Licio Gelli scende in campo a difesa del crocifisso

A difesa della permanenza del simbolo cattolico negli edifici pubblici scende ora in campo anche il neonato Movimento etico per la difesa internazionale del crocifisso (MEDIC). Secondo quanto scrive il Fatto Quotidiano, il movimento sarebbe direttamente ispirato da Licio Gelli, e vedrebbe tra i suoi sostenitori Fini, Cossiga, Andreotti e l’imprenditore ed ex europarlamentare PDL Roberto Mezzaroma, che ha presentato il progetto su YouTube. Le iniziative legali intraprese contro la presenza del crocifisso sono definite dal MEDIC “polemiche futili e disperate”.

Archiviato in: Generale, Notizie

112 commenti

crebs

Lo Stato italiano ha presentato ricorso, quindi berlusconi si è pronunciato (anche se prima o dopo forse smentirà, dicendo che non sa chi ha deciso al suo posto per il ricorso).

libero

Mi sembra interessante notare che a difendere il crocifisso ci sono in pratica solo personalità politiche che pensano di guadagnarci, gli italiani non si manifestano con associazioni di massa, nè con dimostrazioni pubbliche dove difendono il simbolo del potere temporale della Chiesa, meno che mai nelle regioni ex Pontifice.

Flavio

Diciamo che e’ come avere un attestato di stima da Mussolini. Tuttavia scommetto che questo “movimento” non avra’ niente a che fare con la fede o la difesa di qualche cittadino, ma lo vedo come una dimostrazione di forza e l’ennesima cricca.

San Giovese

Mi chiedo quali saranno le iniziative, spero pubbliche, che questo movimento intraprenderà.
Intanto già la sigla mi fa pensar male: MEDIC….. sembra fatto apposta per ingenerare confusione, una sorta di trovata commerciale? quanta gente farà donazioni fraintendendo di cosa si tratta?

lulumiss

Hai ragione! Un nome che e’ tutto un programma. Lo hanno scelto proprio bene. Certo che visti i sostenitori…quanto sara’ contento gesu’ di essere difeso da questi uomini dai nobili intenti e specchiata moralita’!!! Sono certa che cristo fara’ prestissimo la seconda venuta sulla terra per ringraziarli di persona!

Sai

“il neonato Movimento etico per la difesa internazionale del crocifisso (MEDIC).”

O.o Ma questa sottospecie di falliti non ha una mazza da fare?
movimento ETICO? per difendere il CROCEFISSO? E che ci azzecca?

nullità

video sul tubo coi commenti disattivati.

:lol:
e licio gelli… un nome, una garanzia

Sai

Infatti!
“Gelli partì volontario con la spedizione delle camicie nere, mandate in Spagna da Benito Mussolini in aiuto di Francisco Franco.”
“Dopo l’8 settembre 1943 aderì alla Repubblica di Salò e conseguentemente divenne un ufficiale di collegamento fra il governo fascista e il Terzo Reich.”
“Licio Gelli è stato condannato con sentenza definitiva per i seguenti reati:

* Procacciamento di notizie contenenti segreti di Stato;
* Calunnia nei confronti dei magistrati milanesi Colombo, Turone e Viola;
* Calunnia aggravata dalla finalità di terrorismo per aver tentato di depistare le indagini sulla strage alla stazione di Bologna, vicenda per cui è stato condannato a 10 anni;
* Bancarotta fraudolenta (Banco Ambrosiano).”


Ma un video anticrocefiso l’UAAR lo ha gia fatto? Uno che spieghi facilmente (anche ai cattolici) perchè il “crocefisso NO” ?
P.s. Anche in video anti Gelli non sarebbe male XD

StefanoM

beh, con araldi del genere che sprizzano amore, generosità, onestà ed etica da tutti i pori…. non possono che vincere ^^

Fri

Aspettiamo i commenti di coloro che si stanno sgolando nel post sulla pedofilia dichiarando che:

1) Ordunque, voialtri uarrini di che cosa vi preoccupate? Far sbattezzare la gente, togliere i crocifissi dalle pareti degli edifici pubblici e sputare veleno contro la Chiesa Cattolica e le sue gerarchie. Caspiterina, che battaglie politiche! Messo a confronto con voi Martin Luther King era solo un povero arruffapopoli dilettante.)

E i cattolici non hanno di meglio da fare che cercare di imporre il loro simbolo?

2) Dobbiamo cominciare a dire che gli atei hanno coperto i crimini della russia comunista?

Senti da che pulpito! gente che benedice un gruppo di fascisti che brandiscono il crocifisso come una spada! Bravi, c’è da esserne fieri!

Emanuela

Infatti se la chiesa è dovuta ricorrere a Gelli vuol dire che stanno proprio alla frutta…

nightshade90

da non dimenticare che per loro i comunisti della russia sono atei e quindi le loro colpe sono colpe dell’ateismo, mentre ovviamente il nazismo e l’olocausto non è da imputare al cristianesimo, pur essendo la germania nazista cristiana e pure collusa con la chiesa.

Fri

beh, a quanto pare anche Gelli è ateo…

“e già che ci sono vorrei chiarire anche un’altra faccenda. quella appunto del crocifisso. ho appena letto che anche il signor Gelli in un certo senso è venuto a darvi manforte proprio con la sua opposizione al vostro progetto iconoclasta di staccare tutti i crocifissi esposti nei luoghi pubblici. del resto lo sanno tutti che i migliori alleati spesso si trovano tra i nemici.”

(questa citazione viene dal post sulla pedofilia)

laverdure

Che tra i sostenitori si sia il Divo Andreotti e’ evidente:non vi ricordate come piu’ di un
anno fa rimase letteralmente FOLGORATO dalla fede divina durante una trasmissione?
E che da allora si e’ dedicato esclusivamente alla meditazione,tanto da non apparire piu’ in pubblico?

moreno03

Licio Gelli? ma che bella personcina… ma Chiesa e massoni non erano nemici giurati?

LAICO

Ci sono diverse massonerie, in Francia il Grande Oriente Francese partecipa in prima persona ai dibattiti in difesa della laicità con le associazioni del libero pernsiero francesi.
In Italia la situazione è un pò diversa, sembra che i massoni italiani si siano dimenticati della laicità, eppure 10 anni fa a Campo dè Fiori il Grande Oriente aveva fatto la rievocazione del rogo di Giordano Bruno. comunque tutto cambia ….

tonii

“eppure 10 anni fa a Campo dè Fiori il Grande Oriente aveva fatto la rievocazione del rogo di Giordano Bruno”

io c’ero: ricordo anarchici, giordanisti austriaci, uaarrini ma niente massoni. Almeno che volessero farsi riconoscere in quanto tali. La gestione della piazza era praticamente solo anarchica (il sindaco pretese che gli organizzatori pagassero una ingente assicurazione).
I radicali, tre in tutto, deposero dei fiori, ma in un altro giorno, e solo loro ebbero una microcopertura mediatica – i soliti ammanicati. Tutti i giornali evitarono la notizia della vera manifestazione, compreso Il Manifesto che all’epoca era in piena eccitazione papalina.
Un saluto a tutt* quell* che quel giorno c’erano!

Mirko

che io sappia se si è atei non si puo’ diventare massoni in quanto è necessario credere nell’ente supremo,o il grande architetto o qualsiasi cosa sia…c’è pure tra le faq del sito della massoneria del grande oriente.

Alessandro S.

Leggo che avrebbe fondato il Movimento Etico Religioso per la Difesa Internazionale del Crocifisso… Puah!

Gigetto il miscredente

Movimento Eretico per la Resistenza a un Dio Assente

Qui l’acronimo è anche migliore!!

Bruno Gualerzi

“Movimento etico per la difesa internazionale del crocifisso”?
Credevo fosse lo scherzo di qualche mattacchione.

Poi invece ho letto qui:
“…una riunione a Villa Wanda , diretta come è logico da Gelli, ha indicato presidente onoraria la duchessa d’Aosta, Silvia Paternò, dei marchesi di Regiovanni, dei conti di Prades, dei baroni di Spedalotto, appartenente al Sovrano Militare Ordine di Malta. Una roba da far impallidire la contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare di fantozziana memoria.”
e ho capito che invece era una cosa molto seria!

LAICO

Ma che cos’è il crocifisso oggi ?
Ormai solo un simbolo di potere per il Vaticano e chi gli ronza attorno, infatti dicono difendiamo il crocifisso, non il Vangelo parola di Cristo, anche se quelle parole forse non le ha mai pronunciate.

Stefano Grassino

Una cosa è certa: un manipolo di quattro gatti quali siamo noi, li ha spaventati a morte.
Loro che sono una potenza politica ed economica di prim’ordine hanno compreso che possiamo essere il fiammifero che si accende in un barile di polvere da sparo…………..

LAICO

Solo 4 gatti ?
All’apparenza si, però il numero secondo me è molto più alto, anche se molti non si espongono.

Stefano Grassino

Quattro (mila) gatti intendevo gli iscritti UAAR. Sono sicuro che se un governo volesse fare una legge per far passare la religione cattolica come religione di stato ed obbligatoriamente farla approvare da un referendum popolare, ne vedremo delle belle………..

busta

intanto fervono i preparativi della contromossa da parte del neonato comitato “Se Tolgono Il Crocifisso Affronteranno Zitte Zanzare Insaziabili” (S.T.I.C.A.Z.Z.I.)

fab

Gelli? Ah, quello che ha soltanto la licenza media (per giunta, pre riforma del ’62) e crede di potersi occupare di politica. E infatti, ora che altri simili a lui gli danno retta, si vede che bella società sta venendo fuori.

Painkiller

In pratica il crocefisso ha come difensori mafiosi, tangentari e fasciti!
Se fossi cattolico mi vergognerei a morte.

Sal

Tutti nomi di grosso calibro in difesa del crocifisso. Andreotti colluso con la mafia, Fini separato e/o divorziato e non solo, Gelli grande rivoluzionario truffatore, e Cossiga grande esperto di cose nascoste e incappucciate. Povero Cristo già una volta lo hanno messo in compagnia dei ladroni, ma come sempre la storia si ripete.
Certo se avesse bisogno proprio di questo tipo di amici per difendersi sarebbe proprio un povero cristo ache lui.
Di certo se sono scesi in campo con queste corazzate del profano devono essere proprio messi male.

Sal

Crocifisso = Inutile orpello idolatrico, utile solo a visionari satanisti, che in nome del sacro commettono le violenze più volgari e indicibili essendo servi del loro proprio ventre e al servizio di una religione inventata, superstiziosa e fantastica.

“gli uomini di quella sorta…sono schiavi del loro proprio ventre; e con discorso blando e parlar complimentoso seducono i cuori dei semplici” (Romani 16.18) —”camminano come i nemici del….Cristo,  e la loro fine è la distruzione, e il loro dio è il loro ventre, e la loro gloria consiste nella loro vergogna, e hanno la mente rivolta alle cose della terra. (Filippesi 3.18.19)”

stefano f.

non ci trovo nulla da ridere :( ormai siamo alla frutta.

Ernesto

Segnalo MOLTO in proposito un libro scritto da Bob Altenmeyer sulla relazione che c’è fra personalità autoritaria, facciata religiosa e corruzione politica.

http://home.cc.umanitoba.ca/~altemey/

Il libro si può scaricare gratis. E’ in effetti un’estensione degli studi di Milgram sull’obbedienza alle autorità.
Altenmeyer è uno psicologo sperimentale americano-canadese, e riporta i suoi studi con in mente la destra religiosa americana. Ma si adattano molto bene anche alla poltica italiana.

The best emmia

Grazie, scaricato. Quando avrò tempo lo leggerò.

Che bello Internet. Ci credo che dia noia……

nightshade90

abbiamo già nomi di vari pedostupratori seriali membri dell’organizzazzione attorno cui ruota tutto questo, i serial killer non possono che migliorarne l’immagine.

enrico

@Simone

Dici..noto ancora la tua straordinaria capacità argomentativa…
E allora ti riririscrivo perchè la sindone sostenuta dall’UAAR e creata da Garlaschelli è un flop in partenza e prima o poi passerai di qua..

Usa un PIGMENTO per riprodurre l’immagine che poi è l’ossido di ferro l’ipotesi era già stata avanzata da Emily Craig e Randall R Breese (1) e sull’originale non vi sono tracce di pigmento, in questo caso si sarebbe avuta una distribuzione di Fe maggiore in corrispondenza con l’immagine e così non è in quanto le tracce di Fe presenti sono uniformemente distribuite e non coincidono con l’immagine(2)
Questo singolo punto inficia in verità l’intero lavoro di Garlaschelli..

( per esempio si era considerata la possibilità di utilizzare un bassorilievo riscaldato)

Poi aggiunge le macchie successivamente e dunque l’immagine è presente anche sotto le stesse, mentre nell’originale così non è..

Fin qui sono caratteristiche macroscopiche

Le caratteristiche microscopiche riguardano la profondità dell’immagine ovvero quanto profondo è il deterioramento del lino e l’uniformità.
Il metodo utilizzato era già stato impiegato e non fornisce le stesse caratteristiche.

Questi riscontri li trovi e il cicap li trovava se avesse consultato i lavori scientifici prodotti dallo STURP per fare un esempio.

Poi ho dato un’ occhiata alle presentazioni di Garlaschelli nel vostro circolo di Roma mi pare e l’ho sentito dire che una trama a spina di pesce non era possibile in quella regione nel I secolo dC..e tanto mi è bastato sulla serietà dell’evento.

I fili furono filati a mano con la torcitura “Z”, diffusa nell’area siro-palestinese all’epoca di Cristo.
L’intreccio del tessuto, che è a “spina di pesce”, è riconducibile ad un rudimentale telaio a pedale presentando errori di battuta.
Il tessuto a spina di pesce è di origine mesopotamica o siriaca.
Nei ritrovamenti di tessuti giudaici a Masada, in Israele, è documentata una speciale tipologia della cimosa uguale a quella presente sulla Sindone, per il periodo compreso tra il 40 a.C. e la caduta di Masada nel 74 d.C.
Sulla Sindone c’è anche una cucitura longitudinale, identica a quella presente su frammenti di tessuto provenienti dai citati ritrovamenti di Masada.
Nella Sindone non furono trovate tracce di fibre di origine animale. In ambiente ebraico il rispetto della legge mosaica prescrive di tenere separata la lana dal lino (Dt 22,11); il fatto che fra le fibre di lino della Sindone non siano state trovate tracce di fibre animali, ma solo cotone Gossypium herbaceum, diffuso nel Medio Oriente ai tempi di Cristo potrebbe far dedurre che la Sindone sia stata prodotta nel rispetto delle leggi ebraiche.

Dunque:

Garlaschelli ha riprodotto le caratteristiche macro e micro sindoniche?

Risposta: NO
e già in partenza poichè ha utilizzato un metodo che già in precedenza non aveva sortito l’ effetto voluto tentativo eseguito da Emily Craig e Randall R Breese

(1)”Journal of Imaging Science and Technology”, vol. 34, n. 1, gennaio-febbraio 1994, pp. 59-67.
(2) “scientific method applied to the shroud of Turin” Raymond N. Rogers, Anna Arnaldi,2002

stefano f.

enrico quando lo capirai che la sindone è un falso? che non è mai esistito un uomo che dopo morto sia resuscitato? lo capirai? quando? boh affari tuoi…

Ernesto

non capirà finché non inizierà a pensare con la sua testa, invece di ripetere a pappagallo argomenti che gli sono piaciti letti sui soliti libri o sentiti dai soliti preti.

Gérard

Se uno ha tanto bisogno di ragripparsi a una cosa del genere, vuol dire che la sua fede non è cosi grande
( Sarà forse anche utile ricordare che il vescovo del posto dove fu rintracciato questo pezzo di tessuto, aveva lui stesso detto che questo era un falso usato per fare soldi con i creduloni …!

Bruno Rapallo, apostata e ateo

… non avendo più la pazienza di rispondere punto per punto su argomenti già trattati nei mesi scorsi sino alla nausea, mi limito a segnalare il link che segue (per chi avesse molto tempo da perdere e ancora voglia di leggere lunghi testi sul tema in discussione), con un chiaro e sintetico report in Power Point e in inglese del micropaleontologo Steven D. Schafersman:
http://www.freeinquiry.com/skeptic//shroud/presentations/shroud-turin.ppt
Per chi avesse acquistato e letto integralmente il supplemento a Micromega di aprile 2010 (“L’inganno della Sindone”), dovrebbero essere ormai chiare le varie posizioni, obiezioni e contro-deduzioni; le 20 pagine dell’articolo di Garlaschelli confutano abbastanza facilmente le affermazioni sulle caratteristiche macro e microscopiche della copia rispetto all’originale (d’altronde la pretesa che una copia sia esattamente eguale all’originale é assurda; se il falsario del XIII-XIV secolo avesse tentato di produrre con la stessa rudimentale tecnica 100 copie eguali alla sua prima falsa Sindone, a livello microscopico non se ne troverebbero due esattamente eguali); anche le 5 pagine dell’esperto di storia del cristianesimo, prof. Antonio Lombatti, confutano (con elevata attendibilità in base ai reperti sinora rinvenuti) le affermazioni sulle caratteristiche dei tessuti e sulle modalità di fabbricazione e d’uso delle sindoni giudaiche (in base all’esame di oltre 60 sindoni del periodo 200 a.C. – 70 d.C.).
Con tutti i problemi molto più gravi e urgenti di questo disgraziato Paese (inclusi tra gli altri gli iniqui e costosissimi privilegi della Chiesa cattolica che gravano ogni anno sui contribuenti italiani quanto almeno un quinto dell’attuale manovra economica, ad essere ottimisti), mi sembra sterile ed estenuante continuare a dibattere sul nulla, anche se questo “nulla” fa parte dei mezzi truffaldini usati ambiguamente dalla Chiesa stessa per continuare a garantirsi i propri privilegi.

enrico

Bruno Rapallo…che Garlaschelli scriva su micro-mega ,notoriamente schierato, le sue obbiezioni “personali” a lavori eseguiti da altri scienziati che si sono occupati della Sindone, che il buon chimico presumo non abbia mai avuto tra le mani, ha scientificamente, ma non per te, il valore di un beato nulla, e dimostra che dopo aver fantozianamente fallito, applicando tra l’altro una tecnica già sperimentata..(LO SAPEVI?)..BATTE I SUOI PIEDINI E CORRE DA CHI LO PROTEGGE COME UNA CHIOCCIA ……

enrico

Bruno Rapallo la vostra associazione oltre che scrivere sugli autobus sporcar di ocra teli e fare i moralisti moralizzatori cosa fa?

“Con tutti i problemi molto più gravi e urgenti di questo disgraziato Paese …CHE IMMAGINO LEI SAPREBBE RISOLVERE …(inclusi tra gli altri gli iniqui e costosissimi privilegi della Chiesa cattolica che gravano ogni anno sui contribuenti italiani quanto almeno un quinto dell’attuale manovra economica, ad essere ottimisti), mi sembra sterile ed estenuante continuare a dibattere sul nulla, anche se questo “nulla” fa parte dei mezzi truffaldini usati ambiguamente dalla Chiesa stessa per continuare a garantirsi i propri privilegi”

….ALZATE I VOSTRI DITINI RICURVI E VI INDIGNATE PER QUALUNQUE CAUSA MENTRE PROFONDETE IL VOSTRO DISPREZZO SULLA CHIESA QUOTIDIANAMENTE, E SE TALI ESPRESSIONI FOSSERO COSì RIPETUTAMENTE PRONUNCIATE SU QUALUNQUE ALTRO GRUPPO O CATEGORIA LA COSA SAREBBE GIà OGGETTO DI UNA INTERROGAZIONE PARLAMENTARE….MA CERTO L’ATEISMO NON è UNA IDEOLOGIA

Penso che una persona sia libera di dare l’otto per mille a chi crede Bruno Rapallo permettendo, il moralista Bruno Rapallo, il meccanismo per cui la divisione è in seguito proporzionale alle preferenze e lo stesso di qualunque votazione..o se votano il 60% degli aventi diritto viene eletto il 60% del parlamento.
Che poi lei lo sa quanto percepisce un prete mensilmente?

enrico

UN ULTIMA COSA QUANDO GARLASCHELLI SI COMPORTERà DA SCIENZIATO, OVVERO PRODURRA UNA PUBBLICAZIONE SUL SUO LAVORO IN CUI INDICHERà METODO E RISULTATI (NON STO PARLANDO DI UN ARTICOLO DI GIORNALE) SI DA POTERLO CONFRONTARE CON IL LAVORO DI ALTRI STUDIOSI DELL’ARGOMENTO SARà UN BEL GIORNO PER LA SERIETà DEL MOVIMENTO DI CUI FA PARTE.

enrico

“a livello microscopico non se ne troverebbero due esattamente eguali”

spigazione talmente sciocca da non meritare risposta, le caratteristiche microsindoniche sono legate all’eventuale tecnica che l’ha realizzata.

E come ho già detto io non sono per l’ autenticità ma è il metodo adottato del Cicap di affermare ” è così perchè è così” senza fornire uno straccio di confronto ad essere ridicolo.

Semplicemente Bruno Rapallo a Lei piace ascoltare quelli che la pensano come Lei.

firestarter

ciao enrico,

lo sai che non si urla? attento che il fratellino da stanford ci rimane maluccio.

ahahahah questa cosa dello straccio ti sta veramente a cuore povero enrico. fai tenerezza

Bruno Rapallo, apostata e ateo

“…spiegazione talmente sciocca da non meritare risposta, le caratteristiche microsindoniche sono legate all’eventuale tecnica che l’ha realizzata…”

Se crede di aver fatto una contro-osservazione particolarmente acuta, buon per lei, si autoconvinca pure di avere indiscutibilmente e sempre ragione.
E’ ovvio e banale che le caratteristiche micro-sindoniche siano strettamente dipendenti dall’eventuale tecnica che l’ha realizzata, ma da chimico sono convinto che se anche conoscessimo esattamente la tecnica e i materiali usati all’epoca e utilizzassimo ad es. per il volto il calco originale usato dal falsario (supponendo per puro paradosso divertente di averlo ritrovato assieme ad un perfetto “manuale di istruzioni per la fabbricazione di false Sindoni”, scritto di pugno del falsario) non saremmo comunque in grado di riprodurre esattamente le stesse identiche caratteristiche microscopiche, se non altro perché sarebbe necessario far invecchiare naturalmente per i prossimi 700 anni il nuovo artefatto, per giunta sottoponendolo alle stesse identiche vicissitudini secolari subite dalla Sindone di Torino, che non ci sono nemmeno tutte note con certezza: é troppo ovvio che, soprattutto con un invecchiamento artificiale accelerato (ma persino con un invecchiamento naturale di 700 anni), sarebbe comunque possibile ottenere un artefatto che s’approssimi molto o anche moltissimo alla falsa Sindone di Torino, senza ottenere esattamente le stesse caratteristiche; al massimo si può sperare di ottenere risultati ragionevolmente simili e di aver individuato una tecnica che si avvicini moltissimo a quella probabilmente usata, ma nulla di più.
Da tecnico con alcune passate competenze anche di metallurgia e di micro-fotografia elettronica di campioni di acciai e di varie leghe metalliche, mi é ben noto ad es. che anche due monete della stessa lega derivata dalla stessa colata e prodotte in sequenza dallo stesso conio presentano sicuramente differenze a livello microscopico e talora anche macroscopico; figuriamoci due o più copie di artefatti simil-pittorici ottenuti con mezzi rudimentali da medioevo, tramite spugnature con fanghiglie di pigmenti debolmente acide e successivi lavaggi e invecchiamenti.
Comunque, sia negli articoli citati di Micromega che sul sito del Cicap o di numerosi ricercatori internazionali piuttosto scettici, sono riportati riferimenti bibliografici più o meno estesi, tramite i quali sono già stati fatti ed é possibile rifare tutti i confronti di questo mondo: sempre meglio di certi “sindonologi agiografici”, che continuano a nascondere le falle delle proprie teorie, evitando sovente di citare le ricerche con risultanze contrarie e arrivando al punto di continuare a dare per vere le fandonie di quel farabutto e truffatore internazionale del russo Kouznetsov (vi alluse indirettamente persino Mons. Fisichella della Pontificia Accademia delle Scienze a Porta a Porta nella trasmissione sulla Sindone a Rai 1, il 29 marzo 2007).
Per deformazione professionale quarantennale, non ho affatto l’abitudine di ascoltare solo quelli che la pensano come me, ma al contrario uso il procedimento opposto, partendo prima dall’esame più approfondito dei testi e dei documenti che a prima impressione mi abbiano suscitano più dubbi e perplessità, per poi passare a confrontarli approfonditamente con i documenti di opinione contraria; é ovvio che prima o poi debba infine arrivare a farmi un’opinione personale ben motivata e documentata (con maggiori o minori margini di rischio e di errore).
Non potendo mettermi a rifare di persona tutte le analisi sulla Sindone degli ultimi 100 anni, non so quale altro procedimento avrei potuto seguire per formarmi un’opinione con maggiori probabilità di “averci azzeccato”.

Bruno Rapallo, apostata e ateo

..il “ditino ricurvo alzato” lo avrà lei e moralista sarà lei, io vengo dalla siderurgia, dall’impiantistica industriale, dalla portualità e logistica; per una vita ho frequentato stabilimenti siderurgici e impianti industriali in Italia e all’estero (ex-URSS, ex-Jugoslavia, USA, Belgio) e porti di mezza Europa (in Italia e all’estero, ad es. Barcellona, Rotterdam, Amsterdam, Duisburg, Rijeka, ecc.), spesso a contatto con rudi lavoratori e con i loro capi talvolta altrettanto rudi (grandi bestemmiatori, tra l’altro, e non certo verginelle); se oggi ho una leucemia diagnosticata da 6 anni (per mia fortuna lenta e progressiva) é per le porcherie che ho respirato mentre giravo il mondo e le industrie a farmi il c..o su impianti di m…a e/o forse anche perché ero in URSS per lavoro nel 1986 ad appena 800 km da Tchernobyl quando esplose il reattore num. 4 e ho continuato a ritornarci sino al 1992; non so lei cosa facesse in quei decenni (ammesso che siamo coetanei) e quali frequentazioni di lavoro avesse… l’immagine falsata che lei vuol dare a mio riguardo é quanto di più lontano dal reale: non sono affatto un personaggio da “salotti buoni”, ma tutto il contrario.

Stefano

@ enrico

“Quando poi accompagnate la vostra indignazione ,per fatti imputabili a singoli, ed allargate definizioni all’intera chiesa, e ribadisco che questo è il meccanismo proposto dal nazismo nei confronti del popolo ebraico…”

Se non fosse penoso sarebbe ridicolo detto da uno che crede al peccato originale.
Probabilmente è un caso di split brain…

Stefano

@ enrico

I read your article on the Secular Web (I am an atheist) and discussed it
with
a catholic chemist that is well versed in graphics as well.
He does not agree with the results of your article for a number of reasons:

- He says the lenght of the head of the shroud is not 22,5 but from 23.4 to
23.8 (never mentioned where he got these measurements).
- he says that the hight of the man is about 174/176 and not 186 cm
- he says that the correct ratio is 1 to 8 and not 7 / 7.5 (I found
confirmation on wikipedia of this ratio, but he dismisses wikipedia…)
he worked for some time with Giovanni Pacor http://www.giovannipacor.it/
that should be somebody in the field ( I do not know him, I confess).

Based on those assumptions and even taking for granted the 186 cm height
he says that

186 : 23.4 = 7,94 that fits perfectly well in his schema (and would as well
in yours…)

he does not seem to take into consideration in any way the width, probably
not considered by Pacor

The Catholic chemist appears to be pulling your leg. He demands to know how
I made the measurements (the method is described in the article, which
includes the overall size of the shroud and a precise figure showing the ratios)
while not saying how or where he got his figures. You can tell him that I
presume he made the measurements up unless he provides a source or his own
illustrated figure. I have never seen an “official” set of measurements (I
doubt that church authorities allow the image to be directly measured by scale
bar or tape for fear of damaging the cloth by contact, and low contrast of
the original and other problems might make direct measurements impractical in
any case, it probably has to be done from the photographs). The 7.4 ratio
that results from his spurious measurements puts the bottom of the heel in
mid-shin, not far below the knee. You can disprove the chemists measurements
ourself by doing the measurements off the many photos of the cloth (starting
with images of the entire cloth which is 4.4 m long).

You can also check the normal total/head height ratio for a person by using
a metric scale bar to measure the height of your own head (mouth closed) in
a mirror, and dividing it by your height. It should be below 7.5 unless you
are very tall (same for the chemist, has he measured himself?). Let me know
what you come up with. I’m in the normal zone. A photo of a number of men
at http://www.istockphoto.com/article_view_print.php?ID=176 shows the ratio (except
they show it a little too high because they measure from the tip of the toe
instead of the bottom of the heel). The 8 ratio is commonly employed by
artists such as Pacor for the reasons described in my article.

That the shroud head is too small for the body is well known, and is
obvious just looking at the figure.

What I am the first is to point out is that
the head is too small in ABSOLUTE terms, and that the brain is therefore
UNDERSIZED.

Cerca di mettertelo bene nella tua testolina (tanto per restare in argomento)

The 1740-1760 total height is impossibly low, and the 234-238 head
height includes all the hair and beard.

Best regards,

Gregory Paul

Stefano

@ enrico

UN ULTIMA COSA QUANDO GARLASCHELLI SI COMPORTERà DA SCIENZIATO, OVVERO PRODURRA UNA PUBBLICAZIONE SUL SUO LAVORO IN CUI INDICHERà METODO E RISULTATI (NON STO PARLANDO DI UN ARTICOLO DI GIORNALE) SI DA POTERLO CONFRONTARE CON IL LAVORO DI ALTRI STUDIOSI DELL’ARGOMENTO SARà UN BEL GIORNO PER LA SERIETà DEL MOVIMENTO DI CUI FA PARTE.

Uffa…

http://sindone.weebly.com/reproduction.

Il bel giorno per la tua serietà?

Gérard

Ma tutte le teste coronate dell’ epoca avevano qualcosa per giustificare in modo religioso la loro potenza : i rei di Francia con la sacra ampolla di Reims, l’imperatore germanico, il reliquiario dei rei magi a Colonia etc etc e i Savoia il suario di Torino …

CIBO

Vabbe’ m’hai convinto,un altro cristo e’ venuto in terra attorno al ’300 e manco ce ne siamo accorti!! Pensa che culo,un’altra chiesa da riempire d’ori forse non avremmo potuto permettercela !!!

Stefano

@ enrico

onestamente delle opinioni sulla tolleranza di chi adora un dio intollerante e fa parte di un’organizzazione che lo è e che ha esteso a interi gruppi le eventuali colpe di singoli (i giudei, uno su tutti, caro), ripeto, onestamente, non me ne può fregare di meno.
Come non me ne può fregare di meno dell’opinione di chi, ad ogni piè sospinto, senza rendersene conto o ad arte, usa concetti e principi a senso unico.
Ora fai pure un pò di giochi di prestigio con le parole (schifo/odio/puzza o quanto meglio ti aggrada), l’unica cosa che ti riesce veramente bene…

firestarter

a lui e al fratellino da stanford non la si fa: enrico appartiene ad una associazione criminale che tra gli altri crimini ha creato l’antisemitismo ma ovviamente e’ colpa degli altri; enrico parla di sano scetticismo riguardo alle dimensioni del cranio di una fotografia su uno straccio ma crede ai cadaveri che camminano; enrico viene a dare lezioni di tolleranza ed appartiene ad una delle associazioni piu’ squallide attualmente in circolazione, costitutivamente legata alla omofobia ed alla misoginia.

enrico e’ purtroppo per lui istericamente frustrato nel dovere difendere l’indifendibile, e quindi deve riempirci le p con le sue esegesi da lancio di pomodori

libero

Tutto sommato la reazione per i coricifissi è fiacca, in fondo alla CCAR interessa l’8×1000, se si toccasse quello le reazioni sarebbero ben diverse.

statolaico

“Licio Gelli scende in campo a difesa del crocifisso”.
E tanto basterebbe per essere contrari.

POPPER

Addirittura il gran maestro della la p2 per il crocifisso? Sono proprio disperati!

Fra circa tre mesi ci sarà il pronunciamento della Grande Chambre, chi sta scendendo in piazza per il crocifisso non mi sembra che a Strasburgo abbia manifestato alcunché di laico nelle proprie arringhe catto-talebane e hanno pure il coraggio ci chiamarsi laici ugualmente.

In un anno possono cambiare tante cose, dopo un estate caldo vi sarà anche un autunno caldo e forse anche un inverso caldo, l’eruzioni solari provenienti da Strasburgo provocheranno di certo dei Blackout perchè più si va avanti così, più il compito della GC sarà sarà meno ardua, visto che vedrà i nuovi crocifissori del mondo andare il tilt ed esagerare i toni dello scontro.

Più il crocifisso sarà difeso in modi antilaici e irragionevoli, più la GC opterà per decidere per la laicità dello stato.

libero

Qualunque sia la decisione i crocifissi resteranno dove sono, sia con questo governo che con un altro dell’attuale pseudo-opposizione, questo è certo.

Sarebbe utile fare un ricorso contro il finanziamento alle religioni (8×1000, 7% oneri urbanizzazione secondaria, etc…) con la motivazione che la chiesa è già ricca e che si tolgono soldi importanti per le famiglie e lavoratori in difficoltà.

The best emmia

Un nome una garanzia…

Ma non è che gli sbattezzi prima o poi si trasformeranno in liste di proscrizione?

hexengut

non è da escludere ed è da parecchio che ci penso; arriveremo alle liste di proscrizione e non soltanto per gli sbattezzati. Da tempo i piduisti sono ricomparsi sulla scena politica e finanziaria con incarichi remunerativi e prestigiosi e immancabili scorte ed auto blu; il laido discepolo ha politicamente attuato quasi completamente il piano eversivo di distruzione della Stato ideato dal laido gran maestro; l’uscita dal silenzio di quest’ultimo non è affatto cosa risibile; e se aveste avuto accesso a tutti gli atti della Commissione P2 sareste, come me, ulteriormente preoccupati e disgustati. Sarà anche che, a differenza del buon Popper e di altri, non sono un ottimista. Ma mi auguro di poter dire che m’ero sbagliato.

Stefano Grassino

Considera il numero degli sbattezzati. Potremmo anche essere un numero tale da sconsigliargli di fare tale lista. Sono troppo ottimista? Può essere ma certo è che ai nostri banchetti se ne vede di gente che chiede come funziona lo sbattezzo. Non dimentichiamo che quando il Socialismo, il Comunismo, il sindacato sono nati, ne hanno subite di liste e di realtà ben peggiori. Nonostante ciò, non mi sembra che chi deteneva lo status quo, sia riuscito a fermare la storia.

The best emmia

Sì, ma siamo un Paese di 60 milione di persone. Nella peggiore delle ipotesi sarebbe fattibile sostituire anche tutti i 10 milioni di atei e agnostici stimati in Italia, e/o eliminarne una percentuale contenente alcune decine di migliaia di persone, ancorché bassa (toccata, ma non mi sento di escluderlo al 100%, per quanto al momento lo consideri poco probabile).

The best emmia

Intendevo dire “sostituirli nei posti di lavoro, soprattutto se di prestigio”

Leonardo Broseghini

Ok, i ladroni ci sono tutti, ma il Cristo chi lo interpreta ?

POPPER

magari non c’è più un cristo da interpretare, è divenuto scomodo a questo punto da parte della ccar vedersi ricordare che cristo non ha predicato affatto “ciò che lei invece ha fatto in 2000 anni di storia” opportunista, simulatrice, tirannica, ecc…..ecc…..

crebs

“Secondo quanto scrive il Fatto Quotidiano, il movimento sarebbe direttamente ispirato da Licio Gelli, e vedrebbe tra i suoi sostenitori Fini, Cossiga, Andreotti e l’imprenditore ed ex europarlamentare PDL Roberto Mezzaroma…………….!

Attenzione a quest’ultimo personaggio; dallo stesso articolo del Fatto Quotidiano:

“Ex europarlamentare, responsabile del dipartimento “lotta alla povertà” del partito ai tempi di Forza Italia, Mezzaroma è lo zio della moglie di Claudio Lotito. Nel 2005 diventò il secondo azionista della Lazio vantandosi di “aver già salvato la Roma nel 1992 assieme ai miei fratelli, perché bisogna costruire non demolire”. E detto da lui vale un capitale, perché di cemento se ne intende. L’avventura con la Lazio è costata una condanna a un anno e 8 mesi, per un accordo definito “interpositorio” che permise a Mezzaroma di acquistare il 14,61% delle azioni biancocelesti di fatto per conto di Lotito, in modo da nascondere la titolarità del pacchetto completo con cui lo stesso Lotito avrebbe poi lanciato l’Opa. Aggiotaggio e ostacolo all’attività degli organi di vigilanza, per Lotito la condanna è di due anni.

Ricordiamocene, se ci ridaranno la possibilità si votare.

El Topo

In hoc signo vinces. Nulla è cambiato in duemila anni, l’alleanza è sempre quella: i potenti che derivano il loro potere in modo più o meno diretto dai venditori di illusioni, non a caso nel calderone massonico ispirato da Gelli figurano vari duchi e marchesi il cui nome e potere come è noto derivano direttamente dal volere divino.
Accozzaglia di facce impresentabili e anacronistica pagliacciata, mi auguro che se ne parli per bene, tolti gli ultra settantenni oramai sclerotizzati nel loro credo, per gli altri ci saranno buoni motivi per avere dubbi su chi amministra la loro fede e, mi auguro per loro sulla fede tout court.

#Aldo#

Era ora che Licio scendesse in campo: ora avremo almeno la soddisfazione di vederlo lavorare un po’ a suon di zappa e vanga.

Focaral

Sì! conservaci il crocifisso, venerabile Maestro!!!
Ma una volta i massoni non erano contro la chiesa? E soprattutto, che ci fa Licio Gelli ancora in giro, non dovrebbe essere in galera???

Bruno Gualerzi

Parziale OT
Non è propriamente un crocifisso ma un rosario quello che – come documenta il sito de ‘la Repubblica’ – Maradona tiene costantemente in mano come amuleto durante le partite della sua Argentina. Superstizione per superstizione – visto che poi la squadra è stata eliminata, e visto il proprio e vero culto che viene tributato al personaggio – chissà che qualcuno in Argentina non ricusi crocofissi e rosari (^_^)

FSMosconi

M.E.D.I.C….
Sarebbe meglio chiamarlo

M.N.D.O.P.:

Movimento Neo-Piduista per la Difesa di un Orpello Fascista

Otto Permille

Nell’antichità accadevano cose straordinarie, non solo i morti resuscitavano, ma c’erano anche donne tramutate in alberi, dee che nascevano direttamente dal cranio di Giove o bastoni che si tramutavano in serpenti …. Oggi pare difficile incontrare qualcuno che creda alla verità di questi racconti. Tutte queste mitologie sono cadute, tranne ehm … una.

libero

Le mitologie sono ormai cadute, ma non il potere che ruota attorno, è soprattutto quello che le tiene in piedi.

Gérard

Ma Lei vada in India e chieda attorno a se in merito a tutti miracoli fatti dagli dei … Anche per lo stesso Islam, una religione anche lei piena di cose meravigliose..

firestarter

Che ne pensano gli adepti (un Andrea anche pecorone, per sua stessa ammissione) dei loro referenti politici e dei personaggi che si affannano a difendere il loro simbolo fallico?

Non vi vergognate a fare parte di una associazione squallida e criminale talmente santa da avere bisogno di santificare criminali di guerra e di farsi difendere pubblicamente da berlusconi e licio gelli?

firestarter

niente, il thread verra’ chiuso senza vergogna ufficiale. Forse non se ne vergognano?

libero

In quanto a Fini sembra un laico a corrente alternata, forse non è ancora del tutto sicuro da quale parte stare, cioé dove gli conviene stare, in quanto a Dalema invece sembra avere già deciso.
DC, la più laica forse eri proprio tu.

libero

Difendono il crocifisso e non il Vangelo, notare la differenza, il Vangelo dice di amare il prossimo il crocifisso è il simbolo del potere temporale della Chiesa e dei suoi alleati, d’interesse naturalmente.

Giovanna

Beh molto più semplice ostentare dei simboli che rispettare delle regole.

roberta

a ben guardare i difensori del crocifisso sono quelli che meno applicano gli insegnamenti del vangelo: per loro la croce non è il simbolo dell’amore, della generosita’ e della purezza negli intenti, ma solo un’arma da brandire contro chi la pensa in modo diverso

marco

caspita, pure andreotti e gelli, una garanzia . Immagino i cattolici orgogliosi per i personaggi

Andrea

Gelli, Fini, Cossiga, Andreotti…wow, mancano solo Dracula e Gargamella e poi abbiamo tutta la crème de la crème. [sì, lo so: i vampiri non c'entrano niente coi crocifissi, ma neanche gli altri personaggi]

florasol

Gesù, con un amico del (de)genere di Gelli, mica hai più bisogno di nemici!! :D

statolaico

Ciao Roberta! scusami ho letto solo ora… che bello trovarsi sul forum uaar, la rete è grande ed è facile “perdersi”, questo invece (per noi atei/agnostici) è un luogo condiviso, mi da l’idea di un locale dove si conoscono più o meno gli avventori, come il bar sotto casa… insomma rende più piccola la rete! Saluti.

Commenti chiusi.