Spagna: cambiare sesso sulla carta, via libera dal parlamento

Approvata oggi in via definitiva dai deputati spagnoli una legge che autorizza i transessuali a cambiare sesso e identita’ senza dover prima essere stati operati chirurgicamente. I transessuali dovranno produrre un certificato medico abilitato che diagnostichi una turba dell’identita’ sessuale e fornire prova che, almeno da due anni, si stiano sottoponendo a terapia ormonale sotto controllo medico per adattare le caratteristiche morfologiche a quelle del nuovo sesso. Fino ad oggi i transessuali dopo aver subito l’intervento chirurgico dovevano attendere una decisione giudiziaria.

Fonte: Corriere.it

Questo articolo è stato pubblicato venerdì, 2 marzo 2007 alle 17:51 e classificato in Generale. Puoi seguire i commenti a questo articolo tramite il feed RSS 2.0.Non puoi né inviare commenti, né inviare trackback.

Visualizza i commenti o aggiungi un commento

10 commenti a “Spagna: cambiare sesso sulla carta, via libera dal parlamento”

  1. lik scrive:

    Questa è una legge veramente rispettosa, eviterà a tutte le trans non operate, l’umiliazione durante i controlli casuali di identità. La Spagna è veramente all’avanguardia su tutto. E russo spena si è ancora permesso di criticare zapatero.

  2. Kaworu scrive:

    concordo con lik :)

  3. Nikky scrive:

    Che invidia

  4. # lik scrive: E russo spena si è ancora permesso di criticare zapatero.
    ———-

    Ma quando? Le uniche critiche a Zapatero vengono dalla destra e dai cattolici. Russo Spena al contrario ha sempre parlato bene di Zapatero. E’ evidente il tuo tentativo di gettare fumo negli occhi.

    Certo che tu e Francesca avete proprio scocciayo coi vostri doppiogiochetti.

  5. lik scrive:

    Russo Spena ha dichiarato sul manifesto che l’esempio per l’Europa è la coalizione italiana, perché Zapatero si interessa solo ai diritti civili e poco ai diritti degli immigrati e ai diritti sociali. L’economia spagnola non dimenticarlo è liberista.

  6. Emilio Gargiulo scrive:

    @lik: e questo secondo te è parlare male? Magari per te invece ne parlano bene i tuoi compari quando parlano di “deriva zapaterista”?
    Se hai il dogma dell’anticomunismo acritico in testa, non potrai mai considerarti un pensatore, ma solo un pappagallo ripetitore di dogmi.

  7. # lik scrive:Russo Spena ha dichiarato sul manifesto che l’esempio per l’Europa è la coalizione italiana, perché Zapatero si interessa solo ai diritti civili e poco ai diritti degli immigrati e ai diritti sociali. L’economia spagnola non dimenticarlo è liberista.
    ——–

    E quindi?

    Ma non ti rendi conto di quanto sei ridicolo nel cercare con ogni pretesto di gettar fango sulla sinistra?

  8. lik scrive:

    @ Emilio Gargiulo

    Che palle con sto cazzo di comunismo, ma cos’è la tua religione???????
    I miei compari non parlano di deriva zapeterista perché io ho votato rosa nel pugno. Io mi posso considerare un libero pensatore, tu non sei nessuno per impedimerlo, mentre tu stai dando la dimostrazione di essere un vero e proprio TRIBUNALE D’INQUISIZIONE.
    PEGGIO DEI PRETI SEI.

    @ Razionalemnte tu stai zitto che racconti palle non sai nemmeno distinguere la destra dalla sinistra, Il sindaco di Roubaix è di sinistra contrariamente a quello che dicevi tu.

  9. Alessandro Masini scrive:

    guarda lik che sei tu quello ossessionato dal comunismo, chiunque su questo forum può confermarlo, se vuoi facciamo outing….

  10. PaleAle(Alessandro) scrive:

    Anche Luxuria (Rifondazione Comunista) ha proposto una legge del genere, anche se non sò se ha ancora depositato il ddl specifico alle camere.