Etiopia, islamisti bruciano chiese protestanti

Dal 12 marzo, nella zona di Asendabo in Etiopia, gruppi di estremisti islamici stanno attaccando i cristiani dell’area accusati di aver dissacrato il Corano. Una dozzina di chiese protestanti, riporta AsiaNews, sono state distrutte e le forze dell’ordine non riescono ad arginare i disordini. Un cristiano, fanno sapere gli evangelici, è stato ucciso, molti sono stati feriti e circa 3000 persone sono sfollate a causa delle violenze. Ad organizzare gli attacchi sarebbe stato il movimento islamista Kwarej, che vuole imporre la sharia nel Paese contando anche su forze provenienti da zone limitrofe come la Somalia.

Valentino Salvatore

Questo articolo è stato pubblicato martedì, 15 marzo 2011 alle 8:26 e classificato in Generale, Notizie. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

13 commenti a “Etiopia, islamisti bruciano chiese protestanti”

  1. Batrakos scrive:

    Strano che attacchino gli evangelici e non la chiesa ortodossa etiope che è assolutamente maggioritaria tra i cristiani etiopi e dunque tra l’intera popolazione.
    Forse perchè l’ortodossia etiope è abbastanza tollerante verso l’islam mentre da parte evangelica, almeno da alcune parti come questa http://www.ilcristiano.it/, Maometto è considerato l’anticristo e così credo sia per gli evangelici in salsa bible belt che molto si stanno radicando in Africa.
    Oppure, più probabilmente,proprio perchè la chiesa ortodossa è maggioritaria, temono una rivolta della gente…anche dove i musulmani sono di più credo che la percentuale di ortodossi sia elevata.
    Fosse così, son furbi questi islamici…

    • nightshade90 scrive:

      di solito i fanatici veri non sono furbi, colpiscono alla cieca a destra e a manca ovunque vedano pensiero non allineato….

      • Congo scrive:

        Ma possono pur sempre essere manovrati da altri.

      • nightshade90 scrive:

        vero. il pericolo peggiore del fanatismo non è nei fanatici (che sono letteralmente come mine vaganti), ma nella facilità con cui sono manipolati da assassini privi di scrupoli in grado di guidare la loro follia distruttiva per fare il peggior danno possibile.

  2. bardhi scrive:

    Quando una maggioranza bellicosa vuole sottomettere una minoranza trova sempre un pretesto, ma questo del “dissacramento del Corano” è un pretesto perfetto che ultimamente si sta usando con molto efficacia e frequenza quasi ti fa pensare di una regia comune.

  3. GIOACOLP scrive:

    Che si può dire di questi scempi se non affermare che le fedi nascondono purtroppo l’irrazionalità, o nel peggiore dei casi sono un pretesto per imporre il potere?

  4. Ciccio scrive:

    Gli islamici si stanno rendendo conto che tutti i guai che accadono nel mondo sono dovuti al peccato originale dei cristiani, e chiaramente questo li rende “particolarmente sensibili” !

    :-)

  5. Carlo giusso scrive:

    I gruppi estremisti non hanno ancora capito che non devono andare sui satelliti ma alla fonte.

  6. antoniadess scrive:

    dove non c’è libertà, dove c’è dogmatismo e fanatismo, la violenza è l’unico risultato; niente di nuovo sotto il cielo :-(

  7. Come mai se se la prendono con i protestanti la chiesa cattolica non dice niente ?

  8. Kaworu scrive:

    oh non prendete anche voi il vizio dei cattolici di definire “-isti” tutti quelli considerati cattivi ;) (remember “ateisti”, “omosessualisti”…)

  9. Murdega scrive:

    Le religioni sono amore !!!!!!