Crollo a Pompei, Staderini: “Privilegiati beni culturali cristiani”

Il recente crollo della Scuola dei Gladiatori a Pompei ha suscitato indignazione persino da parte del presidente della Repubblica. In Italia, è cronica la mancanza di fondi per la tutela del patrimonio artistico. Ma il segretario dei Radicali Mario Staderini fa emergere un’altra questione e commenta così l’ennesimo episodio che colpisce il patrimonio archeologico del Paese. “C’è una verità che stenta a venire a galla”, sostiene, “la politica dei beni culturali che marginalizza il patrimonio archeologico e, più in generale, il patrimonio artistico ‘non cattolico’”. I fondi pubblici per restauro e conservazione di monumenti infatti sarebbero dirottati “prevalentemente all’arte sacra e ai beni ecclesiastici”. “Non è un caso che gli ultimi tre ministri – Bondi, Rutelli e Buttiglione – siano tra i politici più introdotto Oltretevere”, aggiunge Staderini. “Così si spiegano i crolli di Pompei, delle Mura Aureliane, della Domus Aurea, rischio che corrono da tempo il Palatino, la Villa Adriana e tanti siti dell’epoca romana ed etrusca presenti in Italia, mentre il Colosseo deve elemosinare l’intervento di sponsor privati”, conclude il segretario radicale.

Questo articolo è stato pubblicato domenica, 7 novembre 2010 alle 16:41 e classificato in Generale, Notizie. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

38 commenti a “Crollo a Pompei, Staderini: “Privilegiati beni culturali cristiani””

  1. FSMosconi scrive:

    E te pareva che non c’era il loro zampino anche là! :(

    • Paul Manoni scrive:

      Altro che zampino!!
      Si parla esplicitamente di incuria calcolata e fondi che vanno solo in una direzione! :(
      D’altra parte, come fa’ giustamente notare Staderini, non e’ un caso che accada cio’, dal momento che gli ultimi tre Ministri ai beni culturali, siano stati Buttiglione, Rutelli e Bondi!!

      • FSMosconi scrive:

        Vero.
        Ma un ministro che NON pensi alla propria religione anche solo per un attimo è possibile!!!???? :evil: :(

      • Diocleziano scrive:

        È il classico ‘pigliar due piccioni…’: più prendono soldi e più crollano i monumenti ‘pagani’, più crollano monumenti pagani e più turisti saranno dirottati alla bottega dei preti…

      • Barbara scrive:

        Esatto, finché uno non si romperà di veder solo chiese e madonne e non verrà neanche più in Italia!”

    • Paul Manoni scrive:

      A dire il vero fu’ uno dei primi che si lamento con Tremonti, perche’ il settore “cultura” aveva subito forti tagli. Ora che ci penso pero’, ho paura che se gli avessero concesso piu’ soldi, quesi sarebbe finiti nelle casse dei soliti targati CCAR.. :(

  2. Clair de Lune scrive:

    Povero Bondi, così impegnato a poetar
    Le donne, “il cavalier”, le armi, gli amori…

  3. Barbara scrive:

    Però, senza toccare il tasto degli intrallazzi economici, se poi si rende palese che esiste una cultura e una civiltà anche fuori dal cristianesimo, come faranno a insistere tanto con le radici cristiane? Secondo me gli dà pure fastidio solo il pensiero che esista qualcosa fuori dalla loro cultura. Mi sa che se fosse per Bondi, Pompei avrebbe preferito vederlo sprofondato per sempre sotto il Vesuvio!

    • Ciccio scrive:

      Tra l’altro rischiano di rendersi conto che le basi (o radici, visto che sono tanto appassionati di botanica) per un’Europa unita non le hanno gettate solo i cristiani ma anche, e prima di loro, i Romani, i Greci, i Fenici e i cosiddetti barbari…

      Trovo patetico tutta questa smania nel riconoscere solo e soltanto nel cristianesimo le “radici” per un’Europa unita.

      “Secondo me gli dà pure fastidio solo il pensiero che esista qualcosa fuori dalla loro cultura.”
      Bondi? Cultura? eh???

  4. ser joe scrive:

    E’ sempre stato così. Già ai tempi del ministro Ronchey: nello stesso anno che la curia di Cremona ricevette per il restauro del Torrazzo 1 miliardo dallo Stato e 800 milioni dalla Regione Lombardia la Casa-Museo dedicata ad un grande musicista dell’800 che dirigo pur essendo sotto tutela della Sovrintendenza dei Beni Artistici e Culturali ha rischiato l’inagibilità da come era ridotto.
    Le successive richieste di finanziamento per ristrutturazione fatte direttamente al ministero non hanno mai ricevuto esito positivo.
    Le altre 6 richieste inoltrate ogni anno alla Regione Lombardia ritornavano sempre indietro con la formula “Il progetto è finanziabile ma non finanziato” vale a dire: abbiamo preso conoscenza ma per per voi non ci sono soldi, allegando inoltre alcuni fogli con un lungo elenco di progetti finanziati per quell’anno. L’80% riguardavano chiese, monasteri, collegi e asili del clero, cappellette votive, ecc. ecc.

  5. moreno03 scrive:

    Basta vedere solo all’Aquila quanto stanno spendendo per ricostruire una chiesa che è oramai un rudere irrecuperabile.

  6. crebs scrive:

    Sono le “radici cristiane” che rendono più forti i beni culturali della chiesa.
    E’ molto semplice da capire, la manutenzione dei beni culturali della chiesa viene effettuata secondo una nuova ed efficacissima teoria della manutenzione, che è basata sul miracolo.
    Per miracolo i soldi disponibili alla manutenzione vanno solo ai beni culturali della chiesa e le “radici cristiane” rendono i proprietari ricchi.

  7. cesare scrive:

    Certamente la colpa non sarà solo di bondi perchè la pessima gestione del patrimonio culturale ha radici antiche (radici cristiane?), ma quello che non si sopporta è la supponenza e il “trombonismo” del personaggio in questione. Ha avuto il coraggio di dire che “se avessi delle responsabilità mi dimetterei”. Capito? La responsabilità non è del generale, ma dei caporali. Detto da un “caporale” che è stato fatto generale, il che la dice lunga sulle sue condizioni mentali. Ma che cosa ci si può aspettare da uno che considera sprecato ogni minuto non destinato a leccare il deretano del nano?

  8. POPPER scrive:

    Bertolaso diceva che se il Vesuvio eruttasse non sarebbe una vera disgrazia e fu contestato settimana scorsa, si capische i catastrifisti sono proprio al governo e gufano sulla protezione civile, questa adesso noin sarà più al comando del controverso bertolaso, che addirittura Berlusconi voleva far diventare ministro e magari anche cavalliere.

    Comunque il governo stesso sta sparando sulla croce rossa, perchè invece di curare i malanni dell’Italia preferisce dare soldi alla chiesa cattolica, la quale asssiterà, a pagamento, le opere di beneficienza che Napolitano loda per la loro operosità e per i valori religiosi condivisi dagli italiani; quali poi?

    Non ci siamo! come dice anche Batiato. Qui si ingrassa la chiesa e si impoverisce l’Italia e questi sono i valori che Napolitano ipocritamente tace, anche se poi fa vedere che lui è costernato dal crollo della domus dei gladiatori, ma invece cosa dice della laicità dello stato, anch’essa in via di smantellamento sistematico? Dai anche lui ste Presidente!

  9. Funesto scrive:

    Quella di Staderini è la più grossa stupidaggine che io abbia mai sentito. Ma in fondo è un radicale, non è che ci si possa aspettare niente di più.

    • andrea pessarelli scrive:

      naturalmente da buon troll ti guardi bene dall’argomentare la tua affermazione.

    • maria scrive:

      argomentazioni ,please!

    • Paul Manoni scrive:

      Smentiscilo…Smentisci Staderini apportando qualcosa alla discussione, altrimenti il tuo commento e’ sterile, provocatorio, infentile e difattista…Funesto direi!
      Gia’, solo per essere il partito piu’ longevo che siede in Parlamento, ed essere sopravvissuto a 70 anni di scandali politici, dovresti correggere il tiro e volare basso…molto basso! Se ci aggiungi che le battaglie dei Radicali, sono per i diritti dei cittadini e non per le poltrone comode del regime/casta, che ti ha sempre governato, allora da parte tua mia aspetto rispetto e conseguente mutismo.

  10. la cosa scandalosa e’ che l’8×1000 a gestione statale dovrebbe essere chiesto a gran voce ai contribuenti dallo stato per ristrutturare il patrimonio artistico soprattutto non cattolico, per le calamità naturali (e in Italia purtroppo ne abbiamo tante), per la fame nel mondo

    invece i ministri tacciono, e girano anche la quota statale per edifici e progetti umanitari cattolici :(

  11. Ratio scrive:

    Bravo Staderini! E meno male che ci sono i Radicali! L’unico motivo per cui vado ancora a votare.

  12. Federico Tonizzo scrive:

    Per paragone: Wikipedia riferisce, riguardo alla pessima e disinformativa trasmissione “Voyager” di Giacobbo, che “A partire dal 2009 il programma va in onda sotto il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali.”:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Voyager_-_Ai_confini_della_conoscenza

    Scandaloso.

  13. Gabriele (dottore) scrive:

    Trovo l’intervento di Mario Staderini una grandissima cazzata: io vivo a Milano e sapete da quanti anni è chiuso il Museo del Duomo? Questa è una chiusura molto grave per Milano: pensate se a Firenze fosse chiuso il Museo dell’Opera del Duomo! Ci sono tantissimi chiese ed ex conventi in stato di degrado in Italia; aggiungo, inoltre, i numerosi furti che avvengono nelle chiese, che dimostrano mancanza di controllo e disinteresse.

    • Kaworu scrive:

      da quando tutte le chiese sono di interesse artistico?

      • Gabriele (dottore) scrive:

        Mi riferivo ovviamente alle chiese di valore artistico: quelle di nessun valore possono possono essere abbattute.

    • crebs scrive:

      Mancanza di controllo e disinteresse da parte di chi?
      Se io avessi a casa mia un quadro di de chirico o se casa mia fosse di interesse artistico, le spese di manutenzione a carico di chi dovrebbero essere?

    • spapicchio scrive:

      Caro Gabriele, per caso sei di CL? Da come ti funziona il cervello, ossia da come leggi o interpreti a modo tuo le notizie, sembri un simpatizzante legato a Comunione e Liberazione; io sento molti commenti preoccupati per come la Lombardia ormai sia regione non autonoma ma a statuto CieLlino.

    • Painkiller scrive:

      Visto che sono PROPIETA’ PRIVATE di CEI e Vaticano che si paghino i restauri. Ah già meglio investire il denaro IOR nell’ENI e nelle sue stragi sul Niger oppure in ulteriori ori e gioielli per i prelati.
      I miliardi RUBATI al nostro stato, il patrimonio IOR bastano e avanzano.

      Non ci vuole poi una laurea ad assumere un vigilante per evitare i furti.

  14. Diocleziano scrive:

    Gabriele, a me risulta che il museo del duomo di Milano è rimasto chiuso cinque anni per restauri (pagati da chi?). E nel settembre scorso c’è stata una ripresa dell’attività. Tieni presente che è ubicato nei locali del Palazzo Reale, suppongo di proprietà comunale. Forse Staderini non ha detto solo c@zz@te…

    • Gabriele (dottore) scrive:

      Il Museo del Duomo di Milano è tutt’ora chiuso.
      Sicuramente il denaro se l’è mangiato la Curia per fini molto meno nobili che la riapertura di un museo.
      In ogni caso, le polemiche di Staderini sono abbastanza gratuite: a L’Aquila ci sono ancora le chiese senza tetto e parlo di chiese di valore storico-artistico molto importante.
      Certi discorsi non mi piacciono: facciamo come i Rivoluzionari francesi che hanno dato alle fiamme tante chiese? Abbiamo perso molte cose preziose.

      • Painkiller scrive:

        Che la chiesa sganci i soldi per restaurare le sue PROPIETA’ PRIVATE. Se non lo vuole fare che le venda.
        La chiesa ha uno dei patrimonii economici più grandi del mondo e invece di restaurare i suoi edifici che fà? Ah dimenticavo i gioielli per prelati…….

        Quanto a l’Aquila la situazione è un po’ diversa: il governo ha finanziato IMMEDIATAMENTE il restauro delle chiese…. mentre i soldi per case, ospedali, scuole, strade, acquedotti, ecc gli aquilani ancora devono vederli.

      • Diocleziano scrive:

        Gabriele,
        se giochiamo a non capire possiamo andare avanti in eterno: il museo del duomo È CHIUSO PER RESTAURI, non per mancanza di fondi.
        A te dispiace per le chiese demolite dalla rivoluzione francese, a me dispiace per i templi demoliti dai cristiani, lo sai che s. maurizio maggiore è costruita sulle fondamenta di un tempio di Giove? e (si dice) che le colonne, quelle di porfido, dell’altare della basilica di s. ambrogio provengano da lì?

  15. Ozymandias scrive:

    Niente 8×1000 per Pompei….si sapeva.

  16. veneremur cernui scrive:

    Ma chi se ne frega, che crolli tutto, e poi chi mi garantisce che Staderini non diventi un altro Capezzone?

    • ser joe scrive:

      Vedo che bondi ha degli adepti di pari intelligenza. Bravo !

      • veneremur cernui scrive:

        Non c’entra niente in questa situazione l’intelligenza, è che mi sono stufato dei miei compatrioti sempre bravi a lamentarsi, ma poi, quando si tratta di fare delle scelte, danno la loro fiducia sempre a coloro che li prendono per i fondelli.
        Basta vedere chi ha preso la parola alla conferenza sulla famiglia e che cosa hanno detto e ti renderai conto che genere di individui gli italiani mandano avanti.

    • andrea pessarelli scrive:

      beh allora se sei più bravo e più coerente di staderini fai tu quello ke fa lui x la laicità e la democrazia, dopodichè dimostraci ke non diventerai un altro capezzone se no ti becchi la diffidenza di quelli come te. ma a parlare si sa sono capaci tutti