Croazia, continua lo scontro tra la Chiesa cattolica e il presidente Mesic

Dopo aver avanzato la proposta di rimuovere i simboli religiosi dagli uffici pubblici, il Presidente Mesic nel suo ultimo intervento ha risposto alle gerarchie ecclesiastiche in merito alla loro ingerenza nelle faccende di stato in vista delle prossime elezioni presidenziali. Infatti, alcuni giorni fa, il vescovo Slobodan Stambuk ha evidenziato durante l’omelia nella località di Udbina che in un paese a maggioranza cattolica sarebbe normale avere un presidente della stessa fede, augurandosi quindi che il prossimo capo di Stato sia “cattolico non soltanto sul certificato di battesimo, ma che testimoni la fede attraverso il proprio modo di vivere”. La risposta del presidente non si e’ fatta attendere: “La Chiesa è prodiga di risposte ad ogni domanda, e mette le mani dappertutto. Se le cose stanno davvero così, allora sarebbe opportuno che introducesse una propria tassa che possa essere imponibile soltanto ed esclusivamente nei confronti dei fedeli cattolici. In questo modo, lo Stato non dovrebbe più finanziare la Chiesa, né tantomeno dovrebbero farlo i cittadini protestanti, ebrei, ortodossi, agnostici e atei.”
Una voce fuori dal coro si è alzata addirittura tra le linee della Chiesa. Il teologo e sociologo don Ivan Grubisic afferma che è compito del Presidente della Repubblica quello di difendere la Costituzione e di tutelare la separazione tra Stato e Chiesa. Va sottolineato che Grubisic si è già scontrato con la Conferenza episcopale croata, in particolar modo quando ha dichiarato che l’insegnamento della religione nelle scuole pubbliche dovrebbe essere escluso dal programma didattico. Secondo Grubisic “i vescovi stanno facendo un gioco attraverso il quale suggeriscono cosa è giusto, e cosa è sbagliato’”. “Se un giorno la Croazia diventerà uno Stato confessionale, sarà prima necessario cambiare la Costituzione. Fino a quel giorno, la Chiesa non potrà comportarsi in questo modo. I vescovi predicano la discriminazione dai loro altari.” Don Grubisic è dell’opinione che anche la Chiesa, come tutte le altre istituzioni, dovrebbe pagare l’imposta sul valore aggiunto e rendere accessibili i propri bilanci consuntivi in modo da consentire a tutti i cittadini la visione di come vengono spesi i fondi elargiti dal bilancio di Stato. “Non sto difendendo Mesic, bensì la Costituzione. Senza il rispetto della Costituzione, la Croazia sprofonderà nel Medioevo e nel sistema feudale”, conclude don Grubisic.

Fonte: Irreverent Impiety

Archiviato in: Generale

42 commenti

strozzapreti

Che bello avere questa gente al nostro fianco, sia geografico che nel pensiero ! Le verità represse, prima o poi trovano la loro valvola di sfogo attraverso le voci fuori dal coro che in nome della giustizia e della verità, rischiano a 360 gradi la loro vita.

hexengut

Grande don Grubisic! Ma c’è qualche amico croato che possa meglio ragguagliarci?

MENTULA

Mesic è solo il solito laicista dell’ultim’ora, uno dei tanti sconsiderati che collabora al misconoscimento delle radici religiose e culturali del nostro Continente.

Celestino V°

Secondo Grubisic “i vescovi stanno facendo un gioco attraverso il quale suggeriscono cosa è giusto, e cosa è sbagliato’”. “Se un giorno la Croazia diventerà uno Stato confessionale, sarà prima necessario cambiare la Costituzione. Fino a quel giorno, la Chiesa non potrà comportarsi in questo modo.

Avremo mai un teologo nostrano, un ateo devoto qualsiasi, un parlamentare del pd, che dira’ apertis verbis quello che dice Grubisic ?

Luca

Ma Mentula è il nuovo troller provocatore mandato a pagamento per tirare su polemiche inutili?

Comunque, bene per la Croazia. E’ incredibile come sembri così “folle” chiedere semplicemente libertà e riconoscimento per tutti.

Python

MENTULA scrive:
“Mesic è solo il solito laicista dell’ultim’ora, uno dei tanti sconsiderati che collabora al misconoscimento delle radici religiose e culturali del nostro Continente”

Decisamente, affermazioni ad mentula canis…

MaxM

“una propria tassa che possa essere imponibile soltanto ed esclusivamente nei confronti dei fedeli cattolici. In questo modo, lo Stato non dovrebbe più finanziare la Chiesa”

Questa si che è un’ottima idea complimenti… chissà cosa succederebbe se la proponiamo in Italia

lajk

Diciamo che il cattolicesimo ha già fatto troppi danni nell’ex Jugoslavia. Questi vescovi sono scandalosi, pensano di essere ancora negli anni quaranta. Per non parlare di tutte le messe che offrono in suffragio ai criminali ustascia.

ONESTO PRESUNTUOSO

Se don Grubisic non credesse in Nonna Papera sarebbe veramente forte.

e-sugar

Così anche la Croazia si aggiunge alla lunga lista dei Paesi più progrediti dell’Italia!

moreno83

DONVS -> BOB -> MENTULA questo sito ha un troll davvero interessante poliformfico e soprattutto se un C***o da fare tutti i giorni.

Isis

Ciao a tutti. Vi scrivo dalla Croazia e posso soltanto confermare il contenuto dell’articolo e aggiungere che don Ivan Grubišić e’ una vera e propria mosca bianca per quanto riguarda la sua tolleranza e la sua comprensione delle questioni di chiesa e dello stato laico. Infatti, spesso e volentieri ha ribadito che la Croazia e’, in base alla Costituzione, uno stato laico, schierandosi dalla parte di chi non apprezza l’immischiarsi di preti e vescovi in faccende che poco hanno a che vedere con la fede. Lo stesso don Grubišić e’ cosciente del fatto che la Chiesa, volendo essere (come si suol dire da queste parti) il coperchio per ogni pentola, si sta rendendo ridicola nel tentativo di voler per forza estendere i propri “valori” all’intera popolazione.
Spesso mi vergogno di vivere in Croazia, soprattutto quando i preti hanno la presunzione di decidere cosa significa amare il proprio Paese, quando hanno la presunzione di ordinare alla gente come deve educare i propri figli e quando hanno la presunzione di proclamarsi unici portatori dei valori e della morale. Per non parlare poi della fecondazione assitita.
Tra tutto questo ciarpame, don Grubišić e’ non solo un teologo, ma prima di tutto una persona con la quale e’ possibile un dialogo aperto, un vero intellettuale che accetta la differenza tra Stato e Chiesa e non ha paura dirlo apertamente.
Naturalmente, qui in Croazia viene spesso etichettato come (catto)comunista dai membri piu’ esaltati della Chiesa. Quelli piu’ moderati semplicemente lo ignorano, o almeno cercano di farlo. Comunque, nei media don Grubišić riscuote un discreto successo soprattuto grazie al suo fare maturo, saggio e ragionevole. Purtroppo per ora e’ l’unico teologo ad esprimere opinioni come quelle menzionate nell’articolo e credo che rimarra’ tale. In una sua recente intervista, Grubišić ha definito i Croati come ‘schiavi che hanno paura di perdere le proprie catene’. Inoltre, ha severamente criticato la Chiesa per le enormi differenze sociali avute dall’indipendenza al giorno d’oggi. Secondo lui, il ceto medio e’ stato letteralmente cancellato, con conseguente creazione di soltanto due strati sociali che hanno fatto precipitare il paese in un nuovo medioevo: la nobilta’ (stališ) e la plebe (kmetovi). Cito testualmente le sue parole:
“Il clero da’ il proprio benestare, appoggia e benedice tutto cio’ che viene fatto dalla nobilta’ e dai feudali croati. E’ cosi’ che operano: coprendosi reciprocamente le spalle. In questo paese e’ necessario avere un sogno simile a quello di circa duecento anni fa, ovvero la Rivoluzione francese. La Chiesa cattolica in Croazia ha privatizzato l’appartenenza nazionale e religiosa. Il termine “Cattolico croato” e’ diventato un marchio di garanzia della nuova plebe al fine di poter confermare in modo innegabile che si tratta di veri patrioti e fedeli cattolici.”

Isis

@ MENTULA – Credo che definendo il Cattolicesimo (o il Cristianesimo) come “radice culturale e religiosa del nostro Continente” tu stia cadendo in errore. E’ risaputo che la cultura europea poggia sulla filosofia dell’antica Grecia, per non parlare della politica. Un grande peso l’ha avuto il Diritto dell’Antica roma. In seguito, la cultura si e’ sviluppata grazie ad epoche come il Rinascimento e l’Illuminismo, correnti di pensiero che poco hanno a che fare con dogmi e imposizioni cristiane e cattoliche.
Infine, l’Europa e’ stata un fertile crogiolo di religioni e culti che precedono ampiamente la fede cristiana e cattolica.
E come ha ribadito Kaworu, la radice della vita e’ l’Africa, come dimostra un gran numero di reperti archeologici.
Se la Chiesa ha la presunzione di affermare che la cultura e la religione inizino con essa non vuol dire che cio’ corrisponda a verita’.

myself

Noi politici con delle palle così c’è li sognamo, nella realtà invece abbiamo solo tanti leccaculo.

Lindoro

Isis, grazie per il tuo approfondimento. Mi fa piacere soprattutto sentire che quel prete appare spesso in televisione.
Ce ne saranno anche qui da noi, ma nella Santa Mamma RAI di sicuro non li si vedrà mai.

Luca

Dai ragazzi, non rispondete nemmeno a MENTULA.
Vedete come fa? Entra in un topic, molla una provocazione ignorante e non risponde più.
Sono i soliti troller pagati o meno che servono a far perdere di vista gli argomenti principali.

fab

@ MENTULA

Se davvero avessimo radici cristiane, oggi saremmo come l’Iran o l’Arabia saudita.

Ivo Mezzena

Non si riesce a far rientrare nella sfera intima la religione, per i cattolici deve essere uno spettacolo ad ogni strada, edificio, municipio, ecc..
Possibile che dobbiate vedere madonnine, santini, crocifissi ovunque, possibile che la volgarità di un uomo in croce che soffre debba essere goduta anche da chi non ne vuole sapere?

MENTULA

Sis

Brava! E cosi si salta direttamente dall’antichità classica all’illuminismo! Natura non facit saltus!

Ivo Mezzena

@ MENTULA

Il nozionismo non serve a nessuno, inoltre prendi di quelle cantonate.

Isis

@ MENTULA – Beh, parlando di cultura sarebbe contraddittorio menzionare il Medioevo…epoca che, guarda caso, vede la Chiesa come assoluta protagonista.

Oggi grazie a essa, l’unico salto che si fa e’ quello dall’epoca moderna all’oscurantismo medievale.

Tiziano

Avessimo noi in questa triste italietta un politico che sappia ragionare come il presidente croato Mesic! Il fatto che il sig. Grubisic sia dall’altra parte della barricata, ma che abbia capito come dovrebbero stare le cose mi stupisce non poco; sembrerebbe l’eccezione che conferma la regola, ma per un Manto Nero che pensa un po’ ce ne sono ancora troppi che impongono il proprio pensiero alle masse…

Maurizio D'Ulivo

Il merito delle chiese cristiane, pressochè egemoni in Europa durante il medioevo (fatte salve le comunità ebraiche della diaspora e, solo nel periodo altomedioevale, la regione balcanica e le coste settentrionali del Mar Nero, in via di progressiva conquista da parte degli ottomani), è stato senz’altro quello di tramandare la cultura greco-romana, evitando la dispersione di innumerevoli testi prodotti da quella cultura.

Questo merito però non ha la natura di “radice culturale”, bensì quello di “conservazione” di un patrimonio culturale preesistente (e non cristiano).

Mi pare dunque intellettualmente disonesto spacciare un indiscusso merito storico per una radice culturale comune: le radici risalgono a ben prima dell’epoca cristiana, e le ramificazioni della pianta che ne è nata, incluse quelle sviluppatesi in epoca moderna, non sono necessariamente riconducibili al cristianesimo.

MENTULA

Medioevo:
Sant’Agostino, Abelardo, Dante, Boccaccio, Giotto, Cimabue, San Tommaso d’Aquino ecc: che periodo oscuro e barbaro!!!!!!!

MENTULA

Lo sconsiderato Mesic non ha ben compreso i guasti causati alla povera Croazia ( e all’intera ex Jugoslavia) da un regime autoritario e ateo come quello del Maresciallo Tito!

Werewolf

Dal tuo bell’elenco sul Medioevo, MENTULA, puoi tranquillamente eliminare Agostino, Abelardo, D’Aquino: giustificavano tutti l’uccisione degli eretici, ma erano tanto dei bravi filosofi… sì, studiosi di teologia, ovvero di nulla di qui potessero dare qualche prova dei loro ragionamenti (semplificato, per i troll):=nulla . Quanto a Dante, bè, più anticlericale di lui credo non ci fosse nessuno! L’hai letta la Commedia? L’inferno straripa di sant’uomini o presunti tali, per non parlare dei papi! Giotto e Ciimabue furono grandi artisti, ma non sarebbero stati neccessari se il cristianesimo , a livello artistico, non avesse rinnegato tutte le conquiste degli ‘infedeli gentili’! Quanto ai regimi atei, devo aver già risposto in maniera completa (o, se non l’ho fatto io, l’ha fatto qualcun’altro) ad un altro troll, in tutti i sensi, come te, qualche notizia fa. Vorrei ricordare, comunque, che non mi pare che quando era la chiesa a governare o, peraltro, qualsiasi regime teocratico, ci fosse granché giustizia e solidarietà.

GMF

@Mentula

Bei tempi quando invece di Tito c’erano gli ustascià e Miroslav Filipovic Francescano e capo del campo di sterminio di Jasenovac ( 600.000 morti) , quando i rappresentanti locali delle SS scrivevano al Fuhrer per protestare contro l’eccessiva violenza dei loro alleati croatocattoli, e i Fascisti italiani , per limitare le violenze contro i civili serbi e le altre minoranze etniche presero sistematicamente a fucilare i rappresentanti di questa bella milizia papista. All’epoca il sublime cardinale Stepinac, fatto santo da Woitila, protestò vivamente con Mussolini perchè gli italiani impedivano l’opera di conversione al cattolicesimo. Che dilettante la bun’anima di Khomeini !

fresc ateo

W LA CROAZIA LIBERA E LAICA .BENE FA’IL PRESIDENTE A TENERE LONTANO DAL POTERE LE ORDE TONACATE DI NERO VESTITE.IL CATTOLICESIMO MA IN GENERE LE RELIGIONI SONO IL VERO MALE DEL GENERE UMANO VENGONO USATE DA SEMPRE X OTTENERE POTERE LO FANNO USANDO LA GUERRA COME MEZZO HO ALMENO LO HANNO FATTO IN EUROPA X MILLENNI, CAUSANDO TERRORE E MORTE .
LEGGENDO LA STORIA SI HA L’IMPRESSIONE CHE IL CATTOLICESIMO SI SIA IMPOSTO CON MEZZI INFAMI. PER QUESTO QUALUNQUE PèOLITICO SERIO ATTENTO E LAICO NE DIFFIDA

fresc ateo

MENTULA ;DI NERO VESTITO ,GENTILE SERVITOR CORTESE DE PAPATO.
INSOMMA UN BEL TROLL INFILTRATO. GUARDA CHE QUANDO PARLI DI ARTE ,NEL MEDIO EVO ERANO COSTRETTI A DIPINGERE E SCOLPIRE ROBE RELIGIOSE X QUESTO SI DICE PERIODO OSCURANTISTA .
LASCIAMO DA PARTE L’ARTE CHE VENIVA USATA X CELEBRARE LA GRANDEUR ECLESIA. TI RICORDO CHE NEL MEDIO EVO LA SCIENZA ERA MESSA A TACERE COSI COME LA RICERCA SCIENTIFICA QUELLA VERA . VOI CATTOLICI SIETE RESPONSABILI DI AVER RITARDATO TUTTO IL PROGRESSO SCIENTIFICO .
E SE TI PARE POCO??AVER FATTO CREDERE X CENTINAIA DI ANNI CHE LA TERRA ERA FERMA IN CIELO.
MA INSOMMA ANCORA OGGI VI OPPONETE ALL’EVOLUZIONE DELLA SPECIE , E CI SONO MILIONI DI CREDULONI CHE CONVINTI E CERTI DELLA ETA’ TERRESTRE SIA DI 6000 ANNI. E LASCIA PERDERE I GIOTTO E I MICHELANGELO ECC ECC CHE STANNO AL CATTOLICESIMO COME UN PANTALONE RITIRANO E INFELTRITO.

Asatan

@GMF

Guarda ti risponderà:

A) E’ tutto un complotto pluto-giudaico-massonic-satanist-ateo-comunit-marziano per screditare il povero Stebinac, che in realtà ha fatto solo del bene ai serbi, e con lui la chiesa intere.

oppure

B) Chi rinnega le radici cattoliche rinnega il suo paese, quindi è un traditore e ne consegue che debba essere fermato anche con mezzi violenti.

oppure

C) Se è onesto ti dirà che chi non si cofnorma fà incacchiare dio e và eliminto.

oppure

D) (la più probabile) non ti risponderà affatto. Fra finta di non vedere pur di non ammettere che i vari dittatori comunisti e islamisti confrotnati alla CCAR sono dei dielttanti.

Asatan

@GMF

Guarda ti risponderà:

A) E’ tutto un complotto pluto-giudaico-massonic-satanist-ateo-comunit-marziano per screditare il povero Stepinac, che in realtà ha fatto solo del bene ai serbi, e con lui la chiesa intere.

oppure

B) Chi rinnega le radici cattoliche rinnega il suo paese, quindi è un traditore e ne consegue che debba essere fermato anche con mezzi violenti.

oppure

C) Se è onesto ti dirà che chi non si conhorma fà incacchiare dio e và eliminato.

oppure

D) (la più probabile) non ti risponderà affatto. Fra finta di non vedere pur di non ammettere che i vari dittatori comunisti e islamisti confrontati alla CCAR sono dei dilettanti.

MENTULA

GMF
Se ben ricordo l’ateo Tito era quello che fece infoibare migliaia di italiani.

Kaworu

e del credente benito che dici?

comunque scegliti un nick stabile, tanto sappiamo che sei sempre te…

Scimmiacottero

secondo me questo nick è perfetto: mentula+caps lock= una grossa mentula.
meglio di così per autodefinirsi..

per essere IT:
noi abbiamo don franco barbero

peppe

“sarebbe opportuno che introducesse una propria tassa che possa essere imponibile soltanto ed esclusivamente nei confronti dei fedeli cattolici. In questo modo, lo Stato non dovrebbe più finanziare la Chiesa, né tantomeno dovrebbero farlo i cittadini protestanti, ebrei, ortodossi, agnostici e atei.

Quest’uomo è un grande! Ad averceli politici con questi attributi anche in Italia…

peppe

Sant’Agostino, Abelardo, Dante, Boccaccio, Giotto, Cimabue, San Tommaso d’Aquino ecc: che periodo oscuro e barbaro!!!!!!!

In effetti…
Agostino e Tommaso, da bravi cattolici, propugnavano l’uccisione e la tortura degli eretici
Abelardo – non a caso – fu considerato eretico dalla chiesa cattolica
Dante ha messo all’inferno papi e altri chierici

Se un po’ di vento fresco ha soffiato, c’è stato nonostante la chiesa cattolica.

MENTULA

peppe

E’ penoso constatare la mala fede e la falsità che accompagnano certe affermazioni.
Sei pregato di documantare quanto affermato su Sant’ Agostino e San Tommaso!

fresc ateo

MENTULA; TI BASTI L’INFAMIA FATTA DAL PAPA E DA TUTTO IL MALEFICO CLERO ALLA GIGATESCA FIGURA DI UN VERO GRANDE UOMO GALILEO GALILEI . ALTRO CHE PAPPI E CARDINALI.
SE MAI PERIODO STORICO FU’ BUIO ANZI STRABUIO FU’ IL MEDIO EVO.USATO DAI TUOI MENTORI
COME PERIODO DI INFAMIE.

Commenti chiusi.