Lo stragista norvegese e la religione

Le stragi di Oslo e Utoya hanno sconvolto, per la loro ferocia e insensatezza, le coscienze di uomini e donne di tutto il mondo. È dunque senz’altro importante comprendere le ragioni che hanno spinto Anders Breivik ad agire.
L’uomo si ritiene un “cristiano al 100%” e, benché battezzato nella Chiesa luterana, scrive che occorre facilitare la destrutturazione della Chiesa protestante, ritenuta troppo progressista, e far tornare i suoi membri alla Chiesa cattolica. Vede nella croce il simbolo “storico e culturale più importante” (“la croce è l’Europa”, scrive) con cui ricominciare una stagione di crociate, e critica l’iniziativa legale, sostenuta dall’UAAR, contro la presenza del crocifisso nelle aule scolastiche.
Il progetto dello stragista mirava a ricostruire un’Europa esclusivamente cristiana. Gli unici atei e agnostici per lui accettabili sono quelli che accettano la supremazia storico-culturale cristiana, ma sono comunque destinati a convertirsi in punto di morte. Breivik ha inoltre esplicitamente individuato come suoi nemici quelli che definisce “umanisti suicidari”: nel video da lui prodotto sono classificati sotto il simbolo dell’happy human, il più adottato dalle associazioni di non credenti di tutto il mondo. Tra queste anche quella norvegese, a cui appartenevano diverse vittime.
Non è dunque accettabile che si diffondano interpretazioni che cozzano con le evidenze disponibili, come quelle rilasciate sulla scia dell’informazione che “Breivik minacciava il papa”. Benché ritenesse Benedetto XVI “codardo” e “illegittimo”, per non aver puntato a un’alleanza militare anti-islamica, Breivik non lo ha in realtà esplicitamente minacciato.
L’UAAR invita tutti i mezzi di informazione a riferire obbiettivamente questi particolari. È indispensabile e doveroso che l’opinione pubblica sia correttamente informata, e non si veicolino interpretazioni di parte che tendono oltre misura a sminuire, se non negare, l’influenza dell’appartenenza cristiana nell’operato di Breivik. La vicenda mostra semmai, ancora una volta, come l’uso identitario del cristianesimo in funzione anti-islamica non sia la risposta adeguata ai mutamenti che le nostre società sono chiamate ad affrontare.

Comunicato stampa UAAR

160 commenti

FSMosconi

L’uomo si ritiene un “cristiano al 100%” e, benché battezzato nella Chiesa luterana, scrive che occorre facilitare la destrutturazione della Chiesa protestante, ritenuta troppo progressista, e far tornare i suoi membri alla Chiesa cattolica.

E questo stronca definitivamente la difesa di Enrico e compagnia…

Vede nella croce il simbolo “storico e culturale più importante” (“la croce è l’Europa”, scrive) con cui ricominciare una stagione di crociate, e critica l’iniziativa legale, sostenuta dall’UAAR, contro la presenza del crocifisso nelle aule scolastiche.
Il progetto dello stragista mirava a ricostruire un’Europa esclusivamente cristiana.

Pure questo non è che sia proprio a loro favorevole…

Gli unici atei e agnostici per lui accettabili sono quelli che accettano la supremazia storico-culturale cristiana, ma sono comunque destinati a convertirsi in punto di morte.

Chissà perché mi ricorda qualcuno. Senza offesa…

Breivik ha inoltre esplicitamente individuato come suoi nemici quelli che definisce “umanisti suicidari”: nel video da lui prodotto sono classificati sotto il simbolo dell’happy human, il più adottato dalle associazioni di non credenti di tutto il mondo. Tra queste anche quella norvegese, a cui appartenevano diverse vittime.

Tipetto liberale e socievole, non c’è che dire… :(

Non è dunque accettabile che si diffondano interpretazioni che cozzano con le evidenze disponibili, come quelle rilasciate sulla scia dell’informazione che “Breivik minacciava il papa”. Benché ritenesse Benedetto XVI “codardo” e “illegittimo”, per non aver puntato a un’alleanza militare anti-islamica, Breivik non lo ha in realtà esplicitamente minacciato.

Più o meno la stessa distinzione che ho fatto notare al troll Enrico: attacco non rivolto indistintamente, ma con un fine quindi con dei distinguo…

ECCE ALIEN

Era ed è un perfetto cristiano, uno dei pochi al mille per mille, sincero, devoto, pronto al sacrificio: in poche parole un perfetto iDIOta.

Tino

Il progetto stragista mirava ad uccidere dei giovani appartenenti al partito laburista. Questo comunicato da quasi l’impressione che dispiaccia perché non ha ucciso dei giovani a un raduno di atei! Insomma qual’è l’obiettivo noi atei vittime per procura? Sono pienamente d’accordo sul fatto che utilizzare il cristianesimo in funzione identitaria antislamica sia pericoloso e nocivo, detto questo non credo l’associazione faccia una bella figura perché non mi risultano comunicati simili quando ci sono stati attentati islamisti, eppure anche in quel caso la stampa (ovviamente di segno opposto) tende a minimizzare e dire che quello non è il vero islam ecc. Il riferimento poi alla chiesa cattolica non credo possa tenere. L’attentato è avvenuto in Norvegia non in Italia. Ricordiamocelo.

CosmoGioioso un Giorno

Ieri sul sito dell’ansa capeggiava un titolo enorme “Breivik minaccia l’Italia e il Papa”
Sono andato a vedere cosa diceva l’articolo e bene non c’era scritto assolutamente niente in merito. C’era il solo link al librazzo di 1500 pagine. Ovviamente non me lo sono letto ma ho fatto delle ricerche nel documento per vedere qual’era la linea generale. Io di queste minacce non ne ho vista manco una.
Molti organi di informazione spesso prendono e trascrivono notizie pari pari da come le scrive l’ansa, salvo poi magari commentarle. Bene quest’agenzia a me comincia a dare in testa. E’ già la terza o quarta volta che sul loro sito mi capita di leggere delle falsità da antologia che brillano per il puzzo di corruzione/debolezza che emettono(non solo in tema di religione).
Questo tema è importante. Non si può ammettere che si faccia disinformazione per parare le chiappe alle proprie ideologie.

Tino

Ma io non ci vedrei sempre questo complotto procattolico della stampa, a volte è solo voglia di fare sensazionalismo. Comunque le argomentazioni contro il Papa del mostro norvegese mi sembra che rendano molto magre le possibilità di utilizzare la strage norvegese contro la chiesa italiana. Anche perché gli stessi giornalisti che utilizzano le parole del papa a favore dell’immigrazione per attaccare la lega (invece di attaccarla unicamente da un punto di vista laico) non si può poi pretendere che la rendano responsabile di una strage di un individuo che vive in Norvegia e che non ha nessun rapporto con la chiesa cattolica se non una dichiarazione, ma anche attaccato il capitalismo globalizzato se è per questo.

CosmoGioioso un Giorno

E chi è che tenta di attaccare la chiesa prendendo a pretesto la strage? non mi risulta niente di ciò.

Semmai si tenta di fare un ragionamento sull’influenza della religione nella vicenda. Se poi si leggono titoli di quel tipo, evidentemente tesi a decontestualizzare l’accaduto per “non perdere punti”, allora è normale che ci si interroghi su chi siano i mandanti (se ci sono) e gli inetti e ci si arrabbi per il solito provincialismo della stampa italiana.

Sul sensazionalismo ti sbagli. Si può fare sensazionalismo dicendo cose vere; queste, da quello che ho letto, sembrano proprio false. Ti garantisco che una sola balla scritta dall’ansa, ha il potere di far credere a milioni di persone in italia cose false. Un esempio è la sigaretta elettronica: un loro articolo su una conferenza dell’OMS falsò completamente i dati reperibili nei documenti(risultati dalla conferenza) inerenti la sigaretta elettronica: quasi tutti i telegiornali passarono la notizia praticamente leggendola dall’articolo ansa. Risultato milioni di persone il giorno dopo erano convinte che le sigarette elettroniche facessero più male di quelle tradizionali al tabacco. Inutile dire il danno provocato al mercato delle sigarette elettroniche.

Tino

Ma guarda che anche qui in Francia nessuno si sogna di fare riflessioni sull’influenza relgiosa del cristianesimo in questa strage. Si attacca o l’estrema destra o il comportamento della polizia che non aveva a disposizione nemmeno un elicottero tutto qui. Sulle sigarette elettroniche questa notizia è anche stata data qui, ma sei sicuro che sia proprio falsa? E te lo chiedo con interesse perché io le sto usando.

CosmoGioioso un Giorno

scusami e perchè mai “nessuno si sogna di fare riflessione sull’influenza religiosa”??? perchè mai dovrebbe invece essere più accettabile tirare in ballo la sola estrema destra? vorrei ricordare che la religione cristiana ha ANCHE alle spalle 2 millenni di violenze. Solo un cretino potrebbe non tenere in considerazione la possibilità di un nesso psicologico.
La verità è che in Francia non subite l’influenza vaticana come la subiamo noi. Per voi la laicità è una realtà, per noi è un miraggio.

La sigaretta elettronica non fa bene come NON fumare, ma tutti i dati noti ad ora indicano che faccia MOLTO meno male delle sigarette normali. La notizia ANSA era un flaso colossale perchè mischiò spudoratamente i dati contenuti in questo documento.
http://apps.who.int/gb/fctc/PDF/cop4/FCTC_COP4_12-en.pdf
(che come puoi ben leggere non dice niente di strano sulle sigarette elettroniche)
Le esigs stanno scomodando un bel po’ di culetti dorati perchè la tecnologia sta migliorando e i liquidi, pure avendo un certo grado di tossicità (dovuto principalmente agli aromi), non possono essere assolutamente confrontati con le sigarette normali in termini di danni fisici.

CosmoGioioso un Giorno

Comunque ci sono stati diversi studi sulle sigarette elettroniche (ancora non sufficienti) e in pratica tutti ne mostrano la relativa innocuità. Il modo migliore per leggere questi risultati è quello di frequentare le community apposite. Chiaramente dipende da che liquidi metti nella sigaretta; se li prendi dalla cina forse non è così difficile ritrovarsi con una sigaretta al liquido refrigerante per auto.

Tino

Grazie per le informazioni sulla chiesa cattolica. Qui i movimenti antirazzisti attaccano l’estrema destra non la chiesa. Non so che dirti.

CosmoGioioso un Giorno

sai com’è, in genere l’estrema destra è anche caratterizzata da un sentimento religioso, oltre che razzista. Quindi non si capisce perchè mai bisognerebbe astenersi dall’analizzare l’influenza della religione sui pensieri di questi individui. E’ evidente che l’attentatore sia stato influenzato molto dalla religione in questo contesto. Se fosse stato solo razzista, avrebbe fatto una strage di islamici, ti pare?

Tino

Se fosse così evidente in norvegia se la prenderebbero con la religione, invece messe di qui e di là non solo in norvegia ma anche a parigi dove hanno preso la parola nella cattedrale gli spettatori norvegesi del tour de France. Allora mettiamola che son tutti fuori e che invece l’associazione ha capito tutto. Se l’attentatore se la fosse presa ai musulmani credo che sarebbe scoppiata una guerra civile. Le sue motivazioni erano soprtattuto politiche, che poi la religione abbia giocato la sua parte certamente non lo nego mica, ma non è lì che ha pescato l’ideologia principale. C’è comunque ormai un consenso politico quando ci sono attentati commessi da religiosi nel non attaccare la religione, è stato scelto per l’islam (dove addirittura si parla automaticamente di ragazzi discriminati o di guerra in Afghanistan) inutile lamentarsi se si utilizza con il cristianesimo.

Valentino Salvatore

Scusa, ma questo commento mi pare parecchio ingeneroso e deformante.
In realtà il tizio ha ucciso anche diversi giovani non credenti dell’associazione norvegese e considerava i non credenti organizzati tra i suoi obiettivi, come emerge chiaramente dalla sua propaganda. Questo comunicato vorrebbe essere un’alternativa e un invito ad una maggiore obiettività rispetto a quello che invece sta passando. Non mi pare proprio si minimizzi tra noi il problema dell’estremismo islamico, a meno che non si pretenda un comunicato stampa per ogni attentato…

Tino

Ho capito che ce l’aveva con i non credenti ma ancora più ossessivamente con i musulmani. L’attentato però è stato politico e contro un partito commesso certo da un’integralista religioso, ma non credo che abbia preso di mira i non credenti rispetto ai credenti del campus anche perché non vedo come possano avercelo scritto in faccia. Non pretendo comunicati sugli attentati islamici, semplicemente anche in quel caso regolarmente si martella che quello non è il vero islam e bla e bla. Anzi abbiamo diritto poi agli articoli sulle discriminazioni che subirebbero i musulmani quasi fossero le vere ragioni dell’attentato. Non ho mai visto però l’associazione preoccuparsi di questo. Forse l’islam non è violento ma è colpa della disciminazione se lo diventa invece il cristianesimo è intrinsecamente violento.

maxalber

Tino,
gli islamisti non fanno riferimento alle radici giudaico-cristiane dell’Europa, non parlano dell’FHE e dell’IHEU nè della mia sentenza di Strasburgo.
Questo invece fa riferimento a tutto ciò e richiama le radici cristiani del continente al pari dei terroristi verso la mia famiglia, al pari di La Russa e compagnia italiana (compresi cattotroll e uccr).
Mi pare che i motivi per dedicargli un’attenzione particolare ci fossero tutti.
Se non li vedi allora temo che tu stia utilizzando un filtro di valutazione che non condivido.

Tino

Sto valutando lo stesso filtro di valutazione che mi ha fatto prevedere la sconfitta alla CEDU perché ho visto le reazioni alla prima sentenza indipendentemente dalla questione cattolica in sé delle qui in Francia. Qui poi la sinistra ha utilizzato il Papa contro Sarkozy per i rom e le leggi sull’immigrazione quindi nessuno si sogna di fare un amalgama con il Papa o la chiesa cattolica visto che questo ce l’aveva con gli immigrati. Ora non sono infallibile, può darsi che tu abbia ragione e che presto tutti in coro gli italiani daranno la colpa dell’attentato al papa, ma l’ideologia di questo personaggio e principalmente cristiana e di estrema destra e non si può dire che la chiesa cattolica né in Italia, né in Francia sia particolarmente una fomentatrice di nazionalismo, anzi generalmente tende a far passare davanti l’identità cattolica a quella nazionale. O no? In ogni caso qui stanno accusando Marine Le Pen che ha sua volta a sporto denuncia per diffamazione perché la stanno descrivendo come il cervello degli attentati di Oslo.

MetaLocX

La vicenda mostra semmai, ancora una volta, come l’uso identitario del cristianesimo in funzione anti-islamica non sia la risposta adeguata ai mutamenti che le nostre società sono chiamate ad affrontare.

Concordo in pieno.

MASSIMO

Le sue ideologie, siano di destra o di sinistra, cristiane o islamiche, non deve importare niente a nessuno.
E’ solo un verme schifoso che ha ucciso senza pietà 100 esseri umani nel fiore degli anni e gettato nel dolore più atroce le loro famiglie.
Gli si riservi la stessa pietà che lui ha avuto per le sue vittime.

Tino

Questo secondo me è un troll che fa propaganda per la pena di morte.

andrea pessarelli

non è “solo un verme” è un verme ideologico: le ideologie importano perchè è importante capire e far capire come si genera la violenza, se vogliamo avere qualche speranza di prevenirla in futuro. consiglio: de umanizzazione – come si legittima la violenza (chiara volpato, ed. laterza)

Tino

Sì ma anche la semplice “antipolitica” può generare violenza. Qui in Francia è stata commessa una strage al consiglio comunale di Nanterre e l’individuo che l’ha commessa non era né un fanatico religioso né assolutamente di destra, ma ce l’aveva con i politici in generale. Anzi direi che gli ultimi pazzi che hanno commesso o tentato di commetere stragi in Francia (al di là dei musulmani) sono spesso individui qualunquisti che non rispondono a ideologia alcuna. Ogni paese ha la sua cultura il suo brodo da cui può nascere la violenza.

enrico

E’ semplicemente vergognoso che la vostra associazione sfrutti 90 morti ammazzati da uno squilibrato, che farnetica ed attacca qualunque tipo di istituzione compresa la Chiesa Cattolica per il suo ecumenismo, in chiave anticattolica ed anticristiana.

E’ un fatto che andrebbe segnalato, e spero che venga fatto, alle famiglie delle vittime norvegesi.

Ribadisco.

dysphoria_noctis

ah beh, perché invece la chiesa (mente)cattolica non strumentalizza mai, vero?

i copti in Egitto, il prete ucciso in Turchia, i dissidi con la Cina e via discorrendo…

eh, la coerenza… questa sconosciuta…

Dalila

E vogliamo parlare di come la chiesa alimenti l’odio per prima (salvo poi ri-traverstirsi da pecora) oppure al caro Enrico dobbiamo inviare link molto eloquenti a tal proposito?Giusto per rinfrescare la memoria…

FSMosconi

@Enrico

E’ assurdo che tu continui a non saper riconoscere un attacco con un fine da un attacco immotivato (e generale)…

Dalila

Nessuno sfrutta nessuno: il tizio in questione dice di essere cattolico estremista.
Fatto.
Non parliamo di chiavi di lettura anticattoliche che tu del tutto sconosci e che ti piace tirare in ballo senza un vero perchè.
Il fanatismo è una brutta bestia.

Stefano Grassino

Sai Dalila, riprendendo il commento postato per Sergio qua sotto, pensa a quanti gruppuscoli nazisti, nazionalisti esasperati e xenofobi ci sono, sparsi per l’Europa e non solo. Un cambiamento economico brusco, una carestia come nel 29′ (e gli economisti non mi vengano a menare il can per l’aia dicendo che non è possibile che non gli credo) e poi vedi se non c’è il rischio che qualcuno, magari appoggiato da alcune lobbyes economiche potenti, non riesca ad accomunare quattro fanatici e a trasformarli, magari sotto il revival della croce dei templari in un’altra epoca di terrore, sangue e misere.
Catastrofista? Forse. Ma come recita un proverbio dalle parti mia, “meglio aver paura che prenderle.”

Sandra

Non è cattolico, ma auspica che la chiesa protestante muoia confluendo nella madre chiesa cattolica. Come il papa insiste sulle radici cristiane inscindibili dall’Europa. E last but not least, scrive di sperare di incontrare due personaggi famosi, uno è Ratzinger (l’altro Putin…).

Tino

Veramente ce l’ha con Ratzinger, su Putin lo sapevo, ma quello sai piace anche al di là dell’estrema destra. Insomma è un tipo che si è imbevuto di ideologia di estrema destra.

maxalber

Quello che è VERAMENTE vergognoso che tu continui ad intervenire senza mai condannare il terrorismo cristiano.

tommasow

@ Enrico

Va da sè che se lo squilibrato si fosse dichiarato ateo, la sua azione sarebbe stata
addebitata al “rifiuto di Cristo” ed avrebbe coinvolto tutti gli atei del pianeta.

Siccome però Breivik dichiara apertamente il suo essere cristiano e di aver agito in base a questa sua appartenenza e convinzione, allora la cosa riguarda solo lui.

Ecco cosa è “vergognoso” ! Usare sempre i pesi e le misure che fanno più comodo !!!

firestarter

a dire il vero un esimio professore di torino intervistato al tg2 gia’ lo ha fatto, tirando anche in ballo la massoneria (ahahha). ma il buon enrico non si e’ scandalizzato piu’ di tanto. al prossimo angelus di sicuro ratzinga ci scassera’ il c con la perdita dei valori cristiani alla base del relativismo e delle stragi dei fanatici

FSMosconi

@Tino

Però nel piano che lui stesso ha scritto, cui l’attentato faceva parte, questa non è citata manco di sghembo… :sisi:

Tino

Comunque sempre che sia vero vi appartenesse si tratta di una massoneria di obbedienza cristiana.

Reiuky

Detto da uno di quelli che sosteneva che i morti in giappone a causa dello tsunami fossero dovuti ai peccati occidentali suona alquanto ridicoli.

Roberto Grendene

qui il solo che strumentalizza sei tu, visto che anche nel tuo commento fai fare la parte della vittima alla Chiesa Cattolica

nemici dichiarati dello stragista erano atei e agnostici (che non fossero devoti)
nessuna minaccia ha fatto al papa
ha attaccato l’iniziativa dell’UAAR per aule prive di simboli religiosi
si dichiara cristiano al 100%
auspica un rientro nella Chiesa Cattolica dei protestanti

questi sono fatti, che andrebbero presentati senza strumentalizzazioni, e che sono colpevolmente omessi dai mezzi di informazione italiani

Southsun

@ Enrico.

E’ semplicemente VERGOGNOSO, invece, che un miserabile come Introvigne strumentalizzi questo pazzo facinoroso cristianista e la sua strage “cristianamente corretta” per le sue risibili tesi antiumanitariste.

Introvigne vada a ripetere quelle ciofecate davanti ai parenti delle vittime, chè così non avrà bisogno di un razzo per catapultarsi sulla Luna.

Segnala QUESTO alle famiglie norvegesi, visto che ci sei, e poi portaci la risposta.

Sergio

Da quel ho letto, visto e sentito questo tipo mi sembra un caso psichiatrico. Che fare dei pazzi? Certo devono essere messi in condizione di non nuocere. Probabilmente sarà internato a vita, anche se la pena massima prevista in Norvegia è di 21 anni. Può anche darsi che in quanto pazzo non possa nemmeno essere processato e condannato (lo stabilirà la perizia psichiatrica).
La folla voleva linciarlo: comprensibile anche questa reazione. Purtroppo sono state stroncate cento vite per niente, vittime appunto di un pazzo.
Penso che non si debbano prendere in considerazione le sue motivazioni ideologiche o religiose e ricamarci sopra.

Stefano Grassino

“Penso che non si debbano prendere in considerazione le sue motivazioni ideologiche o religiose e ricamarci sopra.”

Molti ebrei dissero la stessa cosa dopo aver letto Mein Kampf di un certo Adolf Hitler. Sappiamo tutti come andò a finire per 6.000.000 di loro.
Quasi tutti i capi di stato Europei sorrisero di fronte al nazismo: troppo insipienti, dissero; non penserete che faranno molta strada, vero?

neverclean

Concordo sostanzialmente con chi ha scritto che questo tizio e’ un matto su cui non si dovrebbero fare molte speculazioni. Tranne una, che, credo, non sia una speculazione ma un piccolo ragionamento politico basato su dati di fatto:

Lo strumentale uso politico delle religioni, siano esse quella cattolica o musulmana o qualsivoglia, produce effetti disastrosi su questi personaggi deboli di mente.
E’ bene quindi che i politici italiani, in tutti gli schieramenti e nelle istituzioni, riflettano per primi approfonditamente sui messaggi e gli atti pro-cattolicesimo che continuamente essi inviano e fanno, in totale disprezzo per la laicita’ della ns. Repubblica. Atti e messaggi che sono sempre contrari a chi segue altre religioni o professa filosofie atee.
Ed e’ bene che anche il vertice della Chiesa Cattolica inizi a riflettere piu’ approfonditamente sulle proprie campagne di demonizzazione del relativismo, dello scientismo, etc. e sull’uso strumentale che fa continuamente del proprio credo religioso a fini politici egemonici.

Julia

Ed e’ bene che anche il vertice della Chiesa Cattolica inizi a riflettere piu’ approfonditamente sulle proprie campagne di demonizzazione del relativismo, dello scientismo, etc.

Concordo pienamente, sarebbe ora che ragionassero un po’ (su molte cose per la verità) prima di aprire bocca.

Tino

Ma certo che sarebbe bene che lo faccia a prescindere da catastrofi, ma la questione dell’egemonia è un problema italiano e di alcuni altri paesi cattolici. L’attentato è avvenuto in un paese protestante.

DURRUTI 51

Affinché non si dia sempre la croce addosso a i giornalisti filogovernativi e manovrati da Rai mediaset , la trasmissione pomeridiana di Sky metteva in luce i legami con gli dei nordici, e occultava la dichiarata identità religiosa dell’attentatore, a discettare solo giornalisti filocattolici.
Fra poco diranno che l’attentatore è un neopqagano, magari un ateo-odinista.

Roberto Grendene

mi sembra ci sia un po’ troppa leggerezza nel definire “pazzo” questo fondamentalista religioso di estrema destra

compiere atrocità non e’ mica equivalente ad essere pazzi

attenderei il parere di qualche psichiatra
fino ad allora lo stragista per me rimane pienamente responsabile delle sue azioni

andrea tirelli

@Enrico
dovremo essere capaci di riflettere seriamente su come sia possibile che stragi immani siano state compiute in nome e per conto di dio: qual è il motivo per cui in suo nome è stato versato un fiume di sangue, per quale ragione (teologica? biblica? altro?) c’è un rapporto così stretto tra religione e violenza? Come mai la fede celebra nel sangue dell’avversario, del nemico, del miscredente la sua devozione all’onnipotente?
Quale linguaggio si parla oggi tra i religiosi (tolleranza verso “gli altri” o condanna”?)?
Quale prassi si pratica nelle religioni (democratica o dispotica)?

Di fronte all’ennesima strage compiuta in nome di dio sarebbe bene interrogarsi su questi temi. O no?

FSMosconi

‘Mbe?
In compenso è per la “famiglia tradizionale”…
Come la mettiamo? :roll: :roll: :roll:

Kaworu

immagino quindi che i tre ragazzini che recentemente hanno violentano una bambina di 5 anni, lo abbiano fatto perchè figli di famiglie tradizionali.

Fedele Razio

@Enrico: questi signori non si rendono conto che lo stragista si dichiarava cristiano, sì, ma nel frattempo era iscritto a una loggia massonica, e cita fra i propri riferimenti cultura una certa “Chiesa di Satana”.

Insomma, certo confusione culturale (relativismo?) di fronte a questa strage dovrebbe fare un po’ di autocritica…

Kaworu

dev’essere lo stesso relativismo vostro.

ripeto, quel razio stona nel tuo nick

enrico

@ Fedele Razio

Il problema sta nell’utilizzare a fini di campagna anticlericale il gesto di uno squilibrato che in buona sostanza attacca qualunque istituzione cerchi un dialogo con l’Islam proponendolo come nemico comune da abbattere.

FSMosconi

@Enrico

Niente, non c’arrivi proprio.
:roll:
Eppure t’avevo dato link e tutto. Questa è malafede caro mio…

nightshade90

disse quello che attribuisce all’ateismo i crimini dedi comunisti….

firestarter

enrico, vai a commentare il thread che riporta le reazioni dei tuoi amici cattolici che si stanno sgolando a dare la colpa all’ateismo. Dopo che hai commentato vai anche a fare in c

Roberto Grendene

quindi se lo stragista fosse stato un musulmano, sarebbe stato un fondamentalista islamico

visto che e’ cristiano e massone di obbedienza cristiana, e’ uno squilibrato

costa molto dire la verità, ossia che era un fondamentalista cristiano e che non e’ vero che minacciava il papa ma vedeva come suoi nemici i movimenti di atei e agnostici?

Roberto Grendene

la loggia massonica a cui era iscritto era di obbedienza cristiana, la loggia San Giovanni Olaus dei Tre Pilastri

insomma, qual e’ il problema ad ammettere che era un cristiano fondamentalista e non aveva fatto alcuna minaccia al papa?

Tino

Comunque c’è una buona notizia, apparentemente i morti sono “solo” 76.

Tino

Sto ascoltando una trasmissione su France 5, non conoscendo i testi di questo signore, apparentemente confermano cosa pensavo e cioè che non c’è nessun riferimento a testi religiosi citazioni cristiane. Quindi benché cristiano e fondamentalista, l’humus è senza dubbio i movimenti di estrema destra anglofoni infatti erano i legami più forti. Insomma avrebbe copiato tutto da unambomber, vi lascio con questo alle vostre diatribe italiane, spero di non essere stato frainteso, però è veramente interessante vedere come le polemiche siano diverse da paese a paese.

CosmoGioioso un Giorno

come ho scritto più sopra estrema destra e religione sono in genere un tutt’uno.

Tino

In Italia probabilmente qui in Francia la maggior parte dei vescovi sono di sinistra da ormai parecchio tempo soprattutto per le questioni di immigrazione.

CosmoGioioso un Giorno

guarda il soggetto in questione sembra in tutto e per tutto un leghista italiano. Cioè gente che ha INBULLONATO il crocifisso alla parete nelle aule scolastiche.
Io non so quali siano le tue intenzioni ma francamente il tuo tentativo di decontestualizzare il personaggio, “che desidera un ritorno alle radici cristiane” e poi commette una strage, mi pare veramente maldestro.

Tino

Ma sei tu ad essere maldestro, prenditela con la lega (benché sia un movimento regionalista e non nazionalista) se la pensi così finora stai cercando di implicare la chiesa cattolica nell’attentato. Le mie intenzioni? Dire quello che penso, la lega non ha rapporti ottimi con il vaticano quando c’è da insultare sull’immigrazione non ci pensa nemmeno due minuti. Nessuno qui in Francia si sognerebbe di dire che il crocifisso in Alsazia Mosella nelle scuole è responsabile di un attentato in norvegia. Comunque aspettiamo un po’ le reazioni dei norvegesi prima di additare i responsabili. Non mi risulta si siano arrabiati per la messa a Parigi in ricordo delle vittime.

CosmoGioioso un Giorno

oh porca vacca ma che fai finta di non capire? perchè devi tirare in ballo vaticano e chiesa? mi pare di essere stato chiaro che, almeno io, non sto parlando ne di vaticano ne di chiesa, ma di religione. Chiesa e vaticano c’entrano solo per la questione della disinformazione in italia. Anche il parlare di crocifisso secondo te è necessariamente un motivo per tirare in causa la chiesa?

Se ti leggi anche solo “di striscio” il documento di 1500 pagine, scoprirai che di religione parla eccome.

“Non mi risulta si siano arrabiati per la messa a Parigi in ricordo delle vittime.”

Già, io so di genitori che, avuti i figli abusati sessualmente da preti (poi protetti dalla chiesa), hanno chiesto alla chiesa stessa che venissero ri-officiati i sacramenti ai ragazzi. Quindi, benchè evidentemente il tuo discorso non c’entri con quello che stavamo dicendo(quindi è un OT), direi che i religiosi in genere sono abbastanza propensi a farsi prendere per il bip dai loro mentori ecclesiastici.

Tino

Cosmo, stai dicendo che i genitori dei ragazzi norvegesi sono tutti dei sottomessi? Ma su un po” di decenza. Tra di loro ci saranno stati pure atei che non mi sembra abbiano fatto polemiche sul cristianesimo. Il rapporto alla religione è diverso in quei luoghi. Comunque fate un po’ come volete, vi segnalo che qui in FRancia tutti ma proprio tutti tendono a minimizzare il rapporto alla religione, in norvegia pure. Allora vi dispiace forse che non sia stato commesso in Italia un atto del genere? Io cominicio a pensare quello a leggere certi commenti ultragressivi (non i tuoi in particolare). Questi ragazzi sono morti perché LABURISTI

CosmoGioioso un Giorno

o sei cieco o fai finta perchè quando uno dice che vuole ricostruire un’europa cristiana e che in questa accetterebbe atei e agnostici solo se “devoti”, credo che non ci sia proprio alcuno spazio per dubbi.
Io un pochetto conosco la visione preponderante dei francesi (non quella dei norvegesi anche se grossomodo…) in merito alle questioni di religione: non la percepiscono proprio perchè la chiesa non è aggressiva come lo è da noi. Quello che ne è scaturito nel corso dei decenni è che le religioni (cristianesimo in primis) non sono percepite come un pericolo. Di fronte all’evidenza di questa situazione, all’evidente ossessione per i templari, crociate e via dicendo, la critica dei francesi sembrerebbe non tenerne conto. Perchè? forse non sono abituati a trattare con il vero spirito religioso, quello che dove è in maggioranza sottomette le altre filosofie di vita.
Guarda ti metto il link al documento, leggiti almeno l’indice, così magari potrai renderti conto che la religione c’entra eccome. Non è che recita le preghierine, mi pare chiaro.
http://www.unita.it/polopoly_fs/1.316764.1311501351!/menu/standard/file/BREIVIK%20_%202083-Declaration-Independence.pdf

CosmoGioioso un Giorno

ah se non dovesse bastare, prova a guardare quante ricorrenze della parola “christ” ci sono in questo testo. Bhe ce ne sono ben

2507

che te ne pare? una coincidenza?

Tino

L’obiettivo era uccidere una ministra genovese, gli psichiatri norvegesi sostengono che c’è un legame con la madre, inoltre si è riempito di steroidi per diventare massiccio e pare che abbiano alterato il cervello, questo spiega perché avrebbe ucciso i giovani quando l’obiettivo era unicamente la ministra norvegese. Su France 5 la corrispondente norvegese.

robby

ma quale la ministra,voleva uccidere i figli,del premier,giri intorno al discorso come i serpenti con la coda,a aatacato il papa,come debolezza politica,e troppo lassismo,vedesi magdi allam,con conversione condita da i media,era un uomo amante del templare è nei templari rivedeva,la configurazione del anti islam.
il brutto della follia, è il folle , è anche chi fa finta di non vedere.
alla fine

Tino

Robby se un inquirente norvegese? Queste sono le ultime dichiarazioni della polizia. Voleva uccidere una ministra norvegese che teneva un discorso sull’isola. Il brutto della follia è anche la gente come te che tenta di recuperarla per i propri interessi e si arrabbia con il primo che capita.

statolaico

Ma avete visto l’editoriale di Feltri??? L’altro giorno sul suo giornale scriveva che l’attentato era stato messo a aegno da un islamico terrorista fanatico, poi si scopre che era un bianco per di più ultra cattolico e di estrema destra e questo che trova di meglio da scrivere?? Dice che lascia stupiti la mancata reazione dei giovani laburisti, perchè nessuno ha mosso un dito (?!), nessuno l’ha fermato… certo qualcuno sarebbe morto nel tentativo ma almeno si sarebbe scongiurata la strage (??!!)… questo “signore” mi da il voltastomaco!

Tino

Certo ma al di là di Feltri è leggitimo pensare che sia un paese impreparato a questo tipo di problemi. Nel sud il terrrorismo sappiamo cos’è, di destra, di sinistra, islamico ben prima di Ben Laden (attentati metropolitana di Parigi). Che poi Feltri sia squallido beh ovvio, però quando ha attaccato il direttore di avvenire in quel caso tutti dietro il direttore di avvenire nonostante fosse un fondamentalista cattolico ma diciamo aperto all’immigrazione.

Francesco

Tino fai lo stesso discorso di quelli che dicono che le ragazze violentate in fondo se la sono cercata perche’ portavano la minigonna.

Tino

Ah perché sei stato violentato tu? Da chi? Se sei arrabiato perché non riesci a recuperare i morti norvegesi contro il Vaticano non prendertela con me. Ma perché su ateismo che è gestito dall’associazione tutti sti fanatici non ci sono?

Tino

Comunque visto che ti interessi tanto di ragazze, ce n’è una che ha tentato di sucidarsi con l’acido per sfuggire a un matrimonio combiante, ma per quella silenzio stampa. E questa in Italia non in Norvegia.

Francesco

Per Tino
Il fatto che non sia stato violentato (complimenti per l’utilizzo della violenza carnale per sfottere) non significa che non riesca a capire il dramma di una persona che subisce una violenza e poi viene pure calunniata.
Ripeto il concetto e’ inutile che ti arrampichi sugli specchi per giustificare il comportamneto di un fanatico religioso perche’ e’ cristiano.

P.s. la notizia di questa ragazza l’avevo letta e la stampa ne ha parlato, se fosse stata cristiana non avresti preso in considerazione questo esempio.

Francesco

Per Tino
“Se sei arrabiato perché non riesci a recuperare i morti norvegesi contro il Vaticano non prendertela con me.’

Se sei arrabbiato tu perche’ non riesci ad accettare che esistano i fanatici religiosi cristiani non cercare di manipolare le mie argomentazioni
Io prendermela con te? Mi difendo dai tuoi attacchi offensivi.

Tino

@ Francesco
Ma quando mai avrei giustificato il comportamento di un fanatico religioso? Sei tu che calunni e fai paragoni con lo stupro perché non c’entrano nulla, vuoi mettere sullo stesso piano una violenza carnale e il fatto che la stampa italiana dica che il papa è stato minacciato???? Ma ci sei? Io non difendo proprio nulla e non ho nessun problema a riconosce l’esistenza e a condannare il terrorismo cristiano. Sei tu che dalla maniera in cui ti comporti, fanatica e insultatne, dimostri che l’anticattolicesimo che ti anima può essere spesso insopportabile, irrazionale e incapace di vedere le sfumature. In ogni caso della ragazza qui non è stata nessuna notizia. Eppure si tratta di un episodio italiano.

Southsun

Alle prime pistolettate Feltri sarebbe stato il primo a correre al riparo con i pantaloni strisciati di marron, scola scola sull’erba verde.

E’ proprio un verme che lascia la scia, e puzza da morire.

statolaico

Tino, quando Feltri diceva a vanvera che era un islamico erano giù mazzate, ora tutti a trovare giustificazioni per lo stragista cattolico???

FSMosconi

“filo-cattolico”
A voler trovare il pelo nell’uovo.
Non che ci sia tutta ‘sta differenza…

Tino

Beh non è un pelo nell’uovo, qui in Francia nessuno parla di stragista cattolico, né filocattolico. Oppure chiamiamolo stragista anticapitalisa visto che ce l’aveva pure con il capitalismo globalizzato.

Tino

Ovviamente se poi pensate che tatticamente vi possa servire per laicizzare l’italia rendere la chiesa cattolica la madrina dell’attentato fate pure eh, io vi do solo alcuni consigli 😉

Tino

Francesco classica risposta che ti hanno insegnato a catechismo, qui evidentemente la diversità di opinioni non è accettata. Continuate a credere che l’Europa intera rende responsabili il Papa della strage. Fate come per la sentenza CEDU che ne farete tanta di strada per la laicità in Italia senza rendervi conto che i tempi sono cambiati.

Francesco

Non mi e’ stata insegnata al catechismo, lo imparata avendo a che fare con i tipi come te, tu dici che vogliamo dare la colpa all chiesa, io dico chiaramente e senza rischi di frainendimento che la colpa e’ dovuta al fatto che sia un fanatico religioso, per questo dico che le tue idee vengono dalla tua coscienza sporca.
P.s Della tua opinione me ne frego ma non manipolare le mie.

Tino

Beh io la coscienza sporca non la ho, perché ho capito che su questo blog vengono tutti i fanatici scartati da ateismo, che insultanto qualificano come troll chiunque la pensi anche leggermente diversamente, bell’immagine che state dando complimenti. Ma come al solito. E mi riferisco unicamente a qui.

Tino

Io non ho partecipato alle mazzate di Feltri, anche perché la notizia l’ho avuta in radio venerdì sera quando era già chiaro che il sospetto fosse non musulmano, Feltri non l’ho letto, invece sulla lista di ateismo ho deunciato quello nello stesso stile di Carlo Pannella. Quindi perché mi tiri in ballo?

FSMosconi

@Tino

Calma calma calma. La mia non era affatto una giustificazione del “giornalista” Feltri: solo una precisazione: l’attentatore stesso ha ammesso di essere Luterano ma di nutrire simpatie per la CCAR (o almeno così si deduce dato che preferirebbe riformare la sua chiesa e magari farla ritornare in seno al Papato)…
Che poi Feltri sia viscido non mi è poi così nuovo.

FSMosconi

@tino

Errore mio: pensavo ti riferissi al mio post di sopra. :) 😉

statolaico

Tino tinello che dirti? Sai non ho voglia di intavolare lunghissimissimissime discussioni con te, tanto di riconosco ogni volta che ricompari… potrei elencarti i tuoi precedenti nick (cosa che ho già fatto anche questa, altre volte, in altre notizie), prima ti chiamavi lic, poi eri quello che definiva gli omosessuali razzasuperiore, ti eri già anche chiamato Tino ecc. Ma sei sempre il solito troll, voglio dire ogni tanto qua si materializza un utente compulsivo che inizia a rispondere ad ogni singolo commenti, apparentemente facendo finta di condividere le posizioni atee o comunque laiche, per poi deviare il discorso , fai finta di non capire metti in mezzo argomenti aleatori, poi inizi a prendere sberle (parlo figurato ovviamente) da tutti ma insisti nell’opera… ecco tu pensi di essere un manipolatore, ma non sei furbo, credimi, ti riesce malissimo. Ciao lic.

Tino

Ok non hai nulla da dire allora ti inventi balle nei miei confronti. Ma fammi il piacere io su ateismo non prendo sberle da tutti è probabilmente è qui che si rifugia la maggior parte di gente che non regge il confronto. A proposito perché non vieni su ateismo a illuminarci? Forse perché lì non funzionano li attacchi personali quando non si ha più nulla da dire.

Paul Manoni

Sono molto soddisfatto dell’operato dell’UAAR. Con questo comunicato stampa che condivido al 101%, si cerca solamente di sensibilizzare l’opinione pubblica ed i mezzi di informazione, affinche’ vengano dette le cose come stanno.

Ora prendete questo comunicato stampa, fotocopiatelo un migliaio di volte, e speditelo all’arrampicatore di specchi, Massimo Introvigne. Indecente i suoi articoli tendenti a smarcare il suo Cristianesimo dall’attentatore. E’ arrivato addirittura a dire che lo psicopatico, aveva i genitori AGNOSTICI, sottointendendo chissà che…! 👿
Il dettaglio della sua conversione (per scelta personale e non per tradizione come avviene di solito!!) al Cristianesimo ed all’età di 15 anni, deve esserselo scordato.

Tino

Non so se fossero agnostici ma erano tutti e due laburisti, divorziati e il padre ha rifiutato verso i 25 anni di riallaciare i rapporti dopo averne chiesto l’affidamento qui in Francia, non se vi conviene andare su quel terreno. Tra l’altro una persona del genere con tutti i siti su bombe che ha consultato in Francia sarebbe subito arrestato. Poi nessuno è al riparo da attentati.

Francesco

per Tino
Non so se vi conviene andare su quel terreno a voi visto che fate la figura degli arrampicatori sugli specchi.

Tino

Francesco io non sono cattolico, quindi non ho nessuna bandiera da diffendere. Se poi vuoi andare su quel terreno vai pure, ti sembra che l’eruopa intera stia accusando il papa della strage??? Del cattolicesimo di essere responsabile? Se poi pensate che è tatticamente valido come angolo di attacco fate pure. Le questioni sulla famiglia sono al centro dell’inchiesta, hanno pure perquisito la casa in Francia del padre, insomma uscite un po’ dal vostro provincialismo.

Francesco

Ti ripeto, consiglio a te e agli altri come te di non andare sul terreno del tipo il papa’ e la mamma erano divorziati, il nonno era comunista, suo cugino era ateo perche’ fate la figura degli sciocchi.

Tino

Beh vallo a consigliare agli psichiatri criminali norvegesi che sono degli sciocchi tu che invece sai tutto e che te ne freghi alla grande delle vittime tanto da non interessarti minimamente dell’inchiesta. Erano labursti, che fossero divorziati non è un problema però il padre lo ha effetivamente abbandonato. L’ipotesi di voler uccidere la ministra che viene chiamata amichevolmente madre dai suoi cittadini è un legame che fanno gli psichiatri dell’inchiesta. Ma tu che sei più furbo come mai non ti hanno chiamato come specialista?

Francesco

Tino queste cose tu le dici per allontanare l’attenzione dal fatto che sia un fanatico religioso, queste stesse attenzioni di preoccuparsi di come lo fosse diventato potevano essere fatte anche per i terroristi degli attentati dell’undici settembre.

Francesco

Per Tino
Ma tu che sei più furbo come mai non ti hanno chiamato come specialista?

Perche’ non conta la furbizia come pensi tu, ma per risalire alle cause che hanno portato una persona a diventare un fanatico religioso e’ necessario l’intervento di persone esperte e qualificate, le cui perizie non devono essere usate per allontanare l’attenzione dal fatto che sia un fanatico religioso solo perche’ e’ cristiano mentre se era musulmano, buddista, taoista ecc. ecc. rimaneva un fanatico della sua religione e basta.

statolaico

No, non dico balle nei tupi confronti, dico quello che hai fatto qui. Il forum ha la memoria lunga e ti si ritorce contro, troll. Altro che attacchi personali, sei tu che metti in atto lo stesso identico copione. Tu ateo? Ma se farnetichi. Troll

Tino

Cioè non sarei ateo perché farnetico? Tu hai una concezione tutta particolare dell’ateismo per te ateo = ossessionato dal Vaticano. In ogni caso vieni su ateismo no? Strano che tu stia lontano dalla lista degli atei gestita dall’associazione. Per quanto riguarda le farneticazioni sono tutte info della polizia norvegese.

Tino

Ma aspetta un po’ che me ne sono accorto adesso cos’è questa immprovvisa intrusione di stato laico in un dialogo tra me e francesco? Non è che sei tu a trollare con diversi nick? Trovo comunque superficiale dare sistematicamente del troll a tutte le persone che la pensano diversamente, questa è una pratica diffusa qui, ma non su ateismo come mai? Qui ci sono gli scarti?

Paul Manoni

@Tino
Pertinenza della tua risposta al mio commento?

Che singifica “non so se vi conviene andare su quel terreno”?
Guarda che io non devo mica attaccare o difendere nessuno…La squadra la scelgo sulla base dei fatti, ed i fatti mi dicono che questo era uno sciroccato estremista di destra, fanatico delle crociate e delle croci.
Assomiglia sicuramente piu’ al fondamentalista cristiano psicolabile, piuttosto che all’ateo psicolabile, al massone psicolabile o al comunista psicolabile…

Tino

La pertinenza è che dei genitori non ne parla solo la chiesa ma persino gli psichiatri ufficiali al processo! Beh il tuo è un faccia a faccia unico con la chiesa cattolica, la chiesa cattolica ha intenzione di fare crociate in terra islamica? Sei sicuro?

Tino

Per quanto riguardi la somiglianza, beh aspetta la fine del processo no? Oppure tu sai già tutto basandoti su cosa ha scritto su internet? Quando ci sono attentati islamisti non si può sapere nulla perché l’autore muore e non può spiegarsi.

statolaico

Ho frequentato ateismo, ricevo regolarmente la mailing list. Scrivo qui, poco e quando ne ho voglia. Perchè mi inviti la, per leggere le tue fregnacce? Credi mi interessino? Basti e avanzi qua, troll. Tra parentesi… ho il sospetto che tu non conosca il significato di farneticare, vista la risposta. Ciao ignorantroll.

Tino

@ statolaico
Ti invito perché lì la gente che sa unicamente rispondere con insulti come fai te è obbbligata dal contesto a utilizzare argomenti. Oppure nella lista ateismo sono tutti ignoranti come me.

Francesco

E’ un fanatico religioso e’ basta.
E i bigotti che vengono qui ad importunare come tanti cani fedeli alla loro amata chiesa vadano a cercarsi scuse, per scaraventare le responsabilita’ causate dalla loro superstizione, da qualche altra parte.

Tino

Boh qui per ora non ho visto nessun luterano… in ogni caso io sono ateo ci tengo a ribadirlo, ma non ideologizzato a tal punto da confondere l’ateismo unicamente con l’anticattolicesimo.

Francesco

Ma lui difendeva la chiesa di roma non quella luterana per questo vengono i cattolici qui a cercarsi scuse, poi tu puoi dire di essere ateo ma fai parte degli atei che si definiscono devoti, uno puo’ dire di essere quello che vuole poi quello che conta e’ il suo comportamento.

Tino

Io non faccio parte di nessun gruppo di atei devoti e quello che conta è che sulla lista ateismo nessuno mi ha mai definito come tale, quindi non sarà un personaggio come te a sentenziare e etichettarmi come meglio gli pare. La realtà è che la maggior parte della gente sensata non si mette a tirare profitto da una frase unica sulla chiesa cattolica, quando i suoi legami erano soprattutto con il mondo anglosassone di estrema destra.

Giuseppe C.

[…]L’UAAR invita tutti i mezzi di informazione a riferire obbiettivamente questi particolari. È indispensabile e doveroso che l’opinione pubblica sia correttamente informata, e non si veicolino interpretazioni di parte che tendono oltre misura a sminuire, se non negare, l’influenza dell’appartenenza cristiana nell’operato di Breivik.[…]

Assolutamente d’accordo.

Pino Bruno giornalista (scientifico) della RAI riprende un articolo da giornalettismo.com (su un servizio del TG1) e poi parla di alcuni autori scandinavi

Norvegia: il vero colpevole è Call of Duty [ pinobruno.it ]

Tino

Io la mia idea me la sono fatta, la maggior parte della gente che scrive su questo forum è arrabbiata perché non riesce a recupare la strage in funzione anti-vaticana. Ricevo gli stessi insulti e le stesse calunnie, nonché la stessa incapacità di ascoltare l’altro dei soliti che non si fanno mai vedere su ateismo dove le discussioni sono più ricche e rispettose. Conferma perciò il mio sentimento iniziale. Questo è semplicemente razionalismo. Per il resto a malta è stato approvato il divorzio. Brindiamo a queste cose piuttosto che strumentalizzare a caldo una tragedia che nessuno in norvegia si sogna di attribuire al papa. E le vittime sono i norvegesi laburisti non voi.

Francesco

“Io la mia idea me la sono fatta”

Affari tuoi

“la maggior parte della gente che scrive su questo forum è arrabbiata perché non riesce a recupare la strage in funzione anti-vaticana”

Non e’ vero la maggior parte di noi e’ arrabbiata perche’ e’ l’ennesima strage compiuta da un fanatico religioso e l’informazione italiana serva del vaticano tende a sminuire questo fatto perche’ e’ un cristiano.

“Ricevo gli stessi insulti e le stesse calunnie, nonché la stessa incapacità di ascoltare l’altro dei soliti che non si fanno mai vedere su ateismo dove le discussioni sono più ricche e rispettose.”

l’unico che calunnia e offende sei tu visto che cerchi di manipolare le nostre idee, non mi pare di averti visto fare parte di queste discussioni ricche e rispettose.

“Questo è semplicemente razionalismo. Per il resto a malta è stato approvato il divorzio. Brindiamo a queste cose piuttosto che strumentalizzare a caldo una tragedia che nessuno in norvegia si sogna di attribuire al papa.”

Questo e’ solo qualunquismo allo stato brado.

“E le vittime sono i norvegesi laburisti non voi.”

E’ questo la dice lunga di come tu sia una “brava” persona.

Tino

Toh scopro di essere cattivo, ma la mania di dare etichette che ti hanno insegnato a catechismo non te la sei ancora tolta? In ogni caso su ateimo nessuno mi ha mai insultato come stai facendo tu, vieni si sta discutendo e il tono è tutt’altro il rischio di manipolazioni e addirittura lo sfruttamento della tragedia sono evidenti e ne stiamo discutendo. Comunque ci sono anche qui persone con cui si può discutere normalmente, tu non fai parte di queste.

Tino

“l’unico che calunnia e offende sei tu visto”
Ah be certo ignorantroll non è un’offesa, tanto più che su ateismo nessuno mi ha mai insultato così ma si vede che in quella lista sono tutti come me, eppure è gestita dall’associazione.

Tino

Poi a proposito di sturpi, tieni presente che qui in Francia sono proprio gli anticlericali che si sono trovati a difendere DSK e a calunniare le presunte vittime. Ora io non credo neanche alla destra cattolica che diventa madrina della povera musulmana cameriera stuprata (ma adesso c’è pure una ricca borghese che l’accusa) dal ricco libertino favorevole al multiculturalismo. Sono anche per la presunzione di innocenza. Quindi stai attento perché le strumentalizzazioni nell’uno e nell’altro senso sono pericolose. Cerca ogni tanto di uscire dal tuo provincialismo.

Roberto Grendene

mah, non vedo chi voglia attribuire al papa questa tragedia

io vedo solo disinformazione all’opera qui in Italia, dove viene riportata la notizia che lo stragista avrebbe minacciato il papa

il comunicato dell’UAAR vorrebbe ristabilire un minimo di obiettività

Valentino Salvatore

Se Tino è arrabbiato con alcuni utenti del blog sono affari che riguardano appunto lui e i suddetti. Detto questo, possiamo solo invitare costoro ad un civile argomentare e biasimare i toni troppo accesi. Non vorrei che il giudizio sull’associazione che hai sia condizionato troppo dai commenti dei frequentatori del blog. Ciò sarebbe tutt’altro che un uso della ‘razionalità’ cui si accenna, perché è evidente che la linea e i commenti UAAR sono una cosa, i commenti di utenti di un blog ben altro.

Sempre in tema di ‘razionalità’, questa dovrebbe basarsi sull’analisi dei dati concreti e delle fonti. Cosa che abbiamo fatto, come riportato anche sulle altre Ultimissime correlate, facendo emergere cose ignorate da altri media più blasonati. Riportare il tipo di reazioni mediatiche in Francia di per sè prova ben poco, anche perché qui siamo in Italia ed esposti ai media italiani, che evidentemente l’hanno presa in maniera ben diversa. Il problema è che in Italia è partita una campagna mediatica di stampo cattolico proprio per negare la matrice integralista cristiana degli attentati, nonostante le numerose evidenze contrarie presenti proprio nei documenti lasciati su internet da Breivik.
Il comunicato stampa casomai è una risposta a questo. D’altronde, noi non abbiamo MAI scritto che l’attentatore fosse ‘cattolico’ o che ci fosse una responsabilità del papa. L’unico riferimento al papa era in risposta a quello di Introvigne (ripreso acriticamente da altri giornali e agenzie) che parlava di ‘minacce al papa’, nonostante non ve ne fossero di esplicite (ma all’Italia sì) e la buttava sull’appartenenza massonica dell’attentatore.

Tino

@ Valentino Salvatore
Il mio giudizio sull’associazione non si basa sugli utenti del blog, semplicemente mi sembra controproducente squalificare la gente che la pensa diversamente come troll o atei devoti a prescindere. Mettiamola così mi risulta difficile comprendere questo comunicato nel contesto italiano, è vero che in Francia io attaccherei più il Papa non tanto sul riferimento di questo mostro norvegese, ma quanto sulla riamissione dei lefebvriani, che quelli sì sono potenzialmente pericolosi, anche in un contesto in cui le scuole integraliste cattoliche francesi riescono ad ottenere pure finanziamenti grazie purtroppo alla crisi della scuola laica, non unicamente per ragioni di soldi, ma anche per il fallimento della pedagogia applicata. La questione dell’appartenenza massonica dell’attentatore, sempre sia confermata, è comunque un’appartenenza ad una loggia esclusivamente cristiana, quindi Introvigne avrebbe dovuto precisarlo.

curioso

Dialogo ipotetico:
A- E’ di destra.
B- Ah, allora è per quello, maledetti nazisti!
A- E’ massone.
B- Anche quello? massoni maledetti!
A- E’ cristiano.
B- Ehi, non generalizziamo gratuitamente, cosa c’entra se ha i baffi?
A- Ma ha detto che l’ha fatto proprio per ristabilire le radici cristiane dell’Europa contro atei e islamici.
B- Ah, allora è per quello, maledetti atei e islamici!

Tino

Il problema è che i genitori delle vittime non hanno protestato per le numerose cerimonie religiose cristiane comprese quelle cattoliche in onore del ricordo anzi i turisti norvegesi hanno partecipato a Parigi. Poi tu puoi fare tutto lo humor che vuoi, io cerco di rimanere con i piedi per terra. In questi paesi il cristianesimo non è visto nella stessa maniera in cui lo vediamo noi.

Kaworu

dipenderà dal fatto che non interferisce così pesantemente nello stato

Tino

Beh ovvio, ma appunto se non è il paese dove è accaduto l’attentato ad accusare il vaticano è difficile farlo qui dall’Italia.

firestarter

Tino,

stai creando il classico uomo di paglia con la storia che si vuole incolpare il Vaticano. Il comunicato e’ semplicemente ricvolto ai buffoni (e gia’ ce ne sono in giro) che per distogliere l’attenzione dal fatto che il maniaco omicida si autoetichetti in un certo modo danno come al solito la colta al masso-ateo-pluto etc. Visto che tali buffoni hanno ampio spazio nei telegiornali mentre le repliche non verranno mai richieste, mi pare che un comunicato stampa sia il minimo.

Il Vaticano e’ certamente uno stato canaglia ma in questo caso ovviamente non e’ il diretto colpevole (come non lo e’ direttamente per i crimini di Hitler, nonostante la idelogia antisemita abbia ovvie radici cristiane)

firestarter

il mio intervento precedente e’ stato scritto troppo in fretta:

la colta -> la colpa
ricvolto -> rivolto

Tino

@ firestarter
Quello che ho penso del comunicato l’ho scritto già sopra, io non sto creando nessun uomo di paglia, ci sono anche “buffoni’ che lo definiscono direttamente come cattolico, insomma la strumentalizzazione c’è da tutte e due le parti. Purtroppo da tutte queste diatribe non esce nessuna posizione originale dei laici. Perché se è vero che il cristianesimo identitario non è una risposta ai problemi, nessuno ventila in norvegia di instaurare un sistema laico stretto, ma il multiculturalismo sarà ancora rinforzato. E poi in Italia la laicità si riduce ormai unicamente a un’anticattolicesimo e basta, sugli altri problemi non si sa, si vedrà nessuno si pone domande.

Bee

Tino, qui nessuno sta dicendo che la responsabilità dei crimini di questo terrorista sia imputabile al vaticano. Sarebbe come dire che è colpa della chiesa cattolica se Hitler ha ucciso 6 milioni di ebrei. Incoerente. Ma questo è un individuo la cui ideologia di estrema destra accoppiata ad una visione conservatrice e per certi versi fanatica della religione cristiana lo ha spinto a compiere tali efferati atti; l’ossessione monoculturalista, l’odio verso la religione islamica, l’appartenenza luterana pronta ad essere ripudiata (perché troppo progressista a suo dire) in nome di un ritorno ad un cattolicesimo chiuso verso le altre culture (in contrasto con quello, sempre a suo dire, troppo aperto del pontefice), il richiamo all’ onore delle “nuove milizie cristiane” che si rifanno all’ ordine dei templari, i continui riferimenti alle crociate nella sua opera, la convinzione di condurne una nuova nell’ era moderna, gli accenni ai Commilitones Christi Templique Salomonici, l’ordine cavalleresco immaginato da Breivik, sono dati di fatto. Non me li sono inventati io. L’influenza di una visione religiosa fondamentalistica nella psicologia di questo soggetto mi pare ben difficile da negare. Questo dice l’articolo, che non incita in alcun modo all’ anticattolicesimo, mi pare. E penso che questo sia il pensiero anche di chi scrive qui. Spero di essere riuscito ad esprimermi correttamente.

Tino

@ Bee
Che sia un integralista cristiano non l’ho mai messo in disccusione. Però se pure qui c’è gente che crede che fosse cattolico, riconoscerai che la propaganda va nell’uno e nell’altro senso, se l’informazione pro-cattolica fosse così efficace tutti saprebbero che non era cattolico. Io ho fatto semplicemente notare che non ho mai letto comunicati dell’associazione sul trattamento dei mass-media del terrorismo islamico. Eppure, esclusa la stampa berlusconiana, la maggior parte dei mass-media italiani comincia a parlare di discriminazione dei musulmani nei paesi in cui avviene, come se fosse una giusta punizione per le discriminazioni dei musulmani. Tutto qui. Non stupitevi quindi se la stampa è poi imbarazzata ad affontare il cristianesimo frontalmente. Se poi questa constatazione ti sembra come dire a una ragazza stuprata che se l’è cercata come dice Francesco, a questo punto o non sapete assolutamente cos’è uno stupro oppure siete completamente in malafede o tutte e due le cose.

Bee

Qui nessuno è in malafede, mi pare. Si chiede semplicemente di affrontare la cosa per quello che è, non cercando di nascondere l’influenza che la religione ha avuto su questo personaggio, cosa che sarebbe da ipocriti smentire. Non era cattolico, e l’articolo lo stottolinea, precisando solo la volontà dell’ attentatore di un ritorno ad un cattolicesimo conservatore e chiuso nei confronti di tutte le altre culture.

Tutto qui.

Francesco

Per Tino
“Se poi questa constatazione ti sembra come dire a una ragazza stuprata che se l’è cercata come dice Francesco”

Guarda che sei stato tu a dire questo parlando dell’incapacita’ delle forze dell’ordine norvegesi di reagire di fronte a questo fanatico religioso, io ho usato questa metafora come paragone al tuo ragionamento.
Visto che sei tu il calunniatore?
Evita di continuare ad infastidirmi visto che ormai ho capito che sei una persona totalmente irragionevole, che magari viene qui solo per infastidire, e non intenzione di continuare a discutere con te.

Tino

Hai ragione francesco effettivamente la Televisione norvegese che arriva prima per filmare la scena grazie a un elicottero e la polizia norvegese che non aspetta il battello perché non ha elicotteri è proprio esempio di razionalità e paragonabile a una ragazza stuprata. Tu non sei irrazionale sei disinformato.

Francesco

Se una persona e’ incapace di difendersi questo non giustifica l’aggressore.
A questo punto Tino se non sei in grado di capire gradirei che rimasse un problema tuo.

Tino

Ma chi ha mai giustificato l’agressore? Eppoi la polizia norvegese non è “incapace di difendersi”, ma in questo caso ha dimostrato di “essere incapace di difendere”. Non so se capisci la differenza.

Francesco

Tino rileggiti quello che hai scritto invece di venirmi a disturbare, io ti ho fatto notare che preferisci spostare il problema sulle incapacita’ delle forze dell’ordine norvegesi (come ha fatto Feltri dopo che ha saputo che il terrorista non era islamico) piuttosto che condannare il gesto di questo fanatico religioso cristiano, perche’ tu lo faccia non lo so e non mi interessa ma e’ giusto che tu capisca che qualcuno ha il diritto di farltelo notare.

Elvetico

però non capisco la logica per cui un adepto alla religione cristiana per difendere l’europa dagli adepti alla religione islamica fa una strage in una riunione di laburisti dove immagino non ci siano molti credenti.
Mi ricorda Bush che per reagire all’11 settembre in cui un gruppo di egiziani (prevalentemente) finanziati coi soldi di un saudita, addestrati in USA e in Afghanistan, hanno spianato le twin towers, decide di bombardare… l’Iraq.

Emilio Gargiulo

“La vicenda mostra semmai, ancora una volta, come l’uso identitario del cristianesimo ateismo in funzione anti-islamica non sia la risposta adeguata ai mutamenti che le nostre società sono chiamate ad affrontare.”

Con la speranza che venga finalmente recepito.

Tino

Se lo dici tu che hai sempre utilizzato l’ateismo contro il cattolicesimo e basta, difficile che l’associazione recepisca il tuo messaggio e lo faccia suo. Perché non provi a proporlo in lista?

spapicchio

“L’uomo si ritiene un “cristiano al 100%” e, benché battezzato nella Chiesa luterana, scrive che occorre facilitare la destrutturazione della Chiesa protestante, ritenuta troppo progressista, e far tornare i suoi membri alla Chiesa cattolica.”

Un neo-cattolico non cristiano, il quale da ex-protestante ha perso la fede ed è stato ricattolicizzato: la sua strage è totalmente romana cattolica a tutti gli effetti e sotto ogni profilo.

Tino

Se lo dice un protestante come te stiamo tranquilli… wow quante strumentalizzazioni in tutti i sensi e per tutti i motivi tranne quello di capire cosa è successo e prevenire ulteriori tragedie.

Tino

Comunque spapicchio in norvegia non lo stanno facendo passare né come un terrorista cattolico né come un terrorista protestante (benché la cultura in cui è cresciuto è al 99% protestante) ma come un terrorista psicopatico. Anche io all’inizio ho creduto alla teoria del terrorista cristiano, poi una volta rivelata la personalità dell’assasino e i suoi gravi distrubi psicologici nonché organici (steroidi a gogo) la tesi del cristianesimo si allontana. Tra l’altro passava il suo tempo su siti anglofoni dunque al limite potrà essere influenzato dai terroristi cristiani americani dei quali tu da buon convinto della supremazia del protestantesimo su tutti hai sempre negato l’esistenza. In realtà la spiegazione più razionale resta quella psichiatrica, il fatto che abbia preso a pretesto una teoria piuttosto che un’altra resta secondario. Come nel caso del mostro di Nanterre che ha fatto “solo” dieci vittime perché fermato in tempo che aveva preso a pretesto le teorie altermondialiste.

Commenti chiusi.