Vince la Chiesa: oroscopo bandito dalla prima serata di Rai2

Lo scorso anno (cfr. Ultimissima del 29 dicembre) Luca Borgomeo, presidente dell’associazione di telespettatori cattolici Aiart, accusò la Rai di “fomentare la superstizione”, trasmettendo oroscopi:  in quell’occasione, criticò in particolare la presenza dell’astrologo Paolo Fox in prima serata su Rai2. Passato un anno, scrive Tvblog, la richiesta è andata a segno: lo Speciale Oroscopo 2011 de I Fatti Vostri è stato bandito dalla prima serata e sarà trasmesso soltanto in seconda.

Raffaele Carcano

Filed under: Generale, Notizie

65 commenti

Luka

I cattolici che dicono agli astrologi di fomentar la superstizione è moooolto peggio del bue che da’ del cornuto all’asino (visto che siamo quasi in periodo :-) )

Nightshade90

i cattolici tolgono l’oroscopo dalla tv in quanto diffonde superstizione e poi ogni domenica invadono la televisione per un’ora e passa dove il loro capo-sciamano fà credere ad una folla di superstiziosi di trasformare pane e vino in carne e sangue del loro dio……

si decidano: o in tv vanno assecondati i bisogni delle varie credenze, ed allora anche oroscopi e tarocchi rientrano nel numero (non hanno nulla di meno di una religione) o anche loro e i loro spettacolini di magia si devono togliere dagli schermi in quanto fomentano la superstizione (sono così arroganti da ragionare così: quello di improbabile e assurdo in cui credono gli altri è superstizione e la superstizione è un male, quello di improbabile ed assurdo in cui credo io è fede e la fede è una virtù…)

Lorenzo Galoppini

Religioni e superstizioni per definizione non tollerano concorrenza. Ognuna crede di possedere la Verità Assoluta, di conseguenza tutte le altre sono false e quindi nemici da combattere. Un meccanismo perverso sul quale sarebbe bene far aprire gli occhi a più gente possibile.

Eresiarca

A mio avviso non è completamente esatto quello che affermi: non TUTTE le religioni credono di possedere la Verità Assoluta pretendendo di imporla agli altri. Si tratta di un problema specifico e peculiare dei soli MONOTEISMI, in particolare quelli DI MATRICE ABRAMITICA.

Sull’intolleranza religiosa c’è il copyright delle tre sorelle abramitiche.
Semplificando molto, hai mai sentito sostenere da un politico dell’Antica Roma: “attacchiamo quel popolo perché adora falsi dei!”?!? No…il problema non sta nella religione in se, ma in un preciso gruppo di religioni.

A proposito di oroscopo, sono convinto che Esoterismo e Paganesimo siano forme di spiritualità molto più sane, nobili e fondate rispetto a quella poltiglia per cervelli semplici che sono cristianesimo islam ed ebraismo…soprattutto la prima credo…

Eresiarca

…il problema non sta nella religione in sé…dimenticato l’accento…pardon…

Francesco

Mi sembra giusto e non mi pare che ci sia niente di cui meravigliarsi; è ben risaputo che nella storia le critiche più dure all’astrologia sono arrivate proprio da pensatori Cristiani.

crebs

Concordo con l’Aiart per l’eliminazione degli oroscopi dalla TV (non solo in prima serata, sempre), concordo con Luka e concordo con Lorenzo Galoppini.
Vorrei che fossero eliminate le idiozie degli oroscopi e quelle religiose, di tutte le religioni.

Alfonso

@crebs

Vorrei che fossero eliminate le idiozie degli oroscopi e quelle religiose, di tutte le religioni.

Preciso!

#Aldo#

Il muto che, indicando il sordo, grida al cieco: «Non guardarmi, che quello potrebbe sentirti».

ATEONONTROPPO

“Margherita Hack definisce in questo intervento l’astrologia come una superstizione tramandata dall’antichità, e considera inappropriato lo spazio concesso dalla televisione di stato a maghi e astrologi”

Ma guarda te, religiosi ed atei che vogliono cancellare dalla faccia della terra una tradizione popolare oserei dire ultramillenaria come l’astrologia.

Roberto Grendene

perche’ cancellare? potrebbe rimanere nei libri di storia, come il culto dei faraoni, o l’adorazione di Baal e degli dei dell’Olimpo

FSMosconi

@ATEONOTROPPO

Ma non ti accorgi degli ossimori che sputi dalla tastiera?

moreno03

Caro Ateonontroppo vuoi quindi sancito il diritto di idiozia? cos’è magari chiediamo anche una bella tutela giuridica affinché non scenda mai sotto un certa soglia il livello di allocchi che credono alle diverse scemenze propinate dai ciarlatani?

Andrea65

L’astrologia non è una tradizione, ma una fede, come quella che ad esempio i cattolici hanno per il loro amico immaginario.
Non credo agli atei crei alcun problema l’oroscopo, come anche un intervento di un prete, piuttosto è estremamente scorretto, che sia per l’uno che per l’altro, non venga precisato che sono fatti del tutto privi di fondamento (astrologia ed esistenza di un qualunque dio).
D’altra parte non penserai che agli atei dia fastidio la programmazione di Harry Potter o dei Puffi, però in quel caso non vengono spacciati come cose vere, tutta qui la (non piccola) differenza.

Ciao a tutti

Nightshade90

più che altro suona ridicolo che la chiesa strilli per la difesa delle tradizioni e delle radici d’europa e poi voglia cancellare una tradizione più antica della loro..tutto qui.
quanto a noi atei, siamo pianemante favorevoli alla cancellazzione di tutte le radici marce, siano esse oroscopi o anziani che fingono di trasformare il pane in carne….

FSMosconi

Sei la dimostrazione vivente che la fede è solo superstizione scritta più grande… ;)

Southsun

Gli oroscopi di Fox sono meno dannosi delle marchette giornalistiche che la RAI fa ogni giorno ai preti, e (quasi) sempre senza contraddittorio.

FSMosconi

“È estremamente curioso il modo in cui la chiesa si preoccupa di controbattere qualsiasi “eresia” che abbia a fondamento la nozione astrale ed escatologica, malgrado essa stessa ne sia la prima depositaria. In questi ultimi tempi, l’acredine della Santa Sede si è riversata (senza conseguire il pur minimo risultato credibile) contro il New Age, movimento che in pratica continua l’ideologia hippie basata sull’età dell’Aquario, tanto cara a quel Jung cui si stringono i cattolici preferendolo al meno docile Freud; le accuse sono quelle di mistificazione, travisamento del cristianesimo, plagio e persino istigazione al satanismo, la più comoda ed efficace delle accuse. Evidentemente, la chiesa vuole arrogarsi l’esclusiva d’ammonire continuamente il genere umano riguardo al destino ultimo che lo attende, auspicando e quasi incentivando la “fine del mondo” poiché in fondo è inutile esorcizzarla, dato che tale evenienza è già stata decretata per volontà di dio, che è per antonomasia immutabile, salvo eccezioni.

Non potremmo dire se la motivazione di tale pretesa sia per l’appunto dovuta al fatto che dio abbia concesso agli epigoni di Pietro l’esclusiva di certi segreti di pubblico dominio, o nondimeno la necessità d’evitare fobie di massa: a dire il vero, le paranoie millenariste sono una caratteristica precipua del cristianesimo sin dalle origini, e non furono mai unico appannaggio delle cassandre laicali, come vorrebbero certi defensores fidei. Dall’altro lato, vero è pure che nell’eventualità di “profeti” laici si possa parlare di allarmisti ingiustificati, mentre nel caso di quelli autorizzati entra in campo la “certezza ignara”, dato che la fine è “certa” ma “solo il padre conosce il giorno e l’ora”.”

http://www.alexamenos.com/index.php?itemid=73

faber

Ahahahahah certo sarebbe divertente osservare un bel dibattito televisivo tra paolo fox e qualche prete incallito. Saranno più convincenti gli influssi stellari, lunari, solari, planetari,d ella teiera intorno a Marte ecc oppure zombie, camminate sulle acque, parti virginali, mari che si aprono e così via…se non fossimo in itaglia ci sarebbe da ridere…invece non ci resta che piangere!

POPPER

guerra alla RAI tra superstizioni profetiche della chiesa cattolica apostolica romana e fantasie astrologiche di Paolo FoX, anche se Paolo non è un fanatico dell’astrologia, insomma l’ho sentito spesso chiedere ufficialmente il distacco critico dalle sue previsioni, mentre invece non ho mai sentito il papa chiedere il distacco critico dalle sue affermazioni cosidette infallibili.

DF1989

Bene. Adesso spero che la Rai continui la sua doverosa lotta contro la diffusione della superstizione e smetta di trasmettere in diretta la messa di domenica.

POPPER

O anche prima della messa mandare in onda un messaggio promozionale come fa anche striscia la Notizia, con le parole:

“per assistere alla santa messa a cura della religione cattolica apostolica romana si richiede il distacco critico e non si assicurano salvezza e fortuna, quindi, gli utenti che vorranno seguirla sappiano che la tarsmnissione non rappresenta in alcun modo le ipinioni e gli orientamenti radiotelevisivi della RAI.”

Purttroppo questo non avverrà per ora.

c.j.

oramai è ufficiale, le repubbliche delle banane chiedono con forza di non essere piu’ paragonate all’Italia. L’accostamento è per loro altissimamente offensivo.

Sandra

Spero che gli italiani si rendano sempre piu’ conto che se i cattotalebani prenderanno il potere, l’Italia diventerà come l’Iran. Che l’astrologia sia una scemenza è ovvio ai piu’, ma questo non toglie alle persone che lo desiderano il diritto di vederla, si tratta semplicemente di stabilire la proporzione in base alla domanda. Per essere tanto contrari ai regimi comunisti, questi cattolici si comportano nella stessa maniera, decidendo cio’ che è opportuno che la gente veda o legga. A quando i campi di rieducazione?

Eco

Se lo prendi come un gioco può portare a riflessioni non amene.

Lo spunto per vedere più in là, soprattutto quando non c’è nessuno a dirti se hai torto o ragione, si può accettare.
Il problema, come con la religione, dipende da chi truffa gli altri.

Sandra

Ma non è un gioco, infatti. Chi è la chiesa, o qualsiasi altra cosa, per dire cosa si deve o non si deve vedere? Siamo noi a fare la scelta: io per esempio non ho mai avuto i canali mediaset sintonizzati a casa mia, ma mediaset per quanto mi riguarda è libera di trasmettere, e infatti è molto seguita. E’ vero che non tutte le idee sono uguali e ce ne sono di pericolose, ma la religione, la superstizione, le infinite trasmissioni sul calcio, i varietà del sabato sera che ci piaccia o no, fanno parte delle abitudini di molte persone. Manca molto l’altra televisione, il giornalismo di inchiesta per esempio, divulgazione scientifica, musica classica, teatro, film d’autore, film in lingua originale, un sacco di altre cose che non mi vengono in mente ora ma che all’estero ci sono: sono di nicchia, ma ci sono, cosi’ tutti si possono vedere quello che vogliono. In Italia manca la scelta: il problema dell’abolire l’oroscopo è che per di piu’ la chiesa resta l’unica superstizione ad avere il monopolio televisivo. Io aggiungerei anche i tarocchi, i cristalli, mostrerei tutti i riti e le processioni delle altre religioni, tutto per aiutare gli italiani a confrontare le superstizioni del mondo, e a capire, a partire dal confronto.

Sono i regimi totalitari che stabiliscono chi ha torto e chi ha ragione. Per me sono categorie individuali, una volta rispettata la legge. Io non ho il diritto di vietare l’oroscopo, di affermare che chi vende o acquista un oroscopo ha torto e quindi non ha diritto di espressione, ho il diritto di esprimere la mia opinione che si tratti di una superstizione, e di argomentare le mie ragioni. Se una larga fetta degli spettatori vuole vedere l’oroscopo (e lo si puo’ vedere dai dati di ascolto) non vedo perché la chiesa si arroghi il diritto di vietare questa richiesta. E’ solo paura della concorrenza di idee, il vero problema è questo. Non importa se le idee che circolano sono giuste o sbagliate dal nostro punto di vista, l’importante è che siano molte, e che nessuna sia mai troppo potente!

sin.night.

Non nutro grande simpatia per gli oroscopi (per usare un eufemismo), però non mi fa molto piacere se l’oroscopo di fine anno viene spostato in seconda serata proprio per via delle pressioni degli ambienti clericali: la stessa cosa potrebbe succedere, per esempio, ad un qualche programma culturale non apprezzato dalla chiesa.

bozzobox

cosa che probabilmente già avviene.
solo che quando si tratta di spostare l’oroscopo, se ne fanno vanto.
se si tratta di andare accanto ad una cosa seria, lavorano sotto banco.

ma voi, tra l’oroscopo, la messa della domenica mattina e Giacobbo, cosa preferite?

Nightshade90

giacobbo: entrambi dicono cavolate ipergalattiche che io non saprei inventarmi manco se mi ci mettessi d’impegno, ma giacobbo riesce strappare una risata (tra le lacrime di compassione), il papa manda solo in depressione. inoltre incredibilmente è maggiore il numero di telespettatori che osservano in modo critico una trasmissione (pseudo)scientifica come voyager di quelli che osservano la messa senza prendere per oro colato e verità assoluta ogni parola pronunciata durante il rituale….

Ciccio

pagliacci! vogliono sostituire una ridicola superstizione con la loro ancora più ridicola e patetica.

ANCIA LIBERA

cencio che dal del poveraccio a straccio: religione e astrologia – dico ma un pò di scienza – di vera scienza – nei canali rai (servizio pubblico) quando la potremo vedere ?

Federico Tonizzo

Effettivamente i programmi di Piero e Alberto Angela, o programmi simili, sono sempre più rari…

Invece il programma pseudoscientifico, demenziale e disinformativo di Giacobbo “Voyager” ha il patrocinio del Ministero dei Beni Cilturali (= Sandro Bondi): assolutamente scandaloso! :-(

Ozymandias

Voglio che sia bandita la messa del pap(p)a da Rai1.
Intristisce, provoca stitichezza, disfunzioni sessuali, istiga a pentimenti gratuiti e sopratutto ruba spazio di programmazione pagato con i soldi pubblici.
Quindi, non mi vergogno a dirlo, protesto contro l’uso criminoso, atto a pubblicizzare ed a promuovere una monarchia tiranna ed invasiva, della Tv pubblica. (Ogni riferimento a nani inventati od esistenti è da ritenersi puramente casuale. Anche perché io non ci credo, figuriamoci se è vero!)

POPPER

Al cda della Rai si è in vena di diritti di replica, allora bisognerà che l’UAAR chieda il diritto di replica con una trasmissione laica opportunamente studiata per rispondere alla Menzogna globale della santa messa o che gli hare krsna chiedano anch’essi di essere ripresi nei loro riti induisti, per esempio. Approfiattiamone.

GARY

Paolo Fox è un astrologo che giornalmente invita chi lo ascolta a non credere agli oroscopi ma a divertirsi e a verificarli, ha sempre detto che l’astrologia non ha fondamenti scientifici ma è una disciplina antichissima, è una persona corretta ed è esplicito che fa solo spettacolo. Ma come si fa a prendersela con lui? E’ pretestuoso, queste associazioni alla fine cercano solo pubblicità, se no chi mai le inviterebbe nei talk show di fine anno se non si sollevasse ogni volta la solita polemica sugli oroscopi. Astrologia come divertimento, che c’è di male? Anzi, forse Fox chiarendo bene i limiti dell’oroscopo mette in guardia proprio chi pretende risposte dalle stelle o da maghi. il male è altrove!

crebs

Secondo me, vedere l’oroscopo, condito in tutte le salse, in televisione porta a pensare che, in fondo, qualcosa di vero ci possa essere.
Un mio amico, laurea in medicina con due specializzazioni, di cui una in neuropsichiatria, una volta ad una cena conviviale disse che negli oroscopi qualche fondamento di verità esiste.
Guarda in televisione, sulle private di notte, come sia legato il mondo dei maghi, dei cartomanti, degli astrologi, dei veggenti che guariscono o danno numeri al lotto.
Ecco cosa c’è di male.
Anche se Paolo Fox lo fa solo per spettacolo, è una pubblicità per quell’esercito sopra definito che truffa le persone.
Consiglierei un altro modo di fare spettacolo.

moreno03

Gary ogni ciarlatano cerca di coprirsi le terga con frasi di circostanza come quella del tuo beneamino: fatto sta che da una parte dice di verificare, poi dice magari che giovedì è il giorno propizio per investire: dunque prima verifico (operazione che si può fare solo a posteriori) o prima investo (operazione che si può fare soltanto prima)?

Flavio

Ibm… anch’io sono contrario agli oroscopi ma proprio i cattolici dovevano ascoltare?? Che vergogna per la Rai!

Diocleziano

Sono anni che la UAI – Unione Astrofili Italiani chiede la soppressione degli oroscopi da TV e giornali, e lo fa proprio dal televideo RAI (pag 575). Quindi io preferisco pensare che parte del merito sia anche loro.

Nightshade90

concordo: illuso. fosse stata finanche l’intera comunità scientifica globale mondiale a lamentarsi e fare proteste, scioperi della fame, scioperi comuni e occupazioni di università per 100 anni, non si sarebbe mossa una virgola, basta che un vescovo sussurri all’orecchio del parlamentare giusto che ecco, in effetti, quegli oroscopi fomentano la superstizione, rischiano di togliere alla chiesa parte del controllo che ha sulle masse, e un’ora dopo gli oroscopi sono tolti anche dai verbali dei programmi mandati in onda negli anni passati…..

Valentina

come se già la religione in sè non fosse PURA SUPERSTIZIONE…vanno a criticare l’astrologia…non ci sono prove di falidità di nesusna delle due cose…

Federico Tonizzo

Esatto.
Peraltro, ci sono innumerevoli prove della fallacia di entrambe.

bradipo

probabilmente è solo il primo passo, così come con le altre usanze pagane la riproporranno in salsa cattolica, già me l’immagino…

sagittario: non scagliare la prima freccia
pesci: sarete moltiplicati
vergine: darai alla luce un figlio

hexengut

tanto, dicono, hanno inventato tutto loro:
gemelli: porgi l’altra guancia
bilancia: il tuo dire sia sì, sì, no, no
cancro: beati coloro che soffrono
toro: ecco, Israele, i tuoi dei che ti cavarono dall’Egitto
ariete:lo mangerete nel luogo santo
capricorno:oggi è stata offerta la vittima per l’olocausto
scorpione:tormentarli per cinque mesi con un tormento simile a quello d’uno scorpione
leone:ecco, ha vinto il leone della tribù di Giuda
acquario:le acque del diluvio si riversarono sulla terra

rik

Per quanto sia solo la lotta tra una superstizione contro l’altra la trovo una cosa positiva

Ratio

E’ una semplice questione di marketing: i preti non vogliono concorrenza. ;-)

Paul Manoni

Concordo con quasi tutti i commenti postati prima del mio. L’unica cosa che mi sento in dovere di aggiungere e’….Associazione di telespettatori cattolici Aiart??? :shock:
Davvero esiste un’associazione portavoce dei telespettatori cattolici!?!?!?
Ma e’ una cosa da pazzi scatenati!!

antoniadess

“accusò la Rai di “fomentare la superstizione”, trasmettendo oroscopi…”
bella questa! :-)
cos’ fra non molto potremmo avere tg, prime serate, senza il catechismo quotidiano: prediche, commenti di “autorevoli” papi, cardinali, vescovi e monsignori, i più grandi fomentatori di superstizione della storia, su tutto lo scibile e gli affari nostri…magari! perchè c’è un piccolo problemino: la loro religione _non è considerata_superstizione :-(

Maurizio_ds

In effetti è proprio il bue che dà del cornuto all’asino. Come dire, schermaglie tra superstizioni.

Massimo

Vista l”‘apertura” all’Islam in funzione “anti-laicista”, mi aspettavo più solidarietà tra patiti della superstizione…
A parte tutto, complimenti per la sigla identitaria:

“Associazione di Telespettatori Cattolici”. Magari ricorda un po’ un eventuale “Comitato Amici della Polenta Taragna di Ispirazione Pentecostale” – ma tant’è…

test

dov’è l’antitrust? questo è tentativo di monopolio di credulità popolare!

Commenti chiusi.