Giuliano Amato: i bus di “Roma cristiana” non rispettano gli accordi

I pullman turistici “la fanno da padroni” nel centro storico di Roma. L’ha sostenuto Giuliano Amato, intervenendo a un dibattito presso l’Unione Industriali. Secondo quanto riporta Repubblica, le critiche dell’ex premier sono state rivolte soprattutto agli autobus di Roma Cristiana: “Ero responsabile di queste cose ai tempi del Giubileo e concordai col cardinale Ruini che i pellegrini non potevano coi loro pullman arrivare oltre i check point alla periferia di Roma”. I fedeli, stando agli accordi, dovrebbero andare a piedi da via Gregorio VII al centro: al contrario, “i loro pullman li aspettano in qualunque punto di Roma”, mentre i parcheggi dedicati restano semivuoti. Il consigliere comunale PD, Athos De Luca, membro della commissione mobilità, si è unito alle critiche accusando l’assessore Sergio Marchi, del PDL, di aver voluto “prorogare tutte le autorizzazioni, di cui molte risalgono al periodo del Giubileo, che dovevano essere limitate nei percorsi e nel tempo”. Va comunque notato che Marchi è in carica soltanto dal 2008: oltre sette anni dopo la chiusura del Giubileo.

Questo articolo è stato pubblicato giovedì, 28 maggio 2009 alle 17:12 e classificato in Generale. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

18 commenti a “Giuliano Amato: i bus di “Roma cristiana” non rispettano gli accordi”

  1. stefano scrive:

    mah…la repubblichina delle banane marce.

  2. GIONABETA scrive:

    Eh, si…
    Non siamo più ai tempi del….
    Pellegrin che vien a Roma
    con le scarpe rotte ai piè.
    O tempora, o mores.

  3. stefano scrive:

    notare bene; il giubileo è finito 9 anni fa…

  4. peppe scrive:

    notare bene; il giubileo è finito 9 anni fa…

    Sì ma gli interessi economici, quelli no, non scadono.

  5. stefano scrive:

    x peppe

    ;)

  6. gigi scrive:

    Il tizio in questione è quello che anni fa decretò dalla sera alla mattina il prelievo di un tot x 100 da OGNI conto corrente bancario della penisola italica. la cosa si commenta da se………

  7. Stefano Grassino scrive:

    Come disse il grande G.G. Belli

    S.P.Q.R.

    Sempre Preti Qui Regnano.

  8. strozzapreti scrive:

    E noi gli Ateobus non possiamo propio farli circolare in nessuna parte d’ Italia, indovina, indovinello chi comanda nel nostro Bel Paesello?

  9. Manlio Padovan scrive:

    Ma Giuliano Amato non era quello che diceva che la religione ha una marcia in più?
    Forse che gli autobus cristiani hanno una marcia in più?

    Bravo gigi…ma nessuna sentenza ha fatto seguito nonostante la evidente ingiustizia giuridica del decreto…ma non fu anche che venne stabilito un giorno preciso perché Giuliano Amato potesse avvertire i suoi amici del decreto? Quanti movimenti ci furono in quei giorni sui c/c nel paese e da parte di chi?

  10. gigi scrive:

    X Manlio Padovan
    gli autobus cristiani non solo hanno una marcia in piu, ma secondo loro hanno anche il pilota automatico, al che io ci caricherei sopra un certo numero di persone che non non ti dico e li manderei a fare un giro di prova in costiera amalfitana. In questo bel paese casualmente solo ALCUNE sentenze hanno seguito altre no, chissa come mai……

  11. Viano di Vagli scrive:

    Quando gli ateobus porteranno centinaia di migliaia di pellegrini a Campo dei Fiori a commemorare Giordano Bruno, siate migliori di noi.

  12. Giol scrive:

    @ Viano di Vagli

    Quando i bus porteranno centinaia di migliaia di persone a Campo dei Fiori a commemorare Giordano Bruno, il mondo sarà CERTAMENTE migliore di quello che è adesso, perchè sarà segno del fatto che il buonsenso ha finalmente sconfitto la superstizione, il dogmatismo, e l’ignoranza.

  13. nt scrive:

    @gigi

    Non vedo cosa c’entra il rispetto di Amato per il traffico con quello che crede della religione

  14. Barbara scrive:

    Beh cè da stupirsi?!soliti intarllazzi dopo tutto viviamo in VATICALIA

  15. gianfranco scrive:

    i signori di roma cristiana sono quelli finiti su “le iene” per espisodi di sfruttamento del personale “assunto”…

  16. bright77 scrive:

    Perchè meravigliarsi sono gli stessi che vendono santini con metodi mafiosi

  17. bright77 scrive:

    ……A piazza s pietro

  18. Stefano Grassino scrive:

    @ Viano di Vagli

    In genere non rispondo ai troll e a quelli come te ma oggi una risposta te la meriti: quando gli ateobus porteranno centinaia di migliaia di preti, monache e pellegrini alla madonna del santuario siberiano di Ekaterinburg e ce li lasceranno (soprattutto i frati e le monache) avremo un mondo migliore.