Ravenna: orfanotrofio diventa albergo di lusso, anche vescovo indagato per malversazione

Il caso dell’ex orfanotrofio ‘Galletti Abbiosi‘ di Ravenna, ristrutturato e convertito in un albergo di lusso coi fondi pubblici stanziati per il Giubileo del Duemila, coinvolge anche la Curia. Indagati per malversazione ai danni dello Stato il vescovo locale, mons. Giuseppe Verucchi e il tesoriere della Curia mons. Guido Marchetti, nonché Raffaele Calisesi, titolare della Ayr (società che dal 2005 gestisce la struttura, prima affidata alla diocesi). Lo scrive Il Resto del Carlino.
L’arcidiocesi aveva ricevuto 5 miliardi di lire per trasformare l’immobile in una struttura ricettiva a basso costo da una-due stelle riservata a pellegrini e studenti. Ma col passaggio di consegne alla diocesi e poi ad Ayr, la struttura è diventata un albergo di lusso, sebbene non avesse la licenza. Cosa cui ha rimediato solo nell’agosto del 2010 il consiglio comunale, col nuovo Regolamento Urbanistico Edilizio (Rue).

Ma c’è anche un’altra questione che riguarda il ‘Galletti Abbiosi’, segnalata da RomagnaNoi. Il conte Carlo Galletti Abbiosi, deceduto nel 1897, aveva lasciato disposto nel testamento che i suoi averi sarebbero dovuti andare a beneficio delle orfane. Circa cento donne, ospitate nella struttura, hanno fatto causa alla Fondazione Galletti Abbiosi sostenendo che questi beni non sono mai stati investiti secondo le disposizioni del conte. L’udienza è fissata per il prossimo aprile e la Fondazione è presieduta proprio dal vescovo Verucchi.

Valentino Salvatore

Archiviato in: Generale, Notizie

33 commenti

god afternun

Business tondo (dal sito):

Prenota la camera direttamente dal nostro sito e avrai:

– 1 biglietto per i seguenti monumenti di Ravenna riconosciuti come Patrimonio Mondiale dell’UNESCO:

• S. Apollinare Nuovo
• San Vitale
• Battistero Neoniano
• Galla Placidia
• Museo Arcivescovile

Losna

Quanta “spiritualità” aleggia nei nelle casse della curia!

Sandra

Maaaarcooooo, ci sei? rileggiti un po’, l’hai scritto ieri:
“vi dimenticate (o vi volete dimenticare) di tutte quelle strutture legate direttamente o indirettamente alla Chiesa in cui operano preti, religiosi e laici (qui inteso non come sinonimo di atei ma come fedeli non consacrati) al serizio dei più bisognosi. Strutture che diventano sempre più insostituibili in questo tempo di crisi (enti tipo la Caritas sono l’unico approdo per chi di questi tempi perde il lavoro).
Già: le migliaia di pasti, posti letto, assitenza, ecc… offerti da migliaia di persone ai tanti bisognosi non fanno rumore”

Aspettiamo un commento alla news.

teologo cattolico

@sandra

il mio commento: sarebbe utile che poi pubblicaste anche gli esiti di tutte queste indagini ed inchieste di cui riportate la notizia, sia le eventuali condanne sia le assoluzioni o le archiviazioni.

marcolfo

e invece teologo cattolico ha ragione e non vale solo per l’uaar ovviamente.
Varrebbe in primis per tutte le testate giornalistiche, si pompano i titoli con l’avvio di inchieste senza che poi si renda conto degli esiti, spesso inesistenti

teologo cattolico

@murdega

ai soliti argomenti prevedibili non è che possa rispondere con qualcosa di particolarmente imprevedibile.

Francesco

Teologo, il tuo commento e’ inutile, sapendo quanto durano i processi in Italia e come la chiesa usi i suoi poteri occulti per insabbiare le sue malefatte grazie alla convivenza dello stato.

P.s. Teologfo ancora attendo una vera risposta, da un mio commento ad una notizia passata.

La notizia era la seguente: “Mississippi, si voterà referendum: “Persona anche ovulo fecondato”

Tu hai risposto a whichgood in questo modo:

“non credo tu sappia darmi – dimostrandone la verità- una definizione precisa e profonda e soprattutto definitiva di persona. Sulla questione vi è un dibattito storico amplissimo. se riesci a dimostrare che il tuo concetto è l’unico corretto fai un grande servizio all’intero consesso filosofico mondiale.”

Io di conseguenza ti ho risposto cosi’:

“Teologo, hai affermato che non esiste una definizione precisa di persona, di conseguenza ritieni sbagliato considerare l’ovulo fecondato una persona. O no?”

E tu mi hai risposto con una teologata simile:

“ho detto che presumo che @which non sia in grado di darmi quella definizione. ad oggi, trovo conferma nella mia ipotesi.”

Ti rimangi quello che hai detto?

Sandra

Io non ho niente contro la trasparenza. Quella ad esempio di mostrare il testamento ai legittimi eredi. E tu?

thyestes

@ Francesco

teologo e gli altri (chi + chi meno) troll rispondono quando gli fa comodo, nello stile dei troll.

FSMosconi

Dai soliti noti ora come ora mi aspetterei un’apologia dell’attività alberghiera. O il classico “ma non state a guardare il pelo nell’uovo”… :roll:

vico

suvvia, gli eredi di chi trasformava l’acqua in vino, trasformano gli ostelli in 5 stelle… non è reato si chiama miracolo 😉

Maurizio_ds

E’ l’ammmmore cristiano e cattolico, che come sempre si basa sul numero di zeri di un conto o di un assegno.

god afternun

Io sono curioso di sapere se pagano il personale!.

Nella chiesa vicina a casa mia vedo tutti i giorni i poveri stranieri sfruttati e costretti a verniciare il cancello, tagliare l’erba, mantenere il giardino, pulire, ecc, ecc. a cambio di qualche piatto di cibo.

cartman666

caro cattotroll studiati bene la legge Ici , art.7 d.l. 504/1992 lettera I e poi ne riparliamo.

Marco

Il fatto che un Vescovo possa essere indagato è già indicatore di laicità: in Iran un imam non potrebbe mai essere processato nemmeno se compisse uno sterminio.

Kaworu

50 anni fa secondo te le cose sarebbero andate comunque così, da noi?

che poi questa storia è da un pezzo che va avanti… ma magari dalla tua nuvoletta felice ti è sfuggita

god afternun

E’ un indicatore di giustizia sociale e uguaglianza davanti alla legge semmai. Saremo più contenti quando tutte le nefandezze religiose compiute dalla Chiesa saranno quanto meno indagate, non dico condannate perchè non ci sono carceri abbastanza.

schiaudano

“Il fatto che un Vescovo possa essere indagato è già indicatore di laicità”

Questo commento è indice di non laicità.

Reiuky

Hai pienamente ragione: significa che siamo costretti a meravigliarci di quello che, invece, dovrebbe essere la normalità.

Paul Manoni

@Marco
Di solito si prende come parametri di riferimento o modello virtuoso, paesi più sviluppati e progrediti…Soprattutto sul tema della Laicità.
Se continui a dire:”Si ma da loro e’ peggio!”, non ci fai una grande figura…! 😉

nightshade90

@marco

ma ti rendi conto che hai detto una cavolata senza senso? il fatto che si sia in qualcosa meglio di una teocrazia non significa che allora si sia in stato di laicità.

la tua argomentazione è esattamente dello stesso livello di “il nazismo non era una dittatura: visto che il titolo di fhurer non si tramandava per via ereditaria ma necessava dell’appoggio del partito nazista, allora non si trattava di una monarchia assoluta, quindi si trattava di una democrazia”

Francesco

Marco, e’ come dire ad una persona, che ha causa di una giustizia che non funziona si e’ fatto 20 anni di galera, che in un altra nazione per lo stesso crimine ci sarebbe stata la condanna a morte.
Ma mi faccia il piacere, mi faccia.

Laverdure

E pensare che i miscredenti hanno insinuato per anni che negli orfanotrofi gestiti dalla Chiesa si
stava male!
Ora finalmente e’ dimostrato che sono invece alberghi di lusso !

asor

il palazzo era un orfanotrofio femminile, chiuso nel 1975. Il presidente del consiglio di amministrazione del tempo (ora, molto noto cardinale Ersilio TONINI) disse che avrebbe provveduto a riaprirlo non appena ci fossero state le condizioni (ristrutturazione, nuove suore etc.). Poi sono passati gli anni (lui è andato in pensione). Il nuovo presidente (altro arcivescovo) prima ha fatto due fusioni con altri enti religiosi (cosa tassativamente vietata dal testamento del conte Galletti) ed ha provveduto alla ristrutturazione con i fondi del giubileo. Ho verificato personalmente che i pellegrini del giubileo non sono mai passati da quel palazzo magnificamente ristrutturato ed arredato. Il seguito è riportato dalla stampa locale. Presumo non sia mai stata pagata ICI, in quanto nel palazzo c’è la cappella voluta dal Conte per le funzioni relegiose nell’ambito dell’orfanotrofio. Io spero che la giustizia provveda affinchè vengano restituiti alle casse disastrate dello Stato i cinnque miliardi di lire ovviamente con i relativi interessi.

Southsun

Il dio uno, trino e QUATTRINO.

Non vi ho detto 100 volte che il vescovone della mia miserabile cittadina – in tutti i sensi – si è rifatto a spese dello Stato la sua “umile” magione con giardino interno privato?

E non vi ho detto 100 volte che agli inquilini delle case popolari pericolanti è stato detto che “lo Stato non ha soldi” (e se continuate a lamentarvi vi sgomberiamo)?

Sì, ve l’ho già detto 100 volte. Ma repetita juvant.

Murdega

ai soliti argomenti prevedibili non è che possa rispondere con qualcosa di particolarmente imprevedibile.
______
E allora che vieni fare su questo blog ?

Commenti chiusi.