Senza fondi per i senza tetto: alla diocesi di Sacramento non piace la direttrice liberal

La Francis House è una ong di ispirazione cristiana di Sacramento, in California, che si dedica all’assistenza nei confronti dei senza tetto. Serve fino a 25.000 persone ed è diretta da Faith Whitmore, ordinata pastore nella Chiesa metodista.

Whitmore ha espresso opinioni liberal in merito all’aborto e ai matrimoni omosessuali. Nulla di sconvolgente per le correnti progressiste del mondo evangelico. Ma molto di disdicevole per la dottrina cattolica. Poiché la diocesi di Sacramento è uno dei finanziatori della Francis House, la circostanza non è di poco conto. Tant’è che padre Michael F. Kiernan, responsabile dei servizi sociali della diocesi, ha deciso di interrompere l’erogazione di contributi. Scrive il Sacramento Bee che i fondi devoluti dalla diocesi a Francis House, negli anni scorsi, si sono collocati tra i 7.500 e i 10.000 dollari Usa, su un budget della ong di circa 500.000. La decisione sembra comunque dovuta anche al timore che il riferimento a (san) Francesco possa far pensare a un’organizzazione cattolica. Evidentemente, la diocesi non vuole essere in alcun modo accostata a un’organizzazione di senza tetto liberal.

Secondo il sacerdote cattolico Thomas Reese, mantenendo posizioni simili “sarà molto difficile per la Chiesa cattolica trovare associazioni da finanziare”. Del resto, non è certo la prima volta che le gerarchie ecclesiastiche antepongono il rigido rispetto della dottrina al perseguimento di scopi caritatevoli. Un atteggiamento più che legittimo, purché sia chiaro a tutti, e soprattutto ai mass media, che questa è l’impostazione ufficiale.

Dal canto suo Faith Withmore ha già dichiarato che non intende retrocedere di un millimetro, anche perché conta sul pieno sostegno dello staff dell’organizzazione.

Archiviato in: Generale, Notizie

10 commenti

Gianluca

“sarà molto difficile per la Chiesa cattolica trovare associazioni da finanziare”

Vi rendete conto? All’estero è la Chiesa Cattolica che finanzia le associazioni!
Ma solo qui sta appollaiata sulla spalla dello stato italiano a succhiare sangue come un vampiro?

nightshade90

si sà, se si vuole guadagnare potere ed influenza, si deve spendere e finanziare in modo da farsi un nome tra la gente e magari anche amici potenti.

qui ha già entrambe le cose: la gente dà fiducia alla chiesa a prescindere senza nemmeno informarsi e nello stato ha più agganci ed infiltrati di quanti ne abbia cosa nostra. quindi perchè dovrebbe sganciare una lira di tasca sua da noi? non ne ha bisogno per perseguire i suoi fini

anti-clericale

beh, spero che qualche liberal benestante si faccia avanti a questo punto

kundalini444

Due sono i casi:

1) o finanziare quell’associazione non è un buon affare per la diocesi, e allora ha solo trovato una bella scusa per tenersi i soldi

2) oppure finanziarla è invece un buon affare, e in tal caso vedrete che a breve cambierà atteggiamento e chiuderà un occhio sulle questioni “liberal”.

Insomma, in entrambi i casi le ideologie più o meno bigotte che siano non c’entrano una mazza, è solo e sempre una questione di tornaconto.

Southsun

Ve l’ho sempre detto, no? La Chiesa cattolica è peggio della Minetti.

Paul Manoni

“7.500 e i 10.000 dollari Usa, su un budget della ong di circa 500.000″

Per fortuna non e’ una gran perdita in termini economici. ;)

Paul Manoni

Si questo senza ombra di dubbio. Però alla fine, se su un budget di quella cifra, vengono a mancare 10 mila dollari, non e’ così grave da pregiudicare eccessivamente le attività. Serve solo a dimostrare quanto falsa ipocrita sia la CCAR. ;)

Commenti chiusi.