Polonia, prete accusato di aver rapinato una banca

Un sacerdote di 37 anni è stato arrestato dalla polizia di Szamotuly, in Polonia, in quanto è accusato di aver rapinato una banca, dopo aver minacciato la cassiera con un coltello. Il bottino è stato di circa 250 euro. La Polonia è l’unico paese europeo dove non si manifesta un calo di vocazioni.

Questo articolo è stato pubblicato giovedì, 24 settembre 2009 alle 19:17 e classificato in Generale. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

24 commenti a “Polonia, prete accusato di aver rapinato una banca”

  1. Magar scrive:

    Gli ha lasciato almeno l’8×1000 della refurtiva? :D

  2. roberta scrive:

    solo 250 euro? un po’ scarso come rapinatore….^_^

  3. stefano grassino scrive:

    Da noi non hanno bisogno di rapinare le banche…………..

  4. erasmus scrive:

    Appena uscirà di galera, lo coopteranno allo IOR

  5. myself scrive:

    La religione non rende migliori le persone.

  6. agnese l'apostata scrive:

    che sfortuna,solo 250 euro!

  7. enrico mini scrive:

    250 euro? Via, figuriamoci se un prete si muove per una cifra così ridicola!

  8. cefa scrive:

    1^ notizia : un sacerdote rapina una banca.
    2^ notizia : in Polonia non c’è un calo di vocazioni.

    Mi scusi Sig. Carcano: ma che ci azzecca la prima notizia con la seconda ? Forse il prete ha rapinato la banca perchè c’era un aumento delle vocazioni sacerdotali ?

  9. rik scrive:

    In realtà, come ho scritto in un post analogo, c’è una crisi delle vocazioni in Polonia, ma che non si riflette ancora sul numero dei preti.

    I seminaristi calano, ma sono ancora troppi e fanno ancora aumentare il numero dei preti. Ma ci sono segnali incoraggianti anche dalla Polonia

    Sacerdoti e seminaristi in Polonia

    1987: 21.386 – 8.458
    1988: 21.854 – 8.457
    1989: 22.335 – 8.202
    1990: 23.099 – 8.122
    1991: 24.115 – 8.072
    1992: 24.452 – 8.112
    1993: 25.130 – 7.412
    1994: 25.431 – 7.356
    1995: 25.838 – 7.310
    1996: 26.103 – 6.954
    1997: 26.435 – 6.762
    1998: 26.879 – 6.673
    1999: 27.104 – 6.818
    2000: 27.458 – 6.789
    2001: 27.635 – 6.767
    2002: 27.958 – 6.737
    2003: 28.337 – 6.656
    2004: 28.546 – 6.427
    2005: 28.826 – 6.304
    2006: ……..….- 6.038

  10. Popinga scrive:

    Questa è la tipica notizia da commentare con un chi se frega.

  11. vico scrive:

    @cefa
    che sia perchè essendoci troppa concorrenza le quotazioni dei preti calano? :-)

  12. chiericoperduto scrive:

    Bella vocazione quella per le banche!

  13. bardhi scrive:

    L’anno scorso ho fatto una visita al stabilimento della FIAT a Bielsko Biela, la ho incontrato un italiano che vive dal 1992 con la sua famiglia.
    Mi raccontava che negli primi anni 90 le chiese straripavano di gente durante le funzioni religiose a dirittura cera gente che ascoltavano la messa fuori dalla chiesa, poi man mano sono tornate alla normalità, adesso non fanno piu “il tutto esaurito”.

  14. strozza, che chi non credepreti scrive:

    Il DNA è la nostra scheda biologica pregestita, in esso ci sono le nostre predisposizioni fisiche e mentali e se uno mentalmenta è predisposto a commetere crimini, può essere anche il Papa, che ruba lo stesso…ho detto il Papa ?… in efetti è lui il capo supremo della chiesa che ci rapina l’ otto per mille, gli oneri di urbanizzazione secondari, l’ ICI sugli immobili destinati alle opere di culto ( praticamente tutti, anche le loro alcove ) gli stipendi dei capellani militari e degli insegnanti di religione, i stipendi per i loro pseudo psicologi che si aggirano subdolamente negli ospedali, quindi questo povero prete, non ha fatto che mettere in pratica ciò che gli è stato insegnato, solo che non ha capito che più rubi e più sei considerato, vedi gli aòlti prelati…intoccabili !

  15. Pierluigi scrive:

    finalmente un prete criminale non pedofilo

  16. Emilio Gargiulo scrive:

    Questa è una non-notizia. La notizia vera sarebbe: “Prete si comporta onestamente”.

  17. fresc ateo scrive:

    heee heeeeeee nahaahhhhhhh rubava ai ricchi perdare ai poveri ????
    a studiato allo ior???

  18. fritz scrive:

    “La Polonia è l’unico paese europeo dove non si manifesta un calo di vocazioni.”

    forse perché sono dei bigotti?
    non necessariamente: ne avranno avute abbastanza dell’alternativa atea!

  19. fresc ateo scrive:

    SI ALTERNATIVA ATEA ,AI VOGLIA A BE OVATROL MA TE LAI VISTE LEPOLACHE CH VENGONO QUI A FARE LE BADANTI?? LA PIU’ BELLA E’ 120 KG , CI ANNO SEMPRE IL ROSARIO IN MANO
    E CHI VOI CI SI CONFONDA POVERACCE FANNO PENA.O DOVE ERANO L’ATEI IN POLONIA??
    ERANO E SONO IL POPOLOPIU’BACIAPILE D’EUROPA. ANCHE QUANDO FACEVANO I POGROM
    CONTRO L’EBREI .FINO ALL’ARRIVO DEI NAZISTI PER PASSARE POI LA MANO A LORO.

  20. fab scrive:

    @ fritz

    …che in Polonia, per quanto so, ha sempre fatto ridere i polli: socialisti reali sì, ma atei…

  21. Paul Manoni scrive:

    @stefano grassino
    :D :D :D :D
    Da noi sarebbero capaci di toglierti le mutande senza toglierti i pantaloni….e il bello e’ che nessuno se ne accorge!! ;)

    @rik
    Scusa la domanda…Dove hai recuperato quei dati? Potresti postare il link?
    Grazie! ;)
    Un caro saluto

  22. Maurizio D'Ulivo scrive:

    Questo prete dev’essere ancora nuovo del mestiere: ha introiettato le finalità dell’organizzazione di cui fa parte, ma per raggiungerle usa mezzi ancora troppo grossolani.
    :-D

    Davvero goffo al confronto di quanto i suoi superiori sanno fare, sia in termini di raffinatezza degli strumenti di prelevamento dei fondi dalle altrui tasche, sia come ordine di grandezza del risultato…

  23. Sol Accursio scrive:

    hahahaha grande Don “Capone”!! XD

  24. fritz scrive:

    negate che il comunismo staliniano fosse ateo?
    negate che l’urss avesse conquistato la (mezza) polonia comportandosi con brutalità immane?
    conoscete il massacro di massacro di katyn?

    siete così imbevuti nella vostra ideologia da non rendervi conto di tutti i morti che persone atee hanno causato all’umanità!

    mah!

    più studio meno propaganda!!