25 ottobre: Giornata nazionale dello sbattezzo

Giornata nazionale dello sbattezzo 2009

Dopo il successo dell’edizione 2008, durante la quale oltre mille cittadini inviarono la propria richiesta al parroco, l’UAAR ha deciso di organizzare per il 25 ottobre 2009 la seconda giornata nazionale dello sbattezzo. ‘Sbattezzo’ significa cancellazione degli effetti civili del battesimo, ossia l’elementare diritto, sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo e riconosciuto da un provvedimento del Garante per la privacy, di poter abbandonare una confessione religiosa: nel caso specifico, di non essere più considerati dallo Stato come “sudditi” della Chiesa, “obbedienti” e “sottomessi” alle gerarchie ecclesiastiche, come recita il Catechismo.
Le ragioni per uscire dalla Chiesa Cattolica possono essere diverse: coerenza con i propri principi, protesta perchè discriminati in quanto omosessuali, donne o ricercatori, rivendicazione della propria identità atea o agnostica. Oppure la semplice onestà intellettuale di dire “non sono più dei vostri”.
L’UAAR non organizza controriti vendicativi, ma invita coloro che non sono più cattolici a esercitare questo diritto: stima in quindicimila il numero dei cittadini che già lo hanno fatto, ma ritiene che se coloro che non hanno ancora formalmente abbandonato la Chiesa cattolica lo faranno in una sola occasione, l’impatto della loro decisione sarà sicuramente amplificato.
Ci sono due modi per partecipare alla giornata dello sbattezzo:
1.
Attraverso i circoli/referenti UAAR. Le modalità variano da provincia a provincia, per cui è indispensabile contattare direttamente i relativi responsabili o consultare i siti internet dei circoli.
2.
Chi risiede in un provincia diversa da quelle di cui sopra, o chi risiede in una di queste province ma vuole sbattezzarsi individualmente, può:
a) previa verifica che la parrocchia dispone di un indirizzo e-mail o di un numero di fax (non tutte le parrocchie sono informatizzate e l’UAAR non dispone di questi dati), contattare soslaicita@uaar.it per ricevere le istruzioni sullo sbattezzo via fax o via e-mail;
b) scaricarsi il modulo pubblicato sul nostro sito alla pagina www.uaar.it/laicita/sbattezzo/sbattezzo-modulo-per-parroco.rtf, compilarlo, fare una fotocopia della propria carta d’identità e inviare il tutto alla propria parrocchia di battesimo con raccomandata a.r. nei giorni immediatamente precedenti il 25 ottobre.
In entrabi i casi occorre poi inviare (entro il 25 ottobre) una e-mail a segretario@uaar.it comunicando l’adesione all’iniziativa, il proprio nome e cognome e il nome della parrocchia di battesimo: segretario@uaar.it risponderà confermando di aver conteggiato il richiedente nell’elenco (in modo assolutamente anonimo e confidenziale).
La stessa e-mail può essere contattata per i casi controversi.
Il dato pubblico degli sbattezzandi è e sarà formato, oltre che da chi si sbattezzerà tramite i circoli e i referenti, solo da chi ha ricevuto o riceverà l’e-mail con la conferma dell’inserimento nel conteggio. Non vogliamo presentare elaborazioni statistiche inverosimili come quelle della Chiesa cattolica.
Ricordiamo che la data dell’iniziativa è stata scelta in ricordo di quanto accadde il 25 ottobre 1958, giorno in cui  la Corte d’appello di Firenze assolse il vescovo di Prato, che aveva denigrato pubblicamente due giovani che vollero sposarsi civilmente. E lo assolse non perché non li aveva diffamati, ma perché i coniugi erano “suoi sudditi, perché battezzati”: e dunque liberamente denigrabili da parte dell’autorità ecclesiastica.

Altre informazioni:
Le istruzioni ‘standard’ per lo sbattezzo
Il gruppo su Facebook
Gli appuntamenti, città per città della giornata dello sbattezzo

Archiviato in: Generale, UAAR

247 commenti

Mario 47

Ritorno ostinatamente a quanto già proposto più volte (invano): cogliamo l’occasione per definire con affidabilità il numero (sia pure per difetto, ma comunque non confutabile da chicchessia) non solo di quanti si sbattezzeranno il 25 Ottobre 2009 ma anche di quelli sicuramente sbattezzati – o non battezzati – prima di tale data.
Mi pare sia il primo passo per poter valutare criticamente e – se necessario – confutare le statistiche da noi ritenute improbabili della ccar.

Attendo commenti e suggerimenti su come eventualmente procedere.

Mario (sbattezzato ufficialmente, con moglie sbattezzata ufficialmente e con due figlie non battezzate).

Aforismario

Purtroppo una stima relativamente precisa degli sbattezzati italiani, mi sa che potrebbe essere compiuta solo dalla Chiesa stessa. L’UAAR potebbe provare a compiere un conteggio invitando tutti gli sbattezzati a inviare tramite e-mail copia del proprio “certificato di sbattezzo” (ovvero la lettera di risposta del parroco), non so quanto potrebbe funzionare, ma si potrebbe provare.
Per intanto, vi lascio con il video sui 10 motivi per sbattezzarsi:
http://www.aforismario.it/ateosofia/sbattezzo.htm

Mario 47

@aforismario
E’ ovvio che non possiamo basarci sui dati della ccar, che speriamo di poter contestare; l’idea di raccogliere i certificati di sbattezzo può certamente costituire il punto di partenza: parallelamente ciascuno può dare altri dati univoci e non confondibili su altri forme di non appartenenza, e.g. richieste di sbattezzo non andate ancora a buon fine, congiunti non battezzati o di altre religioni.
Un buon data base di tali dati, con filtri su età, residenza, parrocchia etc. può dare indicazioni parziali già in contrasto con i dati ccar. Va senz’altro valutato il problema della privacy e dell’eventuale riluttanza ad esporsi, dato il vento che tira, sia da parte cattolica che da parte politica!

mario

takeshi

Spero di poter festeggiare anche io, visto che quel furbo del prete della parrocchia qui vicino sta facendo l’indiano e non ha ancora risposto alla mia lettera. Ma fare lo struzzo non gli servirà a nulla. Non hanno un minimo di dignità questi preti, si sono specializzati nelle tecniche della simulazione dell’inganno nei secoli e ora non mollano. Ma vedrete che mi mollerà, struz(n)zo!

Asatan

L’idea di fare anche un conteggio dei non battezzati alla CCAR non è male, anche se andrebbero inserti anche gli appartenenti ad altre confessioni (valdesi, ebrei, ecc) oltre atei ed agnostici.

FaberIptius

@ UAAR

Resto in attesa del nuovo banner da pubblicare al più presto sul mio blog :-)

Maciste

Auguri e felicitazioni a quanti vorranno aderire a questa magnifica iniziativa. Buon lavoro e buon sbattezzo! 😉

P.S. informatevi bene sui vostri diritti e ricordate che non siete affatto tenuti a sostenere colloqui nè col parroco nè con esponenti della diocesi, nè tantomeno siete tenuti a motivare la vostra scelta.

Andrea (Mi)

@ takeshi
Manda una raccomandata al vescovo, sollecitando una risposta da parte della curia e minacciando di far ricorso al gargante dlla privacy.
Vedrai che nel giro di poco ti rsiponderanno (a me è andata così).
Se madi una email sl servizio soslaicità della uaar esponendo le tue intenzioni, ti verrà inviato un modulo per il sollecito al vescovo…

Andrea (Mi)

Già facciamo partire l’iniziativa del conteggio dei non appartenenti alla famigerata CCAR.
Mandare un e-mail con la copia della raccomandata con l’avvenuto sbattezzo mi sembra il modo migliore per fare il conteggio…

Maciste

@ Don Alberto

Li compili direttamente lei i moduli, poi glieli faccia firmare e li sbattezzi recitando il “de profundis”…
:)

Luka

Non dovete dire del 25 ottobre ora, poi la gente fa come me e non riesce ad aspettare (ho resistito fino al 20 poi ho ceduto alla fretta :D)! :-)

jan hus

Mi posso risbattezzare? Il mio sbattezzo lo festeggiai offrendo da bere agli amici. Gran bel giorno!!
Auguri a tutti i neo sbattezzati.

For all the gods

@jan hus “Mi posso risbattezzare? Il mio sbattezzo lo festeggiai offrendo da bere agli amici. Gran bel giorno!!”
puoi fare l’anniversario, sarà un bel giorno , magari qualcuno ti segue.

jan hus

Buona idea! Infatti dopo un pò anche tre di loro si sbattezzarono! L’anniversario è tra un mese, stavolta distribuirò il volantino informativo dell’uaar. Ciaociao

ethan

vorrei far sapere al mio ex parroco che non ho dato segni di ravvedimento dallo sbattezzo dell’anno scorso. che faccio, gli scrivo?

don alberto

MACISTE, eccetto qualche raro caso, per tanti altri io devo far finta di non sapere …

Luca

Io avevo cominciato a raccogliere, contare e localizzare gli sbattezzati, raccogliendo le risposte mandate dalle parrocchie.

Gli aderenti all’iniziativa sono stati pochi fin’ora.

takeshi

@ Andrea (Mi)

Grazie del consiglio, è bello sapere che dopo la tua seconda mossa hai ottenuto l’agognata liberazione :-). In effetti, avevo iniziato a informarmi delle ulteriori misure da adottare e mi muoverò al più presto nella stessa direzione.

@ jan hus

mi hai dato una bellissima idea. Quando otterrò la liberazione dalla cattività cattolica organizzerò una bella cena con gli amici per celebrare l’avvenimento e per rimarcare quali cose rendano felici noi persone libere oltre che per metterci un po’ in pari con le feste per i battesimi cattolici.

Flaviana

io mi sono sbattezzata ad inizio anno. Sono pure io dell’opinione che dovremmo fornire dati piu’ precisi partendo da una richiesta UAAR agli sbatezzati, affinche lo comunichino, non mi rivolgerei alla chiesa per questo.

Carlo Mascolo

Con orgoglio posso affermare che la settimana scorsa ho finalmente ricevuto la risposta dal parroco relativa al mio personale sbattezzo!

Auguri a tutti quelli che lo faranno il 25 Ottobre!

Maciste

@ takeshi e Andrea.

Anche per me è successo così.
Succede per lo più dove ci sono sacerdoti anziani (e rincogl… con rispetto parlando :) ) che non concepiscono nemmeno una cosa del genere, oltre a non saper accendere un PC.
In questi casi interviene la Curia e detto tra noi è pure meglio perchè ti arriva una bella lettera intestata e scritta bene bene con una carta di pregevole qualità (sanno spendere i soldi, non c’è dubbio).
Sembra fatta appositamente per incorniciarla e metterla in salotto :)

Salvatore P.

Ragazzi ma la sede nazionale è in via ostiense? perché io mi sono appena trasferito nei pressi della stazione… via pellegrino matteucci per l’esattezza

Silvia

Siiiiiiiiiiiii pure io mi sbattezzo il 25 ottobre! Volevo farlo prima, ma l’unione fa la forza, per cui preferisco aspettare perchè il gesto sia più incisivo. E poi è il giorno dopo il mio compleanno, così festeggio x due giorni! :-)

Max

Uff… vorrei farlo anch’io ma non posso perche’…… mi sono gia’ sbattezzato l’anno scorso!! :-)

marco

io ci sarò comunque io ho già il modulo da spedire al parroco del paese che sarebbe in sardegna

Bastiancontrario

Io sono Cristiano cattolico orgoglioso di esserlo. Non mi sbattezzerò mai nonostante i miei peccati
ABBASSO IL 25 OTTOBRE!

giovanni

Un minimo di coerenza…dite di non credere e poi approfittate delle festività natalizie e pasquali (e non solo) per farvi le vacanze. Visto che rinunciate al Battesimo perchè non rinunciate pure alle festività per continuare a lavorare ecc. Siete incoerenti e ridicoli.

bruno dei

Da sbattezzato soddisfatto e sereno vi dico: Fatelo anche voi, e, come diceva un nostro amico ormai defunto (eh eh eh…): NON ABBIATE PAURA!!!

PaoloCap

@Bastiancontrario:
Liberissimo: vorrei esserlo altrettanto io (e non proclamo abbasso nessuna data)

@giovanni: deduco che il diritto al riposo sia solo dei credenti. Ottimo.

Giancarlo Nobile

Speriamo che la manifetazione non sia a Napoli come l’anno scorso un mortorio, occorre fare una grande festa di Piazza con canti e balli, i cittadini devono capire che il non credente non è una persona triste ma è forse la più felice perchè è cosciente pienamente della sua esistenza e del grande gioco che svolge con tutto ciò che compone l’esistente nel tempo che gli è dato di vivere.

totò

ma cosa festeggiate? cosa sbattezzate?…fate una cosa per un qualcosa che non dovrebbe esiste…partecipate ad un delirio di massa nella stessa misura di come giudicate le celebrazioni religiose di ogni ordine e grado….Ma siete sicuri?….i punti sono tre:
1) vi riunite perchè l’unione fa la forza (per non dire mal comune mezzo gaudio)
2) siete perseguitati giornalmente dal popolo dei credenti
3) non avete un cazzo da fare

Sclero

Quoto: “totò scrive:

“25 Giugno 2009 alle 15:42
ma cosa festeggiate? cosa sbattezzate?…fate una cosa……………………….”

Ooohhh..Era ora! Finalmente qualcuno con le idee chiare e con certezze incontrovertibili. Mi complimento, Lei ha davvero capito tutto! Bravo, abbiamo bisogno di figure come la Sua.

Mi permetta, Simpaticissimo, di provare a risponderLe

1) L’unione fa la forza per tutti gli esseri umani (e non ). A tal guisa mi sembra che la chiesa cattolica… E comunque si consoli, vi è anche il suo contrario: “Chi fa da se fa per tre”.
2) Perseguitati mi sembra, Carissimo, una parola un poco grossa. Direi piuttosto che non ci lasciano mai soli.
3) Parla per esperienza personale?

Visto che sono ignorante e non sto mai capito, questo ottobre mi sbattezzerò anche io, mia moglie (matrimonio civile…tiè!) ha la stessa intenzione. Nostra figlia è già servita poichè abbiamo ritenuto un atto di rispetto nei suoi confronti non imporle cerimonie, religioni, dogmi e quant’altro. Sarà solo lei a decidere per se stessa quando sarà abbastanza grande per poterlo fare. Che fessi siamo vero?

Sclero

Quoto: “giovanni scrive:

22 Giugno 2009 alle 17:49
“Un minimo di coerenza…dite di non credere e poi approfittate delle festività natalizie e pasquali (e non solo) per farvi le vacanze. Visto che rinunciate al Battesimo perchè non rinunciate pure alle festività per continuare a lavorare ecc. Siete incoerenti e ridicoli.”

Ahahahaha!
Però… ma diamo così tanto fastidio?
Capisco,capisco, E’ dura trovare argomenti seri per morderci i polpacci e allora vai col tango delle stupidate.
Personalmente il 25 Dicembre festeggio il Sole Invitto. Leggere libri please, che magari si impara l’origine del natale e di tante altre cosine…

giovanni

Ok ho deciso, mi sbattezzo ma ad una condizione: datemi il nome di un ateo che ha fatto ciò che ha fatto madre Teresa…!

sara menon

io sono già sbattezzata, ma sono felice di fare sapere a chi conosco e che condivide questa mia scelta, che si può fare.

sara menon

per giovanni che ha scritto il 2 luglio:
senza guadare esempi eclatanti che la chiesa cattolica si è sempre preoccupata di sbandierare ai 4 venti (e fin qua niente in contrario), insabbiando però tutte le questioni sorte con i preti pedofili (per esempio), se cerchi qualche nome di persona atea che fa del bene tra la povera gente, colpita da guerre e persecuzioni, basta che guardi a chi lavora per Emergency, a tutti i medici e le/gli infermiere/e di Medecin sans frontiers e in generale a chi è ateo ma possiede altruismo, moralità e sensibilità anche se non è un fedele (di qualsivoglia religione). Credo sia ora di smettere di credere ciecamente alla verità assoluta del connubio: cristiano = brava persona, ateo = amorale.

Riccardo

Per Bruno Dei:
la tua allusione a Giovanni Paolo II è di pessimo gusto. Io rispetto le idee di tutti ma solo se espresse in maniera rispettosa.

Riccardo

Per Sclero:
Lei sostiene che accusare gli atei di farsi la vacanze a Pasqua e a Natale è una stupidata. Forse è vero non bisogna attaccarsi a queste cose nella dialettica ma, per “par condicio”, mi permetta di evidenziare altre 3 stupidate:
-slogan sugli autobus
-cosiddetto “sbattezzo”
-gay pride

Ironia a parte: il cattolicesimo e l’ateismo sono due scelte di vita molto serie. Ben venga la dialettica ma senza risse di cortile, infantilismi e pagliacciate.

Mattia

@Giovanni
Con la retorica non sei male: peccato che nella vita questa conti solo relativamente. Se non ti va bene quello che diciamo qui, ti invito a guardare in alto a destra del tuo schermo: dovrebbe esserci una bella X che ti permette di allontanarti da un sito sì blasfemo.

Bella idea, sarò dei vostri.

giovanni

cmq sappiate che chi è battezzato lo sarà sempre, naturalmente per me che credo in Dio. Togliere il proprio nome da un registro non vuol dire niente, è solo un fatto esteriore…il Battesimo è un’altra cosa, è qualcosa di più profondo. Questo è il mio pensiero. Tolgo il disturbo.

Riccardo

Mi spiace che l’utente Giovanni si sia offeso e abbia deciso di andarsene.
Questo blog è uno dei più intessanti che si possano trovare su Internet perchè qui si affronta l’interrogativo più grande che un essere umano possa porre a se stesso: l’esistenza o meno di Dio.
Tuttavia se qui scrivessero solo atei, se qui ci fosse solo il “pensiero unico” sarebbe ugualmente interessante? Io penso di no. La bellezza di un blog sta nel contraddittorio.
Io sono cattolico però mi piace leggere quello che si scrive qui perchè il mio arricchimento, non solo culturale ma anche spirituale, può venire anche dalle parole di un ateo.
Unica nota dolente: la sopportazione delle persone maleducate, da ambo le parti ovviamente.

Giovanni

Non mi sono offeso e mi dispiace se ho offeso qualcuno. Io ho alcuni amici e parenti atei ma non per questo non li rispetto anzi… sono molto più sinceri e altruisti di molti altri amici miei credenti. Io sono credente cattolico non perchè mi è stato imposto ma perchè esperienze di vita mi hanno fatto capire che sono più felice così. Anche io prima non credevo. Con questo non voglio dire che sono più felice di un ateo ma semplicemente che io sono più felice ora di quando ero ateo. Tutto qua. Ognuno è libero di non credere o di credere…a presto!

Sclero

Riccardo scrive:

4 Luglio 2009 alle 19:15
Per Sclero:
“…………, mi permetta di evidenziare altre 3 stupidate:
-slogan sugli autobus
-cosiddetto “sbattezzo”
-gay pride

Ironia a parte: il cattolicesimo e l’ateismo sono due scelte di vita molto serie. Ben venga la dialettica ma senza risse di cortile, infantilismi e pagliacciate.”

D’accordissimo! Lei trova il sig. Totò serio con i suoi tre punti?

Per gli slogan sugli autobus che lei trova “stupidate”; anche la chiesa cattolica li usa (gli slogan) mi pare. Basta accendere la radio e sentirete un accorato appello per l’otto per mille con tanto di coro angelico come sottofondo. La si chiami come si vuole ma per me rimane pubblicità e come tal pagata per esserlo.
Per lo sbattezzo; ha una valenza pratica ed una simbolica. Pratica per me (mai sentito parlare di testamento biologico e accanimento terapeutico con tutte le sue conseguenze anche e sopratutto imposta dal clero?) e simbolica per il clero, ovvero a chi impone senza chiedere perchè si sente nel giusto e nella unica verità. Si dovrebbe magari aspettare verso i trenta anni (ricorda niente…) per chiedere e, ovviamente dietro assenso dell’interessato, darlo il battesimo. Imporlo, dietro assenso della figura del padrino che nulla ha che a vedere con la volontà del diretto interessato che la potrà sviluppare per l’appunto solo da adulto, è una, ripeto, imposizione. Legalmente ci sarebbe da discutere parecchio sulla legittimità della questione e in questo sito troverete interessantissimi motivi di riflessione sulla cosa.
Sul gay pride; mi spiace ma non riesco a trovare alcun nesso con i due punti precedenti se non con il fatto che Lei le definisca “stupidate”.

Cito:giovanni scrive:

5 Luglio 2009 alle 18:51
“………….cmq sappiate che chi è battezzato lo sarà sempre………”

E’ questo, questa certezza assoluta delle cose che mi ha sempre lasciato perplesso e dato un gran fastidio fin da quando facevo catechismo e andavo a messa. Questo messaggio: “fate come vi pare tanto oramai ce l’hai e non te la puoi cavare di dosso questa religione, questo credo.”

Una domanda… Se aveste visto i natali dall’alltra parte del pianeta, se vi avessero detto fin dalla più tenera età che solo la Trimurti è la vera Via e la sola Verità e se tutta la società attorno a voi vi avesse detto che, ovviamente, è il resto del pianeta a credere nel falso, voi a cosa credereste?

giovanni

Sclero penso che a prescindere dal fatto che credi in Gesù o in Budda o a Trimurti o non credi, l’importante è sempre e comunque fare il bene, rispettare l’altro ed impegnarsi per un mondo migliore. A me sinceramente se scrivete certe frasi sugli autobus o altro non mi importa tanto ne tantomeno mi importa se la chiesa sbaglia. La mia fede é un fatto personale ed interiore. Se in un luogo pubblico c’è o non c’è il Crocifisso per me è uguale. Non è questo che condiziona il mio credo. Penso che lo stesso dovrebbe essere per voi. Per quanto riguarda il Battesimo ciò che ho scritto prima è un mio modo di vedere quel rito. Naturalmente se non credi cambia tutto. E’ solo un mio pensiero più o meno condivisibile…tutto qua!

michele

Sono felice di non dover partecipare alla giornata dello sbattezzo ma solo perché non sono mai stato battezzato!!!

Sbattezzatevi! Sbattezzatevi! Sbattezzatevi!

Ciao e un buon sbattezzo a tutti!!!

Fabrizio

Faccio noatare a quelli che dicono “tanto il battesimo e’ una cosa che rimane” che, fortunatamente, con lo sbattezzo si ha anche la “scomunica latae sententiae”. Quindi dal punto di vista religioso e’ come se non si fosse mai stati battezzati.

Io ho partecipato lo scorso anno e consiglio a tutti di sbattezzarsi, e’ un atto importantissimo per la lotta a favore della laicita’ dello stato.

flavio

Sbattezzato anche io un paio di mesi fa e in tempi molto veloci. Fatelo: fa bene alla pelle.

Emanuele

Gia Fatto :)

Ora credo nella DIVERSITA’, ne sono assorbito, ed assopito.
E’ cosi…”Umana!!, SI lo è.

Anche da qui, da questo punto di vista esiste un DIO..
due, tre, Esiste un DIO femmina, e pure un DIO travestito da Giunone..
Un DIO Nero.
Io, ORA:
Identifico, ogni essere vivente, come un DIO,
questo mi fa smettere di classificarne le specie, se non per studio, ma vicino ad esse, non in aule di sQuole, ibride di NULLA.
Sawodikrap (thai, arrivederci) Con Mani giunte

bruno dei

Per Riccardo:
La mia ‘allusione’ a Giovanni Paolo non è affatto una ‘allusione’, ma una banale citazione. E non ha alcun gusto, nè ottimo, nè pessimo.
Saluti.

Roberto

Come faccio a sapere qual’è la mia parrocchia di battesimo?
Secondo ciò che ricordo del racconto che mi fece mia madre, sono stato battezzato (oltre 50 anni fa) nella cappella dell’ospedale.
Nè la cappella, nè l’ospedale ora non ci sono più a chi mi rivolgo?
Ciao

Aldo

Sin dall’età della pietra l’uomo ha avuto bisogno di credere nell’esistenza di un dio-protettore per affrontare più coraggiosamente la paura, soprattutto per le cose al momento inspiegabili. La (cono)Scienza ci dimostra giorno per giorno l’impossibilità dell’esistenza di entità sovrumane. Le paure, però, sono difficili da gestire (Vanna Marchi docet) perciò il bisogno di un dio potente e buono che protegge, fa guarire e accoglie dopo la morte. Quindi la funzione “terapeutica” della fede in questi casi è indiscutibile, tutt’altra cosa ovviamente l’operato di una Chiesa che si approfitta dei disagi esistenziali delle persone per consolidare ricchezze e potere temporale che offendono perfino la parola del loro Cristo.
Io mi sono sbattezzato in occasione della visita papina alla chiesa di S.Pio (Gargano) della quale vi lascio ammirare…
(http://forum.politicainrete.net/puglia/13770-tutta-rivestita-doro-la-cripta-che-accogliera-la-tomba-di-s-pio.html)…
tutto il suo “splendore”! Ragazzi la strada è lunga ma la gioiosa macchina della laicità procede inesorabile. Il fondamentalismo religioso ha abbruttito la nostra vita, non permettiamo che succeda lo stesso anche ai nostri figli e ai nostri nipoti. Un saluto affettuoso a tutti.

Bulk

Lo sbattezzo è un “sacramento” meraviglioso, ci si sente veramente liberi e felici quando si riceve la lettera da parte del parroco.
Provare per credere (non vuole essere una battuta).

SBATTEZZARSI è indice di progresso intellettuale;

SBATTEZZARSI è un motivo di grande soddisfazione per chi lo fa;

SBATTEZZARSI è un passo avanti nell’evoluzione della specie umana;

SBATTEZZARSI è un traguardo avanzato dello sviluppo dell’intelligenza…

SBATTEZZARSI è un atto di amore verso se stessi.

questa è la mia opinione.

ser joe

Per Giovanni del 2 luglio ore 19:34
Nessun ateo ha fatto DEL MALE quanto Madre Teresa. I giornalisti che hanno visitato il suo ospedale hanno potuto testimoniare anche con filmati la mancanza di trattamenti sanitari per i malati in particolare per i bambini e il suo fanatismo nell’incoraggiarli ad accettare la povertà e la miseria. In un documentario per Channel 4 si vede Madre Teresa che dice ad un moribondo: “Stai soffrendo come Gesù Cristo in Croce e di sicuro Gesu ti sta baciando” e il malato risponde: “Per favore digli di smettere di baciarmi”.
E’ sempre stata criticata dalla stampa medica per la scarsa qualità delle cure, le cattive condizioni igieniche, il riuso di aghi, siringhe, bende riutilizzate con rischio di infezioni e morte per malattie che i malati non avevano prima di entrare in ospedale, senza parlare della mancanza di diagnosi.
Il dottor Robin Fox, direttore della rivista THE LANCET dopo aver visitato la clinica di Calcutta la descrisse sporca disorganizata e in mano a suore e volontari senza esperienza infermieristica, senza medici e pazienti ammassati senza distinzioni tra malati inguaribili ed altri con possibilità di guarigione ma che rischiavano per tale promiscuità e mancanza di cure adeguate.
Stesse critiche ha testimoniato uno scrittore indiano su STERN facendo notare molti dubbi sul reale operato di Madre Teresa.
Ti basta?
Ah, dimenticavo non hai mai sentito parlare di EMERGENCY e di un certo Gino Strada?

dadelix

Io non sono così d’accordo con l’assunto che il dialogo si arricchisce se avviene tra credenti e non. Un logico ed un sofista non hanno punti in comune nella discussione. Estremizzando, pensate a Ruini ed Odifreddi che si confrontano…

Elio Manfredini

Non sono un cristiano, ne mai lo fui, non ho fede alcuna,ne penso che sarei migliore se l’avessi, ne penso il contrario il non averla, non toglie che averla o no sarebbe diverso il modo di pensare alla vita, cercando di comprendere che non essere credente all’oroscopo e altre similitudini
compresi il non esserlo nel linguaggio nell’esserci e nel rapporto con il mondo senza pensare di insegnarlo, con coerenza; o vergognarsi.
Elio Manfredini

Veronica

Mi rendo conto dell’importanza simbolica del 25 ottobre, ma quest’anno è domenica: non è meglio anticiparla al 23 o al 24, o posticiparla al 26? Giusto per avere una data di riferimento, altrimenti fra chi manda la raccomandata il venerdì, chi il sabato e chi il lunedì ci disperdiamo un po’… non so, a me piace l’idea che si faccia tutti nello stesso giorno :)

Furio Bigi

Quindicenne, capace di pensiero razionale età permettendo, ateo, madre agnostico/filobuddista, padre agnostico, mai battezzato, infinitamente grato ai suoi genitori e desideroso della tanto agognata quanto promessa quanto mai esistita laicità dello stato in cui vive.

Staccatevi dal braccio la flebo di religione (che succhia non meno di quello che inietta), persone del mondo, potete farne senza!

Giuseppe Corbisiero

Da quando ho perfezionato la mia capacità di intendere e di volere, dunque per lo Stato italiano dal compimento dei miei 18 anni, non ho compiuto nessuna azione che manifestasse una mia volontà di sentirmi parte di una comunità religiosa, e dunque sottomesso alle sue gerarchie.
Non vedo come possa io risultare responsabile di fronte allo Stato di un atto, il battesimo, posto in essere dai miei genitori per mio conto quando ero totalmente incosciente.
Non vedo ragioni per cui dovrei compiere un atto per uscire da una comunità di cui io non sono mai stato parte, di fatto e di diritto.
Il battesimo, e di conseguenza quello che qui si definisce “sbattezzo”, è privo di ogni significato non in quanto si è atei: ma perché è un atto che dovrebbe rispondere a una manifestazione di volontà soggettiva, laddove esso è invece posto in essere da terzi, senza che possa esservi consenso del diretto interessato in quanto questi è assolutamente incosciente.

Anacleto il gufo spennacchiato

Che meraviglia!
Però una cosa: bisogna fare attenzione a non cadere in una trappola.
Se per non essere più cristiani poi aderiamo alla setta dell’Uaar, siamo solo passati dalla padella alla brace.
L’Uaar è una bella associazione, ma ho la sensazione che tenti di adescare adepti come la Chiesa.

TaK

@ Giovanni:
Ma di madre Teresa ha letto qualcosa, o ha sentito solo quello che raccontano in parrocchia ?? Si informi, poi al limite riparliamo del bene che ha fatto ai bambini lasciati morire, quando potevano essere salvati con un’iniezione di antibiotici.
Lei era convinta che le privazioni e il dolore avvicinassero a dio, il problema grosso era che imponeva questa sua idea a tutti, malati terminali compresi… quindi, niente antidolorifici !!

TaK

@ Anacleto:
il tuo post avrebbe un senso se la UAAR stesse facendo una campagna per le adesioni all’associazione.. qui si parla di sbattezzo, che c’entrano gli adepti ?
ciao

mario scalise

spett.le uaar,
grazie a voi sono ufficialmente non appartenente alla chiesa cattolica dal 27/10/2008 e quindi il 25/10/2009 sarà quasi un’ anno. GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE….

iuzi

@Riccardo (del 6/7/09) potrei dissentire (per esperienza personale).
a volte se un credente entra e dice la sua anche con rispetto viene subito preso in giro da chi non crede.
capita a volte che non si ha rispetto per chi la pensa diversamente, inutile negarlo.
(conosco un utente, di un forum, che non si risparmia mai gli insulti, anche se non si parla di religione… e questo ti fa capire su come “partano” certe persone e certi concetti.)
un tempo ero “ultra credente” non sgarravo niente, poi mi son “calmato” e son diventato più “normale” che altro, ma non ateo.
ho i miei peccati e li commetto ma una cosa che spero in ciò che credo è che “ricordarsi” di Dio in questa vita possa portare alla salvezza della mia anima.
è il mio pensiero e nessuno mi può deridere per questo.
una cosa che ho imparato in questo periodo di transizione dal “quasi bigottismo” alla “normalità” è che non serve cercare di convertire un ateo.
basta solo spiegare cosa c’è in questo mistero di Dio sperando poi che egli capisca. stop.
il resto è inutile.
l’animo umano vive di speranza…. in cio che crede (e si ritorna sempre qui).
saluti a tutti.

franco

Vorrei aver battezzato mio figlio solo per il gusto di sbattezzarlo il 25 ottobre…
=)

cristiana

Mi dispiace x chi decide di sbattezzarsi..mi fa una sincera chi parla di madre Teresa e Giovanni Paolo II in termini negativi..per non parlare di chi dice che gli dispiace non aver battezzato il proprio figlio per poterlo sbattezzare..che ignoranza..
È triste avere ogni giorno che passa la consapevolezza che Satana si impossessa di un popolo sempre più vasto..guerre,omicidi,violenza,e soprattutto la negazione dell’esistenza di Dio e quindi anche di Satana stesso!perché se credi che esiste uno credi anche che esista l’altro!e la negazione di questo è la sua più grande vittoria!quindi anche se non ve ne rendete conto state aiutando Satana e andando contro a Dio…ma non dicevate che non esiste?allora di cosa vi liberate?!provo pena e immensa tristezza..

E poi..cosa c’entrano il 25 dicembre che sarebbe la festa del sole (leggi anche tu qualche libro..il vangelo x esempio..non si fa riferimento ad una data precisa..è solo stata fissata x convenzione) o le vacanze a natale o pasqua..la fede va oltre..ed è solo una cosa che a voi manca!peccato..

Roby

@ cristiana

Hai mai preso in considerazione l’eventualità che Dio e Satana non esistano e che le tue siano dunque solamente farneticazioni deliranti? Non dico che tu debba per forza pensarla così, ci mancherebbe, ma almeno abbi un po’ più di rispetto per chi non crede in ciò in cui credi tu. Non è carino dire frasi del tipo “provo pena” e “che ignoranza” a chi non la pensa come te. Se le persone religiose fossero un po’ più rispettose di chi non lo è vivremmo in un mondo migliore.

Roby

@ cristiana

Può anche darsi. Spero che mandi in paradiso me (che ho sempre rispettato il prossimo facendomi in quattro pur senza mai andare a messa e senza mai pregare) piuttosto che un prete pedofilo o un cattolico che non rispetta il prossimo. Se è veramente buono e giusto come dite farà così. Altrimenti è solamente una specie di mafioso: se non fai ciò che ti ordina di fare ti manda all’inferno. In tal caso meglio finire all’inferno che vivere come schiavo di una simile divinità.

cristiana

Sai Roby,Dio è misericordioso,ma é anche giusto!e non sarai certo tu o chi come te non lo conosce ne nessun altro ad insegnargli chi deve essere giudicato e come!
E Dio non ti obbliga a fare proprio niente,mai sentito parlare del libero arbitrio?
Tu sei libero!e ricorda che un vero cristiano non è solo colui che va a messa..ti devi comportare secondo l’insegnamento di Gesù,che ha dato 2 comandamenti che sono un messaggio d’amore!
I preti sono persone e come tali peccatori!
Un prete pedofilo o che rinuncia al voto di castità non pecca di meno di un uomo o una donna che davanti a Dio si sono giurati fedeltà eterna e poi commettono adulterio o incesto verso i figli!
Davanti a Dio siamo tutti uguali e peccatori!chi più chi meno!

Roby

Grazie della lezioncina ma il catechismo l’ho già fatto da bambino. Appena ho cominciato a diventare un po’ più grande e a far funzionare il cervello mi sono reso conto dell’assurdità del cattolicesimo (come di tutte le altre religioni). Ciao

laura

30 anni fa, avevo solo 19 anni e mi perdono per via dell’età, ho commesso la leggerezza (o il crimine?) di lasciar battezzare mio figlio. Da qualche anno io sono sbattezzata e ora, con mio grande giubilo, il mio pargoletto mi ha annunciato di volersi sbattezzare a sua volta. Sono così felice che lui ponga rimedio ai miei sbagli che voglio condividere con voi la mia gioia!

cattolico

Roby…ma quali lezioncine…ma che far funzionare il cervello…ci sono tante cose assurde davvero, non le religioni, non il cattolicesimo…lottate contro qualcosa o qualcuno che sostenete non esistere…ma che senso ha allora fare quello che state facendo…che senso avete voi…probabilmente siete così accecati dall’odio da non sapere cosa fate…
ho notato una cosa…siete tutti contro la chiesa e i preti ed ogni sorta di religioso…ma non avete ancora capito che siete contro altri uomini e contro un’istituzione creata da uomini…e tu saresti quello che è sempre andato in contro al prossimo? si ma al prossimo che piace a te…mica al prossimo in generale!! bravo, complimenti! a te e a tutti i posseduti che scrivono in questo sito!
beh comunque sono d’accordo con cristiana nel provare pena e tristezza per voi…ma prego perché il Signore stenda la Sua mano su di voi!

laura

@ cattolico

Anch’io, sebbene posseduta giacchè scrivo in questo sito, pregherò la Ragione affinchè si ricordi di te e perchè, invece di stendere la Sua mano su di te, voglia levare il velo che ti ottunde la mente!

cattolico

povera laura…non ho bisogno della tua ragione, sono laureato in materie scientifiche e sono in grado di ragionare forse meglio di te, dato che penso che, a prescindere dalla religione o dal credo spirituale che appartiene a ciascuno, solo una persona limitata (e con gli occhi foderati di pancetta…altro che velo sulla mente!) può arrivare a credere che dietro l’origine del mondo, dell’universo, di tutto quello che vuoi non ci sia qualcosa di sopranaturale (e non mi riferisco ad un dio specifico)…all’inizio ed alla fine di tutto…la materia non si autocrea…comunque tralasciamo le questioni della scienza…la fede va ben oltre!
tu sei convinta che Dio non esista, io si! non abbiamo 2 idee diverse, semplicemente a te manca la fede che io e molti altri cattolici abbiamo…
comunque non c’è nessuno che abbia ragione o torto…è solo questione di fede…e ringrazio Dio ed i miei genitori per essere stato battezzato!
non manca molto perché il Signore si manifesti, ed allora, saremo tutti posti di fronte ai nostri peccati!

yoshi

Comunque penso che nessuno in questo blog abbia ragione perchè semplicemente nessuno sa se Dio esiste. L’unica cosa di sicura è quella che ci da’ più sicurezza, la fede, essere ateo e credere nella scienza ecc.. sta a noi decidere in cosa credere.
Io sono ateo e prevedo di farmi sbattezzare perchè trovo sicurezza nella scienza e per protestare non contro la religione che in sè credo sia una bellissima cosa per chi ci crede ma contro le persone disoneste che si nascondono dietro di essa per apparire come buone.

cristiana

Ma cosa ve ne frega di lottare contro le presobe religiose?da dove nasce questo odio?!
Nessuno sa se Dio esiste!è solo una questione di fede! Solo che voi non sapete con chi lottate! esistestr

yoshi

Ce ne frega in quanto esseri umani con un minimo di coscienza.
Comunque ho ragione con te, è solo una questione di fede, siccome non ne ho mi faccio sbattezzare.

yoshi

A quanto pare ho spento sia cristiano che la sua controparte femminile

yoshi

A tutti quelli che leggono dico: SBATTEZZATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Sbattezzarsi non vuol dire diventare eretici o posseduti come molte persone stupide e ignoranti pensano, è solo il modo per non far più parte per quella società per azioni chiamata Vaticano.

Roby

@ cattolico

“e tu saresti quello che è sempre andato in contro al prossimo? si ma al prossimo che piace a te…mica al prossimo in generale!! bravo, complimenti! a te e a tutti i posseduti che scrivono in questo sito!”

Ma come ti permetti di drimi queste cose? Non mi conosci neanche. Sono senza parole, vergognati.

Roby

@ cattolico e a cristiana

“all’inizio ed alla fine di tutto…la materia non si autocrea…comunque tralasciamo le questioni della scienza…la fede va ben oltre”

Ecco bravo, tralasciamo le questioni di scienza. Sono laureato in ingegneria fisica e mi pare che tu di scienza ne capisca ben poco. Essere cattolico vuol dire credere ad una donna che ha partorito vergine e ad un ragazzo che camminava sulle acque e moltiplicava pani e pesci, e che poi resuscita. Per non parlare del fatto che tutta l’umanità dovrebbe discendere da un’unica coppia bianca. Tutto molto scientifico. Per non parlare del fatto che la Bibbia comincia dicendo che Dio creò il cielo e la terra, la luce e la notte e il giorno. Che assurdità. E sia chiaro: per me non è assurdo credere in una sorta di intelligenza creatrice. E’ assurdo credere nel Dio cattolico. E le battaglie che combatte l’UAAR non sono contro chi ha fede. Non sono contro le brave persone che credono e che vanno a messa. Hanno tutto il diritto di farlo. Le battaglie dell’UAAR (e di tutti noi atei e agnostici) sono contro le ingerenze del vaticano nello stato italiano e contro le discriminazioni verso chi non crede. Lo sbattezzo è semplicemente un atto per uscire dalla chiesa cattolico. Per non far più parte di un qualcosa in cui non ci si riconosce, e il cui si è stati introdotti da bambini, quando non si era in grado di decidere. Non capisco proprio perché la cosa vi dia così fastidio.

Roby

@ cattolico e cristiana

Un’ultima cosa, giusto per togliermi una cusiorità: vi è mai passata per la testa l’idea che Dio non esista? Durante il vostro percorso di credenti (che credo sia stato molto influenzato e “indirizzato” dai vostri genitori durante la vostra infanzia, come accade quasi sempre in Italia) c’è stato almeno un momento in cui avete anche solo considerato l’ipotesi che potrebbe non esistere e che tutto ciò che vi è stato insegnato (o inculcato) potrebbe anche non essere vero? E se sì, come avete affrontato quel momento? Che risposta vi siete dati?

cristiana

Yoshii o come Cavolo ti chiami..non hai spento proprio nessuno!pensa a spegnere te stesso dalle fiamme dell’inferno!perché è lì che andrete!insieme a tutti i cattolici che sostengono di esserlo e poi non si comportano secondo gli insegnamenti di Gesù!

Quanto a Roby…il fatto che Maria fosse vergine al momento del concepimento è un dogma..parliamo sempre di fede..anche nelle altre religioni ce ne sono..

E comunque ribadisco che mi dispiace per voi e per l’odio che avete verso un dio che non conoscete e verso uomini che come tutti possono commettere degli errori.

Inoltre,ti consiglierei di leggere la bibbia perché non mi risulta che si dica che Adamo ed Eva fossero bianchi..probabilmente li hanno dipinti così tutti gli artisti in passato ma non dire cazzate che lasciano il tempo che trovano!

Evidentemente voi siete padroni di dire cose molto forti e di offendere il prossimo e non accettate alcun contradditorio!

E comunque certo che un vero cattolico si pone delle domande su quanto gli viene insegnato..ma tu ti sei mai chiesto se ha vissuto delle esperienze che lo hanno portato a percepire la presenza di Dio?

A me è successo!e se prima credevo perché così mi è stato insegnato ora ne sono consapevole!

Non credo di aver offeso nessuno.l’allusione alla possessione deriva semplicemente dal fatto che in quanto credente in Dio(francamente dell’istituzione chiesa mi preoccupo meno perché ormai è un gran parte posseduta) e in quanto convinta che in questo periodo il sovrano del mondo sia Satana penso che solo da lui nasce il vostro odio!

yoshi

Io concordo con Roby. Secondo me comunque bisognerebbe dare una revisionata alle sacre scritture per renderle compatibili con i nostri giorni.

yoshi

@ Roby
Non prendertela per le parole di cattolico perchè l’ignoranza è la madre della cattiveria

Laria

È incredibile, comunque, vedere come per i detrattori delle idee di questo blog, l’andare contro un sacramento imposto dalla chiesa cristiana cattolica significa andare assolutamente contro la Fede (termine in generale) e Dio (termine in generale)… come se di Fede e di Dio non ci fosse più di un’idea -che poi cambia anche in seno ad una stessa religione (cristianesimo in questo caso… almeno in teoria, visto che il cattolicesimo è quello che é.).
Dio (qualunque entità s’intenda con questo nome ma temo che qui se ne intenda una sola… la solita, oserei aggiungere) ha dato il libero arbitrio all’uomo? Allora, da buoni credenti, lasciate che i v/n-ostri fratelli lo utilizzino per fare quel che detta loro l’anima. Che nessun uomo, passato presente o futuro, dovrebbe e potrebbe permettersi di giudicare le scelte un suo simile e pari: a maggior ragione un credente, che sa/crede che il giudizio non spetta a chi in questo mondo nasce e muore.

Comunque sia, quella del 25 ottobre è una bella iniziativa! Io di mio ci sto pensando da un po’ (un po’ troppo, forse) alla cosa, chissà che questa data non sarà il giorno buono per passare ai fatti! Anyway… auguri e felice Sbattezzo a tutti!

yoshi

@ cristiana:

1) Il mio nome è yoshi con una i sola, quindi se non sai leggere non è colpa mia.
2)Non finirò all’inferno per il semplice fatto che non esiste.
3)Non mi sono mai sostenuto un cattolico nè mai lo farò. Vedere cosa è capace di scrivere un cattolico (tipo quelle cavolate su Satana e le fiamme dell’inferno) mi fanno venire il voltastomaco per la vergogna di appartenere alla tua stessa specie.

Comunque io non provo odio verso questo famigerato Dio per il semplice fatto che non ci credo. Provo un indescrivibile disgusto per le persone che come te pensano di avere ragione assoluta mettendo in evidenza il loro esaltamento e la loro ignoranza.
è per gente come voi che nel medioevo sono state uccise persone innocenti e mi preoccupo non poco vedendo che esistono ancora oggi.

yoshi

E comunque parlando nel tuo stesso linguaggio per ebeti propensi a farsi manipolare il cervello non ti sembra di peccare di superbia dicendo quale destino mi attende in questo fantomatico aldilà quando sei stata tu stessa a dire che il giudizio spetta solo a(ll’ inesistente) Dio?

yoshi

Ricordo a tutti quelli che se lo fossero dimenticati che un uomo non va giudicato per la religione o qualsiasi altra cosa in cui crede ma soltanto per quello che è.

Roby

@ cristiana

Allora, sono ancora in vacanza, ho tempo libero e quindi ti rispondo punto per punto con calma, sperando che la cosa aiuti a chiarirci.

“è lì che andrete!insieme a tutti i cattolici che sostengono di esserlo e poi non si comportano secondo gli insegnamenti di Gesù!”
Bene, quindi il 99% della popolazione mondiale (circa 6 miliardi di persone) andrà all’inferno. Speriamo ci sia abbastanza spazio. Come puoi essere CERTA che esista l’inferno? Non è una cosa che si può dedurre dalla natura o dall’ordine delle cose. Quindi è una cosa che ti è stata inculcata. E se ci credi fermamente senza dubbi è perché non sei ancora molto capace di ragionare con la tua testa. Il problema della fede è proprio questo: rischia di sfociare nel fanatismo, nell’andare in giro a farneticare, dicendo a gente che non ci crede (e in un blog di gente che non ci crede) che finiranno all’inferno. E’ come se venissi in chiesa a dire a che Dio non esiste. Sarebbe un atteggiamento ridicolo, e infatti non lo faccio.

“il fatto che Maria fosse vergine al momento del concepimento è un dogma..parliamo sempre di fede..anche nelle altre religioni ce ne sono..”
Infatti ti ho detto che tutte le religioni sono assurde, non solo la tua. Leggi meglio.

“non mi risulta che si dica che Adamo ed Eva fossero bianchi”
Era comunque un’unica coppia. Da un’unica coppia non possono derivare le centinaia di diverse etnie presenti oggi e ben suddivise in vari angoli del globo. Ciò è spiegabile solo con la teoria dell’evoluzione (a cui voi non credete perché vi viene imposto di non crederci, se non sbaglio).

“Evidentemente voi siete padroni di dire cose molto forti e di offendere il prossimo e non accettate alcun contradditorio!”
Se i contraddittori sono frasi del tipo: “andrete all’inferno” non li accettiamo. Non ci piacciono le baggianate. Per confronti più maturi e stimolanti siamo sempre disponibili.

“ma tu ti sei mai chiesto se ha vissuto delle esperienze che lo hanno portato a percepire la presenza di Dio?”
Certo, e a volte capita anche a me di pensare che potrebbe esistere un’intelligenza creatrice. Non lo escludo. Possono esserci delle esperienze che ti inducono a pensare ciò. Ma non possono esserci esperienze che ti inducono a pensare che 2000anni fa un tizio partorito da una vergine camminava sull’acqua. Questo proprio non è deducibile né dall’esperienza né dalla contemplazione. Sono 2 cose BEN DIVERSE (e scorrelate) credere in un’intelligenza creatrice e credere nel Dio cattolico (o di qualunque altra religione).

“il vostro odio”
Io l’odio lo vedo nelle tue parole quando ci dici che andremo all’inferno. Io non ho mai detto cose simili a nessuno e voglio bene a tutti: cattolici, islamici, atei, agnostici, buddisti, ciellini, gay, etero, eccetera. Se ho risposto in maniera “piccata” a te e a cattolico è perché siete venuti su un blog ateo e agnostico a sparare sentenze e dogmi, e trovo che tale atteggiamento non sia rispettoso delle idee altrui. Io non vado sui blog cattolici a scrivere che Dio non esiste. Forse quello che rispetta di più il prossimo fra noi due non sei tu, pensaci.

yoshi

Perchè nel 21° secolo la religione continua a dividere le persone?Non dovrebbe farle vivere felici?

cristiana

Mi scuso per avervi dato fastidio con le mie stupide credenze.
evidentemente le vostre che si basano sulla certezza scientifica che non esiste alcun dio sono migliori.
sono venuta sul vostro blog dopo aver sentito ùn servizio in Tv. E ribadisco la mia tristezza.

Mi spiace per voi e per i cattolici che non riescono pienamente a testimoniare gli insegnamenti di Gesù,me compresa.

Mi spiace soprattutto che non vogliate sentire parlare di Satana..come credo in Dio credo nell’esistenza del male che ha proprio quel nome..comunque questo non fa altro che rafforzarlo sempre di più perché la sua più grande vittoria è proprio di convincere tutti,credenti compresi,che non esiste.

Questo,almeno in parte è quello che credo..anche se a voi da fastidio..

Solo una cosa..parlate un po troppo facilmente della bibbia e dei contenuti del cristianesimo che evidentemente non conoscete proprio così bene.
Ci sono molti libri scritti da teologi che spiegano ed interpretano la bibbia,compresa la genesi che è ovviamente il libro più metaforico della bibbia.
Sicuramente non vi interessa,magari ad alcune,poche,tra le persone effettivamente dotate di intelligenza che scrivono in questo blog..

Non sono per niente fanatica..ho la mia fede non sono certo estremista..se a voi non va che una persona con idee diverse dalle vostre non partecipi ai vostri blog specificatelo!

Voi non vorrete o non vi interesserà ma io ed altri oregheremo per voi!

Un’ultimissima cosa..c’è un luogo nel mondo,non troppo lontano dall’Italia in cui la presenza di Dio si avverte e si manifesterà presto..è medjugorie..vi lancio una sfida..ribadisco a pochi di voi più intelligenti di altri..tipo Roby..andateci x due o 3 giorni..

cristiana

Yoshi,con te mi scuso solo per aver storpiato involontariamente il tuo nome..scrivo con un BlackBerry e non sempre è semplice..

Per il resto..non meriti alcun tipo di risposta..

Probabilmente andremo insieme all’inferno data la mia superbia!

Roby

@ cristiana

Mi sembri un po’ paranoica. Quando mai ho detto che mi da fastidio quello che pensi? Ho detto che non mi sembra un bell’atteggiamento venire su un blog di atei e agnostici a scrivere dogmi e sentenze, così come non sarebbe un bell’atteggiamento andare su un blog cattolico a scrivere che Dio non esiste (e infatti non lo faccio). Quindi ti prego non mettermi in bocca cose che non ho detto, è scorretto.
A me pare che sia tu quella a cui da fastidio chi la pensa diversamente da te, altrimenti non staresti qui (IN UN BLOG DI ATEI E AGNOSTICI) a cercare di convincerci che hai ragione tu, non ti pare? Fatti l’esame di coscienza prima di accusare gli altri. Il tuo Dio lo apprezzerà se esiste.
Per quanto riguarda la Bibbia, è molto comodo fare esegesi, è molto comodo “interpretare” i passaggi a proprio piacimento per renderli più credibili. Sta di fatto che un testo sacro dovrebbe essere chiaro, condivisibile ed esatto, mentre la Bibbia è piena di errori oggettivi. Ti consiglio qualche libro di Piergiorgio Odifreddi in proposito.
Circa Medjugorge, piccola digressione: il fatto che la citi mi fa pensare che tu sia “fan” di Livio Fanzaga, uno dei personaggi più abietti che esista, a mio parere, per quanto riguarda il fanatismo e la cattiveria verso gli atei; un giorno ha detto a Radio Maria: “quando da piccolo passavo vicino ai quartieri atei mi dicevo che se fossi Dio li sterminerei tutti”. Bell’esempio di rispetto, vero? E dici a noi che non rispettiamo chi crede? Che coraggio. Tornando a Medjugorge mi viene da chiedermi: perché Dio non va a manifestarsi nei luoghi del mondo in cui i bambini vengono mutilati dalle mine e muoiono di sete? Sai, quei bambini non hanno i mezzi per fare un viaggio fino a Medjugorge e avrebbero proprio bisogno di qualche manifestazione di un Dio buono e giusto (che però se non fai come ordina ti manda all’inferno)
Per concludere: nel mio post precedente ho toccato diversi punti, e mi aspettavo risposte un pochino più esaurienti da parte tua, dal momento che (stando al modo in cui parli e in cui ci accusi di essere poco intelligenti) ti ritieni intelligente. Forse sei anche un pochino superba oltre che paranoica e poco rispettosa delle idee altrui. E forse non sai rispondere alle questioni che ho sollevato nel mio post precedente: evoluzionismo, differenza fra intelligenza creatrice e Dio cattolico,…. Di carne al fuoco ce n’era, e l’hai abilmente evitata.

Roby

@ yoshi

cristiana ha deciso che non meriti una sua risposta, riuscirai a sopravvivere a tale colpo??

😉

yoshi

@ Roby
Quali colpi? Se non sa più cosa scrivere non è colpa mia.

@ Cristiana
Anche se tu credi a Satana non è una cosa carina e gentile dire agli altri che andranno all’inferno solo perchè sono atei. Si può essere atei o agnostici ed essere santi lo stesso non meno dei cristiani(in questo caso cattolici)
Comunque, metti in dubbio anche le parole scritte nella bibbia perchè bisogna ricordare che risale a circa 2000 anni fa ed è comunque opera di uomini.

Nessuno dice che le tue credenze sono stupide, è stupida l’idea che coloro che non credono in Dio vadano all’inferno.

Nessuno ti vieta di venire qui basta solo che esponi le tue idee non come la (non)santa inquisizione.

yoshi

@ cristiana
P.S. non mi sono arrabbiato perchè hai scritto male il mio nome ma solo perchè hai aggiunto ‘o come cavolo ti chiami’.

Yuri

salve a tutti.a me servirebbe una semplice informazione; la mia ragazza aimè è credente e a tutti i costi vorrebbe sposarsi in chiesa…io sbattezzandomi potrei ancora accontentarla e farla felice sposandomi in chiesa oppure no?

Marco

Ciao amic*,
ma i minorenni possono sbattezzarsi o si richiede il consenso dei genitori?

Roby

Anzi mi sa che dovrai chiederlo addirittura al vescovo, non al prete, avevo letto male. Ti toccherà scomodare nientemeno che un pezzo grosso, e temo che ci saranno anche buone probabilità che ti risponda “nisba”. Forse per avere informazioni più precise (magari basate su situazioni analoghe già avvenute) ti converrebbe mandare una mail direttamente all’UAAR.

Spero di esserti stato comunque utile, ri-ciao 😉

Roby

@ Marco

Credo che anche i minorenni si possano sbattezzare autonomamente, non è un qualcosa che riguarda la maggiore età (infatti, ahimé, di solito si viene battezzati quando si hanno pochi giorni di vita). Comunque consiglio anche a te di rivolgerti tramite email direttamente all’UAAR per avere informazioni più dettagliate e precise. Ciao!

P.S: Wow, sembro un addetto alle informazioni 😀

Yuri

@ Roby

grazie mille per la tua risposta!io sono un ferreo ateo, ma il caso volle che la mia ragazza sia purtroppo cristiana cattolica e questo mi frena sul mio atto di sbattezzarmi!so che niente e nessuno possono o devono gestir la mia vita ma…per amore si fa qualche sacrificio!
nel mio cuore son già sbattezzato assieme a tutti voi :)

Samael

@ Yuri

Sbattezzati lo stesso,ovviamente questo e’ un consiglio disinteressato… la tua ragazza dovrebbe capire che per te e’ una questione personale e di principio.
Fatti coraggio.

Roby

@ Yuri

Ti capisco prefettamente, al cuore non si comanda 😉
Non preoccuparti, si può essere bravi atei anche senza sbattezzarsi!

Roby

@ Samael

Hai ragione anche tu, sarebbe teoricamente giusto seguire sempre i propri principi senza farsi condizionare. Ma noi abbiamo una sostanziale differenza rispetto ai cattolici (e ai religiosi in generale): non abbiamo dogmi. E ciò significa che, mentre un cattolico per essere tale deve necessariamente battezzarsi, un ateo per essere tale NON deve NECESSARIAMENTE sbattezzarsi. Quindi secondo me (che per di più sono un romanticone) la decisione di non sbattezzarsi per motivi sentimentali è condivisibile: il vero amore viene prima di tutto. Poi questa è una mia personalissima idea, si può anche non essere d’accordo. E’ il bello di essere atei o agnostici: libero confronto e libero scambio di opinioni senza preconcetti né dogmaticità.

Samael

X Roby.

Capisco il tuo pensiero, tuttavia personalmente mi sbattezzerei se sento di volerlo fare.
Ovviamente ognuno e’ libero di farlo o meno,questo e’ il bello di non avere dogmi.
Dico solamente che se Yuri sente la necessita’ di sbatezzarsi lo dovrebbe fare…se invece ritiene per quieto vivere verso la fidanzata o per indifferenza verso l’atto stesso di rinunciarsi bene lo stesso…

Ugo

Già sbattezzato nel 2008, seguendo le istruzioni riportate qui sul sito.
Ho inserito però il banner sul mio blog, sperando l’iniziativa abbia un buon seguito e che sempre più persone comprendano l’importanza di una simile presa di posizione.

Don John

Buffonate, uno non potrà mai sbattezzarsi, come l’ebreo che viene circonciso non potrà avere indietro il prepuzio, così chi è battezzato non potrà tornare indietro. Con il battesimo si viene liberati dal peccato originale, Quindi cosa intendete fare con questa pagliacciata dell sbattezo, ricommettere il peccato originale. Ma andiamo!

Roby

@ Don John

Grazie per il rispetto che dimostri verso le idee altrui (atteggiamento tipico dei religiosi).
I motivi per cui ci si sbattezza li trovi qui:

http://www.uaar.it/laicita/sbattezzo/#05

Come vedi non ci sono motivi “religiosi”. Non vogliamo “riacquisire” né “ricommettere” il peccato originale, per il semplice e ovvio fatto che nel peccato originale non ci crediamo. Non mi pare difficile da capire, basterebbe essere un pochino più aperti e non credere di avere la verità in tasca.
Se sei una persona ragionevole capirai quindi che è più che lecito (per chi non è cattolico ed è stato battezzato forzatamente quando era troppo piccolo per decidere) chiedere lo sbattezzo. Dovreste essere contenti anche voi cattolici del fatto che chi non si ritiene cattolico lo faccia sapere alle gerarchie ecclesiastiche: si chiama coerenza ed è una bella cosa.

Ciao

cristiana

@ Roby

Tu hai la verità in tasca vero?

Hai la certezza che Dio non esiste?

cristiana

Roby

Finalmente riesco a risponderti con calma…punto per punto come da tua richiesta/frecciatina dell’ultima riga (“…E forse non sai rispondere alle questioni che ho sollevato nel mio post precedente: evoluzionismo, differenza fra intelligenza creatrice e Dio cattolico,…. Di carne al fuoco ce n’era, e l’hai abilmente evitata.”).

“non mi sembra un bell’atteggiamento venire su un blog di atei e agnostici a scrivere dogmi e sentenze”. Non mi sembra ci sia scritto da qualche parte che nessuno può scrivere sul vostro blog concetti che voi non condividete.

“A me pare che sia tu quella a cui da fastidio chi la pensa diversamente da te, altrimenti non staresti qui (IN UN BLOG DI ATEI E AGNOSTICI) a cercare di convincerci che hai ragione tu, non ti pare? Fatti l’esame di coscienza prima di accusare gli altri. Il tuo Dio lo apprezzerà se esiste.” A me non da fastidio chi la pensa diversamente da te, e non cerco proprio di convincere nessuno. Non penso neanche di aver accusato nessuno, dico solo che, in base a quello in cui credo, satana esiste esattamente come esiste Dio, ed esiste anche l’inferno esattamente come esiste il Paradiso. In merito all’esame di coscienza, non penso stia a te dirmi che devo farlo, è Dio che me lo chiede prima di accostarmi al sacramento della Confessione o Riconciliazione, quindi non farti venire manie di grandezza…sopratutto pensando cosa Lui apprezzerà o meno…

“Per quanto riguarda la Bibbia…è molto comodo “interpretare” i passaggi a proprio piacimento”. Su questo entriamo in una materia abbastanza complessa che è la teologia, in cui io non vorrei entrare dato che non mi ci sono laureata. Non è questione di comodità, comunque, so solo che Gesù si è servito delle parabole per far comprendere al mondo il Suo pensiero, il suo messaggio, che è un messaggio d’amore, di pace e di speranza, quindi, se a voi, di tutto il vangelo e delle Sue parole, rimane solo l’immagine della camminata sull’acqua…beh…mi spiace ma mi sembra un po limitativo…

“Circa Medjugorge…”. Punto primo: non mi definisco una “fan” di Padre Livio. Punto secondo: ascolto Radio Maria perlopiù quando viene trasmessa la preghiera del Santo Rosario. Punto terzo: Dio non ha detto a me personalmente perché ha mandato Sua Madre a dare un forte e costante messaggio al mondo affinché si converta, ti potrei consigliare un piccolo libretto “Perché la Madonna appare a Medjugorie” e, soprattutto, di leggere i messaggi che da al mondo (che sono anche un continuo ammonimento alla chiesa ed una richiesta costante di preghiere per i sacerdoti, soprattutto perché negano l’esistenza di satana…). Dio si manifesta eccome nei luoghi in cui i bambini e non solo soffrono, tramite i tanti missionari (cattolici e non) che spendono la loro vita per loro. Dov’è carità e amore lì c’è Dio.

“Ciò è spiegabile solo con la teoria dell’evoluzione (a cui voi non credete perché vi viene imposto di non crederci, se non sbaglio)”. Personalmente, nessuno mi ha mai invitata a non credere alla teoria dell’evoluzione, e non me ne sono mai preoccupata, perché come ti ripeto, la teologia interpreta la Genesi. Comunque, mi hai dato un ottimo spunto di riflessione, ed ho scoperto che molti scienziati (ovviamente non cattolici) sono contrari a tale teoria, che, in effetti, non può essere completamente dimostrata. e non mi risulta che ci sia una teoria scientifica vera in assoulto sull’origine del nostro pianeta, dell’universo, ecc, ecc, ecc Questo quanto ho appreso dal web.

“Se i contraddittori sono frasi del tipo: “andrete all’inferno” non li accettiamo. Non ci piacciono le baggianate. Per confronti più maturi e stimolanti siamo sempre disponibili.” Nono ho letto molte cose mature sul vostro blog, compresi i motivi per sbattezzarsi.

“Sono 2 cose BEN DIVERSE (e scorrelate) credere in un’intelligenza creatrice e credere nel Dio cattolico (o di qualunque altra religione).” Per me sono esattamente la stessa cosa. che tu lo chiami in un modo o in un altro, qualcuno ci ha creati, quindi cade la negazione dell’esistenza dello stesso che voi sostenete (se non erro l’ateo è colui che sostiene la non-esistenza di una divinità…poi c’è l’agnostico, che semplicemente non si pone il problema, perché scientificamente non è risolvibile…).

“voglio bene a tutti” : questa mi sembra un po’ esagerata…

“stando al modo in cui parli e in cui ci accusi di essere poco intelligenti, ti ritieni intelligente. Forse sei anche un pochino superba oltre che paranoica e poco rispettosa delle idee altrui.” Il fatto che io ritenga che ALCUNI di voi siano poco intelligenti non fa necessariamente di me una persona intelligente. Mi ritengo mediamente intelligente, non sono certo un genio e nella vita non mi occupo di studi teologici, come ti ripeto… Non penso di essere paranoica, né tantomeno superba. Sono convinta che in alcuni di voi ci sia del fanatismo (come in tutte le categorie di persone che credono/non credono in qualcosa del resto).

Se non ti fosse sufficiente, dato che speravi investissi un po’ più di tempo nel risponderti, mi dispiace, evidentemente non sono alla tua altezza.

comunque ribadisco la proposta: fai un giro a Medjugorie, basta un week end…

ciao!

Roby

@ cristiana

“Tu hai la verità in tasca vero?
Hai la certezza che Dio non esiste?”
Ma quando mai ho detto qualcosa del genere? Continui con la brutta abitudine di mettermi in bocca parole che non ho detto. Continui ad essere scorretta. Accontentati dell’esegesi biblica; le mie parole sono chiare, non hanno bisogno di interpretazioni supponenti come quelle che fai tu.

“Non mi sembra ci sia scritto da qualche parte che nessuno può scrivere sul vostro blog concetti che voi non condividete.”
Tu hai esordito non con concetti ma con dogmi e con insulti (“satana si impossessa di voi”, “mi fate pena”, “che ignoranza”). Non c’è scritto da nessuna parte che non si può, ma non ti lamentare se poi gli utenti ti rispondono papale papale, anche con toni forti. Direi che ti sei cercata tutte le risposte che hai ricevuto.

“A me non da fastidio chi la pensa diversamente da me, e non cerco proprio di convincere nessuno”
Permettimi di non crederti. Ciò che hai scritto in questi giorni e il modo in cui l’hai scritto mi spinge a non crederti.

“Non penso neanche di aver accusato nessuno”
Dire, prima ancora di iniziare il dialogo, che ti facciamo pena e che siamo ignoranti mi sembra un atteggiamento accusatorio…non ti sembra?

“In merito all’esame di coscienza, non penso stia a te dirmi che devo farlo”
Hai ragione, ma allo stesso modo non sta a te dirci che finiremo all’inferno e che Satana si è impossessato di noi.

“se a voi, di tutto il vangelo e delle Sue parole, rimane solo l’immagine della camminata sull’acqua…beh…mi spiace ma mi sembra un po limitativo…”
Neanch’io sono forte in teologia ed esegesi. Confermo il mio invito a leggere qualcosa di Odifreddi, che è certamente più preparato di me in questo campo. Se a te tutto ciò che rimane della bibbia sono le parabole…beh…sembra un po’ limitativo anche a me.

“non mi definisco una fan di Padre Livio”
Sono contento per te, hai guadagnato molti punti ai miei occhi 😉

“Dio si manifesta eccome nei luoghi in cui i bambini e non solo soffrono, tramite i tanti missionari (cattolici e non) che spendono la loro vita per loro. Dov’è carità e amore lì c’è Dio.”
D’accordissimo. Questo è un pensiero che mi piace molto e che condivido. Ovviamente per me non è il Dio cattolico né il Dio di qualche altra religione. E’ il “Dio Amore”, è la coscienza delle persone buone e che si dedicano agli altri.

“molti scienziati (ovviamente non cattolici) sono contrari a tale teoria”
Argh…io ne conosco sono 2: Zichichi e Sermonti, che non sono proprio dei luminari…
E comunque ormai anche gli scienziati cattolici la accettano; però hanno dovuto inventare la teoria del “disegno intelligente”, che a mio parere cozza non poco con la Bibbia. Insomma: da un’unica coppia non possono discendere centinaia di diverse etnie ben localizzate in diverse aree del mondo. Non si scappa. Mi puoi dire che la “prima coppia” era una sorta di metafora del genere maschile e del genere femminile. Però siamo alle solite: è comodo interpretare a seconda dell’andazzo.

“e non mi risulta che ci sia una teoria scientifica vera in assoulto sull’origine del nostro pianeta, dell’universo”
E’ proprio così. Questo perché la scienza non ha dogmi. Deve dimostrare tutto ciò che dice. Ci vuole molto tempo. Ma pian pianino arriverà a scoprire tutto.

“Non ho letto molte cose mature sul vostro blog, compresi i motivi per sbattezzarsi.”
Avrai letto male 😉

“Per me sono esattamente la stessa cosa”
Per me assolutamente no, e mi pare abbastanza ovvio che non lo siano. L’intelligenza creatrice (se c’è stata, ma potrebbe benissimo non esserci stata) ha creato e basta. Il Dio cattolico (se esiste) ha fatto una miriade di altre cose scritte nella Bibbia. Ti pare la stessa cosa??

“qualcuno ci ha creati, quindi cade la negazione dell’esistenza dello stesso che voi sostenete”
E’ una tua opinione. La mia è che non ci ha creati nessuno. Fin qui ci eravamo già arrivati, l’importante è che ciascuno rispetti l’idea dell’altro.

“questa mi sembra un po’ esagerata…”
E’ vero, non mi piacciono le persone molto cattive. Il cattolico deve amare anche loro, ma io proprio non ci riesco.

“Sono convinta che in alcuni di voi ci sia del fanatismo (come in tutte le categorie di persone che credono/non credono in qualcosa del resto)”
Gli atei sono senza dubbio la categoria di persone con minore tasso di fanatismo. Perché non hanno dogmi da rispettare, non hanno ideologie da difendere. Vogliono solo libertà e parità di espressione per tutti (credenti e non).

“fai un giro a Medjugorie”
Ho letto di molti cattolici che prendono la faccenda con le pinze. Non sono in molti a confermare le apparizioni. Nemmeno la chiesa le ha mai confermate ufficialmente. Se neppure fra di voi siete d’accordo, figuriamoci se potrò mai esserlo io 😉

Concludo con una domanda: come avrai capito se hai letto bene i motivi per cui ci si sbattezza, lo sbattezzo non è altro che il comunicare alle gerarchie ecclesiastiche di non essere cattolici e di non voler far parte della chiesa cattolica. Mi puoi spiegare cosa ci vedi di male? Dovreste essere contenti anche voi cattolici del fatto che chi non è cattolico lo faccia sapere: si chiama (come ho già scritto) coerenza e onestà intellettuale.

Ciao

Roby

Ah dimenticavo: Zichichi e Sermonti sono cattolici. Io di scienziati non cattolici contrari all’evoluzionismo proprio non ne conosco. Se mi fai qualche nome ti ringrazio.

cristiana

@ Roby

Ti rispondo solo ai medjugorie. La chiesa non può esprimersi in materia finché non saranno finite le apparizioni. Il fenomeno.è ancora in corso,per questo non può esserci una posizione ufficiale da parte dell’istituzione chiesa. Inoltre,molti tra i sacerdoti che affermano non crederci sono gli stessi che negano l’esistenza di satana..e tra quelli che non credono e ci vanno contro,quando finalmente vi si recano avviene la conversione..

Ora chiudo perché è abbastanza evidente che non ci incontriamo x niente..

Ciao

Roby

Se fosse così chiaro e così ovvio che chi va a Medjugorje si converte se ne parlerebbe ovunque. Invece non se ne parla quasi mai, neanche nel paese altamente cattolico e superstizioso in cui viviamo. Ciò mi fa pensare che le apparizioni siano frutto di suggestione o di abili menzogne. Ho sentito che ci sono di mezzo veggenti e altre cose del genere. Insomma, roba degna di Vanna Marchi. Molta gente crede nei poteri di Vanna Marchi. Molta gente dice “Prova anche tu a contattare Vanna Marchi, ti toglie il malocchio!”. Mi riserbo il diritto di non crederci.
Potevi rispondere almeno alla mia domanda conclusiva sullo sbattezzo.

Ciao

cristiana

@ Roby

Invece se ne parla eccome!solo che per la chiesa medjugorie è un argomento un po scomodo,soprattutto perché si tratta della continuazione di quanto la Madonna ha iniziato a Fatima..
La chiesa non può esprimersi in merito finché le apparizioni non saranno finite,mentre il fenomeno è ad oggi ancora in corso.
Molti sacerdoti oltre a non crederci attaccano medjugorie,ed è proprio x loro che la Madonna chiede di pregare,perché il piano di satana x far credere al mondo che non esiste è ancora più diabolico se ad affermarlo sono dei consacrati che convincono i fedeli di questo,non credi?

Però ti prego,non confondere i 6 veggenti con gentaglia come vanna marchi..erano solo dei bambini quando sono iniziate le apparizioni nel 1981…ed hanno subito molto da parte delle autorità comuniste x anni..

Sono d’accordo con voi su quanto dite di alcuni esponenti della chiesa cattolica,solo che voi fate di ogni erba un fascio!comunque pagheranno alla resa dei conti se non si convertiranno!

Tornando a medjugorie e al fatto che non se ne parla e che per la chiesa è un argomento scomodo basti pensare che la rai ha sospeso la trasmissione excalibur dopo una puntata in cui si parlava di medjugorie!io sono convinta che ci siano dei complotti dietro,così come sono convinta che su Fatima non ci hanno raccontato tutto..consiglio i 2 libri di socci in materia..dove non risparmia accuse dirette a nomi e cognomi di alte cariche del clero..

Però credo comunque nella chiesa istituita da Cristo e prego perché ci siano importanti cambiamenti al suo interno..

Ovviamente non sono d’accordo con le vostre posizioni sui vari temi di etica..ma sono ovviamente contro chi non rispetta il dono della vita che viene da Dio togliendola o rovinandola al prossimo!

Ribadisco..prova ad andarci..solo li puoi capirmi!

cristiana

@ Roby

…non citerei barbero..ma quale grande teologo?!?

Dai un’occhiata a come ne parla wikipedia..

È uno degli esempi più lampanti dei sacerdoti per cui pregare!e tanto anche!

Comunque certe cose si studiano sui libri,si apprendono dal web,dalle riviste,ecc…altre cose si “apprendono” vivendo delle esperienze!una di queste è la presenza di Maria a Medjugorie.

Roby

Wikipedia non è un testo sacro, ne sei consapevole? Non è un metodo serio per informarsi. Forse ti converrebbe informarti anche tramite altri canali, non ti pare? Barbero è un ottimo teologo perché è un ottimo conoscitore della Bibbia e dell’esegesi biblica. Questi sono fatti. Se poi sta antipatico al Vaticano e agli altri sacerdoti-politicanti che abbiamo in Italia…beh…questo c’entra poco (e per me è unpunto a suo favore). Se tutti i cattolici fossero come don Barbero (per quanto riguarda il rispetto verso il prossimo e il rispetto delle idee altrui) probabilmente non ci sarebbe più bisogno dell’UAAR, perché nessuno metterebbe in discussione la libertà di parola e di espressione degli atei e degli agnostici, e nessuno interferirebbe con la laicità dello stato.
Continuo ad attendere risposta alla mia domanda sullo sbattezzo.

Ciao

Roby

Ah per concludere: ovviamente Fanzaga (col suo riprovevole odio verso il prossimo e la sua ottusità medievale) vale un’unghia di Barbero. Però la Chiesa sta con Fanzaga e bistratta Barbero. Questo per me la dice lunga sul pensiero della chiesa. Se Gesù esistesse, fosse quello descritto nella Bibbia, e fosse qui ora, starebbe sicuramente dalla parte di Barbero. Ma si sa, il Vaticano con gli insegnamenti di Gesù ha ben poco a che fare. Ha più a che fare con la politica, col potere e con il denaro (tutte cose di cui mi pare che Gesù invece non si occupasse). Curioso.

Samael

X Roby

Lascia perdere con cristiana, si perde solo tempo a confrontarsi con persone condizionate ed infarcite di superstizioni a tal punto.Semplicemente non ragionano e arrivano ad esporre le loro convinzioni ( che in realta’ loro non sono, ma di altri,la cui influenza e manipolazione ha fatto il resto) senza mai approfondire e provare per un solo attimo a mettere in seria discussione e critica.Cristiana e’ la classica mente ottenebrata ma inconsapevole.

cristiana

@ samael

Ma come ti permetti di dirmi che non ragiono o che non ho convinzioni personali e che quello che penso mi è stato inculcato?!
Neanche mi conosci!
Quello che penso e in cui credo viene da miè esperienze personali,non da qualche lavaggio di cervello come pensate voi!

Samael

Mi permetto poiche’ l’ho dedotto dalle tue argomentazioni.punto.

cristiana

@ samael

Le mie argomentazioni non hanno alcun fondamento scientifico, e neanche mi interessa che ne abbiano,non perché non credo nella scienza,ci mancherebbe!anzi,confido nel dono dell’intelligenza dato all’uomo affinché lo utilizzi in modo appropriato per un progresso sano,etico e responsabile in campo medico ed energetico!

Le mie convinzioni religiose non possono avere un fondamento scientifico..altrimenti non si chiamarebbe fede,no?

Se poi tu sei in grado di dimostrarmi scientificamente il contrario del mio pensiero fa pure..ciao

cristiana

@ Roby

Motivi per cui sbattezzarsi…

1) “per coerenza: se non si è più cattolici non v’è alcuna ragione per essere considerati ancora tali da chi non si ritiene più degni della propria stima”. Non ritenete più degni della vostra stima gli esponenti del clero…essere cattolici vuol dire credere in Dio, negli insegnamenti di Gesù…non essere amici dei sacerdoti…non di tutti almeno…
2) “per mandare un chiaro segnale a tutti i livelli della gerarchia ecclesiastica”…ribadisco…la vostra è una lotta contro la chiesa cattolica…ok…io, personalmente, da persona inserita, ci trovo parecchi difetti…ma anche un abuso del parlarne male…e comunque…ripeto anche che probabilmente a Dio non iteressano i segnali che volete dare ad altri uomini, quanto che si vivano gli insegnamenti del Vangelo nella vita di tutti i giorni…
3) “per una questione di democrazia: troppo spesso il clero cattolico, convinto di rivolgersi a tutta la popolazione della propria parrocchia, “invade” la vita altrui (pensiamo alle benedizioni natalizie o, più banalmente, al rumore prodotto dalle campane). Si crea così una sorta di “condizionamento ambientale” e si diffonde la convinzione che bisogna battezzare, cresimare, confessarsi e sposarsi in chiesa per non essere discriminati all’interno della propria comunità. Abbattere questo muro, rivendicando con orgoglio la propria identità di ateo o agnostico, è una battaglia essenziale per vivere in una società veramente libera e laica.”…questa francamente mi pare un pochino esagerata…non credo che a qualcuno possa veramente dare fastidio sentire ragazzini cantare canti di Natale o sentir suonare le campane…io abito in campagna…e nel silenzio più assoluto mi fanno imbestialire i ragazzetti che di notte sfrecciano per strada con motorini truccati facendo un rumore pazzesco…non sono le campane a creare i condizionamenti ambientali di cui parlate…
4) “per la voglia di far crescere il numero degli sbattezzati, contrapponendolo alla rivendicazione cattolica di rappresentare il 96% della popolazione italiana”…ecco questa mi sembra lasci il tempo che trova…
5) “perché si fa parte di gruppi “maltrattati” dalla Chiesa cattolica: gay, donne, conviventi, ricercatori… “…eviterei il vittimismo…non mi sembra corretto rivolgersi alle categorie di persone indicate in questa frase per far sorgere in loro un sentimento di odio nei confronti della chiesa…e poi, scusami, ma non mi sembra che le donne siano maltrattate dalla chiesa…
6) “per rivendicare la propria identità nei passaggi importanti della propria vita. Non essere più cattolici comporta l’esclusione dai sacramenti, l’esclusione dall’incarico di padrino per battesimo e cresima, la necessità di una licenza per l’ammissione al matrimonio (misto), la privazione delle esequie ecclesiastiche in mancanza di segni di ripensamento da parte dell’interessato. Significa quindi non dover sottostare alle richieste del proprio futuro coniuge di voler soddisfare la parentela con un rito in chiesa, non vedersi rifilare un’estrema unzione (magari mentre si è immobilizzati), e avere la relativa sicurezza che i propri eredi non effettueranno una cerimonia funebre in contrasto con i propri orientamenti.”…questa forse è l’unica che posso condividere perché a nessuno deve essere imposto qualcosa contro la sua volontà. Ciò non toglie che la conversione non è imposta da nessuno, non si può neanche parlare di “scelta”, perché è qualcosa che nasce dal profondo di se stessi, pertanto continuerò a pregare per le conversioni.
7) “per non essere considerati, dalla stessa legge italiana, «sudditi» delle gerarchie ecclesiastiche”…io sono cattolica…non mi sono mai sentita suddita proprio di niente…
8) “per un vantaggio economico: se si è battezzati e capita di dover lavorare, anche saltuariamente, in Paesi come la Germania o l’Austria, si finisce per essere tassati per la propria appartenenza alla Chiesa cattolica, e in modo assai salato (anche 60 euro al mese su uno stipendio di 2.000 euro…)”…questa non la sapevo…però francamente non la metterei tra le motivazioni….

Ecco. Chiedo scusa se non ho risposto prima, ma di solito scrivo col cellulare e facevo fatica a riprendere punto per punto i motivi per cui sbattezzarsi.

ciao

Samael

cristiana scrive:

“Le mie convinzioni religiose non possono avere un fondamento scientifico..altrimenti non si chiamarebbe fede,no?”

Appunto,la fede e’ la credenza in qualcosa su cui non c’e’ nessuna conoscenza oggettiva e sulla quale i vari furbacchioni,menzognieri e/o illusionisti ( leggi istituzione ecclesiastiza ),che ti inducono con metodi tanto raffinati quanto subdoli ed ipocriti a crederci, prosperano alla grande.

“Se poi tu sei in grado di dimostrarmi scientificamente il contrario del mio pensiero fa pure.”

Se la scienza non e’ stata ancora in grado di confutare simili fantasie ( e probabilmente non lo potra’ mai,sei capace tu di confutare la befana che vola sulla scopa? O qualsiasi altra fandonia? ) si puo’ benissimo usare il buon senso per arrivare a dedurre e/o indurre certi eventi.

cristiana

@ Roby

Solo ora sono riuscita a leggere qualcosa sul blog di Barbero (e non sono d’accordo con molte delle sue affermazioni!)…sopratutto quanto afferma su Medjugorie…non è una novità che si pensi al consumismo o all’organizzazione economica…sono proprio questi gli argomenti di tutte le persone credenti che attaccano Medjugorie…molte di queste persone, però, non ci sono mai state…pertanto non mi tange il loro pensiero (a me no, ma ferisce la Madonna…), perché, come ripeto, bisognerebbe andarci!

Comunque, ti ripropongo i libri di Socci (Mistero Medjugorie e Il quarto segreto di Fatima) e ti dico solo questo: ai veggenti di Medjugorie sono stati affidati 10 segreti; al momento opportuno (cioè quando la Madonna lo comunicherà loro) dovranno essere condivisi con un sacerdote già stato scelto 10 giorni prima che si verifichino; da quel momento i veggenti ed il sacerdote passeranno 7 giorni in digiuno e preghiera; 3 giorni prima che si avverino il sacerdote dovrà comunicare al mondo (utilizzando probabilmente un mezzo di comunicazione di massa), che cosa accadrà (quindi, a differenza di Fatima, i segreti saranno svelati PRIMA che accadano…eliminando il rischio che la chiesa non ce la racconti giusta…). Tra le pochissime cose che si sanno (perché la Madonna ha dato ai veggenti il permesso di parlarne) c’è che uno dei segreti (il terzo se non erro…) riguarda un segno che avverrà a Medjugorie ed avrà inequivocabilmente natura non umana ma divina e che rimarrà visibile per sempre, cosicché non riaccada come a Fatima che il miracolo del sole possa essere visto/vissuto solo dai presenti.

Pertanto, lasciando da parte il credo (o non credo) di chiunque, questi saranno finalmente “fatti”, ed allora la verità salterà fuori.

ciao

cristiana

@ Samael

“Appunto,la fede e’ la credenza in qualcosa su cui non c’e’ nessuna conoscenza oggettiva e sulla quale i vari furbacchioni,menzognieri e/o illusionisti ( leggi istituzione ecclesiastiza ),che ti inducono con metodi tanto raffinati quanto subdoli ed ipocriti a crederci, prosperano alla grande.” Ce l’avete proprio tanto con la chiesa cattolica…comunque io credo in Dio, mi spiace se voi non ci credete, davvero. Mi sento vicina a tutti quei credenti (quelli veri però…non quelli che vanno alla messa per “marcare il cartellino anche di domenica”) che lottano contro satana con l’arma potentissima di “distruzione” di massa che è la preghiera!

“Se la scienza non e’ stata ancora in grado di confutare simili fantasie ( e probabilmente non lo potra’ mai,sei capace tu di confutare la befana che vola sulla scopa? O qualsiasi altra fandonia? ) si puo’ benissimo usare il buon senso per arrivare a dedurre e/o indurre certi eventi.”…la scienza non è in grado di dimostrare l’orgine del mondo e di tutto il resto perché all’origine c’è Dio.

chiudo. ciao

Samael

Tu dici che c’e’ dio all’origine del mondo….bene,provalo! Ma non portare la genesi che NON e’ una prova di un bel niente, se non quella che chi la scrisse ha avuto non poca fantasia ai suoi tempi. Ma forse, daltronde, era l’unica spiegazione che si poteva dare in tempi remoti.
Satana non esiste,come non esiste alcun dio,e’ l’uomo che li inventa a sua immagine e somiglianza,e’ tutto frutto della mente.La preghiera e’ solamente un parlare con noi stessi,a me non farebbe nessun effetto, a te e a chi crede al massimo puo’ fare l’effetto di un bel placebo.

cristiana

@ Samael

E’ inutile che cerchi di provocarmi…sai benissimo che non posso provare l’esistenza di Dio, ma nemmeno tu ne puoi provare il contrario.
Dio esiste, ed esiste ovviamente anche satana (non si può credere all’uno e non all’altro!), questo è il mio credo.
La preghiera è dialogo con Dio. E l’effetto placebo…beh…ti dirò, personalmente se prego mi sento meglio, davvero! Se si trattasse di effetto placebo e tu avessi un cancro…non guariresti perché te ne autoconvinci pregando…

ora basta davvero…abbiamo una visione opposta, si può dialogare, esprimendo le proprie idee, però nessuno mi potrà mettere in testa che Dio non esiste, probabilmente chi non ci crede si può convertire, ma chi ci crede davvero (e sottolineo davvero) non perderà mai totalmente la fede!
ciao!

Roby

@ cristiana

“essere cattolici vuol dire credere in Dio, negli insegnamenti di Gesù”
Assolutamente no! Essere cattolici vuol dire appartenere, credere ed obbedire alla Chiesa Cattolica. Quello che dici tu vuol dire essere cristiani ed è ben diverso. Mi stupisce che tu non sappia la differenza fra cristiano e cattolico. Dovresti porti questa domanda: io sono cristiana o cattolica? Forse sei cristiana ma non cattolica.

“la vostra è una lotta contro la chiesa cattolica…ok”
Oh finalmente ci siamo capiti. Non abbiamo nulla contro chi crede, basta che ci sia lasciata piena libertà di non credere (libertà di espressione, libertà di non pagare l’otto per mille, diritto ad avere leggi laiche e non dettate dalla religione, ecc…)

“probabilmente a Dio non iteressano i segnali che volete dare ad altri uomini”
E’ alle gerarchie ecclesiastiche che vogliamo mandare un segnale, non a Dio. Gli atei non credono in Dio, mi pareva che questo l’avessi capito.

“non sono le campane a creare i condizionamenti ambientali di cui parlate…”
Beh se voglio dormire fino alle 10 e alle 7 le campane mi svegliano ho tutto il diritto di chiedere che quelle campane smettano di suonare, così come ho il diritto di chiedere che i ragazzini in motorino facciano meno casino. A parte la questione delle campane, è vero che il clima in Italia molto più che negli altri paesi europei è influenzato dalla religione, che ci perseguita ovunque (in ogni tg, su ogni giornale, in molti programmi tv…). Capirai che per chi non condivide la religione non è una bella cosa.

“ecco questa mi sembra lasci il tempo che trova”
Perché? Così come se uno è iscritto ad un partito desidera dare il proprio contributo all’espansione di quel partito, allo stesso modo se uno non crede, vuole far sentire la propria voce andando ufficialmente a far parte della cerchia di persone che non crede. E’ così strano?

“non mi sembra corretto rivolgersi alle categorie di persone indicate in questa frase per far sorgere in loro un sentimento di odio nei confronti della chiesa”
Beh credo che i gay un bell’odio verso chi gli dice “Siete malati e contronatura” ce l’abbiano già, non lo fomentiamo certo noi.

“non mi sembra che le donne siano maltrattate dalla chiesa”
Non possono ambire a diventare papa, nè tantomeno vescovi. E’ discriminazione. Inoltre biblicamente la donna ha lo scopo di “partorire con gran dolore”. Mentre l’uomo deve “lavorare con sudore”. Insomma, tutte le donne che oggi lavorano vanno praticamente contro al volere di Dio 😉

“questa forse è l’unica che posso condividere perché a nessuno deve essere imposto qualcosa contro la sua volontà”
Grazie.

“io sono cattolica…non mi sono mai sentita suddita proprio di niente”
Male. Se ti sentisse il Papa ti direbbe “L’obbedienza totale alla Chiesa Cattolica è dovere di ogni buon cattolico”.

“questa non la sapevo…però francamente non la metterei tra le motivazioni…”
Beh, è un motivo pure questo, perché non metterlo?

Ciao

cristiana

@ Roby

ti rispondo sinteticamente.

“io sono cristiana o cattolica? Forse sei cristiana ma non cattolica.” come ti ho già scritto qualche giorno fa, io credo nella chiesa cattolica (lo dico nel credo), e prego perché quella parte di essa contro cui lottate anche voi si converta agli insegnamenti di Gesù. ti consiglio il seguente link per darti un esempio di come la penso su alcuni sacerdoti

http://www.mariadinazareth.it/www2007/Articoli%20Giornalistici/Il%20quarto%20segreto%20di%20Fatima.htm

“Beh credo che i gay un bell’odio verso chi gli dice “Siete malati e contronatura” ce l’abbiano già, non lo fomentiamo certo noi” …no comment

“Non possono ambire a diventare papa, nè tantomeno vescovi. E’ discriminazione. Inoltre biblicamente la donna ha lo scopo di “partorire con gran dolore”. Mentre l’uomo deve “lavorare con sudore”. Insomma, tutte le donne che oggi lavorano vanno praticamente contro al volere di Dio” Non poter diventare papa-vescovo-sacerdote non è necessariamente discriminazione…e una vera donna credente non si preoccupa di questa mancata possibilità, quindi non vedo perché dobbiate preoccuparvene voi!
La donna non partorisce con dolore solo biblicamente…direi che questo è un dato di fatto dato che i dolori del parto sono considerati i più forti che esistano…
L’uomo che deve lavorare con sudore non è il maschio e non è scritto da nessuna parte che il fatto che una donna lavori è peccato!

“Male. Se ti sentisse il Papa ti direbbe: L’obbedienza totale alla Chiesa Cattolica è dovere di ogni buon cattolico” io mi sento figlia di Dio, non credo che il Papa o qualsiasi altro religioso possa contrariarmi in questo. Credere nella chiesa cattolica e nei suoi insegnamenti non vuol dire esserne sudditi. Se sono contro l’aborto, l’eutanasia, i metodi abortivi (pillola del giorno dopo e spirale), la pedofilia, la violenza fisica e morale fatta a chiunque, insomma contro qualsiasi cosa sia contro il dono della vita che viene da Dio non è perché c’è scritto in qualche enciclica o legge o articolo del codice del diritto canonico, ma perché credo nell’insegnamento d’amore e di pace che viene da Gesù Cristo, figlio di Dio!

Ciao

Samael

Cristiana scrive:

“E’ inutile che cerchi di provocarmi…sai benissimo che non posso provare l’esistenza di Dio, ma nemmeno tu ne puoi provare il contrario.”

L’onere della prova spetta a chi afferma,non ha chi nega…per me vale l’assenza di prove e’ prova di assenza.

Ovvio che se credi in dio per logica dovresti credere pure a satana….io al contrario e ancora logicamente non credo nell’uno e nell’altro.

La preghiera e’ solo un soliloquio, tu credi di parlare con un essere supremo, che non esiste ,invece che essere consapevole che stai parlando e/o pensando tra te e te.

riguardo al tuo discorso sul cancro infatti la maggior parte della gente che purtroppo e’ morta ha pregato ( ne conosco purtroppo ) ,ma non e’ servito a niente poiche’ dio onon e’ buono o non esiste…propendo per la seconda….tra le persone invece che sono spontaneamente guarite per cause naturali ci sono anche tanti atei oltre che credenti…questo non spiega nulla se non che ci sono guarigioni spontanee a prescindere dalla fede o meno in questo o quello.

Io una volta credevo in dio ( ovviamente in quello inculcato dalla nostra tradizione culturale ) ma quando cominciai a pormi le domande giuste e cominciai a cercare le risposte con la mia testa senza condizionamenti conformi alla societa’ imperante ho spezzato le catene.
E’ tutta una illusione, e’ parte di un effetto secondario accidentale dell’evoluzione dell’uomo….la conquista e’ rendersene consapevoli.

Roby

@ cristiana

“prego perché quella parte di essa contro cui lottate anche voi si converta agli insegnamenti di Gesù”
Perfetto. Per quanto riguarda il link non posso entrare nel merito perché non conosco la questione, ma già il fatto che tu non sia una persona che prende per oro colato tutto ciò che proviene dalle alte gerarchie cattoliche per me vuol dire molto. Purtroppo non tutti sono così. Purtroppo per molti cattolici tutto ciò che dicono il papa e i vescovi è VERO senza possibilità di errore e senza bisogno di alcuna critica.

“no comment”
Mi fa piacere che tu dica “no comment”, vuol dire (credo) che ti sembra assurdo apostrofare i gay come dei “malati e contronatura”. Purtroppo questa è la posizione ufficiale della chiesa e del 99% degli ecclesiastici (Barbero è una rara e sana eccezione). “No comment” devi dirlo a loro, non a me. Inoltre: sei consapevole del fatto che tutte le persone coinvolte nell’aggressione degli omosessuali (vedi anche gli spregevoli ultimi casi di Roma) sono dei ferventi cattolici (alcuni addirittura legati a gruppi filo-fascisti, reazionari e “filo-inquisizione”)? Nessuno è ateo. Pensaci.

“Non poter diventare papa-vescovo-sacerdote non è necessariamente discriminazione”
Beh, il fatto che fino a qualche tempo fa le donne non potessero avere alte cariche di stato era vista come discriminazione. La faccenda mi sembra analoga. Poi, è vero, le donne cattoliche accettano ciò senza alcun problema. Ma vista dal di fuori pare una discriminazione.

“L’uomo che deve lavorare con sudore non è il maschio e non è scritto da nessuna parte che il fatto che una donna lavori è peccato!”
Sicura che non sia il maschio ma l’uomo in generale? Da come è contrapposto con “Donna, tu partorirai con gran dolore”, mi sa che si rivolge al maschio. Comunque puoi guardare, come altro esempio, i 10 comandamenti. Uno dice: “Non desiderare la donna d’altri”. Non ce n’è uno che dice: “Non desiderare l’uomo d’altri”. Questo perché i comandamenti si rivolgono solo ai maschi. Mi pare discriminazione.

“Se sono contro l’aborto, l’eutanasia, i metodi abortivi (pillola del giorno dopo e spirale), la pedofilia, la violenza fisica e morale fatta a chiunque, insomma contro qualsiasi cosa sia contro il dono della vita che viene da Dio non è perché c’è scritto in qualche enciclica o legge o articolo del codice del diritto canonico, ma perché credo nell’insegnamento d’amore e di pace che viene da Gesù Cristo, figlio di Dio!”
Argh! La pillola del giorno dopo è un anticoncezionale, non un abortivo, perché lo spermatozoo non ha ancora fecondato l’ovulo. Idem per la spirale, che è l’analogo femminile del preservativo. Non c’è niente di abortivo in questi due sistemi, caspita informati un po’ meglio su queste cose, sembri una dodicenne (anzi le dodicenni di oggi sono un po’ più sveglie su ste cose, mi sa…)! 😉
A parte queste due castronerie che hai scritto sono d’accordo in generale col tuo pensiero: rispetto il fatto che credi nell’insegnamento di Gesù, sei liberissima di farlo, ci mancherebbe.
Però da qui potrebbe nascere una nuova discussione molto complessa, che forse non è il caso di affrontare su un blog: è giusto fare una LEGGE contro l’eutanasia, se ciò che fa schierare contro l’eutanasia è “l’insegnamento di Gesù” e in Italia ci sono almeno un milione di persone (fra atei, agnostici e appartenenti ad altre religioni) che no credono in Gesù? Non sarebbe più giusto far scegliere a ciascuno secondo la propria coscienza, invece di imporre a tutti per legge un qualcosa di religioso come gli insegnamenti di Gesù? Ciò non va contro agli articoli della costituzione che dicono che lo Stato è laico, e la Chiesa non deve entrare nelle sue leggi?

Comunque mi pare che in lina di massima ci stiamo capendo piuttosto bene l’un l’altro, e questo mi fa piacere.

Ciao

cristiana

@ Roby

“no comment”
non era proprio così…spero di poter esprimere il mio pensiero senza sembrare razzista o cose del genere che non mi appartengono per niente..
non so se si tratti di un qualcosa contronatura, perché in natura l’omosessualità è sempre esistita, sia nel regno umano che in quello animale, e non sono certa che si tratti sempre di una malattia, disturbo psichico o altri termini utilizzati in materia…personalmente ho qualche riserva in merito, anche se in alcuni (e sottolineo alcuni perché non voglio che si pensi che io pensi che è una malattia!) casi di studio di psicologia alcuni eventi subiti in giovane età hanno portato all’omosessualità da adulti (tipo l’incesto)…
però non sono d’accordo con la possibilità di adozione (so che molte coppie etero sono genitori peggiori di quanto potrebbero esserlo coppie gay, è difficile trovare le parole giuste…sarò retrograda ma non credo che psicologicamente possa essere un ambiente favorevole per un bambino crescere in un ambiente così…come in altri ambienti del resto…)o il riconoscimento civile delle coppie di fatto, opterei piuttosto per un ampliamento dei diritti della persona (mi riferisco all’assistenza medica, al testamento, ecc). per me la famiglia è formata da un uomo ed una donna e dai figli che danno alla luce. Non sono contro gli omosessuali, sono liberi di fare e pensare ciò che vogliono. Però non mi sento di considerare una coppia gay una famiglia…del resto per una coppia etero che non è credente esiste già una possibilità di regolamentare legalmente la propria unione che è il matrimonio civile…tutto qua, ma sono d’accordissimo, ribadisco, che vengano attribuiti a tutti i cittadini italiani (gay ma anche etero…) i medesimi diritti personali!
Inoltre, non capisco l’ostentazione del gay pride…penso che ci siano molti omosessuali che vivono la loro omosessualità senza sentire il bisogno di marce (a mio modesto parere un po’ volgari e di cattivo gusto) o di chissà quali richieste di riconoscimento da parte della società…semplicemente vivono normalmente la loro vita…
Riguardo alle violenze, ribadisco il mio essere contro qualsiasi forma di violenza esercitata nei confronti di chiunque. E il fatto che chi la esercita si proclami credente non fa altro che indebolire la posizione del cattolicesimo agli occhi di molti (sottolineando che se davvero fossero credenti non si azzarderebbero mai a compiere tali barbarie!).

Io lavoro 12-13 ore al giorno (infatti dalla prossima settimana non credo potrò avere tempo di scrivere in questo blog…per la gioia di alcuni di voi probabilmente 😉 ) al pari con miei colleghi uomini, nessuno mai mi ha detto che è peccato.

La pillola del giorno dopo (così come la spirale) ha un’azione “antinidatoria”, ossia di intercezione (impedimento che avvenga l’impianto dell’ovulo fecondato, cioè dell’embrione, nella parete uterina). Il risultato finale è l’espulsione e la perdita di questo embrione. Soltanto se l’assunzione della pillola precede di qualche giorno l’ovulazione, potrebbe agire con un meccanismo di blocco di quest’ultima (in questo caso, si tratterebbe di un’azione tipicamente “contraccettiva”). Per me l’embrione è una vita umana (non dimenticare quello in cui credo…e non ho 12 anni, ho abbastanza una cultura in materia…), anche tu lo sei stato :-)

Riguardo a questi ed altri temi sono d’accordo con te che non debbano essere affrontati in un blog.

Ciao

cristiana

@ Roby

Riprendo solo una cosa che mi avevi scritto dicendomi che ho iniziato in modo accusatorio. Quando parlo di pena o tristezza non sono ironica, le provo davvero perchè mi dispiace veramente che voi non crediate in Dio, forse a causa poprio degli atteggiamenti di parte della chiesa cattolica.
e quando ho scritto “che ignoranza” mi riferivo a Franco che scrive “Vorrei aver battezzato mio figlio solo per il gusto di sbattezzarlo il 25 ottobre…” non mi sembra una frase degna della persona più colta/intelligente/acuta che ci sia…sarà stata anche una battuta la sua…ma mi pare un po’ di cattivo gusto…
tutto qua, perché mi spiace di aver inizato con toni un po’ accesi ma è proprio per il dolore che provo leggendo alcune delle vostre affermazioni che sono partita così…
invece ho trovato il dialogo con te interessante e costruttivo.

Roby

Nessuna obiezione sulla prima parte. La penso diversamente su alcuni punti (in particolare sul riconoscimento civile, che, dato che è civile e non religioso, non dovrebbe avere nulla “contro” l’omosessualità), ma rispetto le tue idee.

Sul lavoro femminile ok, non sarà un “peccato”, ma nella Bibbia non è “previsto” che le donne lavorino, così come non è previsto che i comandamenti si rivolgano alle donne. Questo discrimina le donne. Tutto qua. Poi ti ripeto, è normale che una donna cattolica accetti tutto ciò e lo viva senza il minimo problema. Infatti non sono le donne cattoliche a sbattezzarsi, ma quelle non cattoliche. Che si rendono conto non solo che la Chiesa non le rappresenta (questo vale anche per gli uomini non cattolici) ma anche che la donna cattolica è considerata non uguale all’uomo, e questo può essere un motivo in più per sbattezzarsi. Tutto qua. Capito cosa intendo? Parlo dal punto di vista della donna non cattolica, che non si riconosce nella chiesa cattolica e che si sbattezza. E’ ovvio che tu non la pensi allo stesso modo, non c’è alcun problema.

Pillola del giorno dopo e (ancor di più) spirale non sono metodi abortivi. Su qualunque enciclopedia o libro di medicina li vai a cercare li trovi come contraccettivi. Comunque il cattolicesimo si oppone anche alla contraccezione, quindi purtroppo non fa gran differenza, la mia era un’obiezione di carattere medico, non è molto importante nella discussione. Circa il fatto dell’embrione, ci sono molti studi su quando cominciano ad esserci onde cerebrali e attività neuronali in esso. E’ dopo diverse settimane. Prima è una vita “in potenza” non in atto. Come lo sono i singoli spermatozoi e ovuli, che tutti potenzialmente potrebbero originare una vita, e dunque dovremmo obbligare gli uomini e le donne a copulare senza sosta, per non sprecare tutta la vita “in potenza” che hanno dentro di sé. Mi pare irrealizzabile come cosa. In conclusione, amio parere, finché la vita non è “manifesta”, cioè l’embrione mostra segni di attività cerebrale, l’aborto può essere effettuato.
Anche qui la situazione è complessa, inutile negarlo. Quindi se la pensi diversamente (e la pensi diversamente) non mi sento di criticarti o di farti obiezioni forti, rispetto il tuo pensiero.
Forse un po’ più grave è la questione eutanasia: se una persona si ritorva con un corpo oramai vegetale e incapace di qualunque attività mi sembra barbaro tenerla in vita a tutti costi. Specie se non crede in Dio e nella sacralità della vita.

Ciao

Roby

Nessun problema per i toni accusatori, ci siamo chiariti 😉

Sì, è probabile che ogni tanto si trovi qualche battuta di cattivo gusto, però considera che siamo su un blog dove siamo tutti accomunati dal fatto di essere atei o agnostici. Fra di noi qualche battuta ci può stare. Mi è capitato di vedere da spettatore, senza intervenire, qualche blog cattolico e a volte ho trovato battute di cattivo gusto su noi atei e agnostici. Insomma, fa parte della natura di un blog.

Anche per me dialogo interessante e costruttivo

Ciao 😉

Samael

Cristiana scrive:

“Quando parlo di pena o tristezza non sono ironica, le provo davvero perchè mi dispiace veramente che voi non crediate in Dio, forse a causa poprio degli atteggiamenti di parte della chiesa cattolica”

Mi dispiace per te che provi pena per chi non crede in dio,io ne provo invece per chi ci crede, lo trovo infantile e poco responsabile.
La chiesa cattolica e’ una istituzione teocratica che persegue solo il proprio interesse politico ed economico,e’ stata la piu’ grande istituzione criminale della storia contro l’umanita’…se non ci crede documentati e non renderti schiava del revisionismo storico inatto da qualche secol dalla chiesa stessa.
Ma non e’ per lei che non credo in dio,questo e’ tutto un altro discorso,se non tutta un’altra storia.

Roby

Questa parte nel post di cristiana mi era sfuggito. Quoto Samael: non è certo per colpa degli atteggiamenti della Chiesa Cattolica che non crediamo in Dio. Sono due cose ben distinte. Ecco perché mi piacerebbe molto che anche chi crede in Dio avesse il coraggio di criticare la Chiesa per tutte le nefandezze compiute nel passato e nel presente.

Samael

Non credere in dio e’ stato per me un percorso lento ma inesorabile,direi piuttosto naturale,rafforzato dagli studi di filosofia,antropologia e in parte di biologia.
Indipendentemente poi dalla credenza in una forza univesale che puoi chiamare dio o pinco pallino,la chiesa cattolica e’,a mio avviso,da considerarsi una istituzione multinazionale che persegue profitti e autoconservazione della casta,manipolando le coscienze ed abusando delle credenze popolari sulla povera gente ingenua ed incapace di senso critico-La chiesa stessa predica cio’ che lei,nelle alte gerarchie,non puo’ mantenere per sua volonta’,stravolgendo il messaggio che si puo leggere nei 4 vengeli canonici; he oltrettutto sono state manipolati ed interpolati centinaia di volte dai padri della chiesa in questi due millenni.La chiesa si puo’ ben dire che sia stata la massima incarnazione del male per l’umanita’ dal IV secolo fino a oltre il XVIII.
Con l’avanzare della secolarizzazione,finito il buoi oscurantista del medioevo,partendo dal rinascimento fino all’illuminismo,alle scoperte scientifiche,la civilta’ ha preso una maggiore consapevolezza di se’ e del mondo che lo circonda e la chiesa da brave camaleontica serpe si e’ saputa adattare agendo in modo piu’ subdolo e meno diretto ma sempre pronta con inganni suadente e persuasivi,con ripetute litanie mediatiche a forgiare ed indebolire le coscienze dei piu’ impreparati. Se satana e dio per assurdo dovessero esistere,il primo sarebbe ben felice ed intimorito allo stesso tempo dalle nefandezze che l’istituzione chiesa cattolica ha perpetrato lungo il suo diabolico cammino nella storia dell’umanita’.
E’ meglio per essa che un giudice supremo non debba esistere, e nelle alte sfere,in cuor loro,sono piu’ atei di me.

cristiana

@ Samael e Roby

tralasciando il credere o meno in Dio, ed i percorsi di vita di ognuno di noi che ci hanno portato a crederci (davvero, ossia senza il semplice catechizzare della Chiesa) o no…volevo solo precisare 2 cose sul mio pensiero (e di altri credenti).

1) in tema di “pena” per chi non crede: il mio credere in Dio e nei messaggi contenuti nel Vangelo, ribadisco, non è un semplice prendere in giro dicendo mi fai pena, sono proprio triste. E’ un po’ difficile da spiegare…però mi sento così e prego per voi.
Riguardo a quanto ho detto sul fatto che siano gli atteggiamenti della Chiesa che non vi fanno credere in Dio, mi sono espressa male e frettolosamente. Intendevo che mi spiace che certi atteggiamenti, comportamenti di PARTE della Chiesa abbiano fatto sì che si perdesse la centralità di tutto che è Dio (tramite evangelizzazione e testimonianza dell’amore di Dio) in favore delle “cose del mondo” che non appartengono a Dio (soldi, consumismo, ecc ecc ecc). Io sono triste perché credo nella Chiesa fondata da Cristo (che, per usare un termine sintetico, è un po’ più “francescana” di quella che tutti conosciamo).

2) Mi collego a quanto detto da Roby “non è certo per colpa degli atteggiamenti della Chiesa Cattolica che non crediamo in Dio. Sono due cose ben distinte. Ecco perché mi piacerebbe molto che anche chi crede in Dio avesse il coraggio di criticare la Chiesa per tutte le nefandezze compiute nel passato e nel presente”. So che sono 2 cose distinte e spero di essermi spiegata meglio nel punto precedente. Quanto al coraggio di criticare la Chiesa, per quanto mi riguarda ce l’ho eccome! Ma senza distaccarmi da essa e dalla lettura del Vangelo (come fanno alcuni sacerdoti che ne stravolgono il contenuto vendendo ottime interpretazioni che sembrano vere…)! E comunque, Giovanni Paolo II, rispetto al quale credo sia difficile esprimersi negativamente, ha pubblicalmente ed ufficialmente chiesto perdono e riconosciuto i peccati di cui si è macchiata in passato, quindi non credo che ci sia nessun cattolico che non sia in grado di riconoscere gli errori fatti dalla chiesa in passato (tempi caratterizzati da un certo oscurantismo e dalla diffusa ignoranza popolare).
Quanto ai nostri tempi, nonostante l’ignoranza dovrebbe essere sempre meno diffusa, molti credenti non si pongono il “problema” dei comportamenti della Chiesa.
Io, personalmente, sono preoccupata, per motivazioni che ho già espresso, ma sopratutto sono arrabbiata perché sono convinta che non ce la racconti giusta riguardo al terzo segreto di Fatima, e specificamente alla parte di esso che si riferisce al fatto che l’apostasia della Chiesa partirà dai suoi vertici. Antonio Socci, nel suo libro-inchiesta “il quarto segreto di Fatima” fa un bell’attacco (da credente) alle alte cariche della Chiesa, senza risparmiare nomi e cognomi. Quindi io sono decisamente in lotta contro la Chiesa e vorrei che ci fosse una maggiore presa di coscienza (e preghiera) per quanto succede e succederà.

Samael

Cristiana scrive:

“Giovanni Paolo II, rispetto al quale credo sia difficile esprimersi negativamente, ha pubblicalmente ed ufficialmente chiesto perdono e riconosciuto i peccati di cui si è macchiata in passato

Gurda, anche questo papa ha i suoi scheletri nell’armadio,tanto per dire appoggio’ l’operato del dittatore Pinochet ( per scongiurare foraze comuniste nel sudamerica ), che come saprai si macchio’ di crimini contro l’imanita’,incontrandolo,stringendogli la mano e scambiandosi regali….quando l’ipocrisia piu’ maligna si mescola con l’evidenza dei fatti.
E poi a chi avrebbe chiesto scusa? Non certo a tutte le vittiime ed ai parenti,ma a dio….quindi per chi non e’ credente verso nessuno! Le scuse non vanno rivolte ad un ente astratto ma direttamente a chi ha subito torti qui su questo nostro mondo.
Ci sarebbero tante altre cose da dire ma mi fermo qui….

Samael

…e’ poi facile lavarsi la coscienza dell’immenso male compiuto in poche parole…daltronde e’ la dottrina cattolica che prevede il reiterarsi della penitenza e di conseguenza del peccato…basta pentirsi et voila’,come per magia tutto torna pulito come in una pubblicita’ di detersivi…ovviamente fino al prossimo peccato!
Non sono bastate le scuse a dio per pulirsi la coscienza di immani sofferenze,come minimo bisogna piangere mentre ci si pente,condannare nel modo piu’ categorico l’operato della chiesa e rimettere tutto in discussione,tenendo conto che molte istituzioni colpevoli di crimini molto inferiori sia nel tempo che nell’entita’ del male fatto al confrinto della chiesa,sono state giustamente abolite e messe al bando…

yoshi

@ Cristiana

Voglio chiederti scusa per tutte le cose che ho detto su di te nei post precedenti.
Leggendo gli interventi successivi mi sono reso conto che le mie accuse erano infondate.
Comunque sono d’ accordo anche con Samael per quanto riguarda alle scuse di Giovanni Paolo II. E’ vero che ha fatto moltissime cose buone ma non per questo si può dire che sia senza peccati(anche se pochi).

P.S. Risollevo la questione sull’evoluzione in quanto è stata dimostrata scientificamente.

nicola

Qual’è l’utilità di dichiarare guerra alla Chiesa cattolica o alla religione in generale? Io, da ateo, non ne vedo alcuna. Non in questo momento almeno. Anzi mi sembra piuttosto una manifestazione di debolezza e di impotenza da parte del mondo laico, e vi spiego perché. Dato che la cultura laica non riesce a formulare un “pensiero forte”, che riesca a dare un orientamento etico condiviso almeno da tutti quelli che non credono e che sia estensibile anche a coloro che hanno una fede – fatto questo che sarebbe l’unico mezzo per togliere alla chiesa il monopolio della morale – allora si pensa che strillare di più ci faccia sentire meno soli. Personalmente non ho nessuna voglia di unirmi a questa sorta di anti-religione, che rischia di scivolare nel ridicolo.
Penso piuttosto che la religione come fenomeno associativo abbbia una valenza essenzialmente politica. Pertanto, se la si vuole contrastare bisogna dare alla politica e allo stato quella credibilità e quella efficacia che oggi non ha.

yoshi

@nicola

Nessuno qui ha mai dichiarato guerra alla chiesa cattolica ma vogliamo solo svincolarci da essa. Se lo facciamo tutti assieme è per rendere la portata dell’evento più evidente e anche (come tu hai detto) per sentirci meno soli.

nicola

a joshi

Mi piacerebbe saper cos’è che ci tiene vincolati alla Chiesa cattolica. Se si tratta di nostalgia dell’infanzia, allora può darsi che veramente possa servire un rito liberatorio collettivo.
Personalmente non mi sento in alcun modo legato a ciò che i cattolici fanno o dicono. So però che in Italia la Chiesa ha una grandissima inluenza in tutti i settori della società e della politica, è una lobby potentissima. Per questo la risposta non può che essere politica. Se manca l’impegno dei laici nel campo dell’azione politica, culturale ed educativa, non possiamo lamentarci del fatto che la Chiesa spesso supplisca ai compiti che dovrebbero essere propri dello Stato o dei partiti e naturalmente non lo fa gratis.

elena

vorrei tanto sbatezzarmi ma nn so come so fare! Il fatto è che sono nata all’estero,Tripoli (libia) 54 anni fa e ormai saranno morti parroco e nn ricordo neanche la chiesa dove fui battezzata! Devo rassegnarmi a restare cattolica anche se da anni nn mi ci sento?grazie,se vorrete informarmi.

Claudio

Ho letto tutti i documenti ma non sono riuscito a trovare il mio caso. Sono nato, e mi hanno battezzato, all’estero. In un altro stato estero mi hanno fatto fare cresima e comunione, il matrimonio religioso l’ho fatto in Italia. Come posso fare per richiedere di essere sbattezzato?
Grazie in anticipo,
Claudio

marco

Ho sentito parlare dell’UAAR su current tv, sicuramente mi sbattezzero’ il prossimo ottobre.

tommaso rossi

NON SBATTEZZATEVI ,in questo momento il mondo immondo a partorito una nuova generazione mai nata, immatura, l ateismo:tutti i popoli consapevoli della loro debolezza quindi maturi chiedevano aiuto a dei a DIO.fratelli il senso della vita è la formazione all amore:verita pazienza altruismo calma comprensione perdono ecc… cioe quello che vogliamo dagli altri o al non amore: bugia non pazienza egoismo rabbia incomprensione non perdono ecc…quello che nono voglismo dagli altri. solo amando si e felici i buoni sono felici i cattivi no solo con i sacramenti si puo sviluppare l amore chi non ama si alza la mattina esaurito chi ama va al martirio felice se amiamo DIO non ci pesa nulla chi non ama DIO gli pesa tutto anche cose minime:traffico poco sale nella pasta ecc….TENETEVI IL SEME DELL AMORE: IL SACRAMENTO DEL BATTESIMO E FATELO SVILUPPARE CON I SACRAMENTI,LA PREGHIERA E LO SCHIERARSI ALL AMORE : VERITA, ALTRUISMO PERDONO PAZIENZA ECC….W LA SS TRINITA UNICA FONTE D AMORE LA VERGINE MARIA MADRE D AMORE E LA SANTA CHIESA CATTOLICA APOSTOLICA .PORCO IL DIAVOLO

Luca

Ho un unico rammarico: i miei non mi hanno giustamente battezzato, quindi non posso togliermi lo sfizio di sbattezzarmi!

bismarck

@ tommaso rossi

Ti sei fatto battezzare da Don Zauker per caso?

gianfranco

tommasso. leggi meno la bibbia e un po’ di più la “grammatica della lingua italiana”.
Ne troverai giovamentonel corpo e nello spirito.

Roberto Martina

Colgo l’occasione per ringraziare l’UAAR di Milano che l’anno scorso si è occupata con grande professionalità della mia pratica di sbattezzo.

Robydik

Avevo già deciso di sbattezzarmi unitamente ad alcuni amici ed a questo punto non vedo migliore occasione che farlo tutti insieme per il 25 ottobre. Avere la consapevolezza di “liberarci” dall’infame bollo insieme a tanti altri amici in tutta italia, mi dà una gioia in più!!!
Per quanto riguarda, invece, i dibattiti aperti con i poveri credenti, devo dire che sono favorevole alla loro partecipazione, perchè mi diverto moltissimo!!! 😉
Ci sono state delle punte davvero esilaranti, tipo quando chiamano in causa il satanasso o dio in persona per punizioni esemplari. Questo è un bel segno, vuol dire che la continua crescita del numero di “sbattezzati” in italia sta cominciando a preoccupare seriamente la curia che sguinzaglia i suoi fedeli servitori per mettere a tacere o per minimizzare, etc..
Ovviamente non mi riferisco a coloro che hanno scritto qui, loro sono soltanto il frutto dell’opera dei servitori (prelati, giornalisti, politici, etc. etc.).
Continuiamo così, dunque, e…benvenuti nel forum ai credenti!!! :)

Valerio&Andrea

Che bello avete citato il delirante don Livio!!! vorrei ricordare i suoi meravigliosi interventi a radiomaria. io e il mio compagno spendiamo non poco tempo ad ascoltarlo, ed è un vero spasso, un misto di fanatismo medievale, infantilismo e presunzione, (per non parlare dei suoi famosi maltrattamenti alla grammatica italiana), alle volte ha pure la voce impastata, ricorda molto chi a capo di una buona cena ha dato fondo al fiasco…. :) , un vero tuttologo, lui parla di politica, storia, costume, società, teologia, attualità, e chi più ne ha ne metta…. con la leggerezza di chi sta leggendo gli ingredienti di una ricetta, senza porsi il problema che ciò che dice è spesso molto scorretto, quando non è infondato… in alcuni casi non si riesce a seguire bene per si perde e ingarbuglia senza dare un senso compiuto a frasi e concetti , ma ne vale la pena…. la cosa agghiacciante è che lui ci crede, e con lui, probabilmente, anche buona parte delle persone che lo seguono. spaventa il fatto che un personaggio del genere, possa dare voce ai suoi pensieri attraverso un mezzo di comunicazione come la radio. (so che non c’entra il personaggio con questo blog… ma è un mito dell’orrore e bisogna conoscerlo per evitarlo)

Un Cattolico

Gentilissimi,

Come fate ad essere contenti di sbattezzarvi? Il Battesimo è probabilmente la Grazia maggiore che un essere umano possa ricevere. Mediante il Battesimo si riceve la Grazia Santificante che lava via il peccato originale e si diventa figli di Dio.

Se siete scandalizzati per via di qualche ecclesiastico e/o dei peccati di “Cristiani comuni” me ne scuso, ma tuttavia questo non è un buon motivo per diventare atei.

Dio ancora vi aspetta, vi ama con tutto il cuore ed è morto in Croce anche per voi e vi vuole salvare l’Anima.
Ricordatevi; ci sarà la morte, poi il Giudizio e in base a questo l’inferno o il Paradiso (il Purgatorio è, diciamo, l’anticamera del Paradiso).

Ripensateci! Vi aspettiamo con braccia aperte.

Un Cattolico

yoshi

@ Un Cattolico
Grazie di aspettarci con le braccia aperte comunque penso che la tua attesa sarà molto lunga (diciamo tutta la vita). Chi ti dice che il battesimo lava via tutti i peccati dell’uomo? Quando non c’era ancora,gli uomini erano tutti peccatori (di cosa non si sa)? Come si può ben capire facendosi queste domande il battesimo non è altro che una tradizione nata nei secoli che non ha nulla in più del ‘tocca ferro’ per scacciare la sfortuna.

robydik

@ yoshi
Non credo proprio che “Un Cattolico” sia reale, ovvero è uno dei nostri che si vuole divertire 😉

@ Un Cattolico
Dai, buontempone, confessa….

Ateo2

@ Un cattolico, ma anche a molti altri
Posso chiedervi cosa vi convince che le cose stiano come dite voi?

Chi non crede in dio, non da peso al sacramento del battesimo, tanto più che questa sembra essere più vincolante alla chiesa cattolica che non a qualcosa al di la di questo mondo.

ci sono persone atee e agnostiche che “credono” in qualcosa, credono che in questo mondo (che è tutto ciò che possiamo vivere adesso) sia più importante essere delle persone migliori. senza vincoli ultraterreni, senza morali imposte, senza sudditanze. credono che sia meglio usare la testa e la ragione. e credono nei valori.

è tanto difficile pensare che anche un ateo e agnostico, con la sua testa e il suo pensiero, sia una bella persona?

Luca

Perchè non fate un link di questa pagina per facebook?? Sarebbe un ottimo tam-tam!!

Pierpaolo Buzza

Ciao a tutti,
anche io vorrei sbattezzarmi il 25 ottobre insieme a voi, abito a Roma, ma malgrado abbia mandato una mail, ancora non ho capito bene come si fa :-)
Qualcuno può darmi lumi?

E poi: ho da poco aperto un blog (un blog devaticanizzato), e mi piacerebbe inserire il banner per lo sbattezzo 2009. Tutti quelli che ci sono sul sito sono del 2008, o non sono stato abbastanza bravo io a cercarli?

Ciao a tutti, e a presto!

e-sugar

@don Alberto
Le ipotesi sono due: o vuoi rinserrare le fila circondandoti di “fedelissimi”, oppure non ne puoi davvero più di qualcuno che vuole sempre essere più papista del Papa!

sclero

Un tentativo di risposta alla sig.ra Cristiana (o cristiana).

Leggo raramente e scrivo con ritardo, mi si voglia scusare.
Se ho letto il Vangelo? Si… Se ho letto la Bibbia? si… Ho letto anche il Corano pensi un poco e ho anche letto Siddharta di H. Hesse, anche “perchè non sono cristiano” di Bertrand Russel, anche… si va bene ma che lo dico a fare? Per quanto riguarda la festa del Sol Invictus la data è corretta perchè… se avrà la bontà di leggersi un testo di astronomia (non astrologia) è ben descritto.

Per come la vedo io si dovrebbe amare l’Uomo in quanto Uomo e non perchè sia imposto da un dio, qualunque esso sia. Se amo l’uomo perchè è un atto dovuto non è amore perchè non lo faccio per l’Uomo ma per me stesso e per la mia ricompensa nell’alto dei cieli. O no?

A proposito, ci avviciniamo allo sbattezzo. 😉

sclero

Un’ultima cosa riguardo al sig. Satana.

Visto che il vostro supposto dio è onnipotente e il creatore del tutto è anche il creatore di Satana. O no? Dunque vediamo… Io onnipotente mi creo un bel nemico da combattere e visto che sono onnipotente non lo distruggo ma lo lascio lì buono a farmi concorrenza, tanto quando arriva il giudizio universale l’unico vincitore sono io.

Visto che il vostro supposto dio è onniscente avrà saputo sin da subito, ma che dico da subito… prima del subito, che fine faceva Adamo & C. O no? Ma visto che sono qua, onnipotente, ma solo nell’universo, mi creo un bel giochino con cui distrarmi tanto so benissimo come va a finire…

Non se la prendano i cristiani, magari facciano ciò che gli viene insegnato, porgano l’altra guancia e preghino, non si intromettano nella mia privatissima vita e nella gestione della cosa pubblica.

Un Cattolico

Ciao,

Io sono veramente Cattolico. Per quanto riguarda la Fede in Dio non posso di certo imporvela. Se però vi fate onestamente la domanda; se veramente Lo cercate è perchè in realtà l’avete già incontrato.
Io posso dirvi magari in aggiunta di cercarlo dentro di voi, che è li che Lui sta! “Regnum meum intra vos est.”

Ciao,

Un Cattolico

sclero

Io la domanda me la sono fatta molti, ma molti anni fa e la mia risposta è molto diversa dalla sua, Un Cattolico.

Ora vi propongo un gioco con una sola regola. Lo posso fare perchè sono a casa mia , perchè sono iscritto al’UAAR e perchè è qui che confronto, quando posso, le mie idee. Considerando che sono a casa mia invito all’uso della logica e della razionalità. Il gioco è questo: la storia di Abramo e Isacco e la domanda che vi pongo. Per chi non la conoscesse invito a leggersela su qualsiasi sito enciclopedico, magari su Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Abramo_(patriarca) oppure in qualsiasi testo scritto (avete un’ampia scelta).

Dunque… “Quando Isacco era già un ragazzo, Dio mise alla prova Abramo: gli disse di andare su un monte e di sacrificare il suo unico figlio. Abramo, seppur a malincuore, accettò. Mentre legava Isacco per il sacrificio, però, apparve un angelo che disse ad Abramo di non far male a suo figlio e che Dio aveva apprezzato la sua ubbidienza, benedicendolo “con ogni benedizione”.

Questo supposto Dio onnipotente, onniscente, controllore del Tutto, di ogni singola particella su questo universo sapeva già come sarebbero andati i fatti. Lo avrebbe saputo già dalla creazione (sua) dell’universo. Perchè Dio mette alla prova Abramo inducendolo all’assasinio di suo figlio sapendo benissimo, e da sempre, lo svolgersi degli eventi? Ragionamo un attimo: un dio induce all’assasinio del figlio da parte di suo padre per avere dimostrazione di totale ubbidienza quando non ve n’è bisogno perchè il dio sa già tutto di tutti. Inoltre, essendo Dio, sapeva benissimo, conoscendola perfettamente, l’angoscia che provava Abramo e il terrore che provava Isacco o le due cose assieme per entrambi. Angoscia e terrore comandata da Dio a due uomini per una cosa del tutto inutile visto che la risposta la aveva già essendo, per l’appunto, onniscente. Perchè inoltre un dio infinitamente misericordioso e giusto, apportatore di amore, dispensa terrore e angoscia per una prova inutile, visto l’onniscenza sopracitata, inducendo all’assasinio con l’aggravante del fatto che la vittima è addirittura il figlio dell’assassino?

La domanda è questa… perchè? L’unica regola del gioco è questa; non valgono risposte del tipo: mistero della fede” oppure: “le vie del Signore sono misteriose” e via di seguito. La risposta dovrà essere logica.

Buonasera.

SBATTEZZO A NAPOLI: APPUNTAMENTO «

[…] SBATTEZZO A NAPOLI: APPUNTAMENTO Posted on 30 Settembre 2009 by uaarnapoli Anche quest’anno a Napoli, come in molte altre province italiane, il 25 ottobre si svolgerà la GIORNATA NAZIONALE DELLO SBATTEZZO. Il Circolo UAAR di Napoli sarà ospitato dalla sede dell’ARCIGAY sita in via San Geronimo alle Monache n. 19 (una traversa della centralissima via Benedetto Croce, quella di fronte alla libreria Ubik). Per tutta la giornata di domenica 25, quindi, il Circolo sarà lì con il proprio materiale divulgativo e la propria capacità di informazione, nonché ovviamente a disposizione di quanti vogliono presentare istanza di sbattezzo. Per i dettagli sullo SBATTEZZO si può consultare l’apposita pagina sul sito UAAR […]

giorgio

Spedita lettera alla parrocchia due giorni fa.. sono proprio contento.
Ora stamperò il modulo dal sito e lo distribuirò!

Enrico Imperiali

Ho provato a vedere sul vs sito le modalità della giornata dello SBATTEZZO A ROMA (LUOGO..ORA..se c’è bisogno di venire già con moduli compilati etc..) ma, come lamentava Piepaolo Buzzail 28 settembre, non date indicazioni, ancorchè richieste.
Ci sono novità?
Saluti!!

Raffaele Carcano

@ Pierpaolo Buzza ed Enrico Imperiali
Dovete scrivere a roma@uaar.it. Quanto al banner, quello qui sopra non va bene? Quali sono le esigenze specifiche?
Ciao e buon sbattezzo :-)

Stefano

Fatto! Spedita ieri. Ora aspetto la risposta!
E speriamo di avere la scomunica in premio!

😀

(Se penso che per apostasia si veniva uccisi e che ci son voluti i bersaglieri ieri e l’applicazione della legge sul controllo dei dati personali oggi per ottenere l’ovvio diritto di esprimere in cosa si crede o non si crede…
e se poi penso agli imbecilli che considerano il cristianesimo superiore all’islam…) BEURK

sclero

La risposta al mio quesito del 29 settembre? Nessuno? :-) Aspetterò…

l' Eretico

SBATTEZIAMOCI TUTTI! cioè tutti gli increduli, tutti gli scettici e i dubbiosi,
gli omosessuali, le donne e i paganamente risorti.
GRANDE FESTA IL 25 OTTOBRE, FESTA di LIBERAZIONE dal GIOGO CRISTIANO
CATTOLICO ROMANO, GRANDE FESTA … e ricordatevi che nella negletta
italietta fra non battezzati e sbattezzati, al di là delle false percentuali della cricca
vaticana, siamo circa 500.000, e non c’è esagerazione nel numero trascritto, casomai
in esso c’è un conteggio approssimativo per difetto.

l' Eretico

SBATTEZIAMOCI TUTTI! cioè TUTTI gli increduli,TUTTI gli scettici e i dubbiosi,
gli omosessuali, le donne e i paganamente risorti.
GRANDE FESTA IL 25 OTTOBRE! FESTA di LIBERAZIONE dal GIOGO CRISTIANO
CATTOLICO ROMANO, GRANDE FESTA … e ricordatevi che nella negletta
italietta fra non battezzati e sbattezzati, al di là delle false percentuali della cricca
vaticana, siamo circa 500.000, e non c’è esagerazione nel numero trascritto, casomai
in esso c’è un conteggio approssimativo per difetto.

Enrico Imperiali

SBATTEZZO A ROMA..: TUTTO TACE..! caro Carcano ho scritto al circolo (il 5 ottobre) ma… ancora attendiamo novità…
Fede..no, ma speranza ne abbiamo abbastanza..!
Saluti.

L' Eretico

SBATTEZIAMOCI TUTTI! cioè TUTTI gli increduli,TUTTI gli scettici e i dubbiosi,
gli omosessuali, le donne e i paganamente risorti.
GRANDE FESTA IL 25 OTTOBRE! FESTA DI LIBERAZIONE DAL GIOGO CRISTIANO
CATTOLICO ROMANO. GRANDE FESTA … e ricordatevi che nella negletta
italietta fra non battezzati e sbattezzati, al di là delle false percentuali della cricca
vaticana, siamo circa 500.000, e non c’è esagerazione nel numero trascritto, casomai
in esso c’è un conteggio approssimativo per difetto.

sclero

Et voilà. Richiesta di cancellazione dai registri parrocchiali eseguita.

Piantato un nuovo albero in giardino. 😉

L' Eretico

Aggiungo zeta mancante al precedente/i post.

SBATTEZZIAMOCI TUTTI!

Manuzza

Quest’anno vorrei farlo anche io. Non l’ho ancora fatto per pigrizia.

Io non credo in nessun dio e mi sorprendo sempre che ci siano persone che ci credono davvero: è un personaggio così contraddittorio, così incredibile (nel senso di non-credibile)… non risponde a nessun parametro minimamente possibile.
C’è sempre stato, sa tutto, vede tutto, permette all’uomo di “peccare”, di fare le cose più abominevoli contro il “prossimo” ma dice di amare le sue creature infinitamente, gradisce la sofferenza dei suoi “figli”, giudicherà tutti alla fine dei tempi (!)…
Sinceramente mi viene più facile credere all’esistenza di Babbo Natale!!!
Questo dio è troppo assurdo e proprio perché la dimostrazione della sua esistenza non riesce a reggere al semplice buon senso allora ti impongono che devi crederci per fede, con i dogmi e senza fare domande!!! Ma è semplicemente pazzescoooooooooo!

Manuzza

@ Un cattolico

Quando io morirò diventerò solo ossa e vermi. Io non ho anima, non credo all’esistenza di un dio che mi giudicherà né che il tuo dio sia mio padre (questa poi!!!).
Dio esiste per chi ci crede, perciò all’inferno o al paradiso ci andrai tu e non tutti gli altri.
Ricordati che i cattolici sono il 17% della popolazione mondiale. Pensi che più di 4/5 delle persone non conoscono la “verità” ma saranno comunque giudicate dal tuo dio???
Lasciaci in pace, siamo brave persone comunque.

florestana piccoli sfredda

Non faccio parte della UAAR. Sono cristiana evangelica valdese. Sono consapevole che “la fede è materiata di dubbi”, ma non accetto che vi siano scherno, ironia e cattivo gusto nel dichiarare il proprio ateismo: accetto un serio spirito di ricerca. Ancor oggi, a 82 anni, “DUBITO, ERGO SUM”. Fors’anche, “COGITO”.
Avevo appena inviato il mio commento al sito sullo “sbattezzarsi”, quando sono capitata su questo lunghissimo elenco della UAAR (che non conoscevo): l’elenco era così lungo che a un certo punto ho smesso di leggere. Anche perchè le dichiarazioni perentorie e in uno stile ironico di pessimo gusto non mi sono sembrate un segno positivo, bensì solo una frenetica volontà di apparire. Nessun serio approfondimento, nessun minimo dubbio su ciò che viene affermato, nessun tentativo di dibattito. Mio padre diceva: “io sono un libero pensatore, non amo le Chiese, ma rispetto sempre il mio interlocutore.” Non mi pare che vi sia alcun rispetto nelle parole di chi ha scritto fin qui. La libertà di pensiero e di coscienza esigono anche il rispetto. Florestana Piccoli Sfredda . cristiana evangelica valdese.

Samael

@ Florestana Piccoli Sfredda

Ciao, innanzitutto mi spiace che tu abbia ( mi permetti di darti del tu? ) interpretato in modo cosi’ netto tra tanti post alcuni sicuramente sarcastici e forse poco rispettosi…tieni presente che tra tanti che scrivono c’e’ sempre una grandissima divergenza di opinioni e modi di esprimenrsi…non prendertela se alcuni post possono sembrare poco rispettosi ,sapessi di quanti credenti poco rispettosi ed invadenti ne e’ impeneata la societa’…
Mi trovo personalmente ed assolutamente daccordo con quantodiceva suo padre,in un confronto civile il rispetto reciproco e’ di fondamentale importanza.
C’e’ anche chi affronta il dibattito nel modo piu’ rispettoso possibile e puoi assicurartene viaggiando tra i tanti post del sito…
P.s. Ho un totale rispetto per la chiesa valdese al contrario di quella cattolica romana per ovvie ragioni.

NONSONOCREDENTE

dove si svolgerà a Milano la giornata dello sbattezzo?
trovo anche io che alcuni post contengano ironia abbastanza pesante però è difficile trattenersi quando i cattolici tentano, con le loro tesi assurde, di convincerci che loro detengono LA VERITA’.

Giovanni

Mah, francamente io non so nemmeno in quale parrocchia sono stato battezzato … Quello che mi domando è se questa “operazione” abbia davvero qualsiasi utilità. Ho scorso un po’ delle opinioni qui sopra e mi sembra di notare una gran voglia di levarsi di dosso il battesimo come fosse un’acne della pelle. Io mi sento sbattezzato da almeno 35 anni e resto indifferente davanti a queste manifestazioni. La gente che strepita intorno a me è già troppa. Gli integralisti della religione (qui, cattolica, ma più in generale QUALSIASI religione) devono portare acqua al proprio mulino e lo fanno in modo violento, spesso. Non imitiamoli, per favore! L’ateismo è una cosa personale così come lo è la fede. Noi dobbiamo batterci non per “convertire” all’ateismo altre persone, ma per fare sì che la libertà di pensiero sia rispettata, e perchè non ci siano discriminazioni tra credenti e non credenti. E, soprattutto dobbiamo batterci perchè la chiesa non riceva favori, sovvenzioni, etc ma non perchè siamo atei, quanto perchè crediamo in quella libertà e nel rispetto di ogni opinione. E, ovviamente, nella laicità dello stato, uno stato che dovrebbe rispettare TUTTI i suoi cittadini e non solo alcuni. Le farneticazioni degli integralisti cattolici sono ben note e, purtroppo, non dobbiamo aspettarci che due o tremila sbattezzati in più in Italia cambino le cose. Il vaticano e tutti i suoi accoliti, a cominciare da comunione e liberazione, trescano per fare retrocedere l’Italia a paese medievale, giusto oggi apprendiano ancora che il manipolo di clerico-fascisti che dominano il parlamento hanno affossato la legge sull’omofobia, naturalmente con l’aiuto dei teodem stile binetti etc.:facciamo piuttosto qualcosa e mettiamo le nostre energie per lottare contro le discriminazioni!

sergio

Mi presento, da poco mi sono affacciato discretamente sul mondo UAAR; sono iscritto all’AIDO e avevo anni fa dato il mio consenso all’espianto degli organi. Oggi, mi domando se è necessario per me rimarcare la mia scelta in vista della legge sul testamento biologico.

Sto pensando anche allo sbattezzo e non temo la risposta del parroco, ma i miei parenti sono cattolici praticanti e in passato sono sempre stato molto irrequieto con la fede, ad oggi ho fatto una scelta razionale e laica atea che non ha precedenti nel mio sviluppo dall’adolescenza ad oggi. La mia scelta è stata maturata con il tempo ponendomi le giuste domande razionali e mettendomi in discussione, facendo emergere le esigenze razionali nella mia scelta filosofica e nella scelta dei libri: K Popper, Michele Martelli, Jaques Monod, Amartya Sen (L’altra india – la tradizione razionalista e scettica), Roberto Vacca, e ultimamente P.G. Odifreddi.

Scoprendo le radici della fede ereditate, ho analizzato la mia mente in modo approfondito e ho chiesto aiuto ad alcuni psicoanalisti e studiosi della psiche. Ho approfondito alcune discipline buddiste e di maestri indiani razionalisti. Molti percorsi fatti attraverso una disciplina e un rigore scientifico e filosofico che ha mostrato in me l’inconsistenza della fede ereditata e di cui ero convinto per spirito di appartenenza.

Sono stato in seminario, ospite dei benedettini di Pontida, dei fatebenefratelli di Brescia, ospite ad Arezzo dai Camaldolesi e in altri eremi ove la disciplina si imponeva in modo ritualistico. Sono stato ad Assisi portando i frati alla preghiera dell’unità dei cristiani.

Tutte esperienze che mi hanno segnato ma non impedito di pormi le giuste domande e di mettere in discussione la natura mentale della fede, la cui fondatezza si basa solo sul dogma non negoziabile, quindi, senza possibilità di ragionarci sopra. Per questo e per altri motivi, ho smontato in me il cosidetto equilibrio tra fede e ragione, che tanti vantano nel dirsi scienziati credenti. Un lavoro certosino di profonda onesta psicologia e filosofia, che mi ha aiutato ad accettare il paradosso, il dubbio verso le fonti della fede.

Sono molto felice oggi di essere me stesso in senso sincero e genuino, nell’intento di conoscere meglio me stesso ogni giorno. Non sono molto indulgente con me stesso su questioni scientifiche e filosofiche in cui studio con scrupolosa attenzione, ma sono molto indulgente con gli altri e tendo a comprendere le loro difficoltà nel porsi delle domande razionali e nell’accettare i dubbi sulla propria fede ereditata in famiglia, ma di cui non sono profondamente convinti.

Sono convinto che si deve attendere pazientemente coloro che oggi sono irrequieti con la propria fede e soffrono per le contraddizioni della cristianità e della cattolicità o dei fondamentalismi religiosi in genere, ma domani, una volta risvegliati e razionalmente più consapevoli, conosceranno se stessi meglio e saranno liberi dalle contraddizioni della fede ereditata.

Non ho molto tempo in Internet, il mio augurio è per voi e per tutti coloro che oggi sono in cammino verso il risveglio razionale, un buon lavoro in voi stessi e nel vostro contesto sociale. Semmai ve ne sarà l’opportunità, sarò felice di incontrarvi un giorno. Mi sono appena affacciato all’UAAR, e voglio maturare questo incontro con il tempo. Grazie a voi di Esserci.

sergio

Avendo letto alcuni vostri post, la mia opinione è relativamente importante per voi, poiché dipenderà dal vostro punto di vista e con relative reazioni più o meno emotive o razionali.

Provo simulare un ipotetico dialogo acceso tra tre gruppi scelti a campione (è una mia analisi semplice e portata avanti in alcuni gruppi della 4 via di Gurdjief).

Prendiamo per esempio tre gruppi di persone a cui attribuiamo a ciascuno una convinzione religiosa, una convinzione filosofica e una convizione scientifica. iniziando tra loro un dialogo non possono fare a meno di porsi reciprocamente delle domande e trovare insieme delle risposte, ma non esiste ancora un moderatore, ma ne sorgerà uno almeno per ogni gruppo, ciò è naturale e insito nell’esigenza sociologica di mantenere una convivenza reciprocamente rispettosa.

E fin qui è pacifico, ma in ogni gruppo di questi tre, presi a campione, vi sono degli opposti estremi e così questi poli opposti si contrappongono a tal punto che nasce inevitabilmente l’esigenza di un mediatore/moderatore per ogni gruppo, tale persona, assieme alle altre degli altri due gruppi, modereranno il dialogo dei gruppi sciolti a camere unite, come rappresentanti dei rispettivi poli opposti del proprio gruppo. La virtù sta nel mezzo!

Ad un certo punto viene chiamato ogni moderatore ad esporre una visione d’insieme moderata e mediata del proprio gruppo e così egli si esprimerà:

cari amici mediatori, come me anche voi avete sentito il bisogno sociologico di mediare tra opposti estremi nel vostro gruppo, per questo io espongo quelle che sono state le contraddizioni, e lo sono ancora, emerse sui temi della vita, della scuola e della politica che riassumono le tensioni filosofiche, religiose e scientfiche di cui abbiamo parlato nel gruppo di lavoro. Ora, ascoltate le parti opposte del mio gruppo posso assicurarvi il loro rispetto e l’attenzione al dialogo che avete avuto nei vostri gruppi di lavoro. Conscio che entrambi abbiamo mediato con fatica tra contrapposizioni e discussioni animate, ci confrontiamo sui temi trattati e troviamo assieme le risposte che aiutino la convivenza, poiché nessuno di noi ha nel proprio gruppo una totale unanimità di pareri, quindi, nulla da imporre ad altri come dottrina o ideologia o legge.

Potrebbe essere ovvio e scontato ciò che ho scritto, ma l’ho fatto perchè oggi, nella nostra società, in virtù del giusto spirito democratico, nessuno di noi appartiene a gruppi sociali, religiosi, letterari e scientifici in cui esiste l’unanimità dei pareri o visione unica; ragion per cui, la stessa cosa accade nel blog o nei forum, cioè, si ritrova per riflesso, quindi, la necessità dei moderatori per ogni blog o forum e relative regole da rispettare.

Concludo il mio parere con una domanda: L’analisi delle radici cristiane nel patrimonio nazionale italiano o europeo hanno sempre trovato politicamente e religiosamente unanimità di pareri?

Per me no! e Per voi? Ieri, sulla legge contro l’omofobia, la Binetti del PD ed altri del PDL hanno fatto emergere luoghi laici trasversali, persone che hanno da destra al centro e a manca una visione priva di unanimità politica e conflittualità morale. Come per riflesso in alcuni forum che ho visitato, si son visti gli stessi risultati nei vari gruppi religiosi e politici contrapposti tra loro, ma anche persone che tentavano di mediare e di riconciliare.

grazie per le vostre risposte!

Samael

@ Sergio

Grazie per la tua testimonianza, un percorso personale molto simile al mio che mi ha fatto sbarazzare delle false superstizioni e degli assurdi dogmi che facevano letteralmente a pugni con le mie domande e le mie fin troppe curiosita’.
Ora liberato da questo pesante fardello irrazionale mi sento rinato e infinitamente piu’ consapevole di cio’ che sono e di cio’ che mi circonda, penso ,almeno per me, che sia una alta conquista di consapevolezza intellettuale uscire e scorticare la cortina fumogena irrazionale che un accidente evolutivo secondario ci ha trasmesso.
Continua a frequentare i vari post nelle ultimissime, il sito ha bisogno di testimonianze lucide come la tua.

Ivano

Una giornata per lo sbattezzo! La cosa mi lascia un po’ perplesso.
Sono Agnostico da molti anni e in gioventù avevo pensato anch’io di chiedere lo stralcio del mio nome dal registro dei battesimi. Ho telefonato al Vescovo che mi ha risposto di persona e molto gentilmente mi ha invitato a chiedere un colloquio con l’arciprete, colloquio che in seguito non ho mai richiesto. Perché non lo ho mai richiesto? Semplicemente perché pensandoci bene, accettandolo avrei dato importanza alla Chiesa e di fatto avrei conferito validità al battesimo: la mia individualità non la si fa annegare in una ciotola d’acqua versatami sul capo quando ero inerme!
Vivo tranquillo senza nuocere a nessuno e questo mi basta.

sergio

grazie Samael, leggo con piacere la tua testimonianza, e ti ringrazio del tuo incoraggiamaneto.

Ivano

Può un Agnostico fare un Sermone ?
Penso di sì, anzi suppongo, pretendo ed esigo che anche a noi Agnostici sia riconosciuta la libertà di pensiero, di.parola e di azione! E allora e di conseguenza il Sermone lo faccio, e chiedo a chi mi legge pazienza, costanza e tolleranza; critiche, contestazioni, reazioni e anche insulti saranno da me bene accetti nella misura in cui avranno effetto positivo sul mio modo di pensare.

Noi umani alla nostra nascita entriamo in questo mondo affrontando l’ignoto, vi entriamo inconsapevoli, deboli, ignoranti, inermi e interamente alla mercé di coloro che già vi si trovano. Chiaramente la situazione quale la troviamo dobbiamo accettarla, ed è soltanto con la formazione delle nostre facoltà intellettive che possiamo valutare tale situazione ed eventualmente comportarci nel modo confacente.
Capita normalmente però che il nascituro sia ingabbiato ancora prima di nascere, e che a pochi giorni dalla sua nascita gli venga imposto un rito durante il quale gli è versata dell’ acqua sul capo alla presenza di testimoni e che con tale rito o cerimonia si trovi integrato nella comunità cristiana. La cerimonia non è ritenuta violenta, ma ad udire le urla dell’infante in cotal circostanza possono sorgere dei dubbi.

L’infante di allora, divenuto adulto si sente tuttavia indissolubilmente legato alla cristianità, e ciò a causa delle convinzioni che gli sono state inculcate dalla nascita in poi, praticamente è vittima di un lavaggio del cervello eseguito su una massa e naturalmente col benestare delle altre menti che a loro volta hanno subito inconsapevolmente lo stesso lavaggio, e questo ormai succede da secoli, e badiamo bene, non solo per i cristiani! I musulmani ad esempio sono messi ben peggio.

Ogni individuo è dotato di cervello, muscoli ed ossa, ed è bene che se ne renda ben conto usando questa sua dotazione standard per il proprio bene. Ognuno pensi dapprima a se stesso, alla sua sopravvivenza e al suo benessere e questo gli sara senz’altro facile. In seguito potrà pensare a far star bene il suo prossimo più vicino nonché via-via tutti gli altri. Chiarissimo che in questo modo è l’umanità intera a godere di benessere.

Valga in generale per l’umanità intera, che la società dell’avere deve tramutarsi nella società dell’essere, e per fare ciò occorre che sia ogni individuo a voler tramutarsi.

Non per vantarmi, ma mi sembra di aver parlato meglio del miglior prete.
Allegria e abbondanza a tutti!
Ivano.

sergio

Caro Ivano, ti riconosco come me cittadino con uguali diritti e son certo che hai anche proprietà oratorie, ma le tue non sono prediche o sermoni.

Ho provato a scrivere una simulazione l’altro giorno in cui ipotizzavo una situazione sociologica in cui diversi gruppi di ispirazione tra loro si incontravano e discutevano ma rappresentati dai propri rispettivi mediatori, sorti per una necessità sociologica, e mi è stato cancellato il post, mi rallegro che a te non sia accaduto.

Non so, non ho detto nulla di male, mi rincresce che non abbiano apprezzato il mio intervento sociologico, vorrà dire che l’UAAR dovrà attendere ancora per molto che io vi entri. Non c’è fretta, essere ateo per me non è automaticamente essere nell’UAAR.

cordiali saluti!

Enrico

APPELLO PER ROMA !! dal 28 settembre 2009, non abbiamo piu’ notizie dal circolo di Roma sulla possibilità o meno di partecipare alla Giornata “nazionale” dello sbattezzo del 25 ottobre, ossia tra poco piu’ di una settimana.
Sicuramente, saranno impegnati in altre incombenze, ma cio’ che si è richiesto, anche attraverso email al circolo (senza esito), è un minimo di risposta…
Sperando che non siano finiti in qualche “segreta” di Castel S.Angelo, aspettiamo istruzioni!
Un caro saluto a tutti !

Sergio Serrani

@ ivano
Grazie per il tuo contributo, al quale vorrei aggiungere le mie considerazioni.
Io ero uno di quegli esseri inermi (che descrivi nel tuo illuminante “sermone”) che s’è liberato dall’abito mentale con cui era stato vestito fin dal giorno dell’unzione.
Dopo un lungo cammino tra razionalità e fede, mi sono sbattezzato perché volevo usare appieno la mia libertà, e con lo sbattezzo ho riconquistato il diritto a non esser considerato come un individuo soggetto a leggi speciali, come la vicenda dei coniugi di Prato ci ha insegnato.
Una volta raggiunto lo status di “liberato” avrei potuto fregarmene dele resto del mondo, lasciando ad altri il compito di difendere le posizioni raggiunte, ma ho preferito impegnarmi , seppur in modo minimo. E questo l’ho fatto perché per me il concetto di libertà è lo stesso di G.Gaber, ossia “partecipazione”.
Penso infatti che tutti dovremmo fare uno sforzo e superare la nostra inerzia che ci spinge a escludere il resto del mondo una volta conquistata la libertà della mente dalle idee preconcette inculcateci in infanzia.
Per questo ti invito a non autoescluderti dalla lotta per mantenere le tue libertà e considerare lo sbattezzo come un primo passo per far valere i tuoi stessi propositi di liberazione.
Aiutaci ad aiutarci.

Mauro Balbinot

io non ci sarò. Ma Dio sarà con voi!

Mauro, tuo fratello in Cristo

Rupert Sanrtoro

In questi giorni il mio sbattezzo ha compiuto due anni.. E anche la mia scomunica.. al primo ci tenevo perchè il battesimo mi era stato imposto.. la seconda non l’avevo richiesta.. ma mi fa solo ridere.. non mi pare più il tempo di andare a Canossa.

stefano

Io vorrei aderire all’iniziativa, ma non ho la più pallida idea di quale sia la parrocchia di La Spezia in cui sono stato battezzato, e non ho più parenti a cui chiederlo, a distanza di 52 anni. Non credo di essere l’unico in questa situazione.

Doriana

Ciao mi chiamo Doriana, sono un’insegnante e avrei bisogno di saggi consigli per scollarmi di dosso questo bollino fastidioso. Premetto che il parroco che mi ha battezzato è morto anni fa percui il 23 Giugno di quest’anno ho inviato la raccomandata alla mia parrocchia (in cui c’è un nuovo sacerdote) per lo sbattezzo, la ricevuta di ritorno firmata mi è arrivata il 29..e da allora..il deserto. Così il 17 Agosto ho rinviato la domanda cercando di sollecitare il parroco..ma niente. Ora, leggevo sul sito che il 25 c’è la giornata nazionale dello sbattezzo alla quale ci si presenta con la richiesta fatta prima del 25. Posso presentarmi con questa che ho già fatto e aderire all’iniziativa? Grazie. D.

Beppe Bertuccelli

Il gruppo UAAR di Catania dà appuntamento al 25 ottobre, alle ore 10, davanti all’arcidiocesi (Via Vittorio Emanuel…e II, 159 Catania) per la seconda giornata nazionale dello sbattezzo. Per informazioni: catania@uaar.it

Squall2081

# Enrico scrive:
16 Ottobre 2009 alle 11:53

APPELLO PER ROMA !! dal 28 settembre 2009, non abbiamo piu’ notizie dal circolo di Roma sulla possibilità o meno di partecipare alla Giornata “nazionale” dello sbattezzo del 25 ottobre, ossia tra poco piu’ di una settimana.
Sicuramente, saranno impegnati in altre incombenze, ma cio’ che si è richiesto, anche attraverso email al circolo (senza esito), è un minimo di risposta…
Sperando che non siano finiti in qualche “segreta” di Castel S.Angelo, aspettiamo istruzioni!
Un caro saluto a tutti !

Infatti.. qui che è la Capitale del Male… non facciamo niente??? Neanche che è domenica facciamo una capatina davanti S.Pietro???? 😀

Carlotta

Salve,

sono di Roma mi fate sapere domenica dov’è l’appuntamento?
Grazie tanto
Carlotta

Luca

Mi sbattezzerei, ma ho paura delle ritorsioni verso la mia famiglia, loro abitano in un piccolo paese e verrebbero di certo discriminati.

Sclero

===Luca scrive:

22 Ottobre 2009 alle 16:49
Mi sbattezzerei, ma ho paura delle ritorsioni verso la mia famiglia, loro abitano in un piccolo paese e verrebbero di certo discriminati.===

Nulla deve trapelare da parte del parroco per rispetto della Privacy. Se capitasse potresti rivolgerti al Garante per difendere i tuoi diritti. Qui all?UAAR trovi anche un: SOS Laicità a cui puoi richiedere aiuto 😉

===stefano scrive:

20 Ottobre 2009 alle 10:39
Io vorrei aderire all’iniziativa, ma non ho la più pallida idea di quale sia la parrocchia di La Spezia in cui sono stato battezzato, e non ho più parenti a cui chiederlo, a distanza di 52 anni. Non credo di essere l’unico in questa situazione.===

Puoi scrivere direttamente al Vescovo (informati prima quale è la diocesi di competenza per es. su GOOGLE) con un documento ad hoc che puoi scaricare da questo sito nelle FAQ per lo sbattezzo. 😉

Enrico da ROMA

Cosi’ dà le notizie Roma:
22/10/2009 18:00
Ciclo di “Incontri del giovedì” presso la sede nazionale UAAR
Sarà altresì possibile lasciare la propria adesione alla seconda giornata nazionale dello sbattezzo, in programma per il 25 ottobre.
Cosa vuol dire?? ci si ..poteva..sbattezzare????

Così il circolo di NAPOLI , ad es.:
Napoli, giornata dello sbattezzo.
Per tutta la giornata di domenica 25, quindi, il Circolo sarà lì a disposizione di quanti vogliono presentare istanza di sbattezzo.(!)
MOLTO PIU’ CHIARO, non credete???

Raffaele Carcano scrive:
22 Ottobre 2009 alle 15:36
@ tutti Gli appuntamenti città per città della giornata dello sbattezzo li trovate alla pagina
http://www.uaar.it/event/2009/10

MA DE CHE!!!?????????????????????????????!!!!!!!!!!!!!!!

ROMA: NON PERVENUTO!!!!!!!!!!!!!!!

MORALE DELLA FAVOLA:
A ROMA (!!!!) NON CI SI PUO’ SBATTEZZARE!!!…
A questo punto dobbiamo pensare che…non sarà un caso….!!!

Beati(..) voi del resto d’Italia!!!!
SALVATECI!!!!!!!!

Squall2081

@ Raffeale

Capisco che il giovedì c’è l’incontro, ma gente come me purtroppo lavora fino a tardi e non può venire :(
L’altr’anno almeno siamo andati davanti S.Giovanni, quest’anno potevamo fare na cosa altrettanto “simbolica”.

Commenti chiusi.