Benedetto XVI a Pompei: “Anticlericalismo ancora presente”

Durante la visita al santuario di Pompei, Benedetto XVI ha criticato il fatto che l’anticlericalismo sia ancora presente, ricordando la storia del fondatore dello stesso santuario, Bartolo Longo: un personaggio che nell’Ottocento si allontanò da giovane dal cristianesimo, mosso da anticlericalismo – seguendo un incoerente miscuglio di vaghe suggestioni positiviste e tendenze superstiziose, spiritualistiche e per alcuni addirittura sataniste – salvo poi riabbracciare il cattolicesimo in maniera zelante e, a nostro avviso, senza sostanziale differenza rispetto alle tendenze giovanili. Nelle intenzioni del papa, la vita di Longo dovrebbe essere un esempio apologetico contro l’anticlericalismo: Longo si sarebbe trasformato da “presecutore in apostolo”, come Paolo. La sua conversione conterrebbe “un messaggio molto eloquente per noi, perché purtroppo simili tendenze non mancano ai giorni nostri”.
Il papa invita inoltre dice ai fedeli di “non scendere a compromessi” sui temi etici e di riaffermare la famiglia come “cellula fondamentale della società”, diventando “motore di rinnovamento religioso e sociale al servizio dei piccoli e dei poveri”. Secondo Benedetto XVI, il santuario può diventare il fulcro del riscatto dell’area da piaghe come la criminalità e sarebbe la dimostrazione che “l’amore per Dio e l’amore per il prossimo sono inseparabili”.
Il sindaco di Pompei, salutando il papa e la folla, ha dichiarato: “Siamo gente del Sud, viviamo in una terra a volte martoriata, eppure bella e ricca di bene. Tutti sentiamo il bisogno di un paterno conforto, e special modo i nostri giovani, pronti a lavorare alacremente con impegno nella vigna del Signore”.

Questo articolo è stato pubblicato domenica, 19 ottobre 2008 alle 16:21 e classificato in Generale. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

55 commenti a “Benedetto XVI a Pompei: “Anticlericalismo ancora presente””

  1. Aldo scrive:

    Strana questa Madonna del Rosario di Pompei. Gesù diceva, Vangelo secondo Matteo, capitolo 6, versetti 5-13:

    Quando pregate, non siate simili agli ipocriti che amano pregare stando ritti nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, per essere visti dagli uomini. In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Tu invece, quando preghi, entra nella tua camera e, chiusa la porta, prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

    Pregando poi, non sprecate parole come i pagani, i quali credono di venire ascoltati a forza di parole. Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno ancor prima che gliele chiediate. Voi dunque pregate così:

    Padre nostro che sei nei cieli,
    sia santificato il tuo nome;
    ecc.

    Insomma diceva di pregare da soli, nella propria stanza, non insieme ad altra gente e soprattutto di farlo usando una sola preghiera che era appunto il Pater Noster. Allora perché tanti Rosari, tante Ave Maria ripetute fino alla nausea? Forse 50 Ave Maria valgono più di una? Era lo stesso Gesù a criticare un simile comportamento!

  2. Otto Permille scrive:

    Questo Bartolo che inseguiva un “miscuglio di vaghe suggestioni positiviste e tendenze superstiziose, spiritualistiche e per alcuni addirittura sataniste” non poteva certo dirsi con tutte le rotelle a posto.

  3. Rudy scrive:

    Bhe se continua di questo passo sono quasi contento: solo dei folli e dei ritardati potrebbero seguirlo…ah mannaggia!!! dimenticavo che siamo in Italia! :(

  4. Ernesto scrive:

    Evidentemente l’anticlericalismo esiste ancora perché ancora esiste il clericalismo.

  5. Loryz91 scrive:

    Esiste ma è troppo poco, purtroppo.

  6. frescateo scrive:

    Si eccome no; mica siamo esseri in via di estinzione come lui.
    e se ce’ anticlericalismo si chieda perche’??
    con tutte le risorse in euro che si cucca alle spalle dei poveri italiani, afflitti dalle tasse e dai mutui, dal carovita e dalle ingerenze della santa sic.. si fa per dire hee!!!!” santa??? inquisizione nella vita di tutti anche di chi come noi non crede e deve sopportare le loro angherie
    vedi coppie di fatto coppie gay ecc ecc,.se lo chieda perche’
    io poi non dimenticherò mai quello che anno fatto in passato , e restero anticlericale fino alla fine è un diritto della democrazia , GARIBALDI INSEGNA.

  7. fabio l'anticristo scrive:

    fiero anticlericalista!

  8. frescateo scrive:

    @ALDO ; PERCHE’ ??PERCHE’ SI SONO INVENTATI TUTTE QUELLE LITANIE ??
    MA E LIMPIDO PERCHE’ SERVIVANO AD CONQUISTARE LE MENTI DEI PAGANI DI ALL’ORA E RENDERLI PECORELLE DOCILI E SUCCUBI….COSA CHE GESU’ TRA L’ALTRO UOMO MAI ESISTITO SI SAREBBE ;SECONDO I VANGELI PURE TAROCCATI, DI ORDINARE.

  9. Stefano Grassino scrive:

    Fatelo parlà sto papa che se fa male da solo.

  10. Stefano Grassino scrive:

    @Loryz91

    Roma non fu fatta in un giorno. Non ti scordare che siamo in italia, regno del tornaconto e della furberia, arte dove i preti sono maestri.

  11. Enrico scrive:

    * Rudy

    io non mi sento folle ne sono ritardato mentale però condivido la lucida razionalità di Benedetto XVI anche se sono conscio che le mie debolezze umane mi fanno deviare dalla retta via.

  12. Loryz91 scrive:

    @ Stefano Grassino

    Ovvio ovvio, personalmente faccio il possibile, dando il mio massimo, per esportare l’anticlericalismo, ci vuole tempo, ma si ha qualche soddisfazione.

  13. giulio scrive:

    La chiesa esiste perchè vi è l’ignoranza e la superstizione, se si vede un bel giardino, questo non diventa più bello perchè ci immaginiamo gnomi e folletti.
    Così la terra splendida e terribile è così anche senza alcun dio.

  14. wolf scrive:

    Se c’è una cosa che in Italia non manca, caro Sepp Bavaria 16, è il clericalismo, fatto di superstizione, ipocrisia, furbizia e tornaconto. Inoltre, io tutto questo bisogno di un pastore non lo sento, il mio nick è wolf quindi……

  15. Popinga scrive:

    Come fondatore e (per ora) unico socio del Circolo Culturale Diocleziano cerco adesioni. Iscrizione gratuita. Il programma dell’associazione è lo stesso che ispirò il grande imperatore a partire dal 303.

  16. Manlio Padovan scrive:

    ‘n sindache minghiarlaun!

    Questa me la passate perché penso non la conosciate. Chiedo scusa ai pugliesi se non è scritta correttamente.

  17. Fabio Rossi scrive:

    @Enrico
    Lucida razionalità?
    parliamone… io direi opportunismo politico.

    se sei conscio che le tue debolezze ti fanno deviare dalla retta via, che ti devo dire? spero tu sia certo che la via che intendi sia realmente quella retta, ma questo è affar tuo.

    Ritengo che ognuno debba esser libero di scegliersela la sua via.
    pertanto riguardo alle parole:

    Longo si sarebbe trasformato da “presecutore in apostolo”, come Paolo. La sua conversione conterrebbe “un messaggio molto eloquente per noi, perché purtroppo simili tendenze non mancano ai giorni nostri”.

    e di seguito:

    non scendere a compromessi” sui temi etici e di riaffermare la famiglia come “cellula fondamentale della società”
    “l’amore per Dio e l’amore per il prossimo sono inseparabili”

    Mi sembra che non traspirino chiarezza nè onestà, per quanto riguarda le tendenze all’apostasia dei nostri tempi(vedi prima parte riportata), riguardo al resto si vede bene il pensiero di un uomo intollerante, desideroso di imporre la sua dittutatura morale.
    Affermare che l’amore per il prossimo non è separabile dalla religione è una falsità bella e buona, che offende chi non è credente(quindi noi AAR) affermando implicitamente che non può amare il prossimo, ponendolo così in cattiva luce di fronte a chi è credente, questo lo chiamo fomentare l’odio.
    Poi che si permetta di offendere ingiustamente con lucida razionalità è un altro discorso…

  18. Fabio Rossi scrive:

    Aggiungo, longo persecutore? parliamone…
    Non mi risulta che avesse ucciso o fatto violeza ad alcuno.
    Leggendo la sua bibliografia, si nota solo che fece tutt’al più un’opposizione ideologica, non violenze nè sopprusi. Dissentire è un diritto, è una forma della libertà di pensiero. Spacciare il dissenso ideologico per persecuzione è un altro salto logico in stile B4x4. Allora lui ci sta perseguitando con questo antiateismo che ci propina tutti i giorni?(risposta: quando impone, invece di proporre, la sua fede sì)

  19. Manlio Padovan scrive:

    Paolo di Tarso: uscito dall’ebraismo, dice Freud, perché offeso con i suoi che avevano respinto alcune novità da lui proposte; da persecutore ad apostolo: in effetti apostata e pieno di zelo per dimostrare, com’è per tutti i carrieristi, di essere il più bravo nonostante il passato; brutto come la peste, peloso oltre ogni dire, piccolo, affetto da varie malattie, infelice come pochi possono esserlo, ecc. ecc.; bel tipo!

  20. DF1989 scrive:

    Enrico ha scritto: “io non mi sento folle ne sono ritardato mentale però condivido la lucida razionalità di Benedetto XVI”

    Tu chiami “lucida razionalità” i deliri di un folle?

  21. agnese scrive:

    ma poveri cicci,vi odiano tutti.ma quanto mi fate penaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!

  22. Aldissimo scrive:

    Ma com’è che la statistica mi induce a pensare che all’aumentare della devozione al rosario nella popolazione, aumenta pure la percentuale di camorristi e mafiosi vari?
    Non ci ha pensato il signor Ratzinger?
    Mi pare che pure stavolta abbia spalato la solita dose di letame sugli anticlericali, ma nemmeno una parolina per i camorristi.

  23. Kaworu scrive:

    a chi ti riferisci agnese? oO

  24. Loryz91 scrive:

    Penso si riferisca ai cristiani Kaworu :D.

  25. Paolo P. scrive:

    L’ Agnese superbigotta reagisce così sentendosi proprio PENOSA !!!!!

  26. Kaworu scrive:

    la mafia, la ‘ndrangheta e compagnia bella invece van bene. vero benny?

  27. bardhi scrive:

    @ Enrico e agnese

    Invece di intrattenerci con i vostri messaggi inutili, perche non fatte voi come Longo; “un incoerente miscuglio di vaghe suggestioni positiviste e tendenze superstiziose, spiritualistiche e per alcuni addirittura sataniste – salvo poi riabbracciare il cattolicesimo in maniera zelante.”
    Forse potreste essere cosi fortunati che Benedetto XXI vi citerà nei suoi discorsi nel prossimo 2666, o non avete il coraggio???

  28. Fabio Rossi scrive:

    Non dimentichiamo un dettaglio? non dovevano essere secondo le previsioni 100.000 i soli 30.000 cattolici presenti?

  29. giuseppe scrive:

    frescateo scrive:

    19 Ottobre 2008 alle 17:09
    Si eccome no; mica siamo esseri in via di estinzione come lui.
    e se ce’ anticlericalismo si chieda perche’??
    con tutte le risorse in euro che si cucca alle spalle dei poveri italiani, afflitti dalle tasse e dai mutui, dal carovita e dalle ingerenze della santa sic.. si fa per dire hee!!!!” santa??? inquisizione nella vita di tutti anche di chi come noi non crede e deve sopportare le loro angherie

    Stai attento perché lui, in estinzione come te, é già arrivato a 81 anni. Quanti luoghi comuni in quello che scrivi ! Buffffffffffff

  30. agnese scrive:

    @kaworu
    sì scusa non sono affatto stata chiara…dicevo ai pretonzoli
    @fabio rossi
    però sta volta la questura non abbassa le cifre…chissa perchè!

  31. rodolfo argentati scrive:

    i giovani d’ oggi si allontanano dal clero perchè sono culturalmente più elevati e quindi con tutte le cognizioni scentifiche odierne che hanno, non riescono più a credere nella favola di Dio……..Benedetto XI è ora che ti rassegni, tempo qualche decennio e sarete tristemente ricordati, come ora si ricordano altre nefandezze dell’ uomo.

  32. ignazio scrive:

    Ho sfogliato da cima a fondo il codice penale, tuttavia non ho trovato il reato di anticlericalismo;
    pertanto non essendo un reato, ma irritando il papa colgo l’occasione per dichiarami anticlericale.

    P.S. Egr. Herr Ratzinger non scomodarti: sono già scomunicato in quanto “sbattezzato”

  33. ignazio scrive:

    “i nostri giovani, pronti a lavorare alacremente con impegno nella vigna del Signore”.

    Siamo tornati al latifondismo, quando ai grandi proprietari spettava il titolo di Signore ed avevano diritto di vita e di morte sui loro sudditi-braccianti?

    Scusate il doppio commento, ma questa c—–a prima mi era sfuggita.

  34. Asatan scrive:

    Le derive assolutistiche dei cattolici sono decisamente agghiaccianti, per loro chiunque non sia come loro è da eliminare.
    Il semplice fatto di dire “non sono cattolico” un offesa gravissima e un crimine.
    Si aspettano che il resto del mondo si comporti come se fosse inferiore e chieda scusa per il semplice fatto di esistere.

    Sindrome narcisistica? Kaworu tu che ne pensi?

  35. Fede scrive:

    Anticlericalismo ancora presente????
    Il problema è che ad essere presente è ancora il clero!!!!

  36. Massi scrive:

    Benedetto XVI a Pompei c’è andato a contare le ginestre?
    Allora non c’ha capito un piffero!

  37. Fede scrive:

    TUTTI A FIRMARE LA PETIZIONE A FAVORE DEL PRESIDE DELLA SCUOLA DI PAVULLO!!!!
    Troverete il link riportato nella notizia UAAR pubblicata oggi 19 ottobre alle 20:00 circa.
    Grazie

  38. Toptone scrive:

    E’ il solito cattolicume rimestato nel solito secchio.

    A propo, l’avete visto il suo trono? Tutto in foglia d’oro, ovviamente, come la sua mantella e gli intarsi sul suo cappello da Mago Otelma.

    Che diceva la Bibbia sul vitello d’oro e su Mammona….???

  39. agnese scrive:

    @massi
    no è andato a parlare contro la mafia…ooooops scusa ho sbagliato persona…q

  40. agnese scrive:

    @massi
    no è andato a parlare contro la mafia…ooooops scusa ho sbagliato persona…q

  41. agnese scrive:

    uello è saviano
    @bardhi
    pardon ero ironica e mi sono espressa malissimo…mi riferivo ai pretonzoli non agli atei dovresti saperlo ;)))))
    e al limite maledettochediamineneso mi ricorderà per chiedere pedono per avermi messa sul rogo ;)))
    (e mi sono pure partiti i commenti non capisco perchè)

  42. anticlericalismo = essere contro il clericalismo, ossia contro l’imposizione di norme e usanze di una religione nel processo legislativo e sociale.
    Come non essere anticlericali? Lo sono anche tanti religiosi, ed anche qualche cattolico (vedi ad esempio il dirigente scolastico dell’istituto di Pavullo, cattolico ma contro l’imposizione di una benedizione nella scuola pubblica).

    Mi aggiungo poi a chi ha gia’ osservato come sia di basso livello parlare a Pompei contro l’anticlericalismo (che e’ un valore da difendere) e non invece contro la camorra

  43. Toptone scrive:

    Giuseppe, il tuo papa a 81 anni c’è arrivato grazie al “bon vivre” e alle medicine, non altro.

    Sicuramente non ha spalato carbone tutta la vità per una pensioncina da fame.

    Quanto cattolicume precotto nelle tue parole……..

  44. Giorgio scrive:

    30 000 partecipanti. Secondo i giornali di stamattina c’erano 30 000 persone. Il capo della cristianità va in uno dei luoghi più celebri del culto mariano, collocato al centro di una regione tra le più bigotte, e raduna solo 30 000 “pecorelle”. Ma non sarà un bel flop?

  45. Rudy scrive:

    # Enrico scrive:
    -19 Ottobre 2008 alle 17:35

    -* Rudy

    -io non mi sento folle ne sono ritardato mentale però condivido la lucida razionalità di -Benedetto XVI anche se sono conscio che le mie debolezze umane mi fanno deviare dalla -retta via.

    Ego te absolvo.
    Fra le tue debolezze (ma basta una preghierina e oplà sparisce tutto, frustandosi la coscienza che magari si gode anche un po’) c’è pure quella di venire a trovare noi poveri senzadio.
    Come sei buono. Naturalmente parlando qui di “lucidita razionalità” mi inchino ed attendo stupefatto una Damasco all’orizzonte.

  46. giuseppe scrive:

    Giorgio scrive:

    20 Ottobre 2008 alle 08:17
    30 000 partecipanti. Secondo i giornali di stamattina c’erano 30 000 persone. Il capo della cristianità va in uno dei luoghi più celebri del culto mariano, collocato al centro di una regione tra le più bigotte, e raduna solo 30 000 “pecorelle”. Ma non sarà un bel flop?

    Più di quanti riuscite a raccoglierne voi in tutte le città italiane messe insieme.

  47. Stefano scrive:

    @ giuseppe

    “Più di quanti riuscite a raccoglierne voi in tutte le città italiane messe insieme”

    ma se sei convinto che i numeri facciano la verità e noi siamo quattro gatti che dicono stupidaggini, ma che ci fai qui? Vai in un sito cattolico e beati con loro, assaporando il clima che vivrai in paradiso. Vedrai che il livello intellettuale è migliore e non proverai la tentazione di ritornare qui. Ma faccelo questo favore!

  48. Barbara scrive:

    Se B16 considera la famiglia “cellula fondamentale della società” perchè non permette ai suoi preti e suore di sposarsi???

  49. Calogero scrive:

    Sig. Papa. Tra le molte cose che ha detto a Pompei il 19 ottobre, Lei ha attaccato l’anticlericalismo. E’ un suo diritto, va bene, però è come se avesse detto alla gente che non si può essere anticlericali, e questo ovviamente, in una nazione libera, non può e non deve essere vero. Se i credenti in genere sono “anti-atei”, alcuni atei e liberi pensatori potranno essere anticlericali, spero!… Proibire o negare questo meccanismo di elementare libertà non è né giusto né equilibrato, e mi meraviglio che una persona attenta come Lei, sig. Papa, non abbia ponderato tale asimmetria.
    Veda, sig. Papa, francamente non capisco perché si lamenta che ci sia un anticlericalismo: vorrebbe che non ci fosse? Vorrebbe che seguissimo tutti il pensiero del clero? Vorrebbe l’assenza totale e perenne del “dissenso”? Essere anticlericali in Italia forse per Lei sarà
    un “peccato”, una cosa sconveniente e ingiusta, però non è affatto difficile, non è affatto una forzatura. Direi anzi che sia una necessità, in quanto naturale risposta alle mille e mille manomissioni del libero pensiero che il pensiero clericale attua quotidianamente. L’anticlericalismo è una difesa, non è un’offesa. Una Chiesa, come quella millenaria e saggia che Lei incarna, domina e difende, non può “abbassarsi” a dover criticare chi la critica, a essere letteralmente intollerante; anzi, deve capire che operando nel modo che opera, la Sua Chiesa è esposta a ogni genere di giudizio e di condanna. Gradisca qualche esempio. Non so se Le pare giusto e buono che la Sua Chiesa debba entrare nel letto delle persone e dire loro se, come e perché esercitare il sesso. Non so se Le pare corretto che i dogmi della Sua Chiesa debbano entrare in ospedale e precettare i medici a non dispensare il levonorgestrel (la “pillola del giorno dopo”) o a non praticare l’aborto
    terapeutico giustificando il proprio servilismo con l’obiezione di coscienza. Non so se è così giusto e “cristiano” lasciar consumare i malati terminali nel dolore atroce pur di imporre l’imbelle principio della sacralità della vita. E non so se Lei, sig. Papa, si renda conto di cosa
    significa vedere i capi e i capetti della Sua Chiesa impegnarsi in continui “comizi” televisivi o su stampa atti a influenzare, dirigere, orientare e determinare la politica e le scelte culturali di questo povero paese. Ma sopra tutto, noi liberi pensatori e finanche anticlericali, non sappiamo capire perché il Suo dio debba essere anche il nostro, debba essere “venduto” a tutto il mondo; un po’ di migliore umiltà, Santo Padre! Un po’ di impegno ad accettare la diversità, ad accettare che non siamo e non vogliamo essere tutti “cattolici”

  50. Aldo scrive:

    Sapevate che la basilica di Pompei appartiene al Vaticano? E’ territorio Vaticano!

  51. Alberto scrive:

    Noi atei non seguiamo tendenze spiritualiste e superstiziose.
    Ma che paragone fa questo papa?

  52. fresc ateo scrive:

    @ X IL TROLL GIUSEPPE se fossero luoghi comuni un ti incaz..resti
    io sono anticlericale e dei discorsi di un 81 enne ex camicia bruna non mi fgrega di meno. Che poi io campi e mi estingua prima di lui che me ne frega importante e’ che sia vissuto in modo onesto e limpido sensa vivere come i preti alle spalle del prossimo.
    miga adoro le statue ioo. miga prego il nulla vivo nel presente e amo io…miga odio i diversi io miga raccatto 8 x 1000 io miga ordino ai devoti servi io.

  53. fresc ateo scrive:

    x Giuseppe ops non ho capito quel stai attento cose’ una minaccia ?? mi vuoi mettere al rogo ???
    haaaaaa haaaaaaa

  54. Fabio Rossi scrive:

    @calogero

    vorrebbe che non ci fosse? Vorrebbe che seguissimo tutti il pensiero del clero? Vorrebbe l’assenza totale e perenne del “dissenso”?
    temo che la sua risposta sarebbe sì(sigh)…nutro la speranza che la società sappia generare in ogni periodo gli anticorpi specifici per malattie come il Papa.

    @Alberto
    Noi atei non seguiamo tendenze spiritualiste e superstiziose

    Verissimo, ma vallo a far capire a uno che blatera che chi non è con Dio è, coscientemente o inconsapevolmente, con Satana…

    Ad ogni modo sarebbe ora che la smettesse di stracciarceli, non vedo l’ora che sia il 25.
    se invece di questa fregnaccia: “l’amore per Dio e l’amore per il prossimo sono inseparabili” ne avesse detta una tipo: l’amore per Dio è amore per il prossimo avrebbe fatto lo stesso contento il suo gregge, invece no, deve menarla…cmq è così altruista che pensa sempre prima a noi che ai suoi. Chissà perchè?!…

  55. fab scrive:

    “Benedetto XVI ha criticato il fatto che l’anticlericalismo sia ancora presente”

    Delle due l’una: o ha sbagliato avverbio, usando “ancora” invece di “già”, o ha sbagliato soggetto, usando “anticlericalismo” invece di “clero”. In ogni caso ha sbagliato, tanto per cambiare.

    E già che ci siamo: Paolo di Tarso è sempre rimasto lo stesso fanatico ignorante, prima e dopo la “conversione”, con la quale non ha convertito ciò che davvero conta, cioè l’efficacia del pensiero. Come esempio di conversione, vale zero.