Mezzolombardo (TN): cattolici del teatro invocano censura contro Margherita Hack

Il prossimo 6 aprile Margherita Hack, una delle personalità più note e rappresentative della cultura scientifica italiana nonché presidente onorario UAAR, avrebbe dovuto presentare il suo ultimo libro, La stella più lontana, in quel di Mezzolombardo (TN). E parlare di scienza e temi etici, come la bioetica e il testamento biologico. L’evento si sarebbe dovuto tenere nel locale teatro ‘San Pietro’, scrive Il Corriere delle Alpi. Ma i componenti cattolici del comitato che lo gestisce, spalleggiati dal parroco locale, hanno espresso la loro ferma contrarietà. Con una lettera al sindaco, hanno bollato l’incontro come “contrario alla dottrina della Chiesa”, invocando la censura ed esprimendo “un deciso no all’uso del Teatro per la manifestazione”. E per giustificare il niet fanno riferimento al contratto di comodato gratuito tra parrocchia e Comune, in cui l’amministrazione locale “si impegna a non consentire lo svolgimento di spettacoli che possano recare offesa ai valori religiosi e alla dottrina della Chiesa cattolica”.

Il libro della Hack esprime posizioni anche laiche e critiche nei confronti della religione, evidentemente non gradite dai clericali. Per questo, pretendono la cancellazione dell’evento annunciato dal programma. Oppure, in subordine, che non si svolga proprio quel giorno – in cui cade il Venerdì Santo – e che ci sia per forza un contraddittorio, con una controparte cattolica.

L’ultima parola spetta al Comune, che ha tre membri nel comitato del Teatro. Dal canto nostro, esprimiamo solidarietà a Margherita Hack per l’annunciata censura in salsa clericale. E speriamo che, almeno questa volta, non ci siano cedimenti. E’ utile sottolineare che anche in questo caso emerge il problema della sussidiarietà ‘malata’ e cattolicamente orientata. Con una struttura, controllata dalla parrocchia e convenzionata con l’amministrazione locale: una situazione probabilmente molto diffusa specie nelle realtà di provincia. Sul suo blog Il Disinformatico, Paolo Attivissimo scrive infatti che il teatro era stato donato dalla Chiesa al Comune. E il Comune l’ha ristrutturato, dandolo di nuovo in gestione al comitato parrocchiale. Quindi, l’amministrazione comunale elargisce finanziamenti – anche con i soldi dei contribuenti atei e agnostici, o comunque non cattolici. Nonostante ciò, i cattolici più retrivi pretendono di aver mano libera per censurare gli eventi sgraditi, oppure di orientarli a proprio piacimento . Perché ritenuti “contrari alla dottrina della Chiesa”.

AGGIORNAMENTO DEL 1 MARZO 2012. La notizia ha destato molto interesse – e indignazione – tra i laici, soprattutto su internet. E’ stata anche attivata una petizione rivolta al sindaco di Mezzolombardo su Change.org, che invitiamo a firmare. Si possono anche inviare messaggi al Comune per denunciare questa tentata discriminazione, ovviamente in maniera pacata e non offensiva.

AGGIORNAMENTO DEL 6 MARZO 2012. Dopo l’anatema dei membri del comitato che gestisce il teatro San Pietro di Mezzolombardo (TN) contro la presenza dell’astrofisica Margherita Hack, il Comune avrebbe predisposto soluzioni alternative. Non sarà quindi più il teatro, di proprietà comunale ma gestito dalla parrocchia, ad ospitare la Hack, ma molto probabilmente la palestra locale, scrive Il Trentino oggi.
Ancora una volta, un’amministrazione ha preferito cedere alle pressioni clericali, negando uno spazio pagato da tutti per un evento occasionale al quale i cattolici di certo potevano scegliere di partecipare o meno. In una struttura che evidentemente, sarà aperta anche a manifestazioni dal sapore più o meno clericale. Situazione ben diversa dalle tante volte – da noi e pochi altri denunciate – in cui si vuole imporre un ‘cappello’ schiettamente religioso su un luogo o un evento ufficiali, che dovrebbero invece caratterizzarsi come laici e neutrali. Come ad esempio la commemorazione del XX settembre nel 2010 a Porta Pia, dove l’ha fatta da padrone il cardinal Tarcisio Bertone, tra l’ossequio imbarazzante dei politici.

Questo articolo è stato pubblicato mercoledì, 29 febbraio 2012 alle 16:45 e classificato in Generale, Notizie. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

187 commenti a “Mezzolombardo (TN): cattolici del teatro invocano censura contro Margherita Hack”

  1. Kaworu scrive:

    perchè i cattolici sono per la libertà.

    di opprimere tutti quelli che non si uniformano a loro

    • Lyra scrive:

      purtroppo hai ragione, i cattolici duri e puri sono proprio così! Che tristezza!
      Se poi pensi che perdono l’occasione di sentir parlare una persona colta come la Hack… quando darei per poterla andare a sentire io quella conferenza!

      • Kaworu scrive:

        mi fanno anche tristezza e compassione (un sentimento che reputo orribile, ma va beh) da un certo punto di vista: devono essere veramente fragili le loro idee, per temere tutto e tutti quelli che non vi si uniformano.

      • Southsun scrive:

        Di cosa avranno paura ‘sti idolatri bambacioni: che la Hack faccia fare un’altra figura di mærda al vescovo Zenti o chi per lui?

        Il Comune dovrebbe dire a costoro CHIARO e TONDO che il teatro NON è di loro proprietà. Il comodato d’uso si fa presto ad annullarlo.

        E’ da queste isteriche pretese che traspare tutto schifo della loro religione.

    • Lyra scrive:

      Sì, le loro idee, o meglio le basi delle loro idee, sono fragili.
      Penso che i credenti di fede granitica non cambierebbero idea neanche se incontrassero faccia a faccia Dio che dicesse loro: “Caro mio, non hai capito niente: tutto ciò che credi è sbagliato!”, ma credo anche che questi fedeli non siano la maggioranza e che invece moltissime persone se si mettono a ragionare sulla fede cattolica si accorgono delle molte incongruenze logiche e storture.
      Per questo parte della Chiesa teme che qualcuno instilli loro il dubbio, perchè una volta che incominci a pensare autonomamente e a metter sotto critica la fede, loro ti hanno perso.
      E una volta che incominci a ragionar con logica e con mente scientifica forse anche la fede ti ha perso…

      • Lyra scrive:

        Ommiseria! E da un po’ che non scrivo più sul sito e ora non so più usare correttamente il tasto rispondi! O.o
        Il mio commento soprastante è la risposta a quello di Kaworu delle 18:48

  2. nightshade90 scrive:

    come al solito: per i cattolici manifestare semplicemente le proprie idee atee, senza insultare in alcun modo quelle cattoliche ma semplicemente presentando le proprie, è “recare offesa ai valori religiosi e alla dottrina della Chiesa cattolica”,

    mentre se un papa/vescovo/prete addossa ad allontanamento da dio, materialismo e secolarismo ogni male, “esprime solo le proprie idee”, e così idem se un prete su radiomaria (fanzanaga) afferma che gli tsunami e le stragi da essi provocati sono in realtà castighi divini per la presenza di infedeli in giappone e sud est asiatico e che i professori della cattolica (e in vari casi lo ha insinuato anche per gli atei) sono posseduti dai demoni…..

  3. Felix scrive:

    E’ quello che da sempre sono capaci di fare, mettere a tacere con ogni mezzo chi non la pensa come loro ed é in grado di svergognarli.

  4. giulia scrive:

    ridicoli! nascondere dietro a bazzecole come il contratto di comodato il loro ben noto terrore del libero pensiero e libera espressione! bruciate i libri della hack in piazza, così vi sentirete meglio e più sicuri

  5. Christian d'IOR scrive:

    Nostalgia delle belle grigliate di un tempo?

    • Alfonso scrive:

      @christion d’ior
      non c’è sa stare allegri, anche se non ci sono più i roghi di piazza, le torture, gli sventramenti,
      chiudendo la bocca a chi non la pensa come il papa ed i suoi seguaci, si ottiene lo stesso risultato. o mi sbaglio? E’ un rogo della libera espressione non è certo meno grave dei roghi che eliminavano fisicamente, anzi secondo me è ancor più grave, visto che ci viene impedito di parlare in ogni dove, in special modo in televisione, ormai da anni diventata strumento potentissimo di propaganda cattolica.

  6. Tomhet scrive:

    Eh, posso capirli, per loro un occasione per il dibattito e per idee controcorrente è male, guai a sentire qualcosa di diverso da quello che gli è stato inculcato.
    Persone intellettualmente morte e putrefatte.

  7. crebs scrive:

    Perchè non richiedono un contraddittorio anche durante le omelie ?

  8. Sledge scrive:

    Anche molti cattolici si sono conformati alla moda attuale: censurare e denigrare, come fanno in molti … anzi tanti … anzi troppi…. anche in questo blog.

    Si chiama XENOFOBIA !!!!

    • nightshade90 scrive:

      non mi risulta che qui nessuno sia mai stato censurato, nemmeno esseri come alecattolico, che invita all’eliminazione di ogni diritto civile degli atei, nè mannaz, che xenofobo lo è davvero e invita alla purezza razziale dei bianchi in europa ed eliminazione degli immigrati dal continente.

      quanto al denigrare….se per te confutare le idee altrui, portanto tanto di documentazione ed evidenziando come tali idee siano basate su pregiudizi puri e semplici (vedasi il thread sui vaccini) è denigrare, mi sa che ti qualifichi da solo come persona che non ha ancora capito cosa sia il dialogo e la discussione. e che se ne frega delle argopmentazioni degli altri, visto che sempre in quel thread hai ignorato bellamente i dati che ti ho portato per continuare a sparare cavolate a base di straw man (ma chi cavolo di noi ha detto che i vaccini sono innocui al 100%? e chi ha detto che i vaccini infantili servono SOLO per le malattie infantili, o che TUTTE le malattie infantili siano perciolose, o che debbano essere PERICOLOSE perchè il vaccino sia consigliabile (il morbillo ha effetti collaterlai gravi come encefalite in un caso su 1000: non è una malattia percolosa ma vaccinarsi conviene lo stesso)?) e menzogne basate su pregiudizi, tantopiù che non hanno nemmeno un link o una fonte (i vaccini non sarebbero efficaci? vallo a dire al vaiolo, alla poliomelite o alla difterite, che in italia non esistono più grazie ai vaccini, o vai a leggerti delle statistiche VERE, magari prese da siti più credibili di luogocomune o medicinalternativa, sulla percentuale di efficacia dei vaccini: l’efficacia varia da vaccino a vaccino (ad esempio l’antivaricella ha un’efficacia del 85%, emtre l’antimorbillo del 99% al secondo richiamo), ma tutti i vaccini PRINCIPALI (cioè quelli obbligatori o di cui si consiglia vivamente l’uso) hanno un’efficacia attorno al 99%. efficacia DOCUMENTATA AMPIAMENTE)

      • Kaworu scrive:

        perdi il tuo tempo, night…

      • mistergrey scrive:

        Insuma, anche qui ci sono “i sorvegliati speciali” :-) .

        Ma come , una famosa scienziata intende fare una conferenza in un paesino che forse non è nemmeno segnato sulla carta geografica e i boy scout locali si mettono in mezzo?

        Ma che tornino a giocare con le pietre focaie e le bussole!:-)

      • nightshade90 scrive:

        meglio che lascino stare le pietre focaie, altrimenti, viste le premesse, potrebbero tornare al buon vecchio “bruciamo la strega”……

    • alessandro scrive:

      ma taci piccolo rigurgito razzista-omofobo

    • Kaworu scrive:

      difatti sei ancora qui. e con te individui come ale cattolico, giuseppe, cattolico vero e affini.

      che xenofobi, mamma mia.

    • Southsun scrive:

      Sledge,

      riguardati il significato della parola XENOFOBIA e soprattutto la sua origine greca.

      Questi cattolici in comodato a comodo loro sono fobici a chiunque non la pensi come loro, fosse pure il loro vicino di casa.

      Restringiamo il campo, please.

      Cosa diceva Celentano riguardo alla censura e chiusura dei giornali cattolici….?

  9. cattolico vero scrive:

    Mi pare doveroso e giusto censurare chi offende il credo e la sensibilità altrui. Che lo vogliate o no.

    • Elena scrive:

      Un parere non è un’offesa, in quel teatro non doveva esibirsi un bestemmiatore folle ma una donna di scienza.

    • Lyra scrive:

      quindi un “cattolico vero” ascolta solo chi la pensa come lui ed impedisce agli altri di parlare: ma complimenti!!!
      Margherita Hack è una scienziata di prim’ordine e se a Mezzolombardo la censureranno, perderanno un’occasione di dialogo e di arricchimento culturale.

    • tommaso scrive:

      Cattolico vero

      visto che ci siamo, e a proposito di libertà, ti faccio notare che tu qui scrivi liberamente, ti si risponde altrettanto liberamente, ma nessuno si sogna di impedirti di dire la tua!

      E’ CHIARO ??

      Io ho provato a porre un paio di questioni (evidentemente scomode) sul sito Cattolici Romani, e sono stato immediatamente oscurato.

      Non so se percepisci la differenza !!!

      • Paolo scrive:

        la percepiscono, eccome se la percepiscono.
        ma non se ne fanno certo un problema…

      • Lyra scrive:

        @ tommaso

        Hai perfettamente ragione! Anche io ho provato a confrontarmi su siti cattolici, con l’intento di dialogare pacificamente e non di trollare o d’insultare, ma dopo poco tempo mi è stato detto che davo fastidio e che non ero la benvenuta…
        Questa gente non sa proprio cosa sia il dialogo e l’ascolto di un parere diverso dal proprio. O sei una pecora del coro che bela come le altre o ti impediscono di parlare!
        Qui invece ognuno può dire la sua tranquillamente, e, se argomenta con un minimo di logica, è il benvenuto, sia non credente o credente.

      • Elena scrive:

        Anch’io ci ho provato a dire la mia su siti cattolici, senza offendere nessuno, più di una volta, in più siti e su argomenti differenti. I miei interventi più longevi saranno sopravvissuti pochi minuti, neanche l’acqua bollente coi batteri riesce a fare meglio.

      • Sandra scrive:

        Hanno troppa paura di poter cambiare idea.

      • tommaso scrive:

        Hanno una gigantesca coda di paglia imbevuta di benzina, e hanno una fottuta paura che qualcuno, scoprendogli gli altarini, accenda il fiammifero !!

        :-)

    • Kaworu scrive:

      beh da che mondo è mondo, una censura non prevede certo il consenso della parte censurata. quindi la tua frase dimostra che, oltre al fatto che sei un piccolo essere insicuro e infimo, non sai nemmeno parlare italiano.

      la cosa non stupisce particolarmente.

    • John scrive:

      Giusto a Teheran, non in Europa… Fuori dalle balle!

    • giulio scrive:

      @ cattolico vero
      Per voi clericali tutto quello che non coincide al 100% con le vostre idee è un’offesa.
      Se il tuo colore preferito è il rosso, sentir dire da un altro che il suo colore preferito è il verde è un’offesa.

    • diego scrive:

      sarà anche giusto, ma perchè vale solo per i cattonazisti?

    • El Topo scrive:

      Ogni volta che vedo un crocifisso il mio credo e la mia sensibilità ne risultano pesantemente offese…

    • fab scrive:

      cattolico del pero, tanto per chiarire la differenza fra argomentare come fa la Hack e un’offesa: sei un insetto, ma pur sempre meglio della tua trinità da incubo.
      Non hai intelletto, non hai sensibilità, non hai rigore, non sei completamente umano, le tue opinioni sono da buttare nell’umido.

      Ora ti è chiaro che cosa si intende per offesa?

    • alessandro scrive:

      @# beota vero: dimostrazione del fatto che esiste la libertà nonostante voi e non grazie a voi al contrario di quello che i detentori del tuo encefalo volete farci credere

    • nightshade90 scrive:

      “Mi pare doveroso e giusto censurare chi offende il credo e la sensibilità altrui. Che lo vogliate o no”

      benissimo, quindi sei daccordo sul censurare il papa, visto che ci offende una settimana sì e l’altra pure denigrando materialismo, secolarismo ed allontanamento da dio, giusto?

      e magari sarai anche daccrodo sul censurare ogni singola occasione in cui un prete sostiene la sua religione in un luogo pubblico, visto che per te basta anche solo sostenere l’ateismo (come in questo caso della hack) perchè la cosa si possa considerare come “offendere il credo e la sensibilità altrui”.

      o è solo il TUO credo che non si può offendere ed è solo sostenere le idee CONTRARIE AL TUO CREDO che si può considerare offesa? il solito doppiopesismo cattolico, che nega tutto agli altri e pretende tutto per sè……

    • Giuseppe1 scrive:

      Non credo che lo scopo della Hack sia offendere il credo e la sensibilità altrui. Diversamente il tuo scopo sembra proprio fare l’offeso prim’ancora d’esserlo… Certo, c’è il problema del “sentirsi offesi”: ma bisogna vedere per cosa siamo disposti ad offenderci. Ho timore che ci sia gente che si offenda solo per ascoltare l’altro, si offenda per il profondo rifiuto di non voler ascoltare l’altro. E poi che impudenza accostare parole come “DOVERE”, “GIUSTO” con “CENSURA”.

    • Reiuky scrive:

      @Cattolico vero

      “Mi pare doveroso e giusto censurare chi offende il credo e la sensibilità altrui. Che lo vogliate o no.”

      Il papa la settimana scorsa ha offeso 4 bambini su 10 italiani.

      Per il tuo ragionamento andrebbe censurato anche lui. O, forse, per te offendere il credo è più grave che offendere la persona?

      Attento a quello che rispondi, perché potresti darmi il permesso di dirti quello che penso di te.

    • Francesco S. scrive:

      @Cattolico Vero
      Quindi tu dovresti essere censurato su questo blog? Ti rendi conto che qui godi di quella libertà che altrove vorresti negare? Che ipocrita.

    • Diocleziano scrive:

      cattolico nero,
      i mezzolombardesi saranno condannati ad ascoltare in eterno le §cemenze del prete.
      Ma già, un’opinione autorevole sarebbe devastante nel gregge belante.

    • Southsun scrive:

      @ cattolico.

      Allora quando all’estero censurano le vostre pagliacciate idolatre state zitti e non fiatate, invece di starnazzare come galline scannate.

      Dillo a quei “censori” degli ayatollah, che hanno le stesse idee tue.

      Povero beota prostrato.

    • Federico Tonizzo scrive:

      @ cattolico vero
      1) A me pare doveroso riconoscere la LIBERTA’ d’espressione, non censurare.
      2) Te l’ho domandato altre volte ma non mi hai mai risposto: tu con quali criteri distingui un “cattolico vero” da un “cattolico non vero”?

    • Stefano scrive:

      @ Mentecattolico

      Quanti anni hai piccolo? Non hai ancora imparato a non farla fuori dal vasino?

    • Leonardo scrive:

      Quindi bisognerebbe censurare te, dal momento che offendi costantemente la sensibilità di chi usa la ragione.

  10. Elena scrive:

    E’ abbastanza chiaro (e questo episodio ne è l’ennesima dimostrazione) che la Chiesa ha tutto l’interesse a mantenere salda l’ignoranza dei propri seguaci: niente domande, niente dubbi, niente ripensamenti. Se la Chiesa reputasse “ferma” la fede dei suoi seguaci, non avrebbe alcun problema nel lasciare che loro ascoltino “un’altra campana”, ma sa bene che basta un soffio perché il funambolo inesperto cada dalla corda di nylon sulla quale sgambetta. Il soffio del dubbio può essere più forte di un tifone.

  11. Elena scrive:

    E’ abbastanza chiaro (e questo episodio ne è l’ennesima dimostrazione) che la Chiesa ha tutto l’interesse a mantenere salda l’ignoranza dei propri seguaci: niente domande, niente dubbi, niente ripensamenti. Se la Chiesa reputasse “ferma” la fede dei suoi seguaci, non avrebbe alcun problema nel lasciare che loro ascoltino “un’altra campana”, ma sa bene che basta un soffio perché il funambolo inesperto cada dalla corda di nylon sulla quale sgambetta. Il soffio del dubbio può essere più forte di un tifone.

  12. tommaso scrive:

    Ottima l’ idea del “contraddittorio” !

    Speriamo che venga accolta, in modo che i “cattolici” possano rimediare l’ ennesima figura di m… !

  13. Sandra scrive:

    E pensare che solo domenica 19 febbraio, presente il parroco don sandro Lutteri, “il vescovo di Trento a Mezzolombardo: «nella Chiesa nessuno è straniero»”. Che falsi!!! Forse in prospettiva, fra un cinquecento anni anche la chiesa riconoscerà l’errore. Sempre che ci arrivi, che non si è mica più tutti analfabeti.

  14. Mario 47 scrive:

    Secondo la tua tesi i cattolici offendono il credo e la sensibilità di tutti coloro che seguono una religione diversa dalla loro o che non ne seguono alcuna (praticamente TUTTI GLI ALTRI).

    Ritieni giusto che costoro censurino i cattolici e – dove ne hanno il potere (praticamente ovunque salvo in Italia e pochi altri paesi) – vi impediscano di esprimere le vostre idee?

    Non venirmi a dire che in Cina, in Nigeria etc. ci sono persone o autorità che lo fanno.

    Rispondimi se – data la tua premessa – ritieni che sia giusto che lo facciano.
    E se loro – offesi nel loro credo e sensibilità – non debbono censurarvi, perchè è giusto e doveroso che voi possiate farlo?

    mario

  15. John scrive:

    Non c’è niente da fare, le religioni abramitiche non sono compatibili con la democrazia, possono sforzarsi quanto vogliono a rispettare le regole civiche di libertà e convivenza civile codificate dalla legge, ma le loro profonde radici culturali esprimono principi costituzionalmente contrari alla democrazia liberale. Quando queste associazioni religiose non conteranno più niente allora l’Occidente sarà veramente uno spazio di libertà e di civiltà.

  16. cattolico vero scrive:

    @Kaworu
    Datti all’ippica.

  17. Ratio scrive:

    LOL!
    Un’altra figura di m…a dei cattobigotti, patetici, penosi e ridicoli.
    Avanti così ragazzi!
    LOL! :-)

  18. Crusader scrive:

    @ Christian D’IOR

    SE hai le palle … organizzale davanti alle moschee e ai centri islamici le grigliate di carne provocatorie del venerdì ! Troppo comoda contro chi le fatwe non le lancia !

    • Kaworu scrive:

      non mi pare che la hack abbia proposto una grigliata.

    • Kaworu scrive:

      tra l’altro complimenti per l’acume eh, christian parlava di ben altre grigliate…

    • Stefano scrive:

      @ Crusader

      Non so perché ma più leggo i vostri interventi e più mi convinco che Odifreddi non abbia sbagliato per niente l’etimologia. Forse per difetto.

    • Christian d'IOR scrive:

      Parlavo di nostalgia di grigliate da parte dei cattolici nei confronti di chi non è credente. Per me quel manipolo di bigotti che teme la Hack è semplicemente sullo stesso piano dei fanatici islamici che hanno scannato per delle vignette o dei “rosticceri” cattolici di qualche secolo fa.

    • Francesco scrive:

      Se hai le palle Crusader, perche’ non vai tu ad organizzare manifestazioni davanti alle Moschee e ai centri islamici, contro la violenza che i musulmani attuano nei confronti dei cristiani nel mondo. Perche’ pensate che sia solo un problema solo dei non superstiziosi?
      Date per scontato che voi siete dei vigliacchi e avete bisogno che siano gli altri a risolvervi il problema?

  19. Crusader scrive:

    @ Christian D’IOR

    SE hai le palle … organizzale davanti alle moschee e ai centri islamici le grigliate di carne provocatorie del venerdì ! Troppo comoda contro chi le fatwe non le lancia !

    • nightshade90 scrive:

      abbiamo già criticato aspramente e duramente su questo sito sia l’islam in generale sia i vari elemnti in particolare, non risparmiandoci attacchi di nessun tipo e facendolo più e più volte, visto che non sono poche le ultimissime che trattano dell’islam. non ti basta?

      ed in ogni caso non mi risulta che l’argomentazione “ma loro sono peggio, quindi statevene zitti” sia qualcosa di diverso da una fallacia delle meno valide…..tantopiù che gli sialmici di oggi sono degli agnellini rispetto ai cristiani di ieri, cioè di quando i cristiani avevano LO STESSO MEDESIMO POTERE DEGLI ISLAMICI DI OGGI (curioso come il cristianesimo sia immancabilmente un lupo quando ha il potere ed un agnelllo vittimista (o meglio, un montone prepotente che incorna tutti per prendersi più spazio degli altri e facendo comunque il vittimista) quando non ce l’ha)

    • Southsun scrive:

      @ Crusader.

      Il tuo Papa-Saruman di “fatwe” ne lancia una quasi ogni settimana.

      Ma a voi creduloni brucia che moltissimi in Occidente con le sue “fatwe” si puliscono il chiulo, dal 1870.

      Salutaci i Boko Haram arrostitori di carne “infedele”, come facevate VOI ai “bei tempi”.

  20. firestarter scrive:

    mi sorprende che un certo bigotto reazionario non sia ancora intervenuto per parlare di quella volta che la Hack a proposito del big bang ha detto “scorreggia dell’universo”, aggiungendo che il darwinismo e’ una religione e che la propaganda atea si rifiuta di insegnare altre visioni ben supportate come l’evoluzionismo animistico. E che dire di Wallace che con fair play lascio’ a Darwin il merito della scoperta? Senza scordarci che ambaraba’ cicci’ cocco’, e quindi direi che la gallina e’ nata prima dell’uovo, e dire il contrario mi sembra contravvenire al fair play.

  21. stefano scrive:

    forse il mio modo di pensare farà arrabbiare qualcuno degli scriventi su questo blog ma se fossi nei panni della Hack, personaggio che stimo sopra ogni altro per la sincerità, la simpatia e la preparazione scientifica, mi terrei alla larga da un contesto simile dove un’amministrazione laica subisce i diktat del pretume e dei cattolici.

    • nightshade90 scrive:

      secondo me invece è proprio in contesti simili che si deve andare: sono quelli che hanno più bisogno della diffusione delle nostre idee.

      fare simili conferenze in un contesto dove tutti sono già daccordo con quanto espresso sarebbe piuttosto inutile, non ti pare?

  22. Otto Permille scrive:

    A Margherita Hack è andata ancora bene. Se fossimo al tempo di Giordano Bruno, la componente cattolica del comitato, avrebbe incominciato a raccogliere le fascine per lo “spettacolo”.

  23. Francesco scrive:

    “Contrario alla dottrina della Chiesa”

    Durante l’incontro si parla anche di come combattere la pedofilia? :roll:

  24. Crusader scrive:

    Piergiorgio Odifreddi è uno Spinoziano NON un ateo … lo ha detto lui stesso da Bruno Vespa, Vittorio Messori testimone !

  25. nicola scrive:

    io lo so perche non vogliono sentire Margherita Hack.hanno paura che gli sveli che la terra non è piatta.cercate di capirli!sarebbe un trauma troppo grande per loro.per non parlare dell’unica stella che conoscono!se vengono a sapere che le stelle sono miliardi di miliardi…….oh ciro ciro ciro.

  26. Crusader scrive:

    Margherita Hack, come dice Padre Livio, non sopporta il fatto che l’ universo non l’ ha creato lei …

    • Kaworu scrive:

      i tuoi interventi sono veramente sensati, sono una dimostrazione del tuo acume e della tua intelligenza.

      sei quasi al livello di livio fanzaga, e penso che ci voglia molto impegno e attitudine personale.

      continua così, bravo!

    • Lyra scrive:

      e questo ascolta ancora cosa dice quel farneticante d’un Fanzaga! O.o
      C’è proprio da rimbambirsi ad ascoltare Radio Maria….

      • Kaworu scrive:

        credo che sia un circolo: uno già messo non tanto bene, accende radio maria. la ascolta e peggiora. quindi continua ad ascoltara… e via in loop

    • Diocleziano scrive:

      crusader,
      ma figurati! chi è così pırIa da pensare che l’universo possa essere creato dalla Hack…
      forse quelli che credono che sia stato creato dagli dei invisibili? :mrgreen:

    • Bee scrive:

      Ah, sì… Padre Livio… Che bel mentore…

      1)Perché Hitler ha fatto ammazzare sei milioni di ebrei? Lo sapete perché? Ma questi sono studi, eh! Non sono cose inventate da me adesso. Perché lui odiava Gesù Cristo. Siccome Gesù Cristo era ebreo, ha voluto distruggere gli ebrei. (da Catechesi Giovanile, Radio Maria)

      2)Il Signore ha voluto che in questa settimana Santa che in qualche modo anche loro partecipassero al mistero della sua passione. Vogliamo vedere qualcosa di positivo, anche in questa tragedia. In fondo il Signore quando vuol farci partecipare delle sue sofferenze vuol farci anche partecipare della gloria della sua resurrezione. (Terremoto a L’Aquila, 6 aprile 2009, da Commento Stampa del Giorno, Radio Maria)

      3)Non escludo, come dicono alcuni giornali, che ci siano gruppi satanici tra questi studenti, come gruppi di atei che hanno come slogan “odio la Chiesa”, “ammazziamo Cristo” o cose di questo genere. Sono questi gruppuscoli al limite del satanismo, tra l’altro… Ecco, comunque sia, cari amici non facciamoci illusioni: Satana è dappertutto, anche nell’Università. Non mi meraviglio che vi siano dei professori cornuti con tanto di tridente e di coda. Perciò non facciamoci tante illusioni, cari amici, perché sotto sotto, state tranquilli, c’è l’odio contro Dio, l’odio contro Cristo, l’odio contro la Chiesa. Dietro questi personaggi c’è sempre il Maligno, state tranquilli che è così: non mi posso sbagliare su queste cose, perché non si spiega, capito? Se tu vai lì con quella gente lì e li spruzzi di acqua santa, esce fuori il fuoco… Fumano! Se li spruzzi di acqua santa fumano, quella gente lì fuma! Fuori va il fumo, capito? Come avviene negli esorcismi più tremendi.

      (Padre Livio Sui professori della Sapienza)

      4)Un ragazzo è venuto da me e dice: “ah, io, io perché dovrei credere in Dio? Io sono felice”. Gli ho detto: “ti venisse un cancro”.

      5)Però per il momento, diciamo così, è un Parlamento, grazie a Dio, senza transessuali, terroristi. Per carità, li rispetto i transessuali, però insomma, non vedo per quale motivo debbano andare in Parlamento. Ma stiano a casa loro, scusa eh! (da Commento alla stampa del giorno, Radio Maria)

      6)Ma guardate che la storiella che l’uomo è venuto pian piano dalla scimmia, è una storiella a cui crede soltanto la Repubblica e il Corriere, e basta, e fanno ridere i polli, perché tutte le ricerche scientifiche più aggiornate, più preparate e più serie ci dicono che l’uomo è apparso sulla terra già uomo.
      (Uno dei suoi discorsi più seri)

    • Stefano scrive:

      @ Crusader

      “come dice Padre Livio”

      Allora….

    • Southsun scrive:

      @ Crusader.

      Il problema è che l’Universo NON l’ha creato manco il vostro dio, visto che chi non esiste non può far nulla.

      Fanzaga, invece, ogni volta che apre bocca si copre di ridicolo davanti a tutti gli scienziati del mondo (tranne Zichichiricchichì, ovviamente).

  27. Elena scrive:

    Bella frase ad effetto ma temo (per te) che lei, a differenza tua e di padre Livio, sia consapevole del fatto che nessuno ha creato nulla.

  28. Manfredi scrive:

    Disgusta anche a me che i component cattolici del comitato abbiano di fatto dato una prova di intolleranza.
    Cio’ posto, se, come mi par di capire, il teatro e’ comunale, l’ errore e’ stato nel darlo in comodato ad un privato.
    Se unico teatro del Comune, infatti il darlo in comodato ad un privato (anche se con una rappresentanza comunale nel comitato), puo’ dare attriti tra privato/comune qualora uno dei due voglia mettere in calendario una rappresentazione o altro non gradita alla controparte.
    In una citta’ con piu’ teatri se ne puo’dare uno in gestione, ma se questo e’ l’unico lo sbaglio e’averlo dato in comodato ad un privato, sarebbe stata cosa piu’ saggia averlo dato in comodato a diversi privati solo in occasione delle loro manifestazioni.
    Ah, purtroppo. il comune si e’ (penso volontariamente) tarpato le ali con quella clausola contrattuale nel la quale e’ fatto divieto di ogni rappresentaziome contraria alla chiesa cattolica.

    • nightshade90 scrive:

      da quello che ho capito in realtà è il contrario: il teatro è della parrocchia, che ha dato il comodato al comune (chelo ha ristrutturato e ci ha messo i soldi e finanziamenti pubblici). il problema è che di partenza il comune non lo avremme mai dovuto fare (nè dare finanziamenti alla parrocchia nè ristrutturare il teatro ne accettare il comodato d’uso) viste le condizioni poste dalla parrocchia (la facoltà di decidere che una cosa che li “urti” non abbia accesso nel teatro), che sono in palese contrasto con uso PUBBLICO (e quindi aperto a tutti senza discriminazioni) dell’edificio.

      • Manfredi scrive:

        Nightshade90, da quel che ho letto su questa ultimissima la chiesa ha donato il teatro al comune, che poi lo ha dato in comodato gratuito alla stessa chiesa, instaurando un comitato comune/chiesa e. annessa clausola (un valzer “all’italiana”), non trovi?

      • Diocleziano scrive:

        L’ennesima prova dell’ımbecıIIıtà degli amministratori della cosa pubblica: i preti
        danno un fabbricato fatiscente al comune, che lo ristruttura a spese della finanza
        pubblica e, colpo di genio, il comune lo riaffida ai preti! I quali si riservano di
        sindacare su chi può e chi non può parlare. Ripugnante.

      • Elena scrive:

        Da quello che ho capito il teatro era della Chiesa che l’ha donato al Comune che, dopo averlo fatto ristrutturare (comodo, eh? Così le spese sono dei cittadini), l’ha dato in comodato d’uso alla Chiesa, insomma, un modo per avere la botte piena… e le tasche pure.

      • nightshade90 scrive:

        @manfredi

        da quello che ho capito su un altro blog per bocca di uno che lavora in comune e che quindi un po’ di queste cose se ne intende (http://attivissimo.blogspot.com/2012/02/teatro-vietato-alla-hack-idee-contrarie.html#Commenti al commento 5), le cose stanno probabilmente come ho detto io. o almeno, se le cose stessero così e l’ultimissa avesse fatto un errore (in quanto l’informazione è guardacaso presa proprio dal blog che ho citato), le cose avrebbero più senso.

  29. FrancescoL scrive:

    Fossi nella grandiosa Margherita non ci andrei, affitterei una location idonea e terrei la mia conferenza senza avere intorno cerebrolesi che temono la verita’.
    Forza Margherita.

  30. Crusader scrive:

    @ “Ratio”

    Vedo che usi impropriamente il termine “ratio” come nick … ma sappi che c’ è invece (!) un canale youtube di un fervente cristiano che usa _a ragione, è proprio il caso di dirlo_ quel nome “ratio” per rendere un grande servigio alla Verità, riproponendo le riflessioni di Padre Livio Fanzaga a chi altrimenti non potrebbe mai ascoltarle per pregiudizio indotto dallo strapotere mediatico della massoneria !

  31. Brian di Nazareth scrive:

    Ma siamo tornati ai tempi di Galileo? Evidentemente, la chiesa non è ancora guarita dall’astronomofobia.

    • Crusader scrive:

      Scusa, Brian di Nazareth … ma quand’è che quei cagasotto di Massoni Albionici dei Monty Python fanno un film su tuo cugino, coso, ah sì: Ryan di LaMecca ?

      • Kaworu scrive:

        soffri così tanto per non poter fare quello che fanno i TUOI fratelli monoteisti?

        dev’essere un complesso, tipo come quando i bambini alle elementari vanno in bagno col righello.

        hai provato a parlarne con qualcuno?

      • Bee scrive:

        Sul serio, ma non trovi nulla di meglio da fare che stare qui a contestare ogni nickname che ti sta antipatico?

      • Nikolaus scrive:

        Ah signor Crociata, come invidiate i vostri fratelli mussulmani! Quelli si che son tosti!

      • Southsun scrive:

        Scusa Crusader,

        quand’è che i chickenshit come te vanno a fare le Crociate a Gerusalemme?

        Puoi infilarti in una rissa tra frati nella chiesa della Natività – ogni tanto ne scoppia una – tanto per avere un assaggino.

        A voi e ai facinorosi musulmani bisognerebbe chiudervi tutti nella stessa stanza, così vi sbudellate a vicenda e amen ave gloria.

        Il Mondo diventerebbe sicuramente un posto migliore e più sicuro.

  32. vime scrive:

    In pratica l’hanno censurata ancora prima che aprisse bocca, povera Margherita.
    (Povera per modo di dire, i suoi libri costano una palettata rispetto a quelli di Odifreddi, che sono anche più ironici)
    Questi cattolici che l’hanno censurata devono proprio farsela sotto dalla paura, oppure sanno benissimo che non hanno argomenti concreti con cui controbattere o dimostrare qualcosa di tangibile.

  33. Syd scrive:

    La pasta cotta male offende il mio credo. Come voi, che di sicuro non girate vestiti da pirati, maledetti, il mondo finirà per colpa vostra. Eppure anche voi siete stati toccati dalla Sua Spaghettosa Appendice, un tempo… :D :D
    Abbiate il coraggio di andare a fare una pastasciuttata davanti a un centro islamico, per far vedere quale Dio ha le polpette più grandi!

  34. Nikolaus scrive:

    Ai cattolici dedico questa canzone: http://www.youtube.com/watch?v=DOVGmoQpOaA in particolare il passo “la verità mi (vi) fa male lo so”.

  35. Federico Tonizzo scrive:

    @ i “cattolici” che gestiscono il suddetto teatro di Mezzolombardo e per i “cattolici” che blaterano le loro idiozie in queste discussioni:
    LA VERITAAAAA’,
    VI FA MAAAAALE,
    LOO SOOOOOOOO!!!
    :mrgreen:

  36. Crusader scrive:

    @ SYD

    Mosconi e chi doppia tutto con le sue bestemmie in un paese islamico mica sarebbe ancora vivi, ciò dimostra che il Cristianesimo è superiore perché accetta le critiche … Solo che lo strapotere mediatico massonico ti ottunde la mente e non te ne capaciti !

    • Federico Tonizzo scrive:

      Il Cristianesimo ACCETTA LE CRITICHE???? :shock:

      Ma scrivi sotto l’influenza di sostanze stupefacenti? Non hai letto il testo dell’ Ultimissma? Vi si dice: “Con una lettera al sindaco, hanno bollato l’incontro come “contrario alla dottrina della Chiesa”, invocando la CENSURA ed esprimendo “un deciso no all’uso del Teatro per la manifestazione”.”

      Conosci questo termine http://etimo.it/?term=BABBEO&find=Cerca ?

    • Bee scrive:

      “in un paese islamico mica sarebbe ancora vivi, ciò dimostra che il Cristianesimo è superiore perché accetta le critiche”

      No. Dimostra solo che l’Italia non è una teocrazia.

    • Stefano scrive:

      @ Crusader

      “il Cristianesimo è superiore perché accetta le critiche”

      scrisse Crusader nel thread

      “Mezzolombardo (TN): cattolici del teatro invocano censura contro Margherita Hack”

      E’ troppo chiedere che riusciate a capire cosa scrivete? Così, tanto per distinguervi dalla muffa….

    • Kaworu scrive:

      superiore perchè accetta le critiche? non mi pare che i tuoi cattolici (cattolico non equivale a cristiano, ma evidentemente non hai le capacità di comprenderlo) amici siano molto per il confronto.

      altrimenti non starebbero pestando i piedi come bambini capricciosi per non far parlare margherita hack.

      probabilmente tu sei diversamente maturo comunque, e quindi trovi perfettamente accettabile un comportamento simile.

    • Elena scrive:

      E’ da ieri sera che mi arrovello per cercare di capire le tue “argomentazioni”, niente, la ruota gira e non arriva da nessuna parte. Praticamente il tuo concetto è: se io ti mollo un ceffone tu non devi lamentarti perché qualcuno avrebbe potuto darti una bastonata alle reni?

    • Alex scrive:

      @Crusader

      Il cattolicesimo non agisce nello stesso modo dell’islam solo perchè gli è stata tolta la possibilità di farlo. La sua natura repressiva però è rimasta inalterata . Impediscono a chi la pensa in modo diverso di parlare. In un paese civile al massimo si limiterebbero a suggerire ai propri seguaci di non partecipare all’incontro; in vaticalia invece possono permettersi questo ed altro.

    • nightshade90 scrive:

      mai visto il cristianesimo accettare una singola critica (dagli ateobus a margherita hack, avete sempre cercato di censurare TUTTO), e se non andate in giro ad ammazzare la gente OGGI è SOLO ED UNICAMENTE PERCHE’ VI E’ STATO TOLTO IL POTERE DI FARLO. ora se ci provaste vi ritroverseste messi fuorilegge in quanto terroristi e criminali, con lo stato del vaticano espropriato in quanto stato criminale (se invita a fare ai miscredenti quello che fanno i mussulmani…..). in sostanza non imitate PIU’ gli islamici SOLO perchè non POTETE PIU’ FARLO.

      che che, OGNI VOLTA che vi viene dato il POTERE e l’IMPUNITA’ per farlo, non vi lasciate perderdere l’occasione per esser MOLTO PEGGIO DEI MUSSULMANI, abbiamo 2000 anni di storia a provarlo: il 100% del tempo in cui il cristianesimo ha avuto il potere temporale è coinciso con la persecuzione religiosa di eretici ed infedeli, soprattutto tramite la tortura e roghi.

  37. Syd scrive:

    Questo dimostra solamente che il cattolicesimo in Europa non ha più il potere di far ammazzare la gente dai vari Mastro Titta e Torquemada della storia, perché fortunatamente gli Stati in cui aveva più seguito si sono secolarizzati.
    Ancora oggi, prova ad andare a fare due parole con qualche fondamentalista cristiano americano. Scommetto che accetterà le critiche con un sorriso sul volto.
    La tua ultima frase ti (s)qualifica, ma ti ho voluto rispondere lo stesso.
    Salutami il complotto demoplutogiudeomassonicomossessuale.

  38. DURRUTI 51 scrive:

    Insomma il loro”buon diritto” nasce dal fatto che il teatro è stato donato dalla chiesa. Vale la pena di dire come si fa coi bambini” Non accettate doni da sconosciuti” oppure come disse Laooconte “Timeo Danaos dona ferentes”

  39. Tex scrive:

    Come al solito i clericali pretendono il diritto di interagire su tutti i risvolti della nostra vita, e sopratutto senza contraddittorio

  40. Michele Gaismayr scrive:

    Solo per dimostrare che da queste parti non siamo tutti dei bru-bru mangia-particole, voglio ricordare che nella mia cittadina, Arco (TN), il 27 gennaio scorso si è svolto un incontro pubblico proprio con Margherita Hack, con un buon numero di partecipanti.

    PS: ora e sempre: viva Giordano Bruno!

    • Federico Tonizzo scrive:

      Quindi sono le “autorità” che non vogliono i discorsi della Hack, e invece probabilmente la gente li vorrebbe!!! :-)

  41. antoniadess scrive:

    io ho l’impressione che la tracotanza clericale aumenti con un crescendo sempre più veloce e intenso, che ci sia una regressione e restaurazione tali che le vecchie censure degli anni cinquanta e sessanta, in tv e nella società, sembrano roba da poco; si sentono padroni dell’etica e pretendono un monopolio assolutamente illegittimo in un paese pluralista :-(
    ma chi credono di essere questi mediocri ignoranti?

    • fab scrive:

      Sono gente assediata, che sta tentando disperatamente di resistere al suo destino; come quei giocatori che, quando hanno già perso montagne di denaro, rilanciano ancora più forte per rifarsi e finiscono braccati dai riscossori.

  42. Syd scrive:

    Qualcuno forse l’ha già scritto… ma siamo sicuri che questo Crusader non sia Alecattolico sotto Aloperidolo? :D

  43. fab scrive:

    Questi banditi cattolici di Mezzolombardo hanno una fifa blu che basti una singola conferenza per smantellare tutta la fuffa che tentano di mettere in testa ai loro compaesani.
    In effetti, fanno bene ad avere fifa, dato che le loro convinzioni non valgono nulla.

    • giuseppe scrive:

      Ma figurati se si puo’ avere fifa dell’uaar o della Margherita. Ma per favore !

      • Kaworu scrive:

        son talmente convinti che hanno paura a farla parlare, pensa te.

        se questo a te sembra coraggio…

      • fab scrive:

        Ma capisci mai niente al primo tentativo?

        Questi hanno fifa dell’evidenza, che può essere fatta notare da chiunque; hanno fifa del fatto che tutto il cristianesimo è un castello di sabbia e, appena da qualche parte c’è un refolo di vento, delle torri non resta che un mucchietto di sabbia.

        E comunque, nello specifico, hanno anche una fifa allucinante della Hack, dato che è lei che boicottano. Sono i fatti che contano, non le tue balle.

      • Stefano scrive:

        @ giuseppe

        Crusader:

        “il Cristianesimo è superiore perché accetta le critiche”

        scrisse Crusader nel thread

        “Mezzolombardo (TN): cattolici del teatro invocano censura contro Margherita Hack”

        giuseppe:

        “Ma figurati se si puo’ avere fifa dell’uaar o della Margherita”

        scrisse giuseppe nel thread

        “Mezzolombardo (TN): cattolici del teatro invocano censura contro Margherita Hack”

        Ai due gemelli del nonsenso domando di nuovo:

        E’ troppo chiedere che riusciate a capire cosa scrivete? Così, tanto per distinguervi dalla muffa….

        PS. Giuseppe è preggio di Crusader, leggendo quanto scritto prima avrebbe potuto salvarsi. Non c’è mai fine al peggio.

      • Stefano scrive:

        sopra: Giuseppe è peggio…

        Precisazione inutile, è sempre peggio

  44. Giogio scrive:

    Bleargh. E non aggiungo altro, mi pare che basti.

  45. giuseppe scrive:

    contratto di comodato gratuito tra parrocchia e Comune, in cui l’amministrazione locale “si impegna a non consentire lo svolgimento di spettacoli che possano recare offesa ai valori religiosi e alla dottrina della Chiesa cattolica”.

    Se il ocale appartiene alla parrocchia, questa é nel pieno diritto di non accettare persone non gradite. Non credo che l’uaar accetterebbe in un suo circolo una predicazione di tipo religioso. Parlate sempre di separazione netta tra stato e chiesa, ma la volete a senso unico.Troppo comodo.

    • Kaworu scrive:

      una predicazione no.

      ma se quella della hack ti sembra una predicazione, è più che evidente che hai grosse lacune.

    • Giorgio Pozzo scrive:

      E’ qui che sbagli, giuseppe: nel circolo di Torino, qualunque teologo/teista è benvenuto in un civile e sereno dibattito.

      • giuseppe scrive:

        Solo che nessun teologo serio verrà mai a fare un dibattito al circolo di Torino.

      • Kaworu scrive:

        perchè, il teologo serio teme il confronto?

        toh, che strano.

        i teologi seri evidentemente accettano il confronto solo con finti atei compiacenti e con le domande preparate ;)

        cortile dei gentili ti dice niente? beh, la bestia da pascolo sei tu, mica gli atei.

      • Stefano scrive:

        @ giuseppe

        “Solo che nessun teologo serio verrà mai a fare un dibattito al circolo di Torino”

        Sei un pagliaccio….

        Se un teologo serio non dialoga a Torino (?) un cattolico serio non interviene nel sito UAAR.

        In effetti che fai ridere ce ne eravamo accorti…

        giuseppe, ma sei masochista?

      • Diocleziano scrive:

        giusp,
        sei un burlone, dai, ”teologo serio” è un ossimoro!
        Volevi vedere se ce ne accorgevamo? … :mrgreen:

      • fab scrive:

        E’ ovvio che nessun teologo serio va a fare qualcosa: i teologi seri non esistono.

    • Alex scrive:

      Sai una cosa per una volta non del hai tutto torto.
      I torto marcio è del comune che ha affidato i locali ad una comunità religiosa invece che ad un ente laico. Spero che il comune rimedi appena possibile al suo errore affidando il teatro (ristrutturato con i soldi di tutti i cittadini) ad un ente che non favorisca solo una parte di essi. Il teatro appartiente a tutti i cittadini e tutti hanno lo stesso diritto di usufruirne. Del resto se nel teatro verrà tenuto un incontro o un’attività non gradita nessuno è obbligato ad andarla a vedere.

      • Manfredi scrive:

        Alex, l’ente laico e’ composto da persone con una ideologia ben orientata, bene, anche queste persone nel consiglio direttivo potrebbero non gradire la presenza di intellettuali di ideologia opposta, parliamo dell’Italia dove la cultura e’ fortemente politicizzata, ed un ente potrebbe avere ispirazione religiosa, non vedo perche debba x questo essere ostracizzato.

  46. giuseppe scrive:

    antoniadess scrive:

    1 marzo 2012 alle 11:19
    io ho l’impressione che la tracotanza clericale aumenti con un crescendo sempre più veloce e intenso, che ci sia una regressione e restaurazione tali che le vecchie censure degli anni cinquanta e sessanta, in tv e nella società, sembrano roba da poco; si sentono padroni dell’etica e pretendono un monopolio assolutamente illegittimo in un paese pluralista
    ma chi credono di essere questi mediocri ignoranti?

    Evidentemente sei tu ad avere il monopolio della cultura. Ah ! Ah ! Ah !

    • Kaworu scrive:

      tutte qui le tue argomentazioni?

      • Federico Tonizzo scrive:

        E non sono nemmeno argomentazioni: sono chiacchiere superficialissime e con tendenza OT da ubriaconi neurointossicati cronici al bar! ;-)

    • fab scrive:

      Be’, sì, sono quelli con cultura ad avere il monopolio della cultura, in effetti. E, dato che i monoteismi non hanno sostanza, i monoteisti in quanto tali non hanno cultura.
      Poi ci possono anche essere Cauchy o Botta, ma le loro opere sono cultura nonostante la loro religione, non grazie ad essa.

    • Stefano scrive:

      @ giuseppe

      il tuo intervento è da salvare solo se:

      Ah ! Ah ! Ah !

      costituisce finalmente sana autocritica di ciò che lo precede

  47. Federico Tonizzo scrive:

    Negli ultimi anni si sentiva spesso parlare di “teatrino della politica”, ora c’è anche il “teatrino della religione”!!! :shock:
    Proprio bene siamo messi!!! :mrgreen:

  48. Riky da padova scrive:

    è facile per loro comportarsi cosi, forti e grandi che si sentono, sapendo di essere LA MAGGIORANZA, tornassero un po a esser perseguitati e costretti a dir messa di nascosto nelle catacombe forse capirebbero il punto di vista della gente libera di mente