Atei per beneficenza donano tramite Reddit somma record a Medici Senza Frontiere

Nei giorni scorsi Medici Senza Frontiere (Doctors Without Borders/Medecins Sans Frontieres) ha ricevuto, soprattutto tramite la pagina ‘atea’ della piattaforma Reddit, decine di migliaia di offerte. I blogger, gli utenti e i visitatori non credenti hanno infatti dato il via a questa iniziativa anche per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’impegno degli atei su temi sociali e per la beneficenza. I non credenti sono una componente in sensibile crescita ma tuttora oggetto di pesanti discriminazioni e pregiudizi negli Usa. Dove ad esempio uno studio ha rilevato che, secondo i credenti, gli atei non ispirano fiducia e non sono affidabili. Sono considerati su questi punti alla stregua addirittura degli stupratori.

Natalie Favre, portavoce per Medici Senza Frontiere a Ginevra, ha fatto sapere: “E’ sorprendente ciò che sta avvenendo. La somma che è stata raccolta è sbaldorditiva, sul serio”. Diverse donazioni erano accompagnate da messaggi quali “Good without God”, o più ironici come “God without Zeus”. Il denaro raccolto tramite il crowdrising sul sito Firstgiving ormai ammonta a più di 185mila dollari. Anche l’UAAR, che ha finanziato vari progetti di solidarietà a livello internazionale, invita soci e simpatizzanti a supportare questa iniziativa.

Valentino Salvatore

Questo articolo è stato pubblicato lunedì, 12 dicembre 2011 alle 11:13 e classificato in Generale, Notizie. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

51 commenti a “Atei per beneficenza donano tramite Reddit somma record a Medici Senza Frontiere”

  1. Che bella notizia, è stupendo scoprire come anche i media hanno un obbiettivo benefico e solidario, grazie per la condivisione.

  2. Ratio scrive:

    Bene!
    Alla faccia dei cattobuffoni che vengono a dire che gli atei non fanno nulla di buono!

    • teologo catolico scrive:

      …e a quando la prima donazione in beneficenza dell’uaarbuffoni?…

      • Alex scrive:

        L’UAAR pur non essendo un ente preposto allo scopo fa già della beneficenza carissima cattopecorella?
        http://www.uaar.it/uaar/campagne/solidarieta/

        E quando la tua plurimiliardaria chiesa cattolica che dice di far tanto per molti si deciderà a destinare la totalità del gettito dell’8×1000 in beneficenza come fanno i valdesi?

      • LS scrive:

        cos’é un catolico ?

        qualcuno che soffre di disturbi gastrici ?
        un nuovo modello di televisore?
        un ansiolitico?
        uno zotico?
        boh! :D

      • Senjin scrive:

        Teologo prima di scrivere o parlare ricordati di collegare il cervello:
        http://www.uaar.it/uaar/campagne/solidarieta/

        Sai noi non abbiamo i miliardi e i privilegi della chiesa… si fà quel che si può.

      • teologo catolico scrive:

        @alex: hai ragione. Grazie della precisazione. Infatti leggo che nel 2008 avete versato 406 euro per progetti di solidarietà cui rimanda il tuo link (dei 65.000 euro raccolti)… 2500 per la mostra del cinema…600 euro per stampare pieghevoli..

        http://www.uaar.it/sites/default/files/bilancio-uaar-2008.pdf

      • mosis scrive:

        Sarei curioso di vedere un bilancio dell’UAAR, per distinguere tra entrate e uscite, così per vedere se in percentuale destina in beneficenza più della CCAR (che dovrebbe devolverne la maggior parte, e invece…)

      • Flavio scrive:

        teologo, ma sai come funziona un’associazione o ti intendi solo di parrocchie? Un’associazione mica prende la quota degli iscritti e la devolve ad altri enti… a meno che si stia sciogliendo (so che questa prospettiva ti ecciterebbe).

      • Flavio scrive:

        mosis: prevenuto. I bilanci dell’Uaar sono sul sito visibili a tutti.

      • denis scrive:

        beh visto che sei un “religioso” ti faccio un rispolvero di storia biblica. Ti ricorda niente la vedova che gettò le due monetine per l’offerta al tempio? non era un avanzo ma TUTTO QUELLO AVEVA A DISPOSIZIONE.
        Ti ricorda niente la vicenda di Ananìa e Saffira? Dissero di avere regalato TUTTO IL RICAVATO DELLA VENDITA DI UN CAMPO PER OFFRIRLO AL TEMPIO. Cosa non vera e punita da dio con la morte immediata per la falsita del gesto.

        Ora devo farti due piu due o ci arrivi da solo?

      • denis scrive:

        il mio precedente post era per il “fine teologo” che disprezza i gesti altruistici altrui e incensa e suona le trombe per i suoi, di gesti. @teologo “catolico” (scritto da lui)

      • whichgood scrive:

        @ teologo catolico

        il misserabile Bagnasco ha “donato” alla sua carissima Genova alluvionata la somma di 1 milione di euro, ovvero lo 0,1% del 8×1000 in un solo anno.

        Poi abbiamo saputo che mentre con una mano dava con l’altra recuperava, ad esempio, falsificando le cifre:

        http://www.uaar.it/news/2011/11/09/bagnasco-si-inventa-nuovi-fedeli-e-riceve-soldi-pubblici-per-la-diocesi-di-genova/

        oppure sfratando delle povere famiglie con figli, vecchi, malati, aumentanto gli affitti in modo in modo spoporsitato per mandarli via:

        http://genova.repubblica.it/cronaca/2011/11/15/news/case_della_curia_la_rivolta_degli_inquilini-25067226/

      • teologo cattolico scrive:

        @mosis

        nell’anno in questione il rapporto è di 400 euro su 65.000 a disposizoine. negli altri anni pubblicati dal 2004 al 2010 non compaiono voci destinate alla solidarietà… ni 6 anni (dei circa 500.000 euro, cifra approssimativa, non ho fatto la somma) sono stati spesi in solidarità 400 euro… per capire le prorirtà dell’associazione ho appunto riportato che invece si spendono 600 euro in pieghevoli…ma leggi da soli, i bilanci sono pubblici e disponibili

        http://www.uaar.it/uaar/bilancio/

      • teologo cattolico scrive:

        @flavio

        sono d’accordo, trovo poco logica che una associazione prenda dei soldi degli iscritti e li devolva ad altri enti. La Chiesa cattolica non lo fa.

        @denis

        che l’uaar abbia donato 400 euro (o qualcosa di più )in sei anni non può essere certo deprezzato.
        ..però mi sento ragionevolmente di sostenere che 400 euro non sono “TUTTO QUELLO CHE AVEVA A DISPOSIZIONE”, OSSIA TUTTO quanto l’uaar ha ricavato in sei anni (da bilancio) …se vogliamo restare alla parabola che citi.. sinceramente non so perchè ti sei auto-infognato in questo paragone…

      • denis scrive:

        dimentichi l’oggetto sociale e la finalita.. . totalmente differente… mentre voi fate la carita con i soldi NOSTRI e solo in piccola percentuale.. l’UAAR ha oggetto sociale e una finalita principale diversa. se poi in tutto questo ci scappa qualche soldino per qualche opera socialmente utile. ben venga. ORa non sono socio UAAR e non devo prendere le difese di nessuno, non credo ne abbiano bisogno, ma è palese la vostra malafede e trovo insopportabile che vi facciate scudo della carita pelosa con i SOLDI ANCHE MIEi, spacciandovi per i salvatori dei derelitti quando è chiaro che con la montagna di soldi versatavi avremmo un welfare che neanche la Germania o la Svezia potrebbero avere…

      • firestarter scrive:

        denis

        non ti sprecare a spiegare al teologo, il poveretto non capisce il significato del connettivo logico “e”, per cui secondo lui chi e’ coinvolto con l’uaar non puo’ fare ANCHE beneficenza usando altri canali ed associazioni appropriate allo scopo. Ovviamente il pseudointelligente soffre di giustificati complessi di inferiorita’ dovuti al fatto di identificarsi con una associazione criminale di palazzinari avidi.

      • Paolo scrive:

        In quanto a curiosità sulla visione dei bilanci, mi sa che i “curiosi” che darebbero volentieri un’occhiata al bilancio dello IOR sarebbero ben di più di quelli che vorrebbero spulciare il bilancio della UAAR.

        Ovviamente anch’io sono tra i primi…

      • Francesco scrive:

        teologo scioccologo

        L’Uaar non ha come fine di fare della beneficienza.
        Per cui come sempre i tuoi discorsi sono inutili, pensa alla tua chiesa che si vanta di fare molto per tanti e invece chi sa dove finiscono la maggior parte dei soldi che intasca, da tutti credenti e non.

      • whichgood scrive:

        @ teologo proctologo

        ti faccio presente che 400 su 65000 rappresentano lo 0,65 %, cioè: 6,5 volte in confronto della donazione della Chiesa per gli alluvionati di Genova (1 milione di euro = 0,1% del 8×1000) e senza avere nessun obbligo in quanto l’UAAR non è una associazione benefica.

        Ma vergoganti dei tuoi miserabili vertici mangiasoldi prima di fare la morale agli altri !

      • teologo cattolico scrive:

        @francesco e whcic

        Mi dite in quale manuale di ecclesiologia avete letto che invece la Chiesa è un associazione di beneficienza, istituita per fare beneficienza…?

      • teologo cattolico scrive:

        …beneficenza…

      • nightshade90 scrive:

        @teologo

        secondo quanto asserito dal vostro supposto fondatore (gesù), sì. peggio ancora: ogni membro della chiesa è chiamato a curare e aiutare gli altri, specie i più miseri, perchè egli stesso (gesù) è in essi.

      • Francesco scrive:

        teologo cattolico, sapresti dirmi in quale parte del mio commento avrei scritto che la chiesa e’ un ente benefico?

  3. Alfonso scrive:

    @Ratio
    considerando che loro distribuiscono solo le briciole (vedi per esempio distriubuzione dell’8xmille, max 17% in opere di carità – di cui appena 8% destinati ai paesi del terzo mondo in barba agli spot pubblicitari palesemente ingannevoli)) di quello che la chiesa riesce a rastrellare attraverso vere e prorpie rapine legalizzate e/o donazioni e lasciti testamentari destinati ad opere di bene ma puntualmente utilizzati in massima parte per allestire attività commerciali (case di cura, case di riposo, hotel, ristoranti etc etc,) senza contare investimenti di ogni natura e partecipazioni azionarie in ogni tipo di attività. Insomma Vaticano S.p.A., la più potente multinazionale del pianeta, travestita da una (FALSA) religione cristiana, peraltro mai fondata e /o voluta da tal Gesù, ma questa è un’altra storia…….

    • noateo scrive:

      Ad Alfonso: su hotel e ristoranti posso essere d’accordo ma case di cura, di riposo etc….
      ci sputi sopra?
      N.B. E basta con gli insulti……….

      • N.B. E basta con gli insulti……….

        Concordo, però per favore, iniziate voi a dare l’esempio. Da quando esiste questo sito, se ci mettiamo a contare gli insulti di voi cattotroll, non bastano tutti i volumi della Treccani……scusa èh!!!

      • Alfonso scrive:

        @noateo
        Non mi risultano case di riposo e case di cure di proprietà dei preti che operano gratuitamente, sono tutte rigorosamente a PAGAMENTO. Dalle mie parti ce ne sono (di mia conoscenza) almeno un paio…..In particolare una casa di riposo gestita da suore, con intorno oltre 100 ettari di terreno coltivato ad uliveti ed in parte a frutteti ed ortaggi. Un bel modo di fare beneficenza e opere di bene! Poi spiegami, quali e/o dove sarebbero gli insulti :roll:

      • Francesco scrive:

        Basta con gli insulti da uno che si presenta con un nick noateo?
        Tu puoi insultare e gli altri no?
        Tipico dei superstiziosi.

      • Ratio scrive:

        San Raffaele

  4. Elia scrive:

    per teologo cattolico

    siete voi ad avere i 10 comanda…menti

  5. Tommaso scrive:

    Ma come fanno gli atei a preoccuparsi di chi sta peggio, senza l’ aiuto dello Spirito Santo ??????

  6. FSMosconi scrive:

    Diverse donazioni erano accompagnate da messaggi quali “Good without God”, o più ironici come “God without Zeus”.

    :D L’ironia in situazioni tragiche come quelle che sicuramente sopportano i medici dell’associazione deve essere un buon incoraggiamento :D

  7. Maurizio_ds scrive:

    Ottima notizia.

  8. whichgood scrive:

    Gli atei non aiutano perchè si aspettano una ricompensa divina nè perchè così ha ordinato qualche dio. L’aiuto di un ateo è molto più lodevole di quello di un credente perchè non segue ordini nè interessi, ha origine nella convinzione personale e viene spinto dalla sensibilità individuale.

  9. claudio udine scrive:

    IGNORANTE COME SONO DI INFORMATICA, NON HO CAPITO COME IN PRATICA SI FACCIA A FARE UNA DONAZIONE

    QUESTO EPISODIO PERO’ MI CONFERMA NELL’IDEA CHE COME UAAR DOVREMMO SPENDERCI DI PIU’ PER INIZIATIVE DI QUESTO TIPO (RICORDO LA SOTTOSCRIZIONE PER DUE SCUOLE LAICHE IN AFRICA ANNI FA, CHE ANCHE SE NON PORTO’ AD UNA GRANDE RACCOLTA PER ME FU UN SEGNALE IMPORTANTE. CREDO, PER ESEMPIO, POTREMMO “ADOTTARLE” IN PERMANENZA)

    • nightshade90 scrive:

      nei blog sarebbe educazione evitare di scrivere tutto in maioscolo, perchè nell’etichetta dei blog scrivere qualcosa in maiuscolo equivale ad urlarala ad alta voce. singole parole o frasi o maiuscole ci possono stare in un blog, ma tutto un post risulta esagerato e vagamente fastidioso.

    • whichgood scrive:

      essendo un ignorante in materia culinaria non ho capito cosa c’entra l’informatica con le donazioni.

  10. ale cattolico scrive:

    Francesco risponde:

    teologo scioccologo

    L’Uaar non ha come fine di fare della beneficienza,ha come fine di non fare un ….

    • teologo cattolico scrive:

      @ale

      Ma nemmeno la Chiesa ha lo scopo di fare beneficenza, ma di annunciare la paternità di Dio, che è una finalità religiosa, altra cosa dalla filantropia.
      Nemmeno Gesù è andato in giro a sfamare gli uomini, o a guarire gli ammalati. Gli ammalati gli erano portati da altri; quando ha moltiplicato pesci e pane per sfamare la folla lo ha fatto per sollecitazioni degli apostoli e non è certo questo il suo scopo, che è quello di annnciare il regno di Dio.. non si capisce perchè dovrebbe esserlo della Chiesa (a cui non è stato affidato il compito di andare per il mondo a fare beneficenza.. o almeno io non lo trovo scritto da nessuna parte).

    • Francesco scrive:

      ale cattolico scrive:

      L’Uaar non ha come fine di fare della beneficienza,ha come fine di non fare un ….

      All’opposto della chiesa che invece piace moltissimo farsi i ….. altrui.

  11. ale cattolico scrive:

    Francesco risponde:

    lunedì 12 dicembre 2011 alle 16:26

    teologo scioccologo

    L’Uaar è truffolandia.