Il Vaticano fa canestro

Dopo la Clericus Cup calcistica, ecco che venerdì il Centro Sportivo Italiano (ente cattolico che promuove l’educazione attraverso lo sport) inaugurerà la Clericus Cup del basket, in cui si sfideranno squadre composte da sacerdoti e seminaristi. Marques Green, star del basket che gioca nella squadra di Avellino, ha dato la sua “benedizione”.
Intanto, il presenzialismo cattolico nel mondo dello sport si allarga ad altre discipline: il mese scorso 50 sacerdoti si sono radunati al Passo del Lupo, presso Sestola, per la nona edizione del campionato nazionale di sci sacerdotale, che adotta lo slogan: “Possa il Signore sciare con te”.

L’articolo completo in inglese è consultabile sul sito dell’Ansa

Tag:, , , ,

Questo articolo è stato pubblicato giovedì, 28 febbraio 2008 alle 10:39 e classificato in Generale. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

8 commenti a “Il Vaticano fa canestro”

  1. Stefano Bottoni scrive:

    Chissà se hanno dovuto pagare lo ski-pass…
    Inoltre, se ben ricordo, l’ultima edizione della Clericus Cup di calcio finì a mazzate in campo e fuori, alla faccia del “porgi l’altra guancia”. O forse qualche insigne teologo aveva loro spiegato che ciò vale solo per le guance e non per gli stinchi.

  2. Giovanna scrive:

    Non sanno più cosa inventarsi per avere visibilità .. è un altro trucchetto per rafforzare l’illusione che mamma chiesa è moderna, si rinnova e vuole stare accanto alle sue pecorelle… che bello che bello!!!

    @ Stefano. Non credo proprio che abbiano pagato lo ski-pass!!!

  3. Marco.g scrive:

    Potenza dell’ 8xmille. A questo punto perché non lo scrivono sulle maglie, visto che è il loro sponsor principale?

  4. schock scrive:

    AhAhAh… e pensare che ai tempi di Pio X un cattolico qualsiasi poteva essere scomunicato mentre un prete sospeso a divinis se sorpreso andare in bicicletta … oggi invece giocano a calcio a basket, sciano, … e a tempo perso si “divertono” con i bambini e adulti …. ma di lavorare niente di niente, eh..

  5. Jeeezuz scrive:

    se ci saranno i tornei sacerdotali di arti marziali o di rugby, mi faccio subito prete.

  6. Giovanna scrive:

    Torno a chiedermi: ma B16 non aveva intimato il rispetto della quaresima??? Questi invece vanno al cinema, se la spassano a Cuba, inaugurano club sportivi… Come dicevano i nostri nonni “NON C’E’ PIU’ RELIGIONE!!!”

  7. chiericoperduto scrive:

    schock ha ragione: è cambiato molto dai tempi di Pio X…tutto è relativo, anche per i preti.
    Comunque fan bene a sfogare con attività sportive le loro repressioni fisiche, così molti bambini possonoi stare tranquilli.

  8. N2RT scrive:

    … con l’otto per mile e tutti i finanziamenti, loro possono permettersi di andare a sciare…. E noi si fa la fame… BEll’esempio!!!!!