Pedofilia, un problema globale per la Chiesa cattolica

I giornali di tutto il mondo dedicano ormai molto spazio ai casi di pedofilia all’interno del clero cattolico. Un religioso spagnolo, scrive El Pais, è finito in carcere in Cile per possesso di materiale pedopornografico: sembra inoltre che abbia filmato anche rapporti con quindici minori. In Brasile, scrive Uol Noticias, due monsignori e un prete sono stati rimossi dalle loro funzioni ecclesiastiche per aver compiuto abusi su minori: nelle vie di Aparica è peraltro venduto un video che mostra uno dei due monsignori (noto per le sue idee molto conservatrici) mentre ha rapporti sessuali con un giovane. In Irlanda, il cardinale Sean Brady è ora accusato di aver coperto alcuni casi di pedofilia: in dicembre, come ricorda la BBC, aveva affermato che si sarebbe sentito in obbligo di dimettersi, se alcuni suoi atti anche indiretti avessero portato ad abusi su minori. Ora sostiene invece di essersi soltanto limitato ad eseguire ordini superiori, e che si dimetterà soltanto se glielo chiederà Benedetto XVI.
Benedetto XVI è, a sua volta, ormai al centro delle polemiche innescate dalla vicenda di Peter H., il parroco pedofilo trasferito alla diocesi di Monaco quando ne era arcivescovo il futuro pontefice. Peter H., che reiterò gli abusi anche in Baviera, è stato sospeso solo oggi dal suo incarico, nonostante fosse stato condannato a 18 mesi di carcere già nel 1986. Per fronteggiare lo scandalo, la Chiesa tedesca ha annunciato qualche ora fa l’istituzione di un numero verde contro gli abusi sessuali, che sarà attivo dal 30 marzo.
Il numero due del Vaticano, il segretario di Stato Tarcisio Bertone, ha dichiarato infine che “la Chiesa ha ancora una grande fiducia da parte dei fedeli, solo che qualcuno cerca di minare questa fiducia ma la Chiesa ha con sé un aiuto speciale dall’alto”.

AGGIORNAMENTO DEL 17 MARZO. Il cardinale Brady ha formulato oggi pubbliche scuse per il suo comportamento pregresso (cfr. Avvenire).

Questo articolo è stato pubblicato martedì, 16 marzo 2010 alle 19:22 e classificato in Generale. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

58 commenti a “Pedofilia, un problema globale per la Chiesa cattolica”

  1. POPPER scrive:

    Il numero due del Vaticano, il segretario di Stato Tarcisio Bertone, ha dichiarato infine che “la Chiesa ha ancora una grande fiducia da parte dei fedeli, solo che qualcuno cerca di minare questa fiducia ma la Chiesa ha con sé un aiuto speciale dall’alto”.

    Ma bertone ????????????? mmmmmmmmmmmmmmm non potete non sapere quel che è successo, dai insomma……. pio pio…. bertone…ci avete preso per idioti?
    permettimi di dissentire, ma sono in crescita anche nella chiesa i fedeli che si domandano se possono ancora fidarsi di voi e questi dubbi iniziano ad avere un nome: sfiducia nella ccar, almenochè vi rimangano i fedeli che hanno una fede talmente fragile che purtroppo abbiosgnano ancora di essere guidati da esempi contraddittori, incoerenti e pedofili.

    Ma per favore bertone! la critica alla ccar è più che legittima da parte nostra.

  2. danzatea scrive:

    Chissà cosa ne pensano i lobotomizzati dal credo e dalla chiesa cattolica, Kurt Godel compreso. Se si sentono ancora di difendere la chiesa e rendersi complici moralmente delle loro nefandezze.

    • POPPER scrive:

      si arrampicano sugli specchi magici, i quali deformano la loro immagine e questi fedeli lla ccar si vedono alla fine un po’ goffi e ridicoli nel fare gli avvocati del diavolo.

    • Kurt Godel scrive:

      a me pare che ultimamente si parli soprattutto di preti morti: non vedo come possa esserne complice.

    • Rothko61 scrive:

      Diranno che satana in persona, tornato in terra nei panni di un ateo secolarista materialista evoluzionista, ha sostituito nei seminari le boccette di bromuro con quelle di testosterone.

  3. Tommaso B. scrive:

    “”"l’Aiuto speciale dall’ alto”"”

    Non serve ad aiutare i preti a dimenticarsi dei ragazzini, serve a fargliela passare liscia !!!!

    E fino ad oggi ha funzionato parecchio !!!

  4. Don Perignon scrive:

    Vorrei commentare le parole di Tarcisio Bertone: ahahahah ahahahah ahahah LOL ahahah ahahah ahahah ….

  5. Sandra scrive:

    Sull’articolo della BCC ci sono precise accuse al cardinale irlandese Brady, “personalmente implicato in termini di collusione con l’abuso sessuale su minori”.

    “L’abuso sessuale avrebbe potuto essere evitato e non lo e’ stato, e Brendan Smyth (il sacerdote cattolico che ammise una 90ina di abusi) ha continuato a violentare bambini”.

    Il Labour party irlandese ha fatto richiesta alla polizia di investigare il ruolo del card Brady.

    Il portavoce del partito su famiglia e affari sociali ha detto che il cardinale e’ “irrimediabilmente compromesso da cio’ che e’ emerso. Credo che ci dovrebbe essere un’inchiesta per stabilire se la mancata segnalazione dei crimini di Padre Brendn Smyth alle autorita’ civile e’ in se stesso un reato. Credo che aver chiesto a questi bambini una dichiarazione giurata di non rivelare a nessuno l’abuso subito potrebbe costituire un reato”.

    http://news.bbc.co.uk/2/hi/uk_news/northern_ireland/8570954.stm

  6. rik scrive:

    Segnalo che a Savona c’è un sacerdote 50enne “in pausa di riflessione” accusato di peodfilia. Il nome è ancora top secret.

    Lo riporta, tra le altre fonti, il Secolo XIX di Savona di oggi.

  7. firestarter scrive:

    unendomi a don perignon vorrei anche io commentare bertone: AHHHAHAHAHAHAHAHAH

  8. cartman666 scrive:

    e ci prende pure per il c…..

  9. Barbara scrive:

    La Chiesa ha con sé un aiuto speciale dall’Alto… Bertone, Bertone, se non si fosse svegliata la società civile sareste ancora lì ad insabbiare tutto e a costringere le vittime al silenzio, infami!

  10. Barbara R. scrive:

    Che faccia tosta !!!Che vergogna!!

  11. Lucifer scrive:

    Siamo finiti allora, con il loro aiuto dall’alto potranno violentare tutti i bambini che vogliono indisturbati! Si potrà citare Dio in giudizio??

  12. RU486 scrive:

    per la chiesa aiuti speciali…
    per i bambini vittime di questi maiali…..
    nessun “aiuto speciale dall’alto” …
    cosa faceva questo dio… li teneva fermi? non li faceva gridare?
    che schifo .. non sono degni di essere considerati esseri umani… solamente m e r (d) a
    loro (i pretofili) insieme a tutti i protettori…

  13. Sal scrive:

    Chissà perchè Dio dovrebbe aiutare dall’alto i pedofili anzichè le vittime…. Bertone è fuori di testa.

    Dovrebbero vergognarsi e continuano a gracchiare che i colpevoli sono fuori, che sono nelle sette, nelle famiglie. Questa corsa affannosa ad allontanare da sè una vergogna senza limiti, è forse, ancora più oscena del delitto stesso.

    Se la chiesa ragiona come dimostrano qui i suoi turiferari, allora non ci meravigliamo nè del male, nè della cronicizzazione del male.
    Ormai sono fuori di testa perché la vera natura di questa sinagoga di Satana è venuta allo scoperto. (Rivelazione 2.9)

  14. Lorenzo scrive:

    La differenza tra “accusato” e “colpevole” va sempre tenuta presente, anche per non abbassarsi ai livelli dei cattolici, sempre con la bava alla bocca alla ricerca di un capro espiatorio da lapidare.
    Ma sarebbe irrealistico negare che nella chiesa cattolica ci sia un problema di pedofilia, che per gli atei è causato dalle turbe sessuali di uomini e donne che devono vivere fingendo di non dare sfogo alle proprie pulsioni sessuali, mentre per noi cristiani evangelici è soprattutto la conseguenza dello strapotere di Satana sulla chiesa romana (ovviamente, le due spiegazioni non si escludono a vicenda).

  15. murdega scrive:

    La Chiesa ha con sé un aiuto speciale dall’alto ,
    il bombardiere strategico B-16 Flying Infallible.

  16. Losna scrive:

    “Dall’alto”?
    D’altra parte è risaputo, le gerarchie ecclesiastiche sono molto attaccate al divino, ma all’umano niente se non ai soldi. Non le ho mai sentite profferire una sola parola di compassione, di solidarietà e di umana pietà per le vittime. La loro unica preoccupazione è che non ci sia “scandalo”. E si sottraggono anche alla giustizia umana!

  17. scommettitore scrive:

    Ho appena letto la notizia che in Irlanda è possibile scommettere sulle dimissioni del papa (pagate 3 a 1) in seguito allo scandalo dei preti pedofili.Chissa’ cosa ne pensa Bertone che è quotato 12 a 1 come possibile successore.
    Chi volesse farsi due risate puo’ battere ” scommesse dimissioni papa” su un qualunque motore di ricerca.

  18. libero scrive:

    I fedeli parlano poco e dicono che si tratta di casi isolati, ma dentro di loro la fiducia nella CCAR diminuisce, resta la fiducia nei singoli sacerdoti che conoscono personalmente e ai quali credono, ma la fiducia nelle alte gerarchie diminuisce molto.
    La CCAR è una casta e non è in grado di operare una vera moralità interna, il senso di appartenenza e di reciproco aiuto tra confratelli è al di sopra di tutto,anche di Cristo al quale per la verità non devono credere troppo.

  19. Hellspirit scrive:

    ma la Chiesa ha con sé un aiuto speciale dall’alto

    Per caso costui ha elargito lo stesso aiuto per soccorrere i bambini che venivano violentati dai suoi servitori?

  20. ugaciaka scrive:

    Un corista nigeriano del Vaticano è rimasto coinvolto in uno scandalo omosessuale per aver fornito dei ragazzi “squillo” ad un alto funzionario del governo italiano accusato di corruzione e attualmente agli arresti.

    http://italiadallestero.info/archives/9186

    • laverdure scrive:

      Andiamo,non facciamo troppo i pignoli.
      Agli ospiti e’ cosa normalissima offrire dei martini,lui invece gli offriva dei negroni.
      Semplice questione di gusti.

  21. libero scrive:

    NUOVO SONDAGGIO.
    Questi scandali fanno pensare di più a:
    1 – una naturale emersione di marcio per cambio culturale degli europei
    2 – una campagna dell’Europa Laica per limitare l’influenza vaticana in Europa
    3 – una lotta interna alla CCAR per il potere che prevede un altro papa e un altro assetto

    Personalmente penso più alla n° 2, ma anche l’ultima ipotesi non è del tutto da scartare, forse c’è un concorso tra 2 e 3.

    • Alessandra scrive:

      Forse sono vere tutte e tre.
      Più le vittime riescono a parlare e meglio è, comunque, nonostante il little help millantato dai carnefici e dai loro protettori.
      La chiesa passerà anche questa, per l’ignavia dei fedeli, che calano, però, sui tempi lunghi;
      alla fine resteranno, probabilmente, i delinquenti e gli ultras, quelli che vedono la salvezza eterna ma non sentono le urla di un bambino violentato.

    • laverdure scrive:

      La terza mi senbra improbabile,come quel tizio che si taglia i voi-sapete-cosa per far
      dispetto alla moglie.
      La prima e’ sicuramente il motivo principale.
      Quanto ad una manovra da parte di forze politiche e’ possibile,ed anche auspicabile in fondo,e beninteso non costituisce la minima attenuante per la Chiesa.
      Se una massa di cialtroni viene smascherata,con solide prove,non e’ il caso di andare a sottilizzare sulle motivazioni di chi li incastra.
      Quel vescovo sudamericano che dovette dare le dimissioni perche filmato nell’intiimita
      con un camionista fu si ovviamente vittima di una trappola,ma il gusto per certi giochini
      era stato una scelta tutta sua,giochini contro i quali sicuramente era solito
      tuonare in pubblico.
      E quello ,notare bene,a confronto della massa di pocherie emergente era un peccatuccio veniale.

  22. POPPER scrive:

    vescovo di Treviri, la Chiesa ha insabbiato

    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/politica/2010/03/16/visualizza_new.html_1733978708.html

    quando le verità scomode e imbarazzanti sono così evidenti, persino le mura delle chiese finiscono per testimoniare quanta immondizia hanno occultato nelle sagrestie e negli istituti di educazione religiosa.

    la testimonianza del vescovo di Treviri, Stephan Ackermann, è drammatica e avrà conseguenze assai serie ai veritici del cupolone.

    • Sandra scrive:

      Ackermann e’ giovane – non ha nemmeno 50 anni – e capisce meglio la societa’ di oggi rispetto a tutti i vecchi bacucchi da medioevo. Nei paesi di lingua tedesca, la favella del papa, si stanno moltiplicando le uscite dalla chiesa, i numeri che i giornali riportano sono importanti, c’era un giornale che intitolava tipo “La lenta morte per dissanguamento della chiesa”.
      Ackermann aveva sostenuto rifinanziandone un progetto che per la conferenza episcopale tedesca doveva terminare, un prete della sua regione che in sudafrica ha aperto un servizio di aiuto Aids, e che distribuisce presevativi. Su Wiki e’ riportata la sua frase “Il papa deve lasciare usare i preservativi”.

      Ackermann ha semplicemente capito che per paesi come la Germania la chiesa cattolica cosi’ come e’ adesso e’ una zavorra di cui la gente si sta pian piano liberando. L’unica soluzione per sopravvivere e’ alleggerire il carico.

      • POPPER scrive:

        Alleggerire il carico? Si Sandra, è una bella idea, anche Garibaldi tentò di alleggerirci il carico, ma il vaticano era talmente pesante e il suo albero della tentazione per i politici altrettanto appetibile che ha finito per mettere le radici in entrambi gli schieramenti.

  23. ciccio scrive:

    cosa dice la Bibbia?
    Matteo 18:
    6 Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare. 7 Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che avvengano scandali, ma guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!

  24. dv64 scrive:

    Il numero due del Vaticano, il segretario di Stato Tarcisio Bertone, ha dichiarato infine che “la Chiesa ha ancora una grande fiducia da parte dei fedeli, solo che qualcuno cerca di minare questa fiducia ma la Chiesa ha con sé un aiuto speciale dall’alto”.

    Si, come no, un aiuto speciale dall’alto e una molto più gradita e utile decina di miliardi di euro all’anno dal basso (fisicamente e moralmente) presidente del consiglio…

  25. Massimo scrive:

    Al di là della splendida attribuzione della “moda sacramental-pedofila” alle conseguenze più dirette del ’68 (che, com’è noto, sono: 1) gli opposti estremismi; 2) il rock indiscriminato; 3) i capelloni; 4) Canzonissima; 5), appunto, i preti pedofili – di quelli che suonano la chitarra in chiesa, tra una canna d’organo e una Canna di Maria) – cfr: http://www.corriere.it/cronache/10_marzo_15/fisichella-pedofilia-selezione-seminari-vecchi_01e07c2c-3000-11df-9bdf-00144f02aabe.shtml -,
    la vetta ineffabile della faccia da deretano si raggiunge con le auree considerazioni di tal monsignor Girotti: http://www.ilmessaggero.it/articolo_app.php?id=27277&sez=HOME_NELMONDO&npl=&desc_sez=

    Detto in due parole: una donna che abortisce è “più peccatrice” (e più rea) di un prete che violenta un bambino. Senza degnare di un commento l’alto senso morale che trasuda da tale affermazione, ciò che più colpisce è la logica stringente (quella del Lógos greco – e quindi, “di sinonimo in sinonimo”, occidentale, e quindi cristiano, e quindi cattolico… secondo Ratzinger) sottesa alla frase in questione. La stessa logica che nella Crimen Sollicitationis prima, nel De Delictis Gravioribus dopo, equipara un adulto consenziente, una pecora (vera: non del “gregge del Signore”) e un bambino inerme come destinatari di sodomia passiva. Insomma: l’atto fa il peccato, e gli attori (carnefici e vittime) non sono che comparse… Domanda: quanto può essere ributtante tanta untuosa, saccente e interessata “astrattezza” quando il suo dispregio della realtà arriva a negare fatti concreti così gravi?!

    • Kurt Godel scrive:

      UNA DONNA CHE ABORTISCE NON E’ PIU’ COLPEVOLE DI UN PRETE PEDOFILO, SENZA DISCUSSIONI, HO GIA’ SPIEGATO PERCHE’

      • laverdure scrive:

        “UNA DONNA CHE ABORTISCE NON E’ PIU’ COLPEVOLE DI UN PRETE PEDOFILO, SENZA DISCUSSIONI, HO GIA’ SPIEGATO PERCHE’”

        Verissimo,chi dice il contrario e’ uno spudorato bugiardo.
        Allo stesso modo in cui chi parcheggia la macchina in divieto di sosta non e’
        piu’ colpevole di chi spaccia droga davanti alle scuole.

      • Paul Manoni scrive:

        Vai a spiegarlo a Girotti, non a noi….

  26. Kurt Godel scrive:

    @firestarter
    ho già spiegato più volte cosa penso dei colpevoli, non ci provare

  27. :idea: :idea: :idea: :idea: :idea: :idea: :idea: :idea:

    Vi ricordiamo che su questo blog sono ammessi solo CCCC (Commenti Consoni alla Civile Conversazione).

    Grazie.

    Per contattarci: moderazioneblog@uaar.it

  28. DENIS scrive:

    Beh effettivamente ora per distogliere l’attenzione dalla scandalo pedofilia ci vorrebbe un bel colpo di scena ad effetto tipo la morte del Papa. per “MIRACOLO” nessuno parlerebbe piu dei preti pedofili ma tutto il mondo sarebbe concentrato sul successore. E via con la nuova verginità…

    Ps con questo non auspico la morte a NESSUNO. sia ben chiaro… era pour parlè

    • Davide Corsaro scrive:

      Beh, tanto quelli come Giovanni Paolo Primo durano un mesetto appena, ce ne rifilerebbero un altro tale e quale agli altri.

  29. Antonio scrive:

    ma la Chiesa ha con sé un aiuto speciale dall’alto…

    Aspetta e spera

  30. Dariok scrive:

    qual’e’ il problema? qualsiasi abominevole cosa possano fare, di qualsiasi peccato possano macchiarsi, loro hanno dall’Alto l’indulto, il legittimo impedimento, la prescrizione, mica come succederebbe a noi se….ma…ma.., un piccolo vuoto confusional/mnemonico…. sto scrivendo di Berlusconi o del VaticAno…??

  31. El Topo scrive:

    Analizziamo un paio di aspetti relativi al sacerdozio: il celibato permette di disinteressarsi alle donne senza destare sospetti o dubbi sui gusti sessuali del sacerdote (fermo restando che in sagrestia si possono avere incontri poco casti con pie donne…); il prete ha modo e deve per suo stesso ruolo avere a che fare con i bambini spesso e volentieri.
    Non occorre un genio per capire che il ruolo del sacerdote sembra tagliato su misura per un pedofilo, la mia vuole solo essere una spiegazione del perchè il fenomeno sembri colpire in modo particolare la casta sacerdotale. Per quanto mi riguarda comunque ogni prete è responsabile di violenza sui bambini dal momento che ne traumatizza l’esistenza inculcandogli le idee di peccato, colpa ed inferno…

    • POPPER scrive:

      Sei stato molto chiaro El Topo, inequivocabile, ora sta agli intelligentoni cattolici capire la relazione ambigua tra sacerdozio sessualmente frustrato e la pedofilia, poi staranno attenti ad affidare i loro figli a ste sacerdoti del sacro fallo (il proprio dio).

  32. firestarter scrive:

    ok, parla dei colpevoli. ce ne sono a bizzeffe.

    che ne pensi di loro? capisco che tu stesso da buon prete devi autotutelare lo stipendio da parassita che rubi, ma spiegaci che ne pensi dei colpevoli.

  33. fiertel91 scrive:

    Perché? L’articolo dice che è colpevole, sg. Kurt?

  34. danzatea scrive:

    INTANTO E’ DIMOSTRATO CHE DURANTE L’IQUISIZIONE NOI NON POTEVAMO PROFERIR PAROLA E VOI SI, CON IL ROGO! Che ingiustizia state subendo, poveri innocenti di soprusi e involontarie turpidutini nei confronti di BAMBINI, ma non vi fate schifo da soli?

  35. Davide Corsaro scrive:

    …una cosa non ho capito.

    Credi che gli scandali non ci siano e che il fenomeno sia infinitamente minore?

    Credi che sia falso che la Chiesa copra (sistematicamente) i pedofili trasferendoli lontani dal polverone?

    Io sono CERTO che questi scandali siano usati contro la Chiesa, anzi, se vuoi ti firmo anche la carta con la quale dichiaro di pubblicare volontariamente e a scopo denigratorio ogni singola notizia sugli scandali della Chiesa. Questo non significa che c’è un complotto contro la Chiesa, significa che c’è un sacco di gente stufa dello strapotere e delle porcherie che combina la Chiesa.

    Quanto ai numeri la situazione dei nativi americani in Canada è testimone di ben peggio che ‘semplice’ pedofilia. Genocidio sistematico fino ai giorni nostri (anche con abusi di tutti i generi).

    Ah, in Canada 0 condanne. Zero, non significa che gli eventi non siano accaduti, significa solo che ci sono zero condanne. A te il piacere di formulare delle ipotesi. Tutto falso?

  36. Kurt Godel scrive:

    “c’è un sacco di gente stufa dello strapotere e delle porcherie che combina la Chiesa”
    che combina o che combinava?

  37. Kaworu scrive:

    ambo le cose