Corte Suprema USA: la causa contro il Vaticano vada avanti

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha deciso di non fermare l’azione legale intentata contro il Vaticano per avere trasferito più volte da una città a un’altra un prete ripetutamente accusato di abusi sessuali. L’alta corte ha rifiutato oggi un appello presentato dalla Santa Sede, con il quale si negava la giurisdizione USA su un altro stato estero: secondo i giudici, il Vaticano potrebbe essere considerato civilmente responsabile delle azioni dei preti pedofili, in quanto suoi “dipendenti”.

Archiviato in: Generale, Notizie

45 commenti

bismarck

Ma la corte suprema USA non era piena di cattolici? Non è cattolico anche il presidente Alito?
Mah forse qualcosa sta cambiando….

Sailor-Sun

In america, almeno nelle più alte istituzioni, la laicità è d’obbligo.

Ernesto

Ma quando mai. Questa corte suprema è la più zeppa di ultraconservatori reazionari dai tempi di taney.
oltre a far vincere bush nel 2000 bloccando la conta dei voti in florida, hanno legittimato croci e monumenti biblici in terreni/edifici pubblici, legalizzato donazioni illimitate a candidati politici da parte delle megacorporation, invalidato leggi a protezione dei lavoratori, permesso preghiere nelle scuole pubbliche, etc etc etc

se fossi religioso e avessi una mentalità religiosa, pregherei ogni notte perché dio chiami a se prima possibile antonin scalia, che è un vero talebano americano

Ernesto

QED: proprio oggi, in un’altra brillante decisione targata scalia, la corte suprema ha abolito le leggi statali per il controllo della diffusione delle armi.
Da oggi in USA sarà ancora più facile comprare e portare in giro armi di ogni genere. Fra un po’ legalizzeranno anche i bazooka per uso difensivo personale

Michele

questa la composizione della Corte Suprema ad oggi:

John G. Roberts (Giudice Capo) Cattolico
Antonin Scalia Cattolico
Sonia Sotomayor Cattolica
Anthony Kennedy Cattolico
Clarence Thomas Cattolico
Samuel Alito Cattolico
John Paul Stevens Protestante
Ruth Bader Ginsburg Religione Ebraica
Stephen Breyer Religione Ebraica

DENIS

“segondo” me fra un po il ministro mefisto scatenerà una guerra santa “gondro” Obama in difesa del povero benedetto the 16 th. e come disse una volta in difesa del crocefisso… “possono morire tutti”.

Paul Manoni

Concordo…
Ma secondo me, e’ piu’ probabile che negli USA, le cose relative alla giustizia e alla legalita’, funzionino diversamente rispetto che qui da noi.
In Italia, i preti vengono visti da tutti, come una sorta di categoria “santa”, composta da persone per bene. Va da se’ che la maggior parte delle volte che i preti finiscono sotto inchiesta o sotto indagine, restano impuniti.
Negli USA, sono molto piu’ concreti e se hai sbagliato, puoi essere anche il Presidente degli stessi Stati Uniti, ma prima o poi la paghi! ;)

Sono diverse le diocesi USA che hanno gia’ dichiarato bancarotta, per poter pagare i risarcimenti alle vittime di abusi. Stavolta, chiedono i danni direttamente in Vaticano! ;)
Alla fine…Indovina con i soldi di CHI, pagano o pagheranno i risarcimenti!?!? :(

Simone

Che ci sia una specie di resa dei conti tra cattolici ed evangelici? Magari per acchialapparsi le fette di una clientela sempre più esigua? O per qualche altro motivo? Se si fanno fuori tra di loro non è che mi dispiace, anzi, ma mi interesserebbe capire..

Massoni no, sono pappa e ciccia con Opus Dei e Gesuiti, il nano piduista va ancora in gita a san giovanni rotondo. I vari criminali di guerra bush, kissinger ecc sono stati grossi alleati della chiesa, ed hanno molti interessi legati ad essa. Sionisti forse? Rothshild…, la chiesa serviva al tempo in funzione antisovietica, ora non se ne fa più niente nessuno tra i potenti. Quindi tutto il sostegno che ha ricevuto nei tempi andati dai vertici del governo ombra potrebbe essere scomparso. Un bel “non mi servi più, arrangiati”. La chiesa si è trovata improvvisamente tra i comuni mortali, e ad essere giudicata come tutti i comuni mortali. Come è giusto che sia.

Non mi chiedo perchè la chiesa sia attaccata oggi, mi chiedo perchè non sia stata attaccata, ma anzi aiutata, ieri. Forse è per via della sua funzione anti marxista, ora che il comunismo è sotto kilometri di terra, e che a parte qualche stato ancora libero dal fascismo globale (brasile, venezuela, paesi del nord europa, canada..) questo si sta sempre di più imponendo, della chiesa i veri potenti non se ne fanno più niente. Sono solo ipotesi..

Voi che ne pensate? Perchè oggi e non ieri? E non dovremmo approfittarne noi laici dell’uaar ed anche altre associazioni laiche per compattarci ed attaccare la chiesa ora che è debole? Non avremo più simili occasioni, o prendiamo il treno subito o lo perdiamo, non c’è più molto tempo..

Flavio

La corte suprema USA e’ formata da 6 cattolici contro 3 non cattolici. Ci sono ogni tanto polemiche perche’ i cattolici sono troppo rappresentati.

nightshade90

io farei polemiche perchè i CREDENTI sono troppo rappresentati!

Pietro

Probabilmente perchè oggi la maggior parte della popolazione sa leggere e scrivere, non molti anni fa non era così.
I miei nonni non sapevano ne leggere ne scrivere, non avevano radio e tv, come potevano avere idee diverse dalla massa?
e poi essere diversi prima non conveniva. Si veniva isolati, trattati male se non perseguiti in maniera diversa.
Oggi invece possiamo “quasi” pensarla come ci pare, almeno nelle grandi città.

dinuzzo 56

La mefitica putrefazione sta guadagnando il volto della piovra vaticana. Ogni tentativo di turare una falla ne aprirà una ancor più ammorbante usque ad finem, amen! Nel panico confusionario dell’apocalisse cleroplutopedofila , gli zombi ameboidi del santo-ma-de-chè staterello si sbranerano come cerberi legati per i testicoli. Accomodatevi forniti di patatine e popcorn che lo spettacolo va ad incominciare……………

POPPER

Questa è una bella notizia, dopo il Belgio la Corte Suprema degli USA e speriamo, se sarà possbile, che a settembre si riesca ad arrestare benny16 a Londra.

ha rifiutato l’appello della Santa Sede? ma è storico, troppo bello
ha considerato il Vaticano civilmente responsabile dei preti pedofili

Non potevo sperare di meglio.

Congo

Sicuramente lo sai anche meglio di me, lo riporto solo come informazione per tutti.
Da Wikipedia:
“Secondo il diritto internazionale, un capo di stato gode dell’immunità diplomatica e non può essere processato al di fuori della sua giurisdizione, nemmeno al termine del mandato. Un Paese sovrano in altre parole non può arrestare o condannare il capo di uno stato estero. La norma vale anche in presenza di crimine contro l’umanità.”

Near

E’ vero.
Il diritto internazionale fa proprio schifo, se annovera come diritto quello di delinquere impunemente.

Stefano Grassino

Si però gli USA chiedono un enorme rimborso ed il vaticano non lo concede. Gli USA fanno la guerra al vaticano, la vincono e processano il papa a Norimberga per “crimini contro l’umanità”.
Tutti ad anzio per vedere lo sbarco; ci siete tutti?

POPPER

Con la firma dei cosiddetti Patti Lateranensi l’11 febbraio 1929, fra il cardinale Pietro Gasparri (Segretario di Stato vaticano) e Benito Mussolini (Primo Ministro italiano), lo Stato della Città del Vaticano viene riconosciuto come stato indipendente, con relativi confini e diritti internazionali.

Ma quando davvero è stato riconosciuto come tale dalle Scietà delle Nazioni e poi dall’ONU?

Alla data del 19 giugno 2007 lo Stato Città del Vaticano ha rapporti diplomatici bilaterali con 176 Paesi del Mondo, dei quali l’ultimi ad allacciare relazioni ufficiali il 31 maggio 2007 sono stati gli Emirati Arabi Uniti; e partecipa con Osservatori a varie Organizzazioni internazionali e regionali.

ma è sempre stato così riconosciuto?

Certamente lo stato teocratico “Città del Vaticano” ha un governo autoritario e con la sua opposizione alla proposta della Francia all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per la depenalizzazione universale dell’omosessualità, di fatto avalla e propugna legislazioni lesive dei fondamentali diritti civili e umani delle persone omosessuali.

Questa aberrante posizione scaturisce proprio dall’esistenza dello Stato confessionale Città del Vaticano, a cui non dovrebbe essere riconosciuto lo status di Stato, perché privo dei requisiti minimi per essere considerato tale. Secondo il Diritto Internazionale gli Stati devono presentare tre caratteristiche sostanziali: avere un popolo; avere un territorio; avere sovranità reale sul territorio e sul popolo.

Ebbene il Vaticano non ha un popolo, nessuno nasce cittadino dello Stato del Vaticano, non ha un territorio, perché ha una estensione limitatissima, non è sovrano perché è privo di una difesa propria e dipendente completamente da altri stati per la sua sovranità.

Secondo uno studio statistico condotto dalla rivista tedesca “Der Spiegel”, il Vaticano, lo stato piu’ piccolo del mondo, e’ stato riconosciuto come il paese dal piu’ alto tasso criminale del nostro pianeta e fino ad ora nessuno ha smentito questa notizia.

E lo si chiama ancora Stato del Vaticano?

POPPER

ecco perchè la Corte Suprema ha ragione, secondo me:

Il Vaticano e la Chiesa di Roma sono un’organizzazione che non si ritiene vincolata dalle opinioni e dalla volontà dei loro fedeli. Essi pretendono anzi che siano i fedeli a essere vincolati alle opinioni e alla volontà del clero, dei vescovi e in definitiva del Papa che pretendono sia ispirato da Dio e insindacabile dagli uomini; i fedeli li devono mantenere, subire e obbedire. Quando la Chiesa parla di libertà religiosa, essa intende libertà del Vaticano di formare, selezionare, controllare, nominare rimuovere, escludere, dirigere i funzionari che comandano alle comunità locali di fedeli, senza interferenze delle comunità locali.

Il controllo sui propri dipendenti è pressoché capillare, quindi, il vaticano è responsabile a tuttgli effetti del clero pedofilo.

Se dal 2009 il vaticano, unilateralmente non percepisce più alcune leggi italiane perchè contraddiono la morale cattolica, anche lo stato italiano potrebbe unilateralmente cancellare alcuni privilegi giuridici concessi alla chiesa cattolica. Perchè no?

Gigetto il miscredente

Intanto cominciamo a chiudere il rubinetto dell’acqua. Sì, dell’acqua. Per le forniture idriche dipendono da uno Stato straniero. Si faccia quest’embargo. Vengano presi per sete, firmino la capitolazione e la rinuncia ai patti lateranensi…….
Pensate che bello !!

Simone

Oppure andiamo la con le pistole da soft air, mettiamo fuori combattimento l’esercito di guardie svizzere del papa, preleviamo ratzi dalla sua reggia mentre si sta facendo il bidè, lo portiamo in piazza, e chi vuole può tirarli un calcio simbolico sulle chiappe. Fatto ciò lo spediamo ad avignone o al polo sud, a diffondere il messaggio evangelico tra i pinguini. Chi è con me? Me ne servono mille.

Toptone

Ad Avignone non lo vogliono perchè dovrebbero mantenerlo i francesi, che hanno già una pressione fiscale altissima, superiore perfino alla nostra.

Piuttosto, si faccia sapere urbi et orbi che lo Stato del Vaticano NON paga nè luce nè acqua e che DA OGGI – causa crisi – dovrà farlo.

In alternativa, si faccia pagare il conto ai cattolici e SOLO a loro, tramite un registro di volenterosi.

Risultato? Apostasia di massa.

Sal

In fondo se non hanno fatto nulla di sbagliato che problema c’è ? Non è forse vero che la verità trionfa ? Quindi per loro dovrebbe essere motivo di vanto dimostrare quanta purezza c’è nella chiesa. Dovrebbero essere lieti che gli si presenta un occasione per dimostrare la loro innocenza.
Pensa se condannano il Vaticano nella persona del papa in galera.
Finalmente la storia si prende la su rivincita e le cose cominciano a girare per il verso giusto.
Vedi che basta sedersi sulla riva del fiume e aspettare… ????

enrico69

Nella Corte Suprema i cattolici detengono attualmente la maggioranza assoluta. Come si spiega allora questa sentenza? Non so che dirvi… Però sento rafforzarsi dentro di me un vecchio sospetto: lo scandalo della pedofilia del clero non sarebbe stato scatenato dalla lobby ebraica e nemmeno da quella gay (ammesso che quest’ultima esista veramente) ma proprio da certi ambienti del cattolicesimo nordamericano ed europeo. Il nostro amatissimo Joseph in un suo recente discorso (adesso purtroppo non ricordo quale – accidenti alla mia memoria, si vede che sto diventando vecchio) ha dichiarato che i veri nemici della Chiesa sono proprio all’interno della Chiesa stessa. Adesso io mi chiedo: a chi alludeva Joseph con queste sue parole sibilline? e, soprattutto, a che cosa mira veramente lo scandalo della cleropedofilia? Vi faccio notare, infine, che questo scandalo, almeno finora, ha stranamente risparmiato l’Opus Dei. Domanda obbligatoria: i membri dell’Opus Dei sono tutti quanti campioni di castità indomita, oppure nella faccenda intera c’è qualche cosina che a me sfugge? Se qualcuno di voi volesse venirmi in aiuto con le sue spiegazioni, gliene sarei grato.

Toptone

Alludeva a se’ stesso.

Infatti, quando era Prefetto dell’ex Inquisizione NULLA fece per fermare l’andazzo della copertura ai preti pedofili della gerarchia.

Io ve l’ho consigliato sempre: andate a vedervi la cronistoria del caso Don Dessì in Nicaragua. E’ illuminante e INOPPUGNABILE.

RATZINGER ERA LA GERARCHIA, e non si mosse foglia finchè la cloaca massima non fu scoperchiata dalle sentenze dei Tribunali e dalle inchieste giornalistiche della stampa LAICA.

Il Papa parla allo specchio denunciando il suo riflesso di essere nemico della sua Chiesa.

enrico69

Morto il polacco nell’aprile del 2005, Joseph Ratzinger è riuscito a farsi eleggere vescovo di Roma, ricorrendo a due espedienti (due mezzucci, per così dire) senza i quali col kaiser che sarebbe diventato quello che è diventato. Eccoli qui: a) manomissione della parte del Codice di Diritto Canonico riguardante l’elezione di un romano pontefice, b) scandalo dei preti pedofili negli USA.
Affermare che il cardinale Ratzinger, quale membro autorevole delle gerarchie vaticane, ha tentato con ogni mezzo a sua disposizione di sabotare ed insabbiare i processi penali a carico di preti sporcaccioni, mostrando in questo la stessa arroganza stupida del polacco, significa conoscere poco i complessi intrighi di potere, che hanno avuto luogo nella penombra dei sacri palazzi negli anni passati.
Adesso io mi chiedo: perché la Corte Suprema, nonostante la maggioranza assoluta dei cattolici all’interno di essa, ha emesso una sentenza veramente singolare? perché lo scandalo della pedofilia, almeno finora, ha risparmiato l’Opus Dei? perché questo scandalo continua ancora oggi?
Invidio chi ci capisce qualcosa.

iging

Francamente il dibattito se la corte costituzionale americana è composta da giudici conservatori o no è irrilevante in questo contesto, se ci atteniamo ai fatti attuali.
Giustamente fanno valere il principio che la legge non guarda in faccia a nessuno e che pure quelli che da noi sono degli intoccabili da noi, vanno di fronte alla giustizia da loro e questo mi sembra un atto di civiltà.
Chi conosce un pochino gli Stati Uniti, sa che i giudici vengono nominati a vita (a meno che si dimettano) dai presidenti i quali cambiano colore politico e poi debbono essere ratificati sia dal congresso che dal senato. Normalmente i giudici supremi sono giudici di carriera eccezione fatta per l’ultima giudice suprema nominata da Obama la quale non era giudice, ma con una grande esperienza in scienze giuridihce (oltre a essere latina, di sinistra, femminista, divorziata e sostenitrice dei diritti civili).
Per chi non lo sapesse, la corte suprema molti anni fa ammise l’aborto (caso Rove versus Wade), quindi non possiamo paragonare affatto le nostre istituzioni con le loro.
Anzi direi che la giustizia americana in genere funziona bene.
A me sarebbe piaciuto vedere Tanzi con lergastolo come Madoff, invece il primo è fuori mentre il secondo è dentro.

Andrea

All’estero si sono rotti le palle del Vaticano ancor prima di noi: fantastico. Certo che Obama si sta mettendo in una posizione difficile: non appoggiare (e non avere l’appoggio) del Vaticano e di Israele gli costerà non pochi voti.

PS: una Corte che viene lasciata libera di svolgere il proprio lavoro: robe da Primo Mondo.

Simone

Perchè, obama sta facendo qualcosa per farsi mancare l’appoggio di israele?

seneca il giovane

Mi dispiace deludervi, ma in questo caso la difesa della laicità non c’entra nulla.

Come di certo saprete gli U.S.A. sono un paese a maggioranza protestante e non vedono proprio di buon occhio i cattolici in generale e il vaticano in particolare…….ergo, questa non è altro che l’ennesima “guerra di religione” solo per far vedere che :”noi protestanti siamo più retti è vicini a dio di voi cattolici gne gne gne….”

Non sopravvalutate l’onestà intellettuale di questa Corte Suprema………

Michele

la grande maggioranza dei membri della Corte Suprema degli Stati Uniti professa la religione cattolica

nightshade90

per la precisione 2/3 dei membri della corte sono cattolici. difficile credere che abbiano partecipato ad una crociata dove il capro espiatorio sono loro e i protestanti sono i buoni…anche perchè nella commissione c’è UN SOLO protestante!

Commenti chiusi.