Frattini ateofobo: comunicato stampa UAAR

“Dichiarazioni ateofobe”: l’UAAR chiede le dimissioni del ministro Frattini

Il ministro degli esteri Franco Frattini ha scritto l’altro ieri che «l’ateismo, il materialismo e il relativismo» sono «fenomeni perversi», caratterizzati da «fanatismo e intolleranza», che «minacciano la società», e vanno pertanto combattuti con un’alleanza tra cristiani, musulmani ed ebrei. Le pesantissime affermazioni sono contenute in un articolo pubblicato sull’Osservatore Romano.
«All’Italia mancava ormai soltanto un ministro ateofobo», commenta Raffaele Carcano, segretario dell’UAAR. L’associazione ha già chiesto un intervento al Presidente Giorgio Napolitano: «poiché passeranno una settimana insieme in Cina, il Capo dello Stato ha tutto il tempo per chiedere spiegazioni a Frattini», prosegue Carcano. L’articolo, ha scritto l’UAAR a Napolitano, «non è degno di un ministro di uno Stato che individua nella laicità e nella libertà di coscienza due supremi principi costituzionali». E per questo motivo ne chiede le dimissioni, in assenza di rettifiche.
«Le parole di Frattini non a caso riecheggiano quelle usate da Ahmadinejad nella recente lettera scritta al papa», conclude Carcano: «l’avanzata della secolarizzazione è così galoppante che le religioni e i governi che le ossequiano pensano che sia ormai necessario unire gli sforzi». Anche se, nel farlo, si violano elementari diritti umani.
L’UAAR ha chiesto a soci e simpatizzanti di scrivere a loro volta a Napolitano. Nella mattinata l’associazione ha inoltre creato su Facebook una pagina e un gruppo.

Comunicato stampa UAAR

73 commenti

Paul Manoni

LOL! :lol:
…Si auspica inoltre, un effettivo utilizzo migliore del cervello, da parte del Ministro della Repubblica italiana, Franco Frattini “l’ateofobo”.

Stefano Grassino

Paul, sicuramente il soggetto in questione un cervello lo possiede; che possa funzionare è però da dimostrare. Il giorno che dovesse accadere giuro solennemente che strapperò la tessera dell’UAAR gridando a tutta voce: i miracoli esistono, Dio c’è!!!!!!!!!

Paul Manoni

Io non affermerei l’esistenza di dio neanche in quel caso….
“Anche un orologio, almeno 2 volte al giorno, riporta l’ora esatta.” ;)

Crebs

@Paul Manoni

“Anche un orologio (guasto), almeno 2 volte al giorno, riporta l’ora esatta.”

Un orologio guasto riporta l’ora esatta almeno 2 volte al giorno solo se, nel caso specifico, guasto significa fermo.
Se invece guasto significa che l’orologio va avanti o indietro in modo casuale, potrebbe anche non segnare mai l’ora esatta.
Frattini probabilmente ricade in questo secondo caso, ricordando quanto disse su Emergency.

Lino

Bravi.

Occhio però a non fare come certi musulmani con la parola “islamofobia”: usiamo “ateofobia” solo quando è appropriato (come qui), non per bollare a priori qualunque critica (giusta o sbagliata) all’ateismo.

otzi

Bravo Lino! Condivido. Questi sono argomenti di libero pensiero critico degno dell’uomo e nulla hanno da spartire col sacrificio delle libertà. Un vero uomo – diceva Montanelli – è tale per come opera non per come la pensa.

Io ero Sai

Comunque approposito di Frattini…
“Nel Novembre 2009 ha definito «suggestiva» la proposta di Roberto Castelli per un emendamento costituzionale che inserisse una croce all’interno della bandiera italiana: «Noi per ora vogliamo difendere il diritto a tenere il crocifisso nelle nostre classi, poi vediamo se si può fare di più». «Ci sono nove Paesi europei che hanno il crocifisso nella loro bandiera, è una proposta assolutamente normale»”
Ehehe…

Paul Manoni

Se avvenisse, mi dichiaro apolide 2 secondi dopo, e chiedo asilo politico in Francia.
Avendo mia madre francese, non nutro dubbi sul fatto che me la concedano. ;)
Non sto scherzando!

Federico Tonizzo

Prima di tutto, su “quelle” bandiere non c’è un crocifiisso ma una croce, e sarebbero tutte da verificare le modalità e le epoche storiche in cui fu deciso di mettercele e il loro significato simbolico.
In secondo luogo, sarerbbe da verificare se magari oggi qualche referendum popolare le farebbe togliere.
In terzo luogo, nemmeno il Vaticano ha una croce evidente sulla sua bandiera, se non come doppio piccolissimo particolare, scavato in negativo, delle due chiavi che ci sono disegnate.
In quarto luogo, ma SOPRATTUTTO, le società umane devono andare avanti nella loro civilizzazione, non ritornare al medioevo o peggio.

Infine, Frattini non ha i “requisiti umani ed etici” per fare il Ministro della Repubblica Italiana. Concordo perfettamente con Raffaele Carcano sulla richiesta di dimissioni.

Stefano Grassino

Sulla bandiera vaticana ci sono due chiavi incrociate che detto tra noi, simbolizzano quelle per aprire una cassaforte: una in mano ad un gesuita ed una in mano ad un domenicano…….no perchè mica penserete che tra loro si fidino più di tanto……..

Soqquadro

I nove (?) Paesi Europei hanno una croce non un crocifisso. Animale che massacra il dizionario. E l’hanno da tempo immemorabile, non la stanno inserendo all’uopo ora.
Poi, voglio proprio vedere questa Santa Alleanza tra religioni che non si sopportano tra loro di cui due gruppi su tre hanno come precetto divino quello di convertire gli altri, con le buone o le cattive.

Paul Manoni

Santa alleanza???
FIGURATI… dichiarazione dell’arcivescovo di Madrin dei Siri, mons. Raboula Antoine Beyluni durante il Sinodo sul Medio Oriente: “il Corano ordina di imporre la religione con la forza e con la spada” :!:
T’ho detto tutto….

otzi

Ma è qui la gravità, Paul! Un accordo tra religioni prevede sic et simpliciter il sangue degli atei. Poi, come Storia insegna, si ritorna al capitolo di sempre: le solite guerre tra loro. Civili, pardon! Sacrifico del progresso scientifico, a parte!

Congo

Certo che Frattini è un imb……. Non solo ha fatto queste assurde dichiarazioni, ma le ha fatte anche prima di un viaggio in Cina!!

Ma che si fumano, questi?

Federico Tonizzo

Ma che si fumano, questi?
Sarebbe da verificare, effettivamente: come non si deve assumere alcol prima di guidare l’auto, altrettanto non si deve presentarsi alterati psichicamente a proporre o votare leggi che riguardano 60 milioni di persone!
E, in proposito, tutti ricorderanno che qualche anno fa “Le Iene” hanno dimostrato che più di qualche politico “si fa” di qualcosa.
Qui proprio il Brunetta, se fosse coerente con quello che vorrebbe apparire, dovrebbe proporre una legge per la verifica quotidiana di eventuali alterazioni da droghe dello stato psichico di parlamentari e ministri.

Stefano Grassino

Federico, lascia perdere che se Giuliano Ferrara se fà fora nà cuccuma de fagioli co’ patate e cipolle ed in parlamento ne spara una, si alza una nebbia che dura tre giorni.

Federico Tonizzo

Per Stefano Grassino:
Ah già, ecco: forse quello che paventi spiegherebbe il perenne l’assenteismo endemico in parlamento… ;-)

riccardo

Sei un ottimista Federico. Frattini non ha assunto alcuna sostanza. E’ cosi’ di suo. Lui non sniffa, lecca! Ma poi in fondo che ha deto: ha soltanto ineggiato alle crociate. Se c’è un avvocato fra noi gli chiedo: per caso non è apologia di crimie dell’umanità?

Federico Tonizzo

@ riccardo:
Il mio non è ottimismo, semplicemente ho ironicamente risposto prima a congo e poi a Stefano Grassino ;-)
Certo che Frattini “è così”.
Quanto alla tua domanda “Se c’è un avvocato fra noi gli chiedo: per caso non è apologia di crimie dell’umanità?”, nella penultima riga dell’articolo trovi, almeno, il link per chiedere le dimissioni di Frattini: io l’ho fatto.

Io ero Sai

“E per questo motivo ne chiede le dimissioni”
Non vi sembra eccessivo?
La Mussolini ha detto che i rumeni hanno il gene dello stupro.
Molti politici italiani hanno detto che gli omosessuali e i transessuali sono malati e perversi.
Ci sono politici che dicono che gli extrcomunitari sanno solo rubare.
Altri che l’islam a differenza del cristianesimo è una religione violenta ( e sottolineo “a differenza del cristianesimo ^^)

Lino

Secondo me non è affatto eccessivo chiedere (ed ottimisticamente ottenere) che Frattini si dimetta.

Gli articoli 3 ed 8 della Costituzione italiana proteggono la libertà di religione ed, implicitamente, di mancanza di religione, come ateismo ed agnosticismo. Frattini invece ha scritto che l’ateismo va combattuto e mi pare che l’abbia fatto nel suo ruolo ufficiale visto che la cosa è stata anche pubblicata sul sito del ministero degli esteri.

Quindi Frattini sta spingendo perché venga combattuto una fondamentale libertà costituzionale ed un diritto umano. Ha certamente diritto alle sue opinioni, ma questo lo rende completamente inadatto a ricoprire la sua carica.

Inoltre la profonda incapacità di comprensione della realtà e di pensare razionalmente che emerge dall’articolo è (o dovrebbe essere, in un paese decente) anch’essa incompatibile con una qualsiasi carica pubblica che preveda lo svolgimento di incarichi più complessi di quelli di un parcheggiatore. Con tutto il rispetto per i parcheggiatori.

Infine personalmente ritengo disgustosa la sua chiara volontà di opporsi al progresso civile dell’umanità per puri interessi personali (avere l’appoggio del Vaticano per una poltrona nel prossimo governo italiano).

Giorgio77

che…minacciano la società. Affermazioni gravissime e discriminatorie verso una parte della popolazione anche se una minoranza, un ateo che non voglia imporre la sua visione materialista con la violenza è liberissimo di affermare e anche promulgare il suo pensiero, se un ministro non capisce un principio democratico così elementare vuol dire che il livello della politica è oramai molto basso, ma la cosa più ridicola e che questi berluscones vorrebbero passare per i paladini della democrazia liberale.

jsm

frattini chi?
degno ministro di tal presidente del consiglio…

forse questo poveraccio preferisce fanatismo religioso, astrattismo e assolutismo. intellettualmente molto elevato….

iging

Io credo che l’UAAR dovrebbe far presente l’accaduto al parlamento europeo e a varie istituzioni internazionali che difendono i diritti umani; in particolare dovrebbe mettere in chiaro l’atteggiamento persecutorio del governo italiano alla stregua dell’atteggiamento di Sarkozy con i Rom. Manderei lettere a vari parlamentari laici del parlamento europeo e chiederei loro di portare avanti un’interrogazione parlamentare sullo stato del rispetto della libertà di opinione Italia. Infine scriverei lettere a giornali inglesi, francesi e tedeschi. Mi offro volontario per scrivere in inglese o far tradurre le lettere in francese ed in tedesco.

Cassandra testarda

Suggerisco di fare la conta di quanti e quali quotidiani e siti daranno notizia del comunicato UAAR. Non ho l’abitudine di scommettere, ma metterò 50 euro in beneficenza in più se saranno più di 3 o 4.

otzi

“«Le parole di Frattini non a caso riecheggiano quelle usate da Ahmadinejad nella recente lettera scritta al papa», conclude Carcano: «l’avanzata della secolarizzazione è così galoppante che le religioni e i governi che le ossequiano pensano che sia ormai necessario unire gli sforzi». Anche se, nel farlo, si violano elementari diritti umani.”
Questo è il comunicato dell’uaar.
E questo sarebbe il più grave dei delitti contro il progresso umano che si fonda solo sull’uomo, sulla singola realtà individuale corporea di ciascuno quale centro di libertà e dignità e di diritto dello sviluppo del pensiero nella storia della propria della vita.
Non ci sono parole per qualificare il pensiero espresso da questo ministro. Per me non è più degno di esserlo e non lo riterrò più tale. Egli è il ministro degli esteri del Vaticano o di qualsiasi altro Stato teocratico. Se i veri laici italiani non reagiscono è il caso di dire che sono complici. Non dimentichiamoci che i più nefandi delitti (di pedofilia e basta?) e relativa copertura (e se questo è poco, perdonatemi) vengono anche da chi si professa credente e guida spirituale. Si vede che l’aiuto del loro dio non è di sufficiente onnipotenza. Anzi!
Vorrei ricordare quel tale che ha detto: buoni o cattivi si nasce, ma occorre una religione per rendere cattivo anche chi è nato tendenzialmente buono. Che centra quindi l’ateismo, l’agnosticismo o il relativismo come fonte di male? Si vuol cercare un capro espiatorio: sangue. Dio assetato di sangue. Per ognuna di queste parole c’è una autorevole citazione patristica. E’ pericoloso tornar indietro. Una corporazione religiosa, affar loro se ci riescono. Ma sarebbe un delitto usarla contro l’individuo che non vuol ritrovarsi in essa. Anzi, c’è dell’assurdo anche qui, se come ha scritto il filosofo Giuseppe Rensi, Apologia dell’ateismo, a cura di Armando Torno, Milano 2009, anche l’ateismo fosse una religione. Sta di fatto che l’ateismo spinoziano e quello hegeliano sono innnanzitutto degnissime filosofie. Insomma un ministro di uno Stato che si vuole laico per costituzione e che nel 2010 la pensa come Frattini dico che è inconcepibile… per non dire che l’assalto alla Costituzione Italiana è in atto.

Sandra

Notizia riportata su Virgilio:

Atei razionalisti criticano Frattini: Come Ahmadinejad

Roma, 24 ott. (Apcom) – L’Unione atei e agnostici razionalisti (Uaar) critica il ministro degli Esteri Franco Frattini per un recente articolo sull”Osservatore romano’.
Frattini ha scritto che “l’ateismo, il materialismo e il relativismo” sono «fenomeni perversi”, caratterizzati da “fanatismo e intolleranza”, che “minacciano la società”, e vanno pertanto combattuti con un’alleanza tra cristiani, musulmani ed ebrei.
“All’Italia mancava ormai soltanto un ministro ateofobo”, commenta in una nota Raffaele Carcano, segretario dell’Uaar. L’associazione chiede un intervento al Presidente Giorgio Napolitano: “Poiché passeranno una settimana insieme in Cina, il Capo dello Stato ha tutto il tempo per chiedere spiegazioni a Frattini”, prosegue Carcano. L’articolo “non è degno di un ministro di uno Stato che individua nella laicità e nella libertà di coscienza due supremi principi costituzionali”.
“Le parole di Frattini non a caso riecheggiano quelle usate da Ahmadinejad nella recente lettera scritta al papa”, conclude Carcano: “L’avanzata della secolarizzazione è così galoppante che le religioni e i governi che le ossequiano pensano che sia ormai necessario unire gli sforzi”.

mauro

con questa classe politica, ma anche con quell’altra non c’e’ speranza! Spero presto di poter pagare le tasse in un altro paese.

Sandra

Forse non sarebbe male estendere la protesta oltreconfine traducendo la pagina in inglese. Dopotutto questo è il ministro degli esteri, è preposto allo scambio con altri ministri, ed è possibile che alcuni omologhi europei siano atei e non gradiscano affatto i termini usati dal nostro ahimé rappresentante.

Mapo

Visto che avete inventato la parola, e visto che avete a suo tempo appoggiato chi voleva la legge contro l’omofobia(guai criticare l’omosessualità), non sarà che ora salterà fuori che volete una legge pure contro l’ateofobia? Provate a farmi un’esempio di come deve fare un non ateo a criticare l’ateismo! Appena qualcuno critica l’ateismo voi vi offendete subito? E perchè allora non ci deve anche essere una legge contro la cattofobia? Forse che i cattolici per voi si possono criticare continuamente invece gli atei no? Volete vietare che si dica che l’ateismo fa aumentare gli omicidi ma non volete vietare che si dica che il cattolicesimo fa aumentare gli stupri di donne, la pedofilia, il razzismo, il fascismo, la mafia ecc. ecc. tutto ciò da parte vostra mi stranizza non poco.

Sandra

Non ha senso parlare di cattofobia: la fobia è una paura irrazionale, e il cattolicesimo non mi procura reazioni inconsce, cosi’ come l’islam: non ho paura né dell’uno né dell’altro, ma sono convinta che il potere religioso assoluto sia un pericolo per una società democratica. Non ho la stessa opinione verso alcune chiese protestanti (non tutte pero’, vedi evangelici americani o riformati del nord europa) perché il loro percorso non è in contrasto con i principi di laicità. Né ho un sentimento di rifiuto verso il singolo cattolico o islamico o riformato o l’omosessuale, ognuno di loro puo’ per me vivere serenamente senza interferire pero’ con le mie scelte.

Hai sicuramente diritto alla critica, non alla calunnia.

Stefano Grassino

Caro Mapo, conosci il significato delle parole ed i concetti delle frasi? Comprendi la differenza tra dire “non condivido la religione” critica corretta e legittima e “i religiosi sono da eliminare fisicamente” concetto eticamente inaccettabile ed istigazione a delinquere per il codice penale? Spero di si, lo spero per te.

Lino

Mapo, mi pare che nessuno qui dica che a Frattini debba essere vietato per legge di scrivere ciò che ha scritto. Alcuni atei pensano semplicemente che scrivere queste cose è incompatibile con la carica di ministro degli esteri.

Una legge contro l’omofobia è invece utile, secondo me, perché gay, lesbiche, bi e trans sono oggetto di gigantesche discriminazioni da parte di individui, religioni e dello stesso stato italiano. Sono spesso vittime di violenze, e persino omicidi, ed i più deboli tra loro sono costretti a nascondersi o in alcuni casi persino spinti al suicidio. Sono anche in Italia una minoranza più piccola di atei ed agnostici, credo, e quindi più vulnerabile.

Queste sono leggi speciali che servono per rispondere all’attuale emergenza violenta di omofobia e transfobia, in un eventuale futuro in cui questi fenomeni fossero rientrati le leggi che li puniscono potrebbero essere abolite e le persone LGBT sarebbero protette dalle stesse leggi che proteggono tutti gli altri.

Ma soprattutto la grossa differenza è che LGBT si nasce, è una caratteristica di quello che una persona _è_ e non può cambiare, mentre ateo o agnostico descrive ciò che una persona pensa o _fa_ ed è soggetto (con certi limiti) a cambiamento se una persona lo vuole.

moreno03

Frattini non ha criticato l’ateismo, ha detto che l’ateismo è un “fenomeno perverso” che “minaccia la società”, ora se un ministro della Repubblica, repubblica in cui sono presenti anche cittadini atei, dice certe cose, ne deve poi rispondere, specie se non fa critiche ma offese e paventa una sorta di movimento di guerra da credenti verso non credenti.

Giulio

La classe politica italiana mi delude ogni giorno di più.
Non commento le parole del ministro degli esteri, dovrebbe
conoscere quell’arcano scritto terrestre chiamato
“Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo”,
in particolare gli articoli 2,16,18. Magari gli suonano familiari
anche gli articoli 3 ed 8 della Costituzione Italiana, testo che, molto teoricamente,
dovrebbe conoscere … o forse no?

lucia

Ateismo, materialismo, relativismo a me non paiono fenomeni perversi: sono forme di pensiero che presuppongono dei ragionamenti .Non sono fondati su credenze di carattere dogmatico che devono valere quanto più si presentano come misteriose. Considerando il proselitismo religioso come un atto di comunicazione, in quasi nessuna altra circostanza chiederemmo a qualcuno di credere ad affermazioni che non siano legate a veridicità. Stranamente quando si tratta di religione, ciò che in altro ambito vedremmo subito come menzogna, ci appare invece come credibile: si tratta forse, é ipotizzabile, di quel timore diffuso e coltivato che riguarda la regione infinita dei possibili mali verso la quale siamo portati ad avere, per scaramanzia, un atteggiamento conciliante. Gli antichi romani provvedevano portando nel loro Pantheon anche gli dei dei popoli sconfitti. Da questo punto di vista le religioni monoteistiche non risultano per niente tolleranti. Accentuando l’aspetto soggettivo a scapito di quello oggettivo derivante dal porre in ogni luogo un dio, di necessità tendono ad escludere.

mario arnolfi

veridicità maggiore di quella relativa alla storia del tuo amico Yoshua di Nazareth

Xeno

Curioso come ogni governo sia sempre alla ricerca di “nemici da combattere” anziché fare proposte serie.

Ma risintionizziamoci sul delitto di Avetrana…

stefano f.

dubito che Napo leggerà queste lettere comunque tentar non nuoce, io intanto preparo i bagagli…

Sebastiano Borin

Dov’è scritto che le religioni risiedono nel piano della politica. Il fatto stesso che ve ne siano diverse e discordi dimostra che non possiamo governare o anche solo dirigere una nazione in modo univoco se le ascoltiamo tutte e certamente non è che ne possiamo preferire una.. spero.. La politica democratica inoltre è espressione del popolo, non del popolo e di un organismo che -ex machina- ci viene appioppato da un dio che non si è consultato con noi (non con me perlomeno). Dal momento che il “problema” dell’ateismo è morale non capisco cosa ci azzecca il ministro con Ahmadinejad. Questo si che è un mistero della fede con i fiocchi. Credenti contro non credenti. Accusati di materialismo nel 2010 da un uomo con lo scettro che parla in latino con le scarpe di prada. Il ministro sbaglia ma .. non è grave.. avesse detto una cosa sugli ebrei… non ci voglio nemmeno pensare.

kundalini444

I ministri della repubblica governano in funzione di una costituzione e quindi non possono calpestarla a questo modo.
Le affermazioni sono gravissime ed è giusto che chi ne è colpito direttamente (gli atei) si ribelli subito e con forza, come è giusto che anche tutti i cittadini si indignino, pure se credenti!
Ho già scritto la mia letterina a Babbo Napolitano :)

Massimo

La pagliuzza e la trave… Voi che con Harris, Dawkins, Odifreddi Hack ecc. insultate e azzannate quotidianamente la fede e chi crede.

E smettetela di confondere laicità e ateismo.

Mario Sandri

@Massimo: lascia da parte le nostre discussioni, e pensa che quello è un Ministro della Repubblica, il quale per suo ruolo non può scagliarsi aprioristicamente contro una parte del popolo italiano per motivi religiosi, perché ha giurato sulla Costituzione di difenderne i valori. Pertanto è uno spergiuro.
Se non ti basta, immagina un D’Alema che da Ministro degli Affari Esteri affermi la stessa cosa su una comunità religiosa cattolica, e la definisca perversa e da combattere. Dovrebbe dimettersi subito perchè indegno del ruolo di Ministro.

Sebastiano

Gentile Massimo,
non ricordo che i sopracitati Odiferddi ecc.. abbiano azzannato la fede in se casomai chi la brandisce per ottenere che tutti, compresi i non fedeli, si comportino secondoi certi precetti religiosi. In questo modo se lei non trova giusto la ricerca sulle staminali sarà libero di non fare uso di farmaci otteuti con tale ricerca ma verrà azzannato anche dal sottoscritto quando dirà che è meglio distruggere le cellule embrionali piuttosto che usarli per la ricerca IN ITALIA sulle staminali. Idem per la procreazione assistita ecc.. Per quanto mi riguarda tutto inizia nel momento in cui chi crede che la vita è del suo dio e non dell’individuo pretende di ingiungerlo per legge anche agli altri. Da questo nascono casi incredibili come quello della povera Englaro che non ha potuto disporre della sua propria vita. Non posso scegliere di farmi uccidere se non ci riesco da solo nemmeno se sono mortalmente sofferente perchè è vietato. Alla lista degli azzannatori aggiunga pure anche me.
Per ultimo il significato corretto della parola “laico” è “che non ha ricevuto gli ordini religiosi” ovvero che non appartiene alla gerarchia del clero ma ne esiste un uso diverso quale ad esempio “stato laico”. Potrebbe uno stato venire ordinato? Come vede almeno uno non confonde laicità e ateismo quidi la sua generalizzazione è sbagliata.
saluti

Sebastiano

Massimo

quando dicono che credere rende intolleranti, o stupidi (credini o iddioti sono di Odifreddi) non sono simpatici.

> se lei non trova giusto la ricerca sulle staminali [embrionali] sarà libero di non fare uso di farmaci otteuti con tale ricerca ma verrà azzannato anche dal sottoscritto quando dirà che è meglio distruggere le cellule embrionali piuttosto che usarli per la ricerca IN ITALIA sulle staminali.

Come dire: se lei non trova giusto usare saponette prodotte con l’olocausto non le usi ma sappia che varrà azzannato da chi le vuole usare…

Un embrione umano è un essere umano al suo inizio. Lei e io siamo passati di lì. Se un *cannibale* sperimentatore ci avesse usato no staremmo qua na discutere.

Laico, come annota, viene da credente non clericale. C’è stato un bello stiramento a farlo coincidere con ateismo.

Fabio

Nessuno li confonde. Conosco svariati credenti laici.
Ma tu pensa se un ministro italiano dichiarasse che il cattolicesimo e’ un male fonte di fanatismo e estremismo e che le forze laiche del mondo devono unirsi per combatterlo con tutte le proprie forze. Sei convinto che la Santa Sede se ne starebbe zitta, che Osservatore Romano & C. non ne chiederebbero le immediate dimissioni?
Frattini non e’ un pensatore cattolico, e’ un ministro della repubblica italiana, che ha dichiarato guerra a una parte dei cittadini italiani in virtu’ delle loro opinioni religiose considerandole pericolose per la societa’, come se gli atei fossero tutti terroristi e/o delinquenti.
Capisci la differenze, o per un cattolico sono discorsi troppo difficili?
Non c’e’ bisogno che rispondi, lo so gia’, la seconda.
Saluti.

POPPER

Fabio, Massimo in rosso, è quello che è, io stesso non pretenderei mai che si evolvesse dall’oggi al domani, ma tu hai ragione Fabio, se per assurdo Frattini lo avesse detto ne confronti della ccar anche io sarei stato in disaccordo con il ministro, come protesto per quello che ha detto nei nostri confronti e giustamente ha provocato lindignazione leggitima e non anticlericale di tutti i laici degni di questo nome.

Comunue Frattini, anche per assurdo, nei confronti della ccar non lo avrebbe mai detto direttamente all’Osservatore romano.

Inutile che risponsa a Massimo in rosso, tempo sprecato.

cosimov

Ieri ho scritto a Napolitano…fra l’altro ricordandogli che questo ministro, nell’accettare l’incarico, ha giurato al suo cospetto fedeltà alla Costituzione…Spero vorrà dare un segnale forte al Capo della Farnesina, lui che è il garante del rispetto dei principi della nostra Carta… Ragazzi, mala tempora currunt!!!

Ludovigi

Originale associazione del concetto di fanatismo: il termine si lega spontaneamente a “religioso” quasi fosse un luogo comune, mentre non si è mai sentito parlare di fanatismo ateo.
Forse, il ministro Frattini desidera emulare il suo collega Tremonti, estendendo la creatività del governo anche in ambiti extrafinanziari.

Massimo

> mentre non si è mai sentito parlare di fanatismo ateo.

forse i russi e i cinesi ne sanno qualcosa…

luca06

mi piacciono queste dichiarazioni non ambigue come quelle di Vendola del resto… così da poterli mandare aff. per direttissima senza se e ma.

fil.tan

Ma Napolitano non è ateo? Mi pare che Frattini, nel leccare il deretano ai preti, abbia fatto una figuraccia proprio col Presidente della sua Repubblica… ammesso che Napolitano si ricordi di essere ateo.

Massimo

gli atei possono essere bravissime persone… nonostante il loro ateismo. non sono gli atei a fare problema ma l’ateismo. se ci si ragiona un pò si capisce che l’ateismo conduce al non senso etico.

Bruno Rapallo, apostata e ateo

..segnalo di avere appena inviato al Presidente Napolitano il testo che segue:

Gentile Sig. Presidente della Repubblica,
mi permetto di scriverLe, come già fatto da altri concittadini, in merito alle recenti dichiarazioni del Ministro degli Esteri, Franco Frattini, al quotidiano straniero “L’Osservatore Romano”.
Sono allibito nel leggere asserzioni sostanzialmente intolleranti e discriminatorie come le seguenti: «..l’ateismo, il materialismo e il relativismo..» sono «fenomeni perversi», caratterizzati da «fanatismo e intolleranza», che «al pari dell’estremismo minacciano la società», e vanno pertanto combattuti con un’alleanza tra “..cristiani, musulmani ed ebrei..”
Come cittadino testardamente onesto (in un Paese saturo di corruzione, opportunismi e mafie), impegnato nel sociale, convinto assertore dei principi della Carta Costituzionale e della Carta dei Diritti dell’Uomo, e assieme “ateo pratico” molto laico, mi sento profondamente offeso da simili dichiarazioni, che offendono parimenti altri 10-11 milioni di laici, agnostici o atei, di questo Paese.
Peraltro non sono un costituzionalista e mi affido totalmente alla Sua altissima competenza in materia, ma ritengo che simili dichiarazioni di un Ministro della Repubblica vadano contro i principi della Costituzione Italiana, che garantisce (o dovrebbe garantire) la laicità dello Stato, la libertà individuale di coscienza e soprattutto l’eguaglianza di tutti i cittadini italiani.
L’invito del Ministro, rivolto a Cristiani, Ebrei e Musulmani, di coalizzarsi contro i non credenti, mi sembra un’esortazione all’intolleranza, all’odio tra cittadini, alla discriminazione e alla violenza nei confronti di una parte cospicua della popolazione, in base a diversità di credenze e opinioni.
Mi domando e Le domando anche se tali dichiarazioni ingiuriose non costituiscano reato penale in base all’art. 594 del codice penale, relativo “all’offesa dell’onore e del decoro della persona” (aggravato in questo caso dal fatto che l’offesa è rivolta in blocco a un’intera categoria di persone).
Le chiedo cortesemente, Signor Presidente, se Lei possa e voglia (in quanto garante dei valori fondanti della nostra Costituzione) intervenire con tempestività, affinché il Ministro Frattini si scusi pubblicamente oppure si dimetta per incompatibilità di pensiero con i compiti internazionali ed il ruolo (assai delicato, tra l’altro) a lui affidato di Ministro degli Esteri.
RingraziandoLa per l’attenzione,
mi permetta di porgerLe rispettosi e affettuosi saluti.
Bruno Rapallo, ateo e apostata genovese.

fabrizio

Frattini, segue il suo padrone nel preannunciato “piano per la vita”, leggasi “piano per catturare i voti cattolici in fuga”. Nessuna vena polemica di carattere politico, ma mi sembra chiaro l’intento “elettorale” di questo personaggio…

Molti purtroppo, tra cui Frattini, non riescono a concepire che ci siano persone che possono vivere benissimo senza Dio; noi atei invece abbiamo difficoltà a capire che ci possano essere persone che preferiscano l’uso del manganello al cervello.

Ricordiamo infine che gli atei, a differenza di altri, non hanno mai messo al rogo nessuno, e nemmeno richiesto l’abiura e mai si sognerebbero di farlo.

Dio non esiste, non è colpa nostra.

Massimo

> non riescono a concepire che ci siano persone che possono vivere benissimo senza Dio;

si capisce bene invece: surrogando la fede

> Ricordiamo infine che gli atei, a differenza di altri, non hanno mai messo al rogo nessuno, e nemmeno richiesto l’abiura e mai si sognerebbero di farlo.

come si chiama il rogo freddo del gulag?

> Dio non esiste, non è colpa nostra.

un ateo vero sarebbe dispiaciuto di questo vuoto dell’anima.

lumen rationis

Le religioni
“sono «fenomeni perversi», caratterizzati da «fanatismo e intolleranza», che «minacciano la società», e vanno pertanto combattuti con un’alleanza tra”, agnostici, atei e razionalisti in genere.

Accusano gli atei ma parlano di loro stessi.

Matelda

Dubito che Napolitano intervenga, la causa del laicismo è troppo poco popolare e troppo rischiosa. Già da tempo era prevedibile che si sarebbe stabilita una santa alleanza tra le religioni, chiamata altrimenti ecumenismo, contro il libero pensiero; è quello che ci ripetono ogni giorno vescovi e prelati vari quando caldeggiano il dialogo tra le religioni, il rifiuto della guerra di religione, il multiculturalismo. E’ quello che sognano imam e rabbini “moderati” quando si stringono la mano. Crediamo tutti in un solo Dio, no? Quindi il vero nemico di tutti è l’ateismo.

agnostic

Voi atei dell’uaar siete l’altra faccia di quella medaglia che é dio. Siete, nel vostro pseudo-ateismo, dei bigotti intolleranti coi paraocchi.

Sebastiano Borin

Che credere renda intollenarnti me lo dimostra Lei, senza bisogno del prof. Odifreddi. Secondo io credo che gli esperimenti sulle cellule staminali sono confrontabili con l’uso delle saponette prodotte dall’olocausto. Io non l’avevo offesa. Non appartiene alla mia cultura da sordido ateo. Il fatto che siamo passati entrambi di li mi fa pensare che siamo passati anche per lo stato di sperma. Chi lo dice che è già una vita? pensando che ne potrebbe salvare altre e che non parliamo di vita nella misura in cui abortire non è omicidio (punto in cui immagino non saremo daccordo) mi fa pensare che se Lei fosse al mio posto mi avrebbe già etichettato come mandante di omicidio. io non lo faccio. Quella del cannibale le confesso che me la sono segnata.. fortissima. Un ricercatore che in Italia a 800€ al mese che produce sapere (cosa impagabile) e, dato il campo di ricerca sicuramente produrrà qualcosa vicino al tema “vita” paragonarlo ad un cannibale stira i fatti qualcosina di più del passaggio da laicità ad ateismo. [L'emarginato genio che vuole sapere e far sapere malgrado tutto] == [cannibale mangia bambini]. Nemmeno ora serve scomodare sua Maestà Piergiorgio Odifreddi per realizzare che c’è un errore nell’equazione, e nemmeno Margarita Hack. Chissà perchè tra gli scenziati c’è una percentuale di atei superiore alla media. Saranno una minaccia per l’umanita probabilmente!

Rete Laica Bologna

Ateofobia. Frattini come Tremaglia non rappresenta gli italiani: si dimetta…

Comunicato stampa, 25 Ottobre 2010 (Scarica e diffondi) ATEOFOBIA. CECCONI: “FRATTINI COME TREMAGLIA NON RAPPRESENTA GLI ITALIANI. SI DIMETTA” Maurizio Cecconi, portavoce della Rete Laica Bologna, in merito alle dichiarazioni del Ministro degli Esteri …

Commenti chiusi.