Russia, avvocato islamico vuole tribunali per applicare sharia

Nonostante (o forse proprio per) il fallimento lampante dell’esperienza in Gran Bretagna, anche in Russia c’è chi vuole l’istituzione di tribunali che applichino la sharia. Le parole di Dagir Khasavov, avvocato di religione islamica, durante un’intervista su Ren-Tv hanno suscitato un vespaio. Ha detto che qualsiasi tentativo di impedire la creazione di corti islamiche finirà in un “bagno di sangue”. ” I musulmani non vogliono essere coinvolti nel sistema giudiziario”, ha aggiunto. Non solo, ma che “istituiremo regole che ci aggradano, che voi lo vogliate o no”.

L’avvocato è stato denunciato dal partito di opposizione liberal-socialista Yabloko per le sue affermazioni che incitano all’estremismo e su di lui indagherà il ministero dell’Interno. Il presidente del Consiglio presidenziale russo per i diritti umani, Mikhail Fedotov, ha rigettato l’idea di Khasavov. I leader islamici russi si sono prontamente dissociati dalle parole di Khasavov, negando di voler creare corti islamiche.

Il portavoce della Chiesa ortodossa, Vsevolod Chaplin, ha condannato le uscite dell’avvocato perché “è assolutamente sbagliato suggerire di imporre norme religiose a quelli che non appartengono a quella comunità religiosa”. Ma ritiene normale che le comunità religiose applichino delle norme cogenti sui loro fedeli, all’insegna del comunitarismo e del tradizionalismo.

D’altronde in Russia la Chiesa ortodossa ha riconquistato spazio e privilegi, con stretti legami col blocco di potere di Vladimir Putin. E che pretende, ottenendolo, il rispetto della religione ortodossa contro qualsiasi atto giudicato un’offesa o una provocazione. Come dimostra ad esempio il caso del gruppo punk femminista Pussy Riot. Una Chiesa di potere e chiusa a riccio, che accusa di complottismo quando emergono casi imbarazzanti e scandali.

Questo articolo è stato pubblicato venerdì, 27 aprile 2012 alle 10:36 e classificato in Generale, Notizie. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

62 commenti a “Russia, avvocato islamico vuole tribunali per applicare sharia”

  1. Kaworu scrive:

    devo dire che hanno davvero ben chiaro il termine “democrazia”.

  2. Antonio scrive:

    Espulsione immediata di tutti gli immigrati con radici culturali islamiche, difendiamo l’Europa umanista e illuminista che affonda le sue radici nella civiltà classica.

    • Gianluca scrive:

      Io non ne farei neanche un problema culturale, la metterei sul rispetto delle leggi e dei diritti umani.

      • Unapietra scrive:

        infatti i mulsim adorano le leggi degli stati democratici” e ricorrono sempre alla scusa del rispetto dei diritti umani e alla lotta contro la discriminazione, per poter opprime e imporre le loro baggianate .

    • exodus scrive:

      basterebbe applicare le normali procedure della democrazia per evitare ogni tipo di deriva tirannica, a meno che non si condonde democrazia con multiculturalismo sinistroidecomunista alla caccia di facili voti del cazzo, o la xenofobia populista delle destre…….bisogna assimilare gli immigrati non ghettizzarli, evitare gli accentramenti effettuare una frammentazione delle etnie fare un piano regolatore dell’immigrazione, mettere i clandestini a debito dei paesi di origine non sulle spalle dei cittadini, evitare che nel pese ci siano un numero non superiore al 15% e dare diritto di prelazione ai cittadini del proprio paese che se ne deduce che attraverso il piano regolatore per l’immigrazione entrino cittadini stranieri dove servono secondo un ordine preciso con controlli sanitari ben determinati….la democrazia si regge sulle regole sulle leggi sul controllo e nell’evitare le tensioni sociali….nessuna deroga a nessuna religione, le popolazioni semitiche che hanno una prossemica quasi nulla si dissolvono in un sistema di decentrazione dei gruppi

    • Mannaz scrive:

      I musulmani in Russia non sono immigrati, ma popoli islamici da secoli, di etnia turcica o caucasica, p.es. Tartari e Ceceni, che vivono nelle loro repubbliche dentro la Federazione. In Russia non esistono il multiculturalismo e il buonismo suicidi che imperano in Europa Occidentale.

  3. Unapietra scrive:

    i muslim tendono a non farsi assimilare, ma ad “imporre” le loro regole , e sfruttare le regole democratiche per fare questo..naturalmente i vari rinco-liberal-radical-chic- sinistrati, applicano il rispetto dei diritti umani anche a chi si ci pulisce il sedere con quelle regole, il cancro non si combatte con le zollette di zucchero.

    • exodus scrive:

      bè per il modo di intendere la democrazia di questi partitini europei altro che zollette di zucchero, sembrano cucchiaini di miele……il problema è un altro facendo così si alza la tensione sociale e quello che non capiscono i muslim è che l’europa reagisce male a reazione a catena e senza che se ne accorgono grazie ai muslim rinascono tanti piccoli proto hitler che dal nord europa sino ad arrivare al sud già cominciano l’avanzata, e la lega nord sembrerà al confronto il partito dei teletubbies……..le politiche sbagliate e la paura sociale generano ciò che viene chiamato nazismo e fascismo e dipenderà tutto da chi incanalerà questi sentimenti e allora i muslim si chiederanno dove erano vissuti fino ad adesso?

    • Mannaz scrive:

      L’ascesa delle estreme destre è ormai inevitabile, e auspicabile!

      • Manfredi scrive:

        Giusto!
        Cosi’ ci liberiamo una volta per tutte di queste DEMOGIUDOPLUTOPIPPO(PIPPA)COMUNISTOGAYALIENOBOCCIOFILOARIDEMOCRAZIE!

      • Kaworu scrive:

        cavolo manfredi, mi hai preceduto XD

        beh chissà mai che le estreme destre migliorino la sanità pubblica, così certi individui saranno meglio assistiti dai CPS :P

      • Mannaz scrive:

        Il vostro cinico sarcasmo non fa che evidenziare la vostra ridicola aridità culturale; non apparite certo come persone intelligenti.

      • elena scrive:

        Mannaz, parli come un piccolo Breivik.

      • Mannaz scrive:

        Meglio che parlare come una piccola mondialista xenofila.

      • Kaworu scrive:

        ah, se ti sentissero gli andoriani…

      • fab scrive:

        No, razza di criminale, esprimersi come Breivik non è meglio di assolutamente niente.

      • Mannaz scrive:

        I numeri non mi danno forse ragione?

      • nightshade90 scrive:

        i fatti non ti danno forse torto?

      • manimal scrive:

        i numeri li dai tu.
        vai con la tombola!

      • Bee scrive:

        “Mannaz, parli come un piccolo Breivik.”

        “Meglio che parlare come una piccola mondialista xenofila.”

        Mannaz, andiamo al sodo.

        Cosa pensi di Breivik? Perché molti dei tuoi discorsi sulla purezza razziale e culturale fanno veramente spavento. E qui lo pensano tutti.

      • Ricco in Fede scrive:

        Sarei curiosodo di vedere questi numeri…
        qualche link da suggerire?

      • fab scrive:

        I numeri di che cosa, Mannaz? Roba del genere “il tre è il numero perfetto”, “il sette è un numero sacro presso molte culture” e altre scempiaggini sul tuo stile?

      • Mannaz scrive:

        Intendevo i numeri che stanno ottenendo i vari partiti delle destre radicali in molti Stati Europei, spesso quelli che per primi si fecero portatori delle istanze della modernità liberale e progressista (Olanda, Francia). Questi dati sono indicatori di una cosa molto chiara: la modernità con la sua ideologia del progresso ha fallito, è un fallimento, e i popoli sono sempre più consci di ciò, e sempre più stanchi delle élites di sinistrati intellettualoidi radical-chic.

      • fab scrive:

        Scemenze. La destra si fa sentire (non “vince”, perché vincere significa governare e la destra governa sempre meno) perché dà risposte a prova di imbecille, poco importa se utili, e perché tutti gli altri non sono chiari su come comportarsi con i fanatici stranieri. Peccato che la destra sia fanatica uguale.
        Sei tu che credi che le scelte della popolazione siano improntate a motivi estetico-culturali; sei tu l’intellettualoide. Sai quanto gliene frega a un operaio se c’è in giro qualcuno di meno col turbante e qualcuno di più con l’elmetto; è il salario quello che ci dev’essere in giro.

      • Mannaz scrive:

        La destra governa sempre meno? I numeri dicono altro, cioè che è in crescita esponenziale. In Austria i due partiti della destra radicale hanno fatto insieme il 30% alle elezioni del 2010. Puoi negare l’evidenza quanto vuoi, ma l’Europa è sempre meno zeccosa.

  4. gmd85 scrive:

    Non vogliono avere a che far con il sistema giudiziario? Però nei paesi occidentali ci voglioni vivere.

  5. romeno10182 scrive:

    finalmente un islamico che di ce quello che pensa.. e che pensa il 90 % degli islamici.. questa e’ la loro natura, che vi piaccia o meno

    • fab scrive:

      Questa è la natura dell’islam, non dei musulmani.
      Quella dei musulmani varia da individuo a individuo.
      O si ragiona o, se si massifica, si è come loro.

    • bardhi scrive:

      Imporre le proprie regole al resto del società è un tratto della nostra natura, tratto fortemente spiccato nelle persone religiose e in particolare ai fondatori del islam.

      Quando molte persone con un tale tratto molto spiccato si accomunano sotto il mantello di una religione che questo tratto lo ha istituzionalizzato, diventa facile a trascinare anche il resto dei credenti non proprio propensi ad applicare la regola, ecco perche l’islam e l’islamico (ovviamente non ogni singolo musulmano di questo mondo) diventano un potenziale pericolo per la democrazia.
      Le dinamiche del gruppo poi fanno il resto, fin ora non abbiamo mai visto che i moderati, per loro natura pacifici e negoziatori, si mettono contro i fanatici, anzi quando scopia la “rivoluzione” di solito si fano trascinare dalla corrente.

  6. francesco s. scrive:

    Che deficiente!

  7. Manfredi scrive:

    Quello che mi disgusta sono gli argomenti portati dal portavoce della chiesuccia ortodossa, tale chaplin, che invece di seguire le orme del piu’ illustre Charlie, ci fa capire in buona sostanza che i soli che si devono magnare il mercato sono gli ortodossi.
    E del resto come dargli torto, con un cumpare come putin?
    Per assurdo, se ci fosse un vero presidente laico e liberale, gli ortodossi sarebbero capaci di fare fronte comune con gli islamici pur di continuare a spennare polli.
    Ci si divide il pollaio e amici come prima.

    • Mannaz scrive:

      Se ci fosse un governo liberale come quello di questa opposizione liberal-comunista di cui parla l’articolo, tutti partituncoli lautamente finanziati dalle lobby anglo-sion-americane, la Russia sarebbe ridotta a un inferno multiculturale di sradicati e “cultura del consumo” come l’Europa Occidentale che è governata da questi poteri da decenni.

      • Batrakos scrive:

        Liberale e liberista non sono sinonimi… le garanzie costituzionali e la certezza del diritto-dovere (liberalismo) non sono necessariamente legate al culto del mercato come supremo regolatore (liberismo).
        Pensare che la critica odierna al mercato debba basarsi sulle società tradizionali è miope e antistorico, visto che la storia non torna mai uguale a se stessa; anzi riproporre un fenomeno storico a condizioni mutate rischia di essere una farsa.

      • fab scrive:

        “Liberal-comunista”… ma vedi di finirla, va’, non sai nemmeno il significato delle parole che usi.

  8. fab scrive:

    “So if you meet with these historians I’ll tell you what to say
    Tell them that the Nazis never really went away
    They’re out there burning houses down and peddling racist lies
    And we’ll never rest again until every Nazi dies”
    (Chumbawamba, “The Day The Nazi Died”)

  9. Batrakos scrive:

    ——I leader islamici russi si sono prontamente dissociati dalle parole di Khasavov, negando di voler creare corti islamiche.—–

    Spesso diciamo a ragione che i msusulmani non si dissociano abbastanza dalle frange interne più radicali; stavolta vediamo che una dissociazione netta c’è stata ed è giusto prenderne atto (se ben ricordo anche i fratelli musulmani in Egitto condannarono con decisione ed immediatezza la strage salafita nelle chiese copte; i fratelli musulmani sono nemici di laicità e diritti, ma se si sono dissociati e ricordo bene è giusto dirlo) .
    Sarà taqqya? Non saprei, però non si può accusarli se non si dissociano e sostenere che ricorrono alla taqqya se invece lo fanno, altrimenti si parte da un risultato obbligato e non si danno criteri razionali di discrimine, nel metodo più classico del complottismo.

  10. Mac scrive:

    semplicemente, diamogli fuoco. così il potere di hallà sarà visibile anche a distanza.
    scusate se esagero, ma proprio li vorrei tutti morti. in fondo, la mia è bontà: così se ne vanno (a fere in culo) nel loro paradiso, no?

  11. Laverdure scrive:

    Tutto dipende dall’opinione che Putin si fara della faccenda: se ritenesse (sicuramente a torto)
    che dare corda ai movimenti integralisti gli offra dei vantaggi,e’ facile immaginare le conclusioni.
    Se invece li riterra pericolosi,allora penso che sapra tenergli testa senza le fisime dei buonisti
    occidentali.(C’e sempre qualcosa di positivo in tutte le cose e in tutte le persone).

  12. Tomhet scrive:

    ” I musulmani non vogliono essere coinvolti nel sistema giudiziario”
    Allora, cari musulmani, potete andarvene affanculo a mettere in pratica la vostra malattia mentale, qui funziona diversamente.

  13. Laverdure scrive:

    Una notiziola che ritengo utile per valutare la cultura islamica integralista:
    http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/articoli/1044452/via-libera-al-sesso-con-le-mogli-morte-egitto-le-donne-lottano-contro-la-nuova-legge.shtml
    E notare che si tratta dell’Egitto,non di qualche staterello-banana del centro Africa.
    Che ne dite?

    • Kaworu scrive:

      io sinceramente mi domando la necessità di una simile legge… Oo

      perchè porta a trarre determinate conclusioni, eh.

      • Manfredi scrive:

        Cioe’ si sta parlando di necrofilia di stato?
        Spero di aver letto male!

      • Kaworu scrive:

        è quel che mi domando pure io.

        se c’è bisogno di una legge apposita, le conclusioni che si possono trarre sono piuttosto agghiaccianti

      • Laverdure scrive:

        @kaworu
        Le stesse conclusioni che si possono trarre dal fatto che il Corano ,se non sbaglio,proibisce esplicitamente i rapporti sessuali con animali.
        Diamine,evidentemente i sant’uomini che lo scrissero avevano una grande cura anche dei piu’ piccoli dettagli della vita.

      • Kaworu scrive:

        @laverdure

        quello non l’ho letto, per cui tutti i divieti non li conosco ;)

        ma mi pare che anche la bibbia proibisca cose simili, o ricordo male?

      • Laverdure scrive:

        @Kaworu
        Ora che ci penso ,non mi ricordo se il Corano proibisca tali rapporti o semplicemente
        fissi delle regole,come il divieto di mangiare la carne di animali “posseduti” in precedenza.

    • francesco s. scrive:

      Mi chiedo chi sia il malato di mente che abbia partorito o meglio abortito una simile proposta di legge, no perchè, non sono certo uno psichiatra, ma deve avere seri problemi.

      • Manfredi scrive:

        Proprio questa sera davano un film di zombie del regista Romero, chissa’ come mai, ma dopo aver letto questa notizia postata da Laverdure questo film non mi sembrava poi cosi’ lontano dalla realta’.

      • Laverdure scrive:

        E l’ironia della cosa,se ci riflettete un attimo, e’ che di tutte le violenze che l’islamismo impone alle donne( e non solo) questa NON e’ certo la peggiore.
        Dopotutto,per quanto ne so, i cadaveri non provano dolore,a differenza delle persone vive lapidate,impiccate,infibulate o frustate sulla pubblica piazza.

    • Laverdure scrive:

      Viene da chiedersi se i loro antenati,piu’ di tremila anni fa,che pure in materia di necrofilia non scherzavano (basti pensare ai colossali monumenti funebri e ai complicati procedimenti
      di imbalsamazione)sarebbero arrivati a tanto.
      Viva il progresso !

  14. Mannaz scrive:

    Toh: http://www.pmflegal.com/blog/index.php/2012/04/28/russia-muslim-lawyer-proposes-islamic-courts-forced-to-leave-russia/

    “Dagir Khasavov invokes sharia law and threatens a bloodbath in the country. Chechen leader Kadyrov denounces him. After intimidation, the man decides to take refuge in Europe.”

    La Russia lo espelle, i buonisti sinistrati europei lo accolgono con le loro bandiere multicolori e i cannoni pieni di fiori.

    • Kaworu scrive:

      dov’è scritto che è stato accolto a braccia aperte?

      se l’italiano (anzi, l’inglese) non è un’opinione, c’è scritto che ha deciso di andare in un paese europeo non meglio definito.

      il che mi sa più di fuga che di vacanza di piacere.

    • fab scrive:

      Mannaz, se ti piace tanto Putin, vai in Russia e sposatelo. Anche se, per una volta nella vita, anche lui ha fatto la cosa giusta, probabilmente per il motivo sbagliato (eliminare un concorrente, sia pure debole).

  15. bardhi scrive:

    Muslim Russian representative says there will be blood in streets of Russa if they don’t get Sharia

    http://www.youtube.com/watch?v=2Z6bOc6VpyA&feature=youtu.be