza. Quale non importa, no? Il punto è che ha una grande importanza. E insomma.

fab

Non sono i popoli che si sentono “discriminati dal laicismo occidentale”, sono le persone che sono discriminate dall’accesso alla produzione, alla conoscenza, alla giustizia… e non sarebbero discriminate, se avessero potuto scegliere come crescere, senza essere condizionate da genitori mentecatti dominati dall’impulso di trasformare i figli in mentecatti.
Ma immagino che anche l’istruzione obbligatoria sia una inqualificabile violazione dei diritti dei mentecatti.

gemini

Sono pensieri falsi diffusi da persone dai valori corrotti come te…
Ti saluto

fab

E con una frase che vorrebbe essere l’ultima e decisiva parola, ma denota una resa incondizionata per mancanza di argomenti, gemini abbandona.

gemini

Secondo te, meriti il privilegio secondo cui io dedico il mio tempo libero per parlare con una persona senza valori, vuota, che non sa andare oltre ai suoi “principi vuoti” (che vuole imporre ad altri tralaltro)??? Meriti questa cortesia?????

fab

Be’, lo stai facendo.
Quanto ai valori, i miei (razionalità, equità, lealtà, responsabilità, principio di realtà, coerenza…) sono basati su ciò che esiste, i tuoi no, quindi sei molto più realistico tu come persona senza valori.

gemini

Sono valori falsi, corrotti e tu a quanto pare sei una persona “vuota”, non comunichi, fai solo rumore. Niente più.

faber

“Tu parti in malafede, credendo che tutto quello che fa la religione sia una sciocchezza, quando invece ha una grande importanza”
ahahahahah una risata vi seppellirà gemini. Sei senza argomenti, ti arrampichi sugli specchi, fai figure marroni come al solito e poi sparisci per evidente inconsistenza di argomenti.
@fab
Vergognati, dovresti chinarti e ringraziarlo del privilegio che ti ha dato nel parlare con Egli, capito? E ora vai via da questo sito e smettila di troll…aspetta un attimo…questo è il sito dell’UAAR…non sei tu a trollare…e mi sa che nessuno ha richiesto la presenza di messere gemini…

gemini

faber, dov’eri quando distribuivano i cervelli?
Ah scusa… (lo dicevo così per dire…)

fab

Ma guarda che gemini è uno tosto. A quest’ora i giuseppi e e fino gli enrichi sarebbero boccheggianti.
Certo che sostenere che razionalità, equità, lealtà, responsabilità, principio di realtà e coerenza sono valori falsi e corrotti significa sostenere che la loro negazione (irrazionalità, iniquità, slealtà, irresponsabilità, principio di autorità) è vera e sana.
Sta messo male, il fanciullo. :lol: E non è che migliora la situazione rispondendo a un tale che, secondo lui, non comunica. Si dà del visionario da solo. Contento lui…

gemini

fab il modo in cui li usi, è sbagliato, io lo e tu lo sai, non raccontiamoci favole….

Kaworu

secondo me si sono trovati tutti a casa di uno di loro, e stanno unendo le forze…

magari la mamma gli ha anche preparato i panini con la nutella e in frigo c’è la spuma (come oratorio comanda) ;)

Stefano

@ gemini

Sono valori falsi, corrotti e tu a quanto pare sei una persona “vuota”, non comunichi, fai solo rumore. Niente più.

A onor del vero quando leggo i tuoi interventi oltre al rumore sento anche la puzza….

manimal

ehilà, gemini!!

in gran spolvero oggi, vedo!

attento che a forza di parlare con gente vuota, l’eco ti rintrona il cervello…

bardhi

ragazzi ecco a voi gemini il primo cervello elettronico, MADE IN VATICAN, in grado di rispondere ai umani, invece del algoritmo di turing usa algoritmo di benny, è instancabile, ripete al infinito le nozioni che i programmatori li hanno caricato in memoria, usa linguaggio colorito, a volte pure tropo, l’unica pecca che non riesce a creare frasi piu lunghe di 3 righe, gli programmatori divini stano lavorando e verrà tutto implementato nel nuovo programma gemini 0.2

Giona sbattezzato

gemini esponi la grande importanza di mozzare i piselli.

Southsun

Facile: lo dice la religione. Lo dicesse una legge laica, apriti cielo.

A questi pazzoidi i preti hanno fuso il cervello e al suo posto ci hanno messo un nastro registrato.

Non per nulla in materia è stato scritto pure un libro: “Capire la mente cattolica”.

faidate

E pensare che il 6 gennaio noi facciamo festa perchè nientemeno che il figlio di dio, nato da una vergine, è stato circonciso!

Florasol

gemini, sei patetico. Per fortuna vi state estinguendo.
Imporre la propria visione religiosa ad un minorenne (o addirittura ad un neonato inconsapevole), tramite una mutilazione fisica? questo sì è staliniano, ma nemmeno la Russia di Stalin ha mai consentito l’ingreso al partito ai minorenni, voi siete un passo oltre.
Non avete rispetto nemmeno per i vostri figli, CHE NON SONO OGGETTI DI VOSTRA PROPRIETA’ ma persone quanto voi.

p.s. se siete così tanti, perchè conventi, seminari e chiese sono sempre più vuoti?

gemini

Florasol ho già detto di essere cattolico, non è un problema della mia religione.
Comunque mi sembra quanto meno singolare il fatto, che uno Stato liberale non permetta ai genitori di educare la propria prole come meglio creda.
L’assolutizzazione e l’omologazione dei valori che imponete è davvero sintomo di intolleranza e invadenza della Cosa Pubblica.
In Russia si omologavano tutti i bambini.

Kaworu

quindi se per un genitore le percosse sono metodi educativi, lo stato deve lasciare che gonfino come zampogne i propri figli?

gemini

Kaworu lo capisce l’italiano?
Ho detto rispetto per quelle tradizioni, ove è possibile farlo.

fab

Quindi sì, botte da orbi e viva la tradizione. Vorremo mica sostenere che se qualcosa dura “per tradizione” non ha nessun motivo serio per durare, no?

Kaworu

quindi il criterio è “se lo impone la religione va tutto bene”?

ti faccio presente che la bibbia, che dovrebbe essere il tuo libro sacro, permette e incoraggia in più punti le punizioni corporali.

quindi nella tua ottica, sono e vanno permesse perchè non solo rientrano nella tradizione di un popolo, nella libertà di educare del genitore, ma anche nei dettami religiosi.

Mario

Non capisco perchè avete smesso di bruciarci tradizionalmente.
Forse per paura dell’effetto serra?

Kaworu

Proverbi 13
24 Chi risparmia il bastone odia suo figlio,
chi lo ama è pronto a correggerlo.

Deuteronomio
21,18
Se un uomo avrà un figlio testardo e ribelle che non obbedisce alla voce né di suo padre né di sua madre e, benché l’abbiano castigato, non dà loro retta, suo padre e sua madre lo prenderanno e lo condurranno dagli anziani della città, alla porta del luogo dove abita, e diranno agli anziani della città: Questo nostro figlio è testardo e ribelle; non vuole obbedire alla nostra voce, è uno sfrenato e un bevitore. Allora tutti gli uomini della sua città lo lapideranno ed egli morirà; così estirperai da te il male e tutto Israele lo saprà e avrà timore.

Proverbi
23,13
Non risparmiare al giovane la correzione, anche se tu lo batti con la verga, non morirà; anzi, se lo batti con la verga, lo salverai dagli inferi.

Siracide
30,12
Piegagli il collo in gioventù e battigli le costole finché è fanciullo, perché poi intestardito non ti disobbedisca e tu ne abbia un profondo dolore

Stefano

@ Kaworu

che il problema di gemini sia che è stato TROPPO educato secondo i sacri e tradizionali principi da te riportati? Chissà, magari non avevano buona mira e hanno un pò esagerato con quelle che dovrebbero essere le parti più nobili….
Il che renderebbe conto in maniera perfetta dei suoi interventi….

Stefano

@ gemini

Pensa se un giorno avendo necessità di una trasfusione tu ti trovassi davanti un ematologo Testimone di Geova. Sapendo che per lui si tratta di tradizione molto significativa saresti orgoglioso di accontentarlo.

Anch’io, te lo assicuro, ho molto rispetto per quella che ormai è diventata la tradizionale e significativa sequela di stupidaggini che produci e di cui vai giustamente orgoglioso. Fregatene di questi ateacci insensibili a queste virtù!

bardhi

@ Kaworu
tempo fa nel programma della La7 “SOS TATA” ha fatto vedere una famiglia veneta, padre italiano madre brasiliana cristiana evangelista, la signora molto giovane faceva la mamma a tempo pieno e il marito piccolo imprenditore era poco presente, avevano 3 figli età fra 7-13 anni. I bambini erano molto disordinati, litigiosi fra di loro e facevano disperare questa povera donna. al arrivo della tata, la mamma ha fatto vedere i mezzi e il suo metodo educativo, un frustino e la bibbia. Si ricordava che i suo genitori aveva educata lei e le sue sorelle nello stesso modo :-(

Kaworu

la cosa mi stupisce poco, bardhi.

ma non credere che tra i vari cattolici ci siano mezzi molto differenti.

il ceffone dopo che i bambini sono usciti dal controllo (che magari non c’è mai stato) è praticamente la norma.

siamo lontani anni luce dai paesi che esplicitamente proibiscono qualsiasi intervento fisico sui figli (e che, casualmente, hanno ben poca criminalità)

Gaglia

Ma gemini secondo me in realtà è Carcano, lo fate per animare un po’ i commenti vero? Birichini!

mistergrey2

“Un governo liberale…che limiti l’aborto…che dia soldi soltanto alle organizzazioni religiose (scommetto solo a quelle cattoliche vero? o anche valdesi e musulmani?)…che limiti i dirtti del malato…che consacri la vita (questa poi me la spieghi nei dettagli…)…penso tu confonda il significato del termine liberale con quello di cattolico…non sono sinonimi sai?”

Ma nemmeno sono agli antipodi, con buona pace di Pio IX.

Il liberale doc è nemico non solo delle libertà sindacali , ma anche di quelle civili.

Il liberale doc ti fa pagare la tassa sul macinato, a volte pure il testatico (la droghiera britannica), e se incazzi ti sguinzaglia contro i suoi bracchi.

In alcuni posti il liberale doc ti sbatte dentro se pratichi la sodomia e ti dà l’ergastolo se sei un ladro di merendine abituale.

I liberali cattolici esistono almeno dai tempi di Manzoni , anche se all’inizio la chiesa resistette a questo connubio.

Più tardi, attuate le “rivoluzioni borghesi”, liberali e chiese si ritrovarono dallo stesso lato della barricata, entrambi unite dal culto del vitello d’oro , il vero “deus absconditus” delle confessioni cristiane. Un vitello d’oro che si trasforma in un ripugnante minotauro, bramoso di potere e di sofferenza (altrui).

Quindi Gemini non è che le spari grosse nel definirsi “liberale”.

faber

Piccolo annotazione per chi cianciava di dialogo in qualche post precedente: i soggetti con cui si vorrebbe dialogare sono i gemini di turno con una “piccola” differenza: tanto più si sale nella gerachia, tanto più sono in grado di far valere la loro arroganza e tracotanza. In bocca al lupo e buon dialogo!

gemini

Arroganza, l’arroganza di imporre i tuoi valori agli Ebrei? Questa non la noti…

fab

L’arroganza di imporre i propri valori a un’altra persona che ha la sfortuna di essere tuo figlio? Questa non la noti; e sì che viene prima.

Florasol

l’arroganza di imporre la tua religione ad un bambino che non ne ha alcun bisogno. Dovrebbero levare la patria potestà per una cosa simile.

Kaworu

per questi soggetti, caro fab, i figli sono sostanzialmente una proprietà

gemini

signora Florasol la libertà di educare la propria prole nei propri valori è una garanzia della nostra Costituzione. Vuole modificarla, si accomodi…

Kaworu

quindi se lo stato ti impedisce di gonfiare tuo figlio di mazzate perchè la tua cultura ti consente quel tipo di “educazione”, sta ledendo il tuo diritto all’educazione di tuo figlio?

fab

Che fai, riprendi il discorso daccapo? Chiodo fisso è. Notevole comunque che non ti sfiori nemmeno il fatto che la patria potestà possa essere revocata. Per legge, eh.

Kaworu

ha la rigidità di enrico e anche la sua concezione di figli come schiavi/proprietà, e la mancanza di argomenti di giuseppe. si, secondo me son lì che sbriciolano sulla scrivania dandosi pacche sulle spalle.

gemini

Kaworu ho detto per caso di sì?
Ho semplicemente chiesto rispetto per quelle tradizioni.
Non significa che ciò consenta la violenza da parte degli altri.

FSMosconi

@gemini

Ma appunto per questo non puoi fare una cosa del genere ad un figlio prima della sua maggiore età o quanto meno consapevolezza della cosa… giusto?

@Kaworu

L’immagine sarebbe piuttosto pittoresca ma un tantino campata per aria secondo me: si riderebbero troppo in faccia per riuscire a scrivere, come due indovini che si incrociano per strada ;)

Kaworu

se nella tradizione di un individuo ci sono le punizioni corporali quindi, nella tua ottica vanno bene.

tante culture le hanno.

anche quella italiana (hai mai sentito il detto “mazz’ e panelle fanno i figli belli, panelle senza mazz’ fanno i figli pazz’”?).

quindi nella tua ottica se è tradizione, allora tutto è permesso.

anche le percosse.

Kaworu

in molte culture (compresa la nostra) comprende però anche le percosse.

per “tradizione”.

quindi per te vanno bene.

Kaworu

riportiamo qui per comodità ciò che dice la bibbia sulle percosse.

per un cattolico sarebbe quindi lecito, religiosamente parlando, percuotere il figlio.
per tradizione tra l’altro, qui si bacchettavano le mani e le terga, oltre alle cinghiate e affini (ripeto detti vari ed eventuali che cambiano di regione in regione).

per gemini quindi è lecito, sulla base RELIGIOSA e della TRADIZIONE riempire di mazzate i figli per educarli

Proverbi 13
24 Chi risparmia il bastone odia suo figlio,
chi lo ama è pronto a correggerlo.

Deuteronomio
21,18
Se un uomo avrà un figlio testardo e ribelle che non obbedisce alla voce né di suo padre né di sua madre e, benché l’abbiano castigato, non dà loro retta, suo padre e sua madre lo prenderanno e lo condurranno dagli anziani della città, alla porta del luogo dove abita, e diranno agli anziani della città: Questo nostro figlio è testardo e ribelle; non vuole obbedire alla nostra voce, è uno sfrenato e un bevitore. Allora tutti gli uomini della sua città lo lapideranno ed egli morirà; così estirperai da te il male e tutto Israele lo saprà e avrà timore.

Proverbi
23,13
Non risparmiare al giovane la correzione, anche se tu lo batti con la verga, non morirà; anzi, se lo batti con la verga, lo salverai dagli inferi.

Siracide
30,12
Piegagli il collo in gioventù e battigli le costole finché è fanciullo, perché poi intestardito non ti disobbedisca e tu ne abbia un profondo dolore

Stefano

@ gemini

No, l’educazione comprende anche la morale

attento, potrebbero cercare di fregarti dicendoti che le percosse servono a instillare la morale. Preparati una scusa dovessero fartelo notare.
Attento, sono subdoli!
Ma a te non ti frega nessuno!

manimal

caro gemini, mi sembri un pò confuso.

nell’italia ATTUALE (non quella che ci auguriamo noi vuoti atei), i bambini non sono proprietà dei genitori, i quali non possono educarli come meglio pare a loro e con i mezzi che a loro aggradano.

esiste una cosa che si chiama patria potestà, che consiste nell’obbligo di provvedere ai propri figli e nel diritto di prendere decisioni in loro vece poichè essi hanno capacità giuridica (sono soggetti di diritto) ma non hanno capacità d’agire in senso giuridico (l’aquisteranno al 18° compleanno o in caso di emancipazione di minore che contrae matrimonio).

tale patria potestà, secondo le leggi italiane, PUO’ ESSERE REVOCATA, per uno o entrambi i genitori, allorchè essi nell’esercitarla, non tutelino quelli che sono gli interessi del bambino, o nel caso che usino verso di lui violenza.
subentra nell’esercizio della potestà un tutore nominato dal tribunale dei minori.

se trovi ciò assolutismo da stato ateo, rifattela col legislatore, che molto probabilmente per buona parte era stato eletto sotto lo scudo crociato
(DEMOCRAZIA CRISTIANA, per i giovani che ignorano).

Southsun

@ Gemini.

L’unica arroganza qui è la VOSTRA, che pretende di fare il bello e il brutto tempo sulla pelle dei bambini NATI sulla base di pazzie religiose false e vuote come le occhiaie di un teschio.

Se permettiamo la circoncisione dei maschi per ragioni religiose, allora dovremmo permettere l’infibulazione delle bambine e altri orrori partoriti da gente che dovrebbe vivere nelle spelonche (VOI).

Non si mutila un neonato per nessun motivo che non sia MEDICO.

Il vostro dio onnisciente ha dato il prepuzio ai maschi, e PROPRIO VOI (sempre col ditino puntato verso il “diritto naturale” e altre minchiate) glielo volete tagliare?

Tagliatevelo VOI in età adulta, se ancora credete alle favole per gonzi.

mistergrey2

Plaudo alla sentenza, se la notizia è correttamente riportata.

Dubito che la corte costituzionale tedesca abbia il coraggio di assecondarla.

uge

Gemini ammettiamo che paradossalmente,per mia religione io debba andare a rubare nella casa del vicino ogni prima domenica del mese,e (disgraziatamente) la polizia mi arresti per violazione di domicilio e furto.Avrei io il diritto di protestare perchè “lo stato laicista vuole distruggere le mie radici e la mia cultura”?

gemini

Ho già scritto, quando questi violi le leggi dello Stato in maniera grave o se la tradizione non è molto significativa…
Lo Stato permette ai genitori di educare la propria prole nei propri valori…. Costituzione alla mano….

fab

Quindi ledere fisicamente non è grave. E mi raccomando, la “significatività” della tradizione prima di tutto. Dimenticavo: la significatività si misura in significativoni.

Kaworu

quindi se è tradizione vanno bene anche le percosse, nella tua ottica.

lo stai solo confermando eh.

gemini

Guarda che comunque è una pratica medica, aiuta a combattere l’AIDS….

gemini

Guarda che comunque è una pratica medica, aiuta a combattere l’AIDS….

Kaworu

molto utile, quando sono disponibili i profilattici.

più o meno come è utile raparsi a zero quando sono disponibili gli shampoo.

fab

“aiuta a combattere l’AIDS”???? :lol:
Anvedi, quanto presagivano i beduini!
Dai un’altra, gemini!

gmd85

@gemini

Arrecare danno fisico, va contro la legge. Non si può pretendere nessuna esenzione per motivi religiosi. In ogni caso, sono più i problemi dei vantaggi. prova a girare a glande scoperto nelle mutande, poi mi dici se ti piace. alla lunga perdi sensiblità e non è bello.

Elefantino.82

Non diciamo cavolate su hiv e circ., oltretutto si mette a serio rischio la salute delle persone e in particolare delle donne (o dei gay) con queste credenze o miti. Non previene l’hiv o altre mst (i paesi con alti tassi di circoncisione sono quelli con alti tassi di hiv/mst, vedesi Stati uniti, africa, filippine..) “Male Circumcision Does Not Reduce the Risk of Incident Neisseria gonorrhoeae, Chlamydia trachomatis, or Trichomonas vaginalis Infection“, Inoltre sono stati fatti 22 studi in 22 paesi africani, in 18 il tasso di hiv o mst era maggiore tra gli uomini circoncisi che non in quelli intatti, in 3 non c’erano sostanziali differenze, solo in 1 l’hiv era maggiore negli uomini intatti. Circoncisione non protegge o previene le infezioni da HPV nelle donne (a parte che esiste da tempo un vaccino sicuro e efficace, anche x i ragazzi), come dimostrato nello studio di Settembre del 2011 all’University of Washington. SOLO L’USO DEL PRESERVATIVO PROTEGGE DA HIV O MST! Cosi come evitare di avere partner multipli, relazioni occasionali… Un saluto a tutti

Stefano

@ fab

AIDS

Acronimo di IDiozia e Scemenza.

gemini è un fautore della pratica perché portatore sano (?)

FSMosconi

Aihnoi, è tornato gemini con la sua idiosincrasia spinta… :roll:
E al solito ignora tutte le conversazioni precedenti: ecco un’altra cosa in cui non è cambiato e di cui avrei(emmo) volentieri fatto a meno. :roll: :roll:

Chissà se anche stavolta si appellerà alla divina gnosi…

gemini

Ciao Mosconi tutto bene?
La tua conoscenza della non-conoscenza si è affinata parecchio mi dicono….
Il mio amico deista….

FSMosconi

Oh, se conoscessi il Taoismo staresti ben lungi dal dire pseudo-koan del tipo:
conoscenza della non-conoscenza
Ma tanto: a quanto pare puoi permetterti di dare dell’ignorante pur essendoti mostrato come tale, e ciò faccio notare prescinde da me. Un ubriaco che dice ai sobri di essere ubriachi avrebbe detto Celso.

Ma d’altronde, mi fa specie uno che si dice sapiente di cose divine ignorare le parole di Pietro sulla “sapienza del mondo”, resa a suo dire pazza dal suo stesso Dio. Se la tua sapienza fosse la forma ultima, l’archetipo di queste insomma tanto vale dire che sei insensato nevvero?

Oh, e per l’ennesima volta: sono ateo nei confronti di qualsivoglia divinità. Repetita juvant.

gemini

Lo vuoi capire che se lo scoprono non ti rinnovano la tessera e finisci male? :-)
Ma se dicevi che credevi in una forza vitale…

FSMosconi

@gemini

Copia le mie parole prego. Così vediamo se non stai bluffando.
Anche perché anche se fosse avrai certo capito male (e di proposito visto il personaggio…): saprò almeno io quel che io ho effettivamente scritto, non credi?
Oh, lo scrissi poco sotto:
E per inciso: non sono ancora iscritto all’UAAR ma grazie lo stesso.

FSMosconi

Lo riscrivo:
Oh, e per l’ennesima volta: sono ateo nei confronti di qualsivoglia divinità.

E per inciso: non sono ancora iscritto all’UAAR ma grazie lo stesso.

Kaworu

mosconi, ho letto male e alla fine anzichè “divina gnosi” ho letto “diagnosi”.

beh, se si appellasse alla seminfermità mentale effettivamente sarebbe meglio per lui…

macellaio

Mi pare impossibile che a così tante persone sfugga l adifferenza fra una mutilazione genitale ed una circoncisione. La circoncisione nei paesi caldi è una norma igienica importante e diffusissima.
Tuttora è praticata negli ospedali ai bambibi che hanno una fimosi e non diminuisce minimamente nessuna delle funzionalità sessuali.
Ma se portate vostro figlio dal parrucchiere vi sentite in colpa perché lo mutilate dei capelli?????

giulio

La circoncisione non è affatto una norma igienica, non da quando hanno inventato acqua corrente e sapone.
Nella quasi totalità dei casi viene praticata per stupidi motivi religiosi e senza alcuna vera necessità.
I casi in cui la circoncisione ha un’indicazione medica sono pochi, ad esempio per curare la fimosi.
Che la circoncisione non abbia effetti invalidanti è vero, ma resta nella gran parte dei casi un intervento inutile e quindi da non eseguire su minorenni.
Inutile aggiungere che il tuo paragone col taglio dei capelli è del tutto improponibile, sarebbe molto più calzante un paragone con l’appendicectomia in mancanza di infiammazione dell’appendice.

moltostanco

@macellaio (….)

hai avuto la fimosi e ti hanno praticato la circoncisione ? se no, taci.

non sarà invalidante ma è estremamente fastidiosa e negli anni peggiora (io lo so ….)

Norma igenica ? ma allora il “Disegnatore Intelligente” che ha fatto ?

fab

Chissà come mai, se è una norma igienica, qualche popolazione dei paesi caldi la pratica, qualche altra no e in queste ultime non si assiste ad alcun flagello epidemico pisellare.
macellaio, lascia stare, l’antropologia non è il tuo forte.

macellaio

flagello epidemico ovviamente no, ma malattie correlate spesso.

Maurizio da Gorizia

L’unica malattia per cui vedo la circoncisione come terapia è la fimosi (e a me è capitata: letteralmente il “coso” mi si stava strozzando).
Capisco, lo vogliono loro, quei pornoattori che per aumentare la durata delle loro “azioni” si fanno circoncidere da adulti. Ma lo voglio loro, appunto, e non so se davvero il beneficio sia reale o solo psicologico (forse in diversi casi lo fanno per estetica).

Riguardo a quanto detto sull’asportazione preventiva dell’appendice senza appendicite in atto, l’unico caso in cui è o è stata richiesta riguarda o riguardava gli imbarcati sui sottomarini lanciamissili della Marine Nationale francese. Non mi risulta peraltro che altre marine con simile naviglio (USA, URSS/Russia, Gran Bretagna, Cina) lo facciano. Non so nemmeno se lo facciano più nemmeno i francesi.

manimal

macellaio, mi sovviene che un’ottima prevenzione dell’artrite del ginocchio, pare sia l’amputazione a metà femore.

che aspetti? mica vorrai correre il rischio, no?

Luigi Tosti

Buona questa! Sarenne interessante andare dal barbiere e chiedergli una spuntatina ai capelli e all’uccello (nel senso di organo genitale maschile)! Penso che rimarrebbe perplesso, perché la seconda “spuntatina” è un atto chirurgico, che si può giustificare (ma va compiuta da un chirurgo) solo in presenza di malattie o malformazioni come la fìmosi o fimòsi che dir si voglia, e non per soddisfare credenze religiose. Questa mutilazione, poi, riduce la sensibilità del “guerriero calvo” ed oltraggia la sensibilità del Sommo Disegnatore Intelligente.

Priapus

@ myself – grazie dell’indicazione, ho trovato il riferimento.

@ Gemini
ma tu stai parlando di “Santa Madre Chiesa” o di associazioni a delinquere/organizzazioni ma
fiose? Già, ora mi ricordo dei “frati di Mazzarino”, quelli alla lupara che andavano in giro ad am
mazzare gente, naturalmente dopo averla convertita alla fratellanza mafiosa.
Ma tu non sei di quelli che sostengono che la tua chiesa sia una promanazione divina e qundi in
fallibile; poi c’è l’infallibilità del papa, naturalmente “ex cathedra”, anche se tante volte si ha l’im pressione che parli “ex comodo”. Dunque, doppia infallibilità, come mai sbaglia e così frequen
temente e pervicacemente? A meno che non sia guidata dal Maigno, bisognerebbe interpellare
l’esorcista Amorth.

Leonardo

Ma perchè questo gemini ci tiene tanto alla circoncisione dei bimbi indifesi ? Che se lo faccia tagliare lui, se pensa che sia una buona cosa…..
Un adulto può decidere di farsi tagliare quello che vuole, i minori invece vanno tutelati.

cesareTS

Io mi chiedo solo se sia possibile evitare dialoghi inutili e sterili con utenti chiaramente giocherelloni e simpaticoni ancorchè essi si credano intelligenti e furabacchioni da poter immaginare di divertirsi alle spalle degli altri mentre in realtà di coloro che soffrono veramente non nutrono alcuna comprensione nè voglia di essere loro utili. In queste cose questo sito ci perde parecchio…

Gabriele (dottore)

Domanda: penso che il medico andasse condannato perché incapace di eseguire un’operazione non semplice, ma BANALE! Ovviamente anche io sono contro la circoncisione maschile se non necessaria, tuttavia, non è da paragonare a vere mutilazioni.

myself

“Domanda: penso che il medico andasse condannato perché incapace di eseguire un’operazione non semplice, ma BANALE!”

Non sono d’accordo. Il punto non è che il medico ha sbagliato l’operazione, ogni intervento chirurgico comporta dei rischi e uno di questi rischi è anche che il chirurgo commetta un errore, magari pure stupido. Ma ha senso accettare questi rischi se sono bilanciati dal beneficio portato al paziente, oppure se ci sono rischi maggiori a non operare. Il punto è che eseguire un intervento chirurgico senza alcuna motivazione sensata su un soggetto inconsapevole invece comporta solamente dei rischi è questo che andrebbe condannato del comportamento del medico islamico.

moltostanco

Prima volta che mi leggo questi commenti, ma vedo che c’è un gruppetto di vecchi amici.

Però non ci casco dai, questo “gemini” non eè una persona vera. E’ tutto uno scherzo vero ?

Nemmeno un cattolico può arrivare a tanto …

moltostanco

si l’ho visto quel sito.

ma francamente non lo definirei, come nell’ultimissima relativa alla censura di facebook, “ultracattolico”.

purtroppo (per noi, non per i cattolici) è semplicemente … cattolico …

Odino

È tutto vero, è fatto precisamente così.
Leggi i suoi commenti su UCCR (basta usare google e uccr+gemini come chiavi).

Elefantino.82

La circoncisione maschile viola i diritti umani e del bambino, costituisce un aggressione psicofisica e psicosessuale al bambino e al suo diritto a decidere per il proprio corpo (voi vorreste x esempio che qualcuno vi tagliasse il lobo dell’orecchio solo perchè lo impone una religione – una superstizione?), quindi trovo giusta questa sentenza del tribunale tedesco. Non ha nessuna giustificazione medica, tutte le Organizzazioni mediche al mondo ne sono contro, la Circoncisione non rende il pisellino più pulito e igienico, al contrario, viene privato della sua naturale membrana protettiva, ed è più esposto a infezioni, a virus e batteri. Il prepuzio protegge il pene del neonato dall’urina e dalla materia fecale. Inoltre il prepuzio contiene il naturale sistema immunitario del corpo, con l’aggiunta di lisozima (antibatterico naturale presente solo nel latte materno e negli occhi), interferone, immunoglobuline di tipo A e B… La Circoncisione maschile è una pratica chirurgica irreversibile, con un alta incidenza di mortalità, piena di rischi e complicazioni (tra cui setticemia, formazione di ematoma, sanguinamento eccessivo e dolore acuto, infezioni, emorragie, risultato estetico poco soddisfacente, meatiti, skin bridges e lacerazioni, infezioni da stafilococco e streptococco, infezioni alle vie urinarie (UTI) o al meato, ritenzione urinaria, ascesso scrotale, perdita di sensibilità del pene e disfunzioni sessuali nell’età adulta, rimozione eccessiva o insufficiente di cute prepuziale, necrosi del glande, micropenismo e tante altre… La fimosi si cura tramite prepuzioplastica o plastica a zeta o tramite la drenazione/creme in età pediatrica (ricorderei che la fimosi “genuina e vera” è spesso causata proprio dalla circoncisione o da retrazione forzata del prepuzio nei primi anni). Non previene ne hiv, ne altre MST o hpv, attenti, diffidate nel vostro interesse da chi vi dice il contrario.
Una religione non la si puo’ imporre ai figli come fossero degli oggetti o un capo di bestiame come si faceva oltre 4000 anni fa. La circoncisione maschile va messa fuori legge o limitata sotto i 14 anni come in Sud Africa, Uganda.. ..
Grazie, e buona giornata a tutti.

mistergrey2

No , proibita a tutti i minori indistintamente.

Poi facciano quello che gli pare

mimmo

assolutamente d’accordo. e, applicando lo stesso criterio, dovremmo vietare ai genitori di forare le orecchie delle bambine per mettere orecchini….

Walter

@Mimmo
Si, bravo, non fa una piega. Poi la bambina da adolescente o adulta sceglierà autonomamente. Ma costringerla ad adornamenti invasivi è solo una violenza, concordo.

Kaworu

tra l’altro, se i buchi si fanno presto, poi se li ritrovano posizionati male quando son grandi (e personalmente sui bambini li trovo di una volgarità indecente)

mistergrey2

“Non esiste proprio che lo Stato invada la sfera “sacra” del privato, roba da manicomio”

E lo scrive un cattolico! Mamma mia che razza di impuniti. :-)

Però un tizio che fa infibulare le figlie non viola la “sfera sacra “del privato . Uno stato che eventualmente glielo impedisce, sì , la viola.

Perchè i figli sono proprietà del capobranco, no?

Il cattolico liberale……..

“Discriminare significa odiare o compiere atti ostili.
Oggi “i radical chic”( post-comunisti, che hanno sostituito la lotta di classe in lotta per “i diritti”) credono che se dici A discrimini B.
E’ un circolo vizioso che ci porterà alla catastrofe.
Ci vorrebbe un governo duro, che facesse smettere queste pagliacciate, dovrebbe prevalere il buon senso.
Oggi giorni tutti vogliono diritti e nessuno vuole i doveri”

Gratta il cattolico liberale e trovi il nostalgico.

Eh, quando c’era lui, caro lei!

Non a caso era chiamato dai cattolici “l’uomo della provvidenza.”

Mario 47

Mi pare che da non molto tempo viga anche in Italia una legge che vieta il taglio della coda e delle orecchie dei cani allo scopo di adguarli a norme assolutamente arbitrarie e bizzarre di conformità alla razza. Sempre per la legge italiana l’animale viene considerato proprietà del “padrone”: tuttavia questi non ne può fare tutto ciò che vuole.

Tralascio (e lascio alla logica e onestà intellettuale di Gemini) ogni ulteriore considerazione relativa al trattamento degli infanti.

NB
Personalmente ritengo i dettami delle numerose e svariate religioni altrettanto importanti ed universali dei dettami delle numerose e svariate razze di cani.

mario

giulio

Cioè siamo al punto che i cani sono più protetti dei bambini.
Fortunati i cani a non avere religione.

Batrakos

Se è per questo sono più protetti anche davanti alla sofferenza della morte.
Quando il mio cane era -vecchio ed ammalato- agli ultimi suoi tempi di vita e stava soffrendo seriamente, ho potuto portarlo dal veterinario e dargli una morte dignitosa tramite l’eutanasia (‘a fini umanitari’ scrisse l’impiegato comunale quando, come si dovrebbe fare, ho comunicato la sua morte col certificato del veterinario).
Se anzichè un cane fosse stato un uomo, e dunque avesse potuto mettere previamente per iscritto la sua volontà (dunque nemmeno di un suo tutore, o comunque un tutore giuridico sarebbe stato quello che lui avrebbe nominato e non qualcuno che la sorte gli aveva messo davanti, cioè io anche se penso di essermi sempre comportato bene con lui) di non trascinare l’agonia una volta malato, sarebbe dovuto morire -alla luce della legge attuale- tra sofferenze indicibili o tra dosi di morfina che gli avrebbero tolto ogni dignità.

Mi scuso per l’off topic, ma mi pareva interessante sottolineare questa ulteriore assurdità che i commenti di Mario e Giulio mi hanno messo in mente.

Mario 47

Riguardo al mio commento di poco fa: sia le religioni che le razze dei cani sono state costruite da uomini. I costruttori di razze canine sono più tracciabili dei costruttori di religioni.

mario

Mario 47

Visto il successo, continuo a sfruttare la vena:

I criteri di appartenenza ad una razza canina sono meglio definiti e sopratutto rimangono costanti nel tempo rispetto a quelli che definiscono una religione.

mario

alessandro pendesini

Leggendo i commenti di Gemini ho a volte riso a crepapelle, -ottimo per la salute- poi subitamente fui invaso da una certa tristezza : il vedere come possa essere ridotto mentalmente (psicologicamente) un essere umano !
E qui non credo (modestamente) ci siano dubbi ! Gemini ha segni evidenti di squilibrio mentale (forse) irreversibili ! Ecco come il martellamento e/o indottrinamento di certe religioni possono ridurre (o atrofizzare) il nostro neocortex ; questo caso (e non solo, purtroppo) ne è la prova lampante ! Gemini, come in certi casi di anosognosia ecc.., non ha miinimamente coscienza del suo stato psicosomatico reale. Puo’ solo, da buon paranoico, immaginare che tutti coloro che non si conformano alle sue idée, o convinzioni (assurde) si sbagliano !!! Purtroppo….

Andrea S.

Scusa ma non penso che solo Gemini abbia problemi.
Comunque oltre alla circoncisione religiosa ci sono paesi dove si effettua per motivi culturali, come in Madagscar e la praticano tutti, musulmani, cattolici e protestanti. Per loro è una tradizione e motivo di appartenenza, orgoglio e molto altro.
Ora io non so chi abbia ragione ma penso che nel mondo non esista solo il pensiero occidentale, non credo che la verità sia nelle tasche di nessuno di noi. In più mi sa di pratica fascista il volere per forza inculcare in modo coercitivo (giustificandosi che se lo fanno loro lo faccio io) un idea a chi la pensa in modo diverso. In più l’idea di quelli diversi da noi hanno una motivazione storica, culturale e antropologica che avvolte le nostre ideologie non hanno o almeno non hanno più.
Vi credete migliori di un indigeno dell’amazzonia? di un ebreo? di un malgascio o di un cinese? Se la risposta è si allora la vostra è solo arroganza da primi della classe.

Kaworu

se in casa c’è l’acqua corrente e il bambino sta bene, la circoncisione è superflua.

tutto qui.

se vive insieme ai cammelli nella tenda del deserto, allora forse è meglio che si circoncida.

o forse anche per te va bene che so, scarificare la faccia di un bambino che abita a southampton solo perchè nel paese dei genitori questo era tradizione?

Stefano

@ Andrea S.

Se l’etica serve a qualcosa è al miglioramento effettivo o potenziale del benessere dell’individuo e/o della collettività. Un comportamento etico che non ha questo obiettivo, almeno in potenza, non saprei se definirlo tale.
Ora, lasciando da parte la circoncisione per motivi medicii, mi spieghi perchè una tradizione – la ripetizione di un comportamento nel tempo – debba essere considerato buon motivo per giustificarlo?
Mi dai un buon motivo del fatto che la circoncisione rappresenti un modo per aumentare il benessere dell’individuo e/o della collettività?
Come dice fab, se qualcosa dura “per tradizione” non ha nessun motivo serio per durare.
Io non sono un relativista come appari essere tu da quel che dici, quindi verità in tasca non ne ho ma metodi per accertarla si. Perché se tu affermi che nessuno ha in tasca la verità e nemmeno esiste un metodo per accertarla, beh, caro mio, non si può dire che il tuo intervento e la chiusa finale sia da prendere più in considerazione di un battito di mani o un fischio. L’affermazione che nessuno ha la verità in tasca e che ci crediamo migliori non contiene alcun elemento di verità, per tua stessa affermazione.

Non si tratta di credersi migliori, si tratta semplicemente di cercare di ragionare in modo corretto. Che è cosa che risulta più difficile di tentare di chiudere un discorso con:

Vi credete migliori di un indigeno dell’amazzonia? di un ebreo? di un malgascio o di un cinese? Se la risposta è si allora la vostra è solo arroganza da primi della classe.

Questa, alla luce dei principi da te stesso enunciati, risulterebbe essere arroganza, non saprei se da primi o da ultimi.

moltostanco

@Andrea S.

Ma scusa non capisco bene.

Secondo te (e gemini, ed altri) i genitori in forza della tradizione o del loro credo religioso possono fare qualunque cosa ai loro figli ? E l’infibulazione allora ? è tradizione anche quella.
E’ lecito il matrimonio combinato ? In alcune parti del mondo è tradizione anche quella.

moltostanco

eh, sono “moltostanco”. ho ripreso un argomento già toccato, scusate

Walter

Non prenderlo sul serio, è un troll. Gli rispondono perchè emula abbastanza fedelmente l’incoerenza e l’ignoranza degli pseudoreligiosi medi.

Marcoz

Gemini ha successo come può averlo il “Libro delle risposte” (avete presente il volumetto di risposte preconfezionate da scegliere alla cieca, in una pagina a caso, dopo aver posto un quesito qualsiasi, vero?): all’inizio incuriosisce e diverte, poi, per dirla con Alex Drastico, dopo cinque minuti rompe gli zebedei.
L’unica differenza è che Gemini replica prendendo a caso dei brani dalla Bibbia.

gemini

Alessandro Pandesini non capisco questa agitazione, ma vediamo di capirci.
Io ho detto semplicemente che pur non condividendo la pratica, trovandola come voi sotto un profilo religioso sbagliata, rispetto questa tradizione sentita dai due monoteismi principali: l’Islam, Ebraismo.
Secondo me è sbagliato vietarla in partenza, come giustamente ricorda l’articolo (citanto l’antisemitismo e antislamismo) può sembrare discriminatoria.
Non ci dimentichiamo che dietro queste religioni (nel caso dell’Ebraismo fondamentalmente) si nascondono “etnie”, con tradizioni e culti, che certamente arricchiscono il panorama culturale.
Proibire sarebbe a mio parere la scelta sbagliata.
Piuttosto cercherei di comprendere le motivazioni mediche e religiose e cercare un compromesso.
Non partirei subito pre – intenzionato.
Questa è la mia idea (non condivisa) ma comunque con intenti rispettabili (so benissimo che la critica mossa riguarda la libertà del neonato, però come ho già sostenuto spesso i genitori -nei limiti del possibile, nei limiti dell’accettabili- si curano del benessere morale dei figli.)

Southsun

Gemini è la prova-regina che ai cattolici i preti hanno impiantato un ricevitore di radiocomando in testa.

Il radiocomando ce l’hanno Ratzinger e Bagnasco. Loro premono un tasto, e questi emettono suoni.

macellaio

Leggendo tutti questi post vedo un problema complesso come il limite dell’autorità nell’educazione ed il supporto alla crescita dei figli trattato con una sicurezza ed un disprezzo per ogni forma di dubbio davvero disarmante.
Se dire “Secondo me” è il fondamento della laicità, qui siamo nel clericalismo più spinto.

FSMosconi

Infatti nel tuo post non l’ho visto il secondo me, né per l’opinione secondo cui i genitori debbano avere un’autorità del tipo che tu predichi (stranamente simile a quella professata da gemini e altri troll) né stranamente nel professare un “dubbio” che alla fine poi risulta il suo inverso: non è che in minore età puoi farci granché in questo senso soprattutto se si tratta di circoncisione, cosa che anche volendo non dipenderebbe da te e vista l’età non potresti contestare appunto esercitando il dubbio.

Altri giramenti di frittate?

macellaio

Nel mio post mi limito a fare una sintesi di quello che leggo.
Magari mi sbaglio, ma che senso ha rispondermi mettendomi nella tastiera cose che non ho scritto?
‘Secondo me’ :-) ogni forma di progresso passa sia per la critica che per l’autocritica, e io di autocritica da voi atei ne vedo davvero poca, meno che nelle parrocchie.

FSMosconi

@macellaio

Magari perché non c’è bisogno di sbandierarla in modo retorico? Tu che dici?

Nel mio post mi limito a fare una sintesi di quello che leggo.

Ora quindi lascerai che ti faccia una costruttiva critica sul tuo metro di giudizio sì? No, perché ripeto: ho avuto la netta impressione che tu abbia confuso ciò che tu ritieni in ciò che effettivamente è e vice versa: un po’ come dire scrivere una descrizione di un cibo e mangiarsi il foglio dicendo che quel foglio è effettivamente il cibo in questione…

Stefano

@ macellaio

“io di autocritica da voi atei ne vedo davvero poca”

E’ parte costitutiva del processo con cui vengono create le nostre credenze.
L’evidenza contraria serve a correggere.
Se non ne vedi significa che – per esempio – non hai capito come funziona il metodo scientifico.
Quello e la ragione sono gli strumenti presi a modello per la creazione, il mantenimento e la dismissione di una credenza da parte degli atei razionalisti.
E cos’altro altrimenti?

faber

Il limite dell’autorità finisce quando iniziano i diritti di autodeterminazione e più banalmente di integrità fisica e psicologica del bambino. Come dicevo più su, nessuno si sognerebbe di consentire ad un genitore di far tagliare un pezzo di orecchio al proprio figlio. Non vedo perchè per la circoncisione dovrebbe essere diverso. Il problema è che basta addurre una motivazione religiosa e improvvisamente qualsiasi cosa diventa una tradizione intoccabile. La cultura non è un’entità statica, bensì dinamica. Un tempo era normale costringere le ragazze a farsi suore e chiudersi in convento. Anche quello era un elemento culturale che per fortuna oggi nessuno (?) difenderebbe. Anche il termine tradizione è fuorviante. La tradizione è semplicemente un elemento culturale che si è consolidato nel tempo. Dal momento che la cultura cambia, cambiano anche le tradizioni. Ciò che oggi può essere innovativo un domani sarà tradizione e così via. La cultura si evolve al contrario delle religioni che sono costrette a difendere con le unghie e con i denti i propri dogmi insindacabili.

mistergrey2

“Scusa ma non penso che solo Gemini abbia problemi.
Comunque oltre alla circoncisione religiosa ci sono paesi dove si effettua per motivi culturali, come in Madagscar e la praticano tutti, musulmani, cattolici e protestanti. Per loro è una tradizione e motivo di appartenenza, orgoglio e molto altro.
Ora io non so chi abbia ragione ma penso che nel mondo non esista solo il pensiero occidentale, non credo che la verità sia nelle tasche di nessuno di noi. In più mi sa di pratica fascista il volere per forza inculcare in modo coercitivo (giustificandosi che se lo fanno loro lo faccio io) un idea a chi la pensa in modo diverso. In più l’idea di quelli diversi da noi hanno una motivazione storica, culturale e antropologica che avvolte le nostre ideologie non hanno o almeno non hanno più.
Vi credete migliori di un indigeno dell’amazzonia? di un ebreo? di un malgascio o di un cinese? Se la risposta è si allora la vostra è solo arroganza da primi della classe.”

Se mi credo migliore, o per lo meno più civile di un maomettano che ritiene giusto torturare a morte adultere e omosessuali?

Sì . Pertanto tieniti il tuo relativismo da quattro soldi e dammi pure dell’eurocentrico.

Non si tratta di “inculcare” in modo coercitivo un’idea a chi la pensa in modo diverso, ma di impedire comportamenti criminali che danneggiano il prossimo , nel caso in questione un prossimo che non si può difendere.

Non tutte le idee sono ugualmente buone e rispettabili.

“In più l’idea di quelli diversi da noi hanno una motivazione storica, culturale e antropologica che avvolte le nostre ideologie non hanno o almeno non hanno più.”

Ogni credenza e ogni pratica sociale ha una motivazione, gli antropologi e alcuni filosofi ce ne diedero contezza.

E allora?

Questo significa forse che l’individuo deve soggiacere a qualsiasi imposizione proveniente dagli interpreti della sua “cultura” , mentre chi appartiene ad un’ altra cultura non ha diritto di intervenire?

Ah che brutta cosa l’antropologia culturale maldigerita! :-)

Commenti chiusi.