Avvenire commenta l’articolo sul Manifesto

Sconsolati sul “Manifesto” (3/4, p. 11: “Elezioni, la laicità non è più in programma“) quelli dell’Uaar (Unione atei agnostici razionalisti). Visto che laicità per loro è antireligione, Uaar! Magari fosse vero!

Gianni Gennari / Rosso Malpelo, ieri su “Avvenire” 

No comment da parte mia: noblesse oblige :-) 

Filed under: Generale, UAAR

30 commenti

Jean Meslier

E cosa c’è da commentare… Nel tuo articolo non c’è nulla di antireligioso.

C’è solo un bilancio delle posizioni dei vari schieramenti su questioni ‘concrete’: pacs, eutanasia, testamento biologico, pillola abortiva, 194, istruzione pubblica, finanziamento alla chiesa, ecc.

Se questo è fare antireligione…

RazioCigno

dall’alto dei loro 6 milioni di euro di denaro pubblico per sostenere Avvenire…
dovrebbero avere il buon gusto di non lamentarsi.

Daniela

molto bello l’articolo chiaro e diretto, mentre non tanto chiaro è il commento di gennari, bè l’importante è che si capisce lui.

Vico

Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello, e non t’accorgi della trave che è nel tuo? Come puoi dire al tuo fratello: Permetti che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio, e tu non vedi la trave che è nel tuo? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e allora potrai vederci bene nel togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello.

Ovvero in mezzo alla nostra laicità ci sarà qualche venatura di anticlericalismo ma quanto oscurantismo c’è in quello che fate voi (presunti) cristiani, caro malpelo?

nb ma i cattolici xchè sono così criptici quando scrivono?

MetaLocX

Che calunniatori quelli di avvenire!
Lo dico sempre: la laicità consiste nel rispetto del pensiero di tutti, credenti o meno.
Affermare che per noi la laicità è l’antitireligione è solo una scusa per continuare col loro clericalismo intollerante ed anti-laico.
Che bugiardi!

roberto

ricordatevi di Luttazzi:
” ogni mattina vado in edicola e compro Penthause e Avvenire…con Avvenire mi masturbo!!!

Red Passion

ma l’avvemire non è il giornale dei vescovi, quei signori che vanno in giro vantandosi delle (presunte) doti di pacatezza, compostezza e quant’altro? Strano, l’articolo non riflette nulla di tutto ciò.

Alessandro Bruzzone

Io, da ateo, ho sempre lottato per la laicità, non ho mai chiesto l’ateismo di Stato. I vari politici post dc, da cattolici, tentano continuamente di imporre le loro cosiddette “radici” (mai slogan fu più abusato, mai metafora più sciocca): chi è l’intollerante quindi?

Comunque livello sempre altissimo su l’Avvenire, articoli profondi e ben argomentati! :D

Pietro Serra - Sorso

Vorrei sapere con che coraggio vi dichiarate “profeti di libertà” se poi per pubblicare i commenti li moderate.
Sono l’Amministratore di Gioventù Cristiana e vi sfido ad iscrivervi su http://www.gioventucristia.forumer.it/ per farci conoscere le vostre convinzioni.
Alcuni che si dichiaravano atei e anti clericali hanno cambiato idea.
Ora aspetto voi…
O meglio, i più coraggiosi…

dysphoria_noctis

@Pietro Serra: se vuoi convertire noi, significa che hai un sacco di tempo da perdere :D

Pier

@ Pietro Serra

Io non sono abbastnaza coraggioso per avveturarmi in un tal sito…

( btw chissà perchè il link ora non funziona :D )

Marco.g

Per me si può fare un commento molto semplice: finché in Italia non cattolico continua ad essere sinonimo di antireligioso, la laicità rimane un utopia.

Simplicius

@ Pietro Serra
Non c’è bisogno di sfidare il prossimo a singolar tenzone…comunque se proprio insisti raccolgo la sfida, dieci minuti prima di andare a nanna te li posso pure dedicare! ;)

giu73

@ Pietro Serra

Sul tuo forum, invece, bisogna registrarsi anche solo per leggere le discussioni.

Vittorio

@ Pietro Serra

povero Serra – anni fa fui invitato da una collega aderente ad un gruppo di giovani credenti, per affrontare lo scottante tema dell’omosessualità – volevano confrontarsi con qualcuno che viveva questa “condizione” in “normalità”: va a sapere, per loro, cosa significava. Scrivo “va a sapere” perché io diedi la mia piena disponibilità ma loro ritirarono la propria, senza motivazione. A meno di non considerare come motivazione i farfugliamenti imbarazzati, conditi da rossore, della mia collega.

Morale: cattolici, attenti a sguainare spade e a lanciare guanti di sfida – “chi sputa in aria, in testa gli ricade”

Asatan

@Pietro Serra

la moderazione è una prassi normale, gli unici gruppi a non usa sono quelli della gerarchia free di usenet.

Vorrei farti capire una cosa: qui la moderazione eisiste per evitare l’avvento dei soliti che arrivano qui al solo scopo di insultare e provocare. Siccome ce ne sono stati fin troppi non mi sembra una cosa negativa.

Purtroppo a fronte di persone civili come acquila, frapallino, ecc ci sono letteralemnte tonnellate di cafoni. Se sei qui per discutere civilmente nesuno ti censurerà

Guidus

@Pietro Serra

Visto che le piacciono le sfide, ne propongo una: potrebbe citare, durante l’intero arco della storia della Repubblica italiana, una sola legge che abbia impedito ai cattolici di seguire le proprie convinzioni? Noi non credenti (ma basta dire, “non cattolici”) siamo invece danneggiati da parecchie leggi da voi imposte.

Non si inventi trucchetti dialettici citando divorzio e aborto: nessuno vi obbliga a divorziare o abortire. Quello che voi non accettate – i celebri “valori non negoziabili” – e’ il dissenso dalle vostre idee.

Eccola la differenza tra voi e noi: voi volete imporre le vostre idee agli altri (e non a caso il Vaticano non ha ratificato la Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo), noi no. E avete anche il coraggio di insultarci. Vergognatevi voi.

Marco.g

@ Pietro Serra

Sono andato a visitare il vostro Forum. Personalmente sarei felice di accogliere l’invito ma non ho trovato nessuna sezione dedicata all’argomento “laicità”, che secondo me dovrebbe comprendere questioni come: concordato, 8xmille, insegnamento religioso nelle scuole, legislazione civile (non canonica) in materia di famiglia ecc.

Se ne aprirai una e lascerai veramente libertà di intervento a chiunque voglia farlo sarò felice di partecipare. A me non interessa discutere di dottrina cattolica con credenti praticanti, il fatto che ci siano persone che credono a questa o quella religione e praticano quello che credono non mi crea nessun problema.

Nel paese in cui viviamo mi crea invece problema il fatto che ci siano sempre più persone che NON praticano ma pensano che sia sufficiente una confessione identitaria per avere il diritto di scassare gli zebedei a quelli che praticano altre religioni o nessuna religione o comunque vogliono vivere la loro vita diversamente.

Anzi, perché non inviti al tuo forum questi cattolici non praticanti, che comunque penso siano in maggioranza rispetto a quelli che frequentano sia il tuo forum che quello dell’UAAR e non cerchi di convincere PRIMA loro sul reale “valore” di tutte quelle pratiche tipo Messa, Sacramenti, preghiera, che i cattolici dovrebbero fare e a tutta questa gente evidentemente per qualche motivo non interessano? Non la trovi una buona idea?

Alba Rossopedali

profeti di libertà?
Ho paura che qui ne troverà pochi che si siano mai dichiarati “profeti” di alcunchè. Quel genere di personaggi li troverà più agevolmente negli ambienti che frequenta abitualmente.
Sig. Serra, suvvia, cerchi di non cadere nel grottesco con la sua crociata su questo sito, sono certo che saprà riconoscere l’infantilità di certi atteggiamenti provocatori.
Oltretutto lanciando “guanti di sfida” da un forum BLINDATISSIMO in fatto di moderazione…

e pur si muore

@ Pietro Serra
Grazie dell’invito, ma non credo che accetterò. Vedi, sono ateo, sono felice e non sento alcuna necessità di sfidare qualcuno su questo argomento a chi ha più ragione, tantomeno mi preoccupo di convertire qualcunio all’ateismo. La mia non è una religione. Per me va bene la tua fede e il tuo stile di vita. Ti ricordo solo che sono tuoi, e finchè non ledi i miei diritti per me va benissimo. Sarebbe lo stesso se tu credessi a Visnù. Sarei più preoccupato se tu credessi a Babbo Natale, visto che poi le stesse persone che ti hanno convinto della sua esistenza a un certo punto hanno deciso di smettere di alimentare la tua credulità. Ma Babbo Natale, dal punto di vista razionale sarebbe la stessa cosa del dio che passeggia rumorosamente nel giardino dell’eden.
Il fatto è che, queste tue convinzioni e il tuo stile di vita, non non hai il diritto di i impormeli e sinceramente trovo profondamente ingiusto che lo stato italiano non riconosca di fatto questi miei diritti costituzionali, e mi batto affinchè questo avvenga. Avrai il mio apprezzamento se ti batterai per una politica che riconosca veramente la libertà religione, a partire dall’ora di religione a scuola, fino all’8 per mille e così via. Forse è difficile da capire, ma sono cose che limitano sia la mia che la tua libertà. Se vuoi, comunque puoi pregare per la mia conversione, intimamente, se vuoi anche pubblicamente, ma non con i soldi dello stato.
Un sincero saluto

NVR

@ Pietro Serra

Interessante il vostro forum… solo per leggere le discussioni bisogna per forza registrarsi ma la lista dei vostri utenti e le relative email sono PUBBLICHE per tutti! Che coerenza c’è in tutto questo? Ah… forse la solita coerenza cattolica che ammiriamo tutti i giorni.

Non Registrato 666

@ Pietro Serra

Scommetto che sei lo stesso Pietro Serra, conosciuto anche con il nick SARDU88 e bannato anche dal sito CATTOLICIROMANI.COM per le sue posizioni leggermente “OMOFOBE”!!!

Ho indovinato???

Se qualcuno degli amici qui presenti volesse chiacchierare col signor Serra, o meglio signorino vista l’età evitando di registrarsi sul suo forum, può andare sul suo Blog:

http://sardu88.splinder.com/

Attenti però a quello che scrivete, perchè potrebbe censurarvi ;-)

Marco.g

Come, è obbligatorio mettere una e-mail pubblica? In un sito che parla di religione? Di legge sulla Privacy non hanno sentito parlare?

NVR

@Marco.g

Io intendevo che se vai nella lista utenti del loro forum, vedrai tutti gli utenti registrati e le email di quelli che l’hanno inserita. W la Privacy!

Marco.g

Ve be’, adesso sono andato a visualizzare le condizioni per l’utilizzo e ho cliccato su “non accetto”. L’altro messaggio che avevo postato è “sub iudice” anche qui…

Marco.g

No, adesso lo vedo. Questo sì che è un sito liberale. Pietro, prendi esempio!

Andrea

@ Pietro Serra

Strano, a me non e’ mai stato rimosso alcun post. Tieni presente che nei miei post, non c’e’ mai niente di offensivo verso chicchessia.
Hai chiesto al moderatore quale sia stato il motivo?
Sei sicuro di non avere insultato nessuno?

Fammi sapere la risposta che ti danno, anche perche’ qui ho visto che si da’ spazio anche ai troll, quindi non capisco cosa tu possa avere scritto.

Ciao a tutti

Alba Rossopedali

Dal blog sopracitato:

“Non possiamo più accettare che nelle nostre grandi città ci siano in giro ragazzi vestiti da punk o rockettari riempiti nel corpo di tatuaggi e piercing che fuori dalla scuola o nelle discoteche si fumano spinelli e hanno al collo croci a testa in giù o peggio ancora magliette inneggianti al satanismo con stelle a 5 punte rosse chiuse in un cerchio. ”

ai posteri l’ardua (ma neanche tanto) sentenza.

Toptone

Seeh, basta che però i capelli siano rasati e le croci siano celtiche (o – più chiaramente – svastiche) e tutto fila liscio. Per i tatuaggi, sarà permesso solo qualche “fascio” bene in vista.

VERO, Serra??

Cmq, tutti quelli che vogliono entrare nel forum del catto(s)fascista basta che si facciano un’email nuova di zecca da usare solo per quello. Di siti anonimi ce n’è a bizzeffe.

Avranno da svuotarla periodicamente da tutta la valanga di insulti che tutti i giorni arriveranno da questi “cultori” della tolleranza e della democrazia…

Commenti chiusi.