Francia: coppia islamica, lei non è vergine e tribunale concede annullamento

Il tribunale di Lille annullato il matrimonio di una coppia di cittadini francesi di religione musulmana perché lei non era vergine. Come scrive Libération nel suo sito web, i giudici hanno riconosciuto che l’uomo era stato ingannato dalla donna. Lei “si si era presentata come celibe e casta”, ma la stessa notte del matrimonio sfarzoso il marito scopri che la moglie gli aveva mentito e “scandalizzato” ha chiesto e ottenuto l’annullamento.

Il lancio è tratto dal sito di TgCom

Tag:, , , ,

Questo articolo è stato pubblicato venerdì, 30 maggio 2008 alle 12:30 e classificato in Generale. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

30 commenti a “Francia: coppia islamica, lei non è vergine e tribunale concede annullamento”

  1. Asatan scrive:

    Beh il matrimonio è un contratto dopotutto, se una delle parti mente sul prodotto che vende l’annullamento è ovvio.
    Certo che anche lei è fessa… è abbastanza semplice far fesso il maschilista di turno e fargli credere di essere il primo :lol:

  2. Ridicoli…ma uno cosi’meglio perderlo che trovarlo…
    ma poi,chissa’se lui era celibe e casto!!!dal fatto che ha saputo miracolosamente indovinare che la moglie non fosse vergine(chissa’come) suppongo non fosse un vergincello!!
    se ne vadano al diavolo questi bigotti,mi auguro che l’idiota non trovi piu’una sola donna disposta a stare con lui nemmeno per il tempo di una sveltina…

  3. bardhi scrive:

    Se il deficiente voleva la garanzia di a aver una vergine, avrebbe dovuto andare prima da una ginecologa, badate bene, non ginecologo.
    Il tribunale ha fatto solo un favore alla signora, se il marito è cosi idiota cosa lo sposi a fare.

  4. Flavio scrive:

    Andateci piano col “per fortuna è stata rifiutata”, ora dove va questa donna “macchiata”? Pensate che la famiglia la difenderà?!
    Lo stato dovrebbe aiutare le donne a liberarsi dei pregiudizi culturali/religiosi, non convalidarli… direi che pochi francesi approvano questa sentenza. Speriamo non sia presagio di cose peggiori.

  5. San Gennaro scrive:

    Forse il tipo non aveva mai sentito parlare dell’”usato garantito”. :lol: :lol:

    8 X 1000 AI VALDESI
    5 X 1000 ALL’UAAR

  6. bardhi scrive:

    @ Flavio

    e se non avessero annullato il matrimonio, pensi che sarebbe stato: ” e vissero contenti e felici”??? non credo proprio. Come farebbe lo stato, in questi casi, a difendere la gente dal pregiudizi culturali/religiosi?? Non puo mica obbligare la famiglia di volere bene la loro figlia.

  7. Flavio scrive:

    Quindi la logica sarebbe “lasciate che i religiosi si distruggano tra loro”?
    Non funziona così :(
    Bisognava magari lasciar chiedere il divorzio al marito, che è diverso dall’annullamento. Su Rep ci sono maggiori info: l’annullamento è previsto per certi motivi, non certo per aver avuto rapporti sessuali prima! E’ qui che la laicità è finita a gambe all’aria.

  8. Daniela scrive:

    ma perchè lei gli aveva detto che era celibe e casta? Ma perchè un donna, al giorno d’oggi, ha risposto ad una domanda del genere? Uno che ti fa una domanda così, lo mandi a quel paese, però so anche che i condizionamenti culturali, nella famiglia dove sei nata e cresciuta, sono fortissimi e che se ti fanno il lavaggio del cervelllo, fin da bambina, dicendoti di essere remissiva, rispettosa, pura etc., poi è difficile reagire, è difficile cambiare , ma non è impossibile.

  9. Kattochè? scrive:

    Casta? Pura? Vergine?!?!?

    Ufhhh! Che “palle”… :lol:

  10. Asatan scrive:

    Io concordo che il ritornello “casta, pura e vergine” sia una rottura di pelotas infinita, però… però dal punto di vista legale il contratto di matrimonio era stato stipulato sulla base di garanzie rivelatesi false, per cui era legalmente scindibile.

    Poi concordo un beota similemeglio perderlo che trovarlo Forse la sposina in questione si svegliera e mandera finalmente a fanmoch certe idiozie della tradizione.

  11. dysphoria_noctis scrive:

    io quello lì lo spedirei in Norvegia…

    preferibilmente ad Hammerfest…

    in bermuda…

    risultato: una rinfrescata di idee coi controfiocchi :D

  12. alfredo scrive:

    ma lei ha chiesto a lui se aveva avuto rapporti prima del matrimonio? o vale solo per la donna?
    certo deve essere una bella prigione seguire una religione di questo genere…..Possibile che , dato che si trova in francia , le sia cosi’ difficile stabilire relazioni con persone meno integraliste?

  13. Adele scrive:

    scusate… ma a qualcuno è balenato il dubbio che, fisiologicamente, la verginità non è sempre “dimostrabile”? pare di no, il che è abbastanza triste.

  14. Adele scrive:

    mi spiego meglio. intendevo dire che al di là delle battute da caserma a cui posso anche associarmi, il punto non credo proprio sia se lei fosse vergine o meno, brava o meno nei trucchi da mammana.
    ovviamente, la verginità è fatta obbligo solo per la donna. ovviamente, non è scientificamente dimostrabile da un rapporto sessuale, e talvolta nemmeno da una visita ginecologica. ovviamente, non dovrebbe avere alcun rilievo per il diritto francese.
    ovviamente.

  15. Dirladada scrive:

    @ Asatan
    Il matrimonio in Italia non è un contratto ma un negozio giuridico. Da questo punto di vista siamo più avanti della Francia, non vorrei sbagliarmi, ma da noi sarebbe impossibile una sentenza del genere in un tribunale civile. La Francia tanto laica che non riconosce il matrimonio religioso, integra poi in quello civile precetti religiosi o culturali. Lei è fessa? Magari è cresciuta in un ambiente in cui non essere vergine è una vergogna. Io non ci trovo proprio nulla da ridere.

  16. Dirladada scrive:

    @ Asatan
    La menzogna deve essere su di un errore essenziale. Ora la verginità è un errore essenziale? Siamo a questi livelli? Se il mio uomo mi mente dicendomi che c’è la di 28 cm è poi non è vero posso andare a chiedere l’annullamento in Francia?

  17. venezia63jr scrive:

    Le e’ andata bene,specie se era stato un matrimonio preparato,trovera’ una nuova vita e speriamo che diventi atea.

  18. Giuva scrive:

    Elui? era vergine? “-’ ;) )

  19. gigetta scrive:

    fatto bene…quando accadrà anche tra le coppie cattoliche? un bell’annullamento per mancata verginità (già è possibile annullarlo se non si è capaci di procreare) che schifo alla faccia dell’amore vero predicato dalla chiesa cattolica (grande organizzazione “divorzista”) e alla faccia della sacralità della famiglia che dicono sia sancita nella costituzione. menomale che sono nata con solidi principi atei.

  20. Gérard scrive:

    @Dirladada
    Neanche io, ci vedo poco da ridere . Matrimoni annullati per fatti di menzogna, per esempio, mentire dicendo che non si ha avuto bambini, di non essere stato sposati oppure cose abbastanza grave, ce ne sono non direi spesso però non sono una rarità . Ma per un fatto di menzogna in merito alla verginità, e davvero una cosa nuovissima che rischia di fare giurispudenza . Cioè con questo verdetto si minaccia la parità uomo-donna acquisita in parte a prezzo di lotte dure . Perciò questo verdetto ha creato un vero puttiferio in Francia con reazioni e dibattiti multipli . La stragranza maggioranza sia di destra che di sinistra chiede l’annullamento di questo verdetto e rilancia in pieno il problema dell’integrazione di persone di cultura musulmana . Triste è la constatazione che su fora, blogs in merito al fatto, gli intervenienti di cultura musulmana sono in maggioranza favorevoli a questa sentenza oppure accusano chi è contrario di razzismo o islamofobia ( che ricorda in Italia l’accusa di ” Communista ” a chi è di opinione diversa )
    Per tanti motivi di questo tipo, l’azione laica in Francia ha più a che fare con gli musulmani che con i cristiani .

  21. Stefano Grassino scrive:

    @Adele

    Non capisco questa sentenza: ci sono diciassette tipi di imene diversi nel canale vaginale. Si va da quelli molto spessi a quelli quasi inesistenti . Nell’ottocento, le donne sprovviste di imene, il giorno del fidanzamento ufficiale (che implicava già un impegno legale) portavano un certificato ginecologico che ne attestava la mancanza naturale. C’erano dei testimoni durante la penetrazione o lei avrà confessato in tribunale l’orrendo crimine?

  22. Dirladada scrive:

    @ Gérard
    Ma infatti i commenti su Libération (che è un giornale di sinistra) sono allucinanti, non so tra l’altro se si tratti sempre di musulmani (spesso anno nomi cristiani, ma sai con tutti i troll che ci sono in giro), insomma per loro la colpevole è lei.

  23. Stefano Grassino scrive:

    @Dirladada

    Hai ragione, non c’è proprio niente da ridere perché ti viene una grande rabbia nel leggere certe notizie. Come disse Marat, ne uccide più l’ignoranza della nostra ghigliottina. Ridurre i sentimenti di una donna all’involucro di cellophane che avvolge i libri usciti dalla stamperia, per dimostrarti che nessuno li ha toccati prima è profondamente miserevole. Scusa il sarcasmo, forse un pò troppo goliardico, ma auguro a questo tizio che il suo prossimo amore sia effettivamente vergine con un distinguo: un attimo prima di baciarlo, abbia appena fatto ad un altro, dietro l’angolo di casa un bel coito orale, senza espulsione di liquido seminale.

  24. Gérard scrive:

    @Dirladada

    Ognuno ha il dirittto di scrivere il nome che vuole e bisogna non dimenticare l’islamofobia primitiva ( e non solo ) che caratterizza l’estrema destra che fa che alcuni giudicano l’opinione secondo il nome dell’ interveniente .
    Ma la stragranza maggioranza dei francesi ( la maggioranza a 80% direi ) è scandalizzata da questo giudizzio .
    Vada anche vedere tutti articoli e reazioni in merito sul sito del Nouvel Observateur ( http://www.nouvelobs.fr )
    Simone de Beauvoir si rigirera nella sua tomba suppongo .
    Un fatto poco conosciuto in Italia e che difficilemente si può immaginarsi in Italia : l’amore arriva al secondo piano in moltissimi matrimoni musulmani . La cosa la più importante è la vagina !!! Il mio grande amico Mohammed che si è sposato ( per amore ) un anno fa mi ha sempre spiegato che nel suo paese, il sesso è la cosa che conta inanzitutto ( Non per lui ovviamente, forse perché ha studiato all’Universita e è molto influenzato dalla filosofia di Karl Marx ) Vada a vedere cosa ho scritto anché in merito alla riapertura delle case di tolleranza …

  25. lishidoshys scrive:

    Conosco un precedente giuridico. Tanti anni fa nella mia cittá c’era un tale che era pescatore e scapolo incallito, ma ancor piú incallito come pescatore che come scapolo. Infatti si innamoró di una signora, e la sposó, solo perché lei aveva falsamente dichiarato di essere piena di vermi. Quando lo sventurato scoprí l’inganno si rivolse alla giustizia, ma non ottenne l’annullamento del matrimonio. Allora non c’era ancora il divorzio, e un inganno circa l’identitá o le caratteristiche del coniuge era causa di annullamento solo se denunciato entro un mese dalle nozze. L’infelice poté tornare libero solo dopo l’approvazione della legge Fortuna.

  26. Ah ah ah ah ah!!! :-)

    Speriamo che lui resti traumatizzato nella sua bigotteria…

  27. scugnizzo scrive:

    [quote]Lei “si si era presentata come celibe e casta”, ma la stessa notte del matrimonio sfarzoso il marito scopri che la moglie gli aveva mentito[/quote].

    Mah se la donna era “celibe” allora forse era anche un un uomo (lol)

  28. marcateo scrive:

    Oltretutto anche se fosse stata vergine lì sotto, non è detto che lo sarebbe stata anche lì sopra o lì a fianco. E voglio vedere quele ginecologo/a sarebbe riuscito/a a dimostrarlo.
    E se poi si fosse data alla pazza gioia con altri maschietti dopo il matrimonio? Sveglia, talebani! La purezza è nell’encefalo, non nei buchi del corpo!!!

  29. Silesio scrive:

    Se il giudice francese annulla per mancanza di verginità della moglie, la sacra rota annulla per “impotenza” da parte del marito. Gli annullamenti della rota per “impotenza maschile” sono stati in totale 244 di cui ben 204… in Italia. Alla faccia del maschio italiano!

  30. Asatan scrive:

    @ Dirladada

    Io non mai detto che approvo la sentenza, ho solo detto che ne comprendo le basi logiche. Cambiamogli anche il nome ma in tutte le culture il matrimonio è solo un contratto che sancisce il passaggio di proietà della donna dal padre al marito. Serve a gestire gli assi ereditari, punto. Sul piano contrattuale false affermazioni prima della “vendita” costituiscono truffa e causa di nullità.
    mi fà sorridere vedere chi si definisce “razionalista” attribuire tutta questa mistica al contratto ddi matrimonio, come se il pezzo di carta facesse la coppia.

    Sul piano etico lui mi sembra un grandissimo testicolo deambulante su due piedini. Quanto a lei, lo ripeto, vuoi vedere che finalmente si sveglia?
    Quanto alla povere vittima del contesto retrogrado ecc: televisione, internet, biblioteche, giornali, compagni di scuole, colleghi di lavoro… occasioni di informarsi e “disciularsi” ce ne sono. Considerando poi, appunto, che vive in Francia e non Italia le occasioni raddoppiano. Non viveva in pachistan.