Kakà: voglio diventare pastore evangelico

A fine carriera Kakà vorrebbe diventare un pastore evangelico e insegnare la Bibbia. Lo ha confessato il campione brasiliano al mensile GQ in un’intervista che sarà in edicola giovedì. «Mi piacerebbe molto», ha detto il Pallone d’oro 2007 e vincitore anche del Fifa World Player. «È un percorso impegnativo: bisogna studiare teologia, fare un corso, approfondire lo studio della Bibbia. Un pastore evangelico legge la Bibbia e ne trasmette i precetti. Non è così facile applicare alla società di oggi cose scritte migliaia di anni fa. Ma proprio questo è il compito di un buon pastore: attualizzare l’insegnamento della Bibbia».
La sua conversione alla religione evangelica si dice dovuta a un tuffo quasi mortale dalla piscina quando aveva 14 anni. «È una balla», ha replicato Ricardo Izecson dos Santos Leite, in arte Kakà. «Io sono cresciuto con l’educazione della Bibbia. E poi di anni ne avevo 18. L’incidente c’è stato, ma nel Duemila: la mia carriera poteva chiudersi lì. Mi si è torto il collo e ho lesionato la sesta vertebra cervicale». Risulta anche che il giocatore sostenga che è Dio a scegliere i re, i principi, i presidenti e più in generale i leader. Ma precisa: «Non confondiamo: Dio sceglie i leader, come dice la Bibbia, ma poi lascia loro il libero arbitrio. Il punto sta tutto lì: non è stato Dio a volere la guerra, a distruggere il mondo con il disprezzo della natura. Sono i governanti che abusano del loro libero arbitrio».

Fonte: Corriere 

Questo articolo è stato pubblicato mercoledì, 28 novembre 2007 alle 15:30 e classificato in Generale. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

39 commenti a “Kakà: voglio diventare pastore evangelico”

  1. Flavio scrive:

    Se ha queste convinzioni, forse è venuto a giocare nel paese giusto… :-(

  2. Nerone scrive:

    Speriamo che Kakà sia un ragazzo intelligente. Di solito una persona intelligente quando approfondisce la lettura della bibbia si rende conto delle enormi sciocchezze che vi sono raccolte.

  3. Ernesto scrive:

    Un sostenitore del diritto divino dei re nel 2007, che cosa simpatica!

  4. Massimiliano scrive:

    Che dire ? se il suo sogno nel cassetto è quello di diventare un pastore evangelico… beh tanti auguri e buon studio.
    Dreams come true, sometimes.

  5. statolaico scrive:

    Ma va Kakà! :) (la tentazione era troppo forte…)

  6. Lamb of God scrive:

    Se non ricordo male Kakà è pentecostale perciò, secondo Ratzinger, si tratta di un eretico che vorrebbe esser a capo di una setta, perciò direi che tutto sommato in Italia è cascato male …

  7. lorenzo a. scrive:

    è la dimostrazione che per giocare a calcio si usa solo la parte esterna della testa.

  8. Massimiliano scrive:

    Kakà sostiene che ” non è stato Dio a volere la guerra” ?
    Ah no ?!
    E allora, come mai nel Antico Testamento c’è scritto ” Manderò contro di essa la peste e il sangue scorrerà per le sue vie: cadranno in essa i trafitti di spada e questa da ogni parte graverà; e sapranno che io sono il Signore ”

    ed ancora

    Il Signore vide e se ne indignò; essi finirono annientati nella furia della sua ira. Egli compì prodigi a loro danno per distruggerli con il fuoco della sua fiamma.
    Il Signore combatterà per voi, e voi starete tranquilli”.

    da http://www.utopia.it

  9. Aldissimo scrive:

    Per quanto riguarda il discorso sui leader, re, principi: è esattamente quello che dice Paolo di Tarso nelle sue famose lettere.
    Il potere temporale deriva direttamente da dio, quindi il popolo bue deve obbedire e stare zitto.
    Anche durante il fascismo in Italia si è seguito alla lettera il messaggio paolino, in quanto il duce era “uomo della provvidenza”

  10. Odino scrive:

    Da milanista mi spiace dirlo ma Kakà è proprio un bigotto.
    Basta ricordare le sue dichiarazioni sull’importanza della verginità prematrimoniale.

  11. Massimiliano scrive:

    283 AT
    Ezechiele
    21, 8
    Così dice il Signore Dio:
    Eccomi contro di te. Sguainerò la spada e ucciderò in te il giusto e il peccatore. Se ucciderò in te il giusto e il peccatore, significa che la spada sguainata sarà contro ogni carne, dal mezzogiorno al settentrione. Così ogni vivente saprà che io, il Signore, ho sguainato la spada ed essa non rientrerà nel fodero. Tu, figlio dell’uomo, piangi: piangi davanti a loro con il cuore infranto e pieno d’amarezza. Quando ti domanderanno: Perché piangi? Risponderai: Perché è giunta la notizia che il cuore verrà meno, le mani s’indeboliranno, lo spirito sarà costernato, le ginocchia vacilleranno. Ecco è giunta e si compie”. Parola del Signore Dio…
    Spada, spada aguzza e affilata,
    aguzza per scannare, affilata per lampeggiare!
    L’ha fatta affilare perché la si impugni,
    l’ha aguzzata e affilata
    per darla in mano al massacratore!

    Porca la miseriaccia ! e questo sarebbe il Dio che non vuole la guerra come asserisce il Signor Kakà ?!
    Io invece ci vedo un dio piuttosto iracondo, vendicativo, spietato massacratore.

    Signor kakà, Le do un consiglio.
    Si dia all’ippica NON allo studio della teologia.

  12. andrea scrive:

    uummm…fammi capire, uno che guadagna milioni di euro l’anno, che vive nel lusso sfrenato, che sta con la classica “ragazza con cui fare invidia agli amici al bar…” si vuol mettere a fare l’”evangelizzatore”.
    E per di più fa outing (diciamo così…) sulle pagine di GQ, noto mensile distribuito in coppia a prezzo speciale con Famiglia Cristiana.

    Ma quale sarà il tema principale della sua attività pastorale, i consigli per lo shopping?

  13. Toptone scrive:

    Non farà altro che portare soldi all’ennesima chiesa multimiliardaria.

    Per quanto riguarda le sciocchezze della Bibbia dubito che se ne avveda, visto che personaggi meno svaporati di lui ci credono ciecamente.

    Intanto, proprio in queste ore, le Bigotterie Cristiane Riunite stanno dando (pessimo) spettacolo di loro stesse al Summit dei Paesi del Commonwealth in UGANDA. Stanno strillando contro i gay (chi altri?) e contro chi vorrebbe dare loro i diritti umani DI BASE.
    Chiedono ‘arresti di massa’ dei gay e il ‘confinamento su un’isola del Lago Vittoria, senza cibo nè acqua’. Sembrano la replica dei recenti pogrom in Giamaica.

    Insomma, la Soluzione Finale in salsa cristiano-africana.

    Per far capire che non si limitano alle parole, stanno organizzando Squadroni Anti-Gay (così li hanno chiamati) e hanno messo i nomi e gli indirizzi di attivisti e simpatizzanti delle organizzazioni gay in Uganda in un sito web, a disposizione di eventuali picchiatori e assassini in nome di Dio. E sottoterra sono già finiti in molti.

    Intanto ai responsabili delle organizzazioni umanitarie (e non) che sostengono i diritti umani (compresi quelli dei gay) è stato impedito di parlare liberamente al People’s Place, la sala riservata a loro. Oppure hanno dovuto aspettare anche 7 ore seduti fuori.

    I facinorosi cristiani di ogni setta confessione e colore (compresi i cattolici) hanno invece potuto parlare e insultare ad abundantiam.

    Avvenire, l’Osservatore Romano Guercio, Il Giornale di Berlusca, Volonté, Introvigne e tutti gli altri burattini del Vaticano come mai stanno zitti??

    Si fosse trattato di cristiani cattolici vedevi le manfrine e i “gridi di dolore” da piazza San Pietro…………..

    Questo è il vero volto della religione, signori. E siamo nel 2007, non nel Medioevo.

  14. Vash scrive:

    Contento lui contenti tutti no?

  15. lacrime e sangue scrive:

    Oggi mi viene da pensare che sarebbe meglio che ci estinguessimo.

    Un calciatore miliardario che vuole predicare? Pietà!

    Pogrom anti-gay.
    E’ ovvio che chi è senza testa non può che costringere gli altri a perdere la testa – anche mozzandogliela.
    Il sangue scorrerà e a noi razionalisti resteranno solo le parole per lamentarcene

  16. Cip scrive:

    X Toptone

    Ma hai scritto una cosa vera?

    C’è un sito di qualche ong che ne parla?

  17. davide scrive:

    a Toptone
    Mi diresti per favore dove hai preso questa notizia qui? La cosa mi incuriosisce non poco

  18. Kerry King scrive:

    meno male che non gioca nella Juventus

  19. Aldo Grano scrive:

    Sul tema del potere temporale (re, papi, luchi di montezemolo, ecc.) trattato da @ ERNESTO e altri permettetemi una piccola esegesi. Nel I Libro di Samuele, cap. 8, è chiaramente narrato che fu il popolo eletto a volere un Re, per imitare i popoli vicini. Fino ad allora Dio aveva loro dato Giudici (significa governanti) “unti” dai Suoi Profeti. E questa, che io sappia, è l’ unica forma di governo approvata da Dio. Dio fa dire agli Ebrei da Samuele: “se volete un Re, fate pure. Ma vi piglierà mogli, figli, campi, buoi e pecore per darli ai suoi parenti e ai suoi eunuchi”. E a Samuele chiarisce che in realtà gli Ebrei vogliono un Re perché non Gli vogliono più obbedire. Come al solito, nella Storia seguente, Dio fa “gustare” fino in fondo al suo popolo eletto a cosa porti l’ allontanarsi da Lui. E comincia proprio con Saul, il primo Re, unto da Samuele, e la sua famiglia. Così come ha fatto, con grande imparzialità, ai Cristiani durante la loro Storia. E’ vero che San Paolo dice che il potere viene da Dio. Addirittura, se leggete il Vangelo di Giovanni, lo dice anche Gesù, a Pilato! Ma né San Paolo, né Gesù dicono che chi ha il potere ce lo ha perché se lo merita. Tutto viene da Dio, anche il fatto che Voi siete atei e che io lo sia stato. Ma questo non vuol dire affatto che noi possiamo abusare dei suoi doni. I suoi doni, ad esempio il potere, la ricchezza, l’ intelligenza, vanno condivisi. Se ne abusiamo, li perdiamo. Come cita @ MASSIMILIANO, quando il Suo popolo e i Suoi Re sbagliano, dopo molti avvisi li consegna in mano ai popoli barbari. E’ sempre stato un abuso di personaggi che hanno il potere cercare di dire che, siccome glielo ha dato Dio, possono permettersi tutto e i sudditi devono obbedire. Nossignore, se si diventa tiranni il popolo ha il diritto di rovesciarti. Dio è chiarissimo, ma solo con chi Lo vuole capire. Chi usa la Sua parola a vantaggio dei propri interessi si compra, con le sue stesse mani, un bel po’ di sfiga.

  20. Kerry King scrive:

    Cmq anke Taribo West,che giocava nell’Inter,deve’essere diventato qualcosa del genere anke lui

  21. Daniele scrive:

    Dopo Razinger,Bertone,Bagnasco,Ruini e company……… Fra Kaka!!!!!
    Ci mancava pure questa!!!!Uno che ringrazia Dio alla fine di una stupidissima partita di calcio…….come se a Dio potesse interessare…….con tutti i problemi che ha!!…O forse Dio si interessa di calcio davvero visto che l’inter vince!!!

  22. Silesio scrive:

    Se è vero che ha preso una botta in testa, allora si spiega tutto. La fondatrice degli Avventisti del 7mo giorno, Ellen White, all’età di 9 anni, prese una sassata sul naso da un suo compagno di scuola. Rimase frastornata per molto tempo. Poi si riebbe e si sentì imporvvisamente mutata. Dopo molti anni cominciò ad avere delle visioni e Dio stesso, in visione, gli dettò i principi della nuova religione. La causa sta nel fatto che i colpi ricevuti in testa, compresi forse i colpi di testa dei calciatori, causano un effetto “bouncing” del cervello (scrollamento) i cui effetti non sono stati fino in fondo srudiati.

  23. Andre1 scrive:

    Date anche a me 12 milioni di euro annui di stipendio, 28mln di contratti pubblicitari, e altri “spiccioli” vari per le piccole necessità, oltre a tutto il nero se si prende, e anche io mi metto a fare il pastore. Non importa di quale religione, tanto, ipocrisia per ipocrisia…

  24. artemisio scrive:

    Dio vuole Kakà!

    …come resistere?! :-D

  25. Magar scrive:

    @artemisio
    Allora anche meglio “Dio ha bisogno di Kakà!” ;)

  26. zorn scrive:

    Affermazioni da intelletto medio del calciatore!

  27. marcolfo scrive:

    Santo subito! Santo subito!

  28. cartman666 scrive:

    Sempre prendendo per buono quello che dice, e’ di bella presenza, ha un sacco di soldi, una fidanzata da schianto, pero’ ha aspettato di fare sesso fino al matrimonio, e cioe’ all’eta di 25 anni circa, tribolando le pene dell’inferno, con chissà quante polluzioni notturne, quando magari un operaio della fiat si godeva la vita molto piu’ lui.
    Questa e’ coglioneria pura, i vent’anni vengono una volta sola e questo li ha passati in astinenza, beh contento lui.
    Sempre ammesso che sia vero quello che dice, i calciatori sono un esempio incredibile di ipocrisia.

  29. Callaway scrive:

    Ma perchè Kakà non fa come tutti gli altri campioni? Perchè non si tromba una velina, una letterina, qualche donzella reduce da qualche isola di sedicenti famosi?

  30. giordana scrive:

    Dalla scatologia all’escatologia.

  31. tito scrive:

    Kakà ringrazia dio dopo aver segnato un gol: e il portiere che l’ha preso chi deve ringraziare?
    boh, stranezze…
    Dio ha fatto Kakà!

  32. Arcibaldo scrive:

    @ Giordana

    Bellissima battuta!

  33. Kaworu scrive:

    @massimiliano

    si vede che la bibbia deve ancora iniziare a studiarla ;)

  34. chiericoperduto scrive:

    @aldo grano:
    ma credi veramente a tutta quello che hai scritto?? sono cose da ricovero.
    Per Kakà non mi preoccuperei…se studierà veramente a fondo la bibbia, diventerà ateo.

  35. Sailor-Sun scrive:

    Ennesima dimostrazione che i calciattori hanno un Q.I. tendente allo zero.
    Cepu docet.

  36. claudio scrive:

    donadoni che vole allenare la nazionale vaticana, kakà che vol diventare pastore evangelico, manca che totti se faccia crocefigge e poi stamo apposto!

  37. chiericoperduto scrive:

    Solo un pastore evangelico si può prendere la briga di studiare la bibbia.
    I cattolici non la leggono, credono e basta.

  38. Toptone scrive:

    Per Cip e Davide. Io non sono aduso ad inventare niente.

    Purtroppo è tutto vero (e in Iraq la situazione è ancora più tragica). Il fatto che qui in Italia nessuno sappia niente la dice lunga sulla censura basata sulla barriera linguistica.

    Tutta Europa è a conoscenza di questi fatti, tranne l’Italia. Non sarebbe ora di smetterla con RAI, Melmaset e i giornali-marionetta?

    Comunque, gli orrendi fatti li trovate qui (in inglese, ovviamente):

    http://www.365gay.com/Newscon07/11/112407queen.htm

    http://gayrepublic.org/index.php?name=News&file=article&sid=2172&lead=1

    http://gayuganda.blogspot.com/

    http://pernille.typepad.com/uganda/2007/08/in-uganda-i-mig.html

    http://www.ugpulse.com/articles/daily/news.asp?ID=4464

    Questo è solo un assaggio. Fatevi un giro su Google e troverete una caterva di notizie su cosa succede in Uganda, in Zimbabwe, in Nigeria e in altri poverissimi e corrottissimi Paesi dove le religioni hanno libero arbitrio su tutto.

    Quelle che non vedrete mai sulla TV italiana e di rado sui giornali (mai in quelli di destra).

    Questo è il vero, laidissimo volto della religione che in Italia è accuratamente tenuto nascosto.

    Non sia mai che il gregge italico sappia cosa si nasconde dietro la facciata….

  39. Arcibaldo scrive:

    “A fine carriera Kakà vorrebbe diventare un pastore evangelico e insegnare la Bibbia.”

    Un altro modo per riempire gli stadi (di evangelici ).